Recensione del 2022 hi-tech: telefoni, TV, computer e altro

Composite image of devices
(Immagine:: Future/Apple/Sony/Samsung/Paramount Pictures/Gordon Johnson from Pixabay)

Addio al 2022 e ciao al nuovo mondo scintillante del 2023! Certo, non sembra ancora molto diverso, ma siamo solo a poche ore dall'inizio del nuovo anno. 

Quali sono state le novità tecnologiche degli ultimi 12 mesi e cosa ci aspettiamo di vedere nel 2023? In breve: molte cose. Praticamente ogni settimana è stata caratterizzata dal lancio di un nuovo prodotto o da una notizia importante in una delle categorie di cui ci occupiamo, dalla Dynamic Island dell'iPhone 14 Pro all'arrivo della tecnologia degli schermi QD-OLED nei televisori, dalle schede grafiche sempre più potenti all'autofocus con AI nelle fotocamere. Il 2023 si preannuncia altrettanto entusiasmante, a partire dalla festa tecnologica del CES 2023.

Se siete abbonati alla newsletter di TechRadar avrete già visto comparire nella vostra casella di posta elettronica questa carrellata sotto forma di Year in Review; se non siete ancora abbonati, ecco il vostro proposito per il 2022...

Quindi, senza ulteriori indugi, continuate a leggere i nostri punti salienti del 2022 e le previsioni per il 2023.

Smartphone

Fantastici pieghevoli, Nothing fa tanto fumo ma poco arrosto

Samsung Galaxy Z Fold 4

Il Samsung Galaxy Z Fold 4 è stato uno degli smartphone di punta del 2022. (Image credit: Future)

Il 2022 non ha visto grandi passi avanti nel settore degli smartphone, scrive Lance Ulanoff, caporedattore statunitense. Abbiamo ottenuto più di tutto: fotocamere migliori, schermi più luminosi e miglioramenti incrementali nelle prestazioni e nella durata della batteria. Ma ci sono state alcune innovazioni che hanno reso i migliori telefoni (Si apre in una nuova scheda) dell'anno molto più interessanti di quelli precedenti.

Apple ha ufficialmente diviso la sua linea di telefoni a metà, con due modelli base e due livelli Pro nettamente separati nelle specifiche, a partire da un processore diverso. Con l'iPhone 14 la distinzione tra Pro (premium) e normale (sufficientemente buono per la maggior parte) si fa ancora più netta. Ciò significa che l'iPhone 14 e l'iPhone 14 Plus hanno mantenuto la tecnologia dello schermo tradizionale (il notch!), mentre l'iPhone 14 Pro e l'iPhone 14 Pro Max hanno ottenuto la nuova Dynamic Island. Apple è stata anche una delle prime, almeno nel mercato statunitense, a eliminare lo slot per la SIM fisica a favore di una configurazione solo eSIM.

Mentre Apple ha raggiunto le stelle con il primo sistema SOS satellitare su uno smartphone consumer, Samsung potrebbe offrire una serie di aggiornamenti più completi su tutta la sua linea di telefoni. L'azienda rimane saldamente impegnata nello sviluppo di smartphone pieghevoli e, sebbene il Galaxy Z Fold 4 e il Galaxy Z Flip 4 non siano stati riprogettati in modo sostanziale, entrambi i telefoni sembrano molto meno stranezze tecnologiche flessibili e più smartphone "normali" super-versatili; forse l'anno prossimo saranno un po' più economici. La linea Galaxy S22 dell'azienda è stata generalmente eccellente, con il Galaxy S22 Ultra, robusto e compatibile con la S Pen, che è il pezzo forte, e la sua magia fotografica Space Zoom rimane ineguagliata nello spazio degli smartphone.

Forse il dispositivo più chiacchierato è stato il Nothing Phone 1. Molte persone si sono entusiasmate per un telefono con chassis trasparente, ma non c'è nulla di speciale in questo dispositivo, a parte il fatto che è un potenziale concorrente di Samsung, OnePlus e, molto meno, di Apple. Chissà se l'anno prossimo si parlerà del Nothing Phone 2.

Google ha presentato quest'anno i Pixel 6, Pixel 6a e i rinnovati Pixel 7 Pro (e 7), dal sapore più premium, con fotocamere eccellenti e alcuni trucchi interessanti come la gomma magica.

Ciò che non abbiamo avuto quest'anno è la ricarica ultraveloce, batterie che durano di più, telefoni più sottili o nuove tecnologie per gli schermi. Credo che tutte queste cose siano possibili nel 2023; come minimo, aspettatevi iPhone con USB-C e persino telefoni senza porta di ricarica.

Audio

Un anno vittorioso per il vinile

Victrola Stream Carbon and vinyl, on a beige coffee table

Nessuno phono, ninte amplificatore e nessun cavo in più su cui inciampare: il vinile è diventato molto più semplice nel 2022. (Image credit: Future)

L'umile rinascita del disco analogico è continuata nel 2022, con i nuovi intriganti formati fisici in vinile, promossi da Bob Dylan in persona, e con i prodotti economici che consentono di incidere il proprio disco (e poi di riprodurlo), ma anche con modi sempre più innovativi di godersi la propria fiorente collezione di LP e 45 giri.

Il Rega Planar PL1 del 2021 rimane uno dei migliori giradischi che si possano acquistare, ma le configurazioni compatte, senza altoparlanti esterni e diffusori passivi, sono la gran moda del 2022, e si sono fatte strada tra i migliori giradischi del 2022.  Nel caso del Sonos di Victrola,  tutto ciò che serve è un diffusore wireless Sonos e l'app Victrola companion sul vostro dispositivo, oltre naturalmente agli amati vinili.

Ora le cuffie: quelle cablate di livello audiofilo sono diventate più economiche (vedi la proposta Oriole di Sivga), mentre i migliori auricolari e over-ear wireless sono arrivati ai due estremi, con le JLab Go Air Pop che costano meno di un giro di bevute (e sono incredibilmente buone per il prezzo) e le Focal Bathys che costano un mese di affitto.

Nell'arena dei più forti, sono arrivate le Sony WH-1000XM5, prevedibilmente migliori delle loro stesse sorelle (ma solo di poco), e gli Apple AirPods Pro 2 hanno confermato ciò che già sapevamo sul talento di Apple nell'audio spaziale tracciato dalla testa e nella cancellazione attiva del rumore, a patto che si rimanga all'interno della bolla iOS.

E da qualche parte nella mischia, è emerso un nuovo re degli over-ear di fascia media: le Sennheiser Momentum 4 Wireless. Caspita, sono proprio belle...

Ma forse lo sviluppo più entusiasmante dell'audio wireless nel 2022 non ha riguardato gli over-ear (o auricolari) wireless in sé, ma il software al loro interno. I codec Bluetooth ad alta risoluzione progrediscono a ritmo serrato, ma anche l'hardware SoC (system on chip) in cui sono integrati è in costante miglioramento. A dicembre, Oppo ha presentato un nuovo chip che si afferma essere in grado di portare la risoluzione wireless Bluetooth agli standard che gli audiofili potrebbero ritenere accettabili e, cosa fondamentale, il chip si inserisce negli auricolari.

La promessa? Un audio senza fili tramite Bluetooth che finalmente suona dettagliato, chiaro e d'impatto come un ascolto via cavo. Aspettiamo il 2023 con il fiato sospeso... o con il vinile.

Computer

I nuovi MacBook brillano tra hardware noioso

The Apple MacBook Pro (M2, 2022), left, and MacBook Air (M2, 2022)

Il MacBook Pro (M2, 2022), a sinistra, e il MacBook Air (M2, 2022). (Image credit: Apple / Future)

Apple sembra essere la vincitrice di quest'anno nel campo della tecnologia informatica; il suo chip M2 di seconda generazione è approdato nei nuovi modelli di MacBook Pro e MacBook Air e ha dimostrato senza ombra di dubbio che Apple sta prendendo sul serio il suo business dei chip.

Tuttavia, gli altri grandi attori del settore non si sono tirati indietro. AMD è uscita alla grande con la sua nuova generazione di CPU Zen 4, con in testa l'impressionante Ryzen 9 7950X. Tuttavia, si è trattato di una vittoria di breve durata: Intel è tornata a reclamare la sua corona per il miglior processore con l'incredibile Core i9-13900K.

AMD deve gestire la concorrenza anche nella gara per la migliore scheda grafica, con Nvidia che ha rilasciato la fenomenale e potente GeForce RTX 4090, per poi crollare in modo spettacolare con la RTX 4080. Team Red è stato in grado di capitalizzare su questo, rilasciando l'eccellente Radeon RX 7900 XTX, una delle migliori GPU che abbiamo visto nella memoria recente. Non sorprende che entrambe le schede di punta siano andate esaurite quasi subito, e le scorte ancora scarseggiano.

Questo è stato anche l'anno in cui abbiamo finalmente assistito al rientro di Intel nel settore delle GPU, con la messa in vendita di schede desktop e l'impegno a seguire una roadmap a lungo termine, nonostante l'inizio difficile del reparto grafico Arc di Intel. Un terzo operatore nel mercato delle GPU, soprattutto se apparentemente impegnato in prodotti di fascia economica come Intel, non può che essere un bene per i consumatori. Avanti con il 2023!

Gaming

Un grande anno per TRG, ma un anno di silenzio per i giochi

God of War Ragnarok

La più grande uscita di quest'anno, God of War Ragnarok, è stata tra i titoli colpiti da ritardi. (Image credit: Sony)

Il 2022 è stato un anno decisamente strano per l'industria dei videogiochi. L'impatto della pandemia si è fatto sentire in modo acuto sul calendario delle uscite e, sebbene ci siano state alcune uscite importanti all'inizio dell'anno, come Elden Ring e Horizon Forbidden West, abbiamo sopportato mesi di carestia di first-party AAA prima dell'uscita di God of War Ragnarok a novembre.

Microsoft è stata la principale vittima dei ritardi: sia Starfield, l'attesissimo gioco di ruolo fantascientifico, sia Redfall, lo sparatutto cooperativo degli Arkane Studios di Dishonored, sono slittati al 2023, lasciando la Xbox Series X|S senza un'importante uscita first-party quest'anno. Anche Nintendo ha dovuto rimandare la sua uscita più importante, il seguito di Breath of the Wild, The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom, a maggio del prossimo anno. Anche le uscite multipiattaforma non sono state risparmiate: sia Hogwarts Legacy, l'RPG open-world di Harry Potter, sia Suicide: Kill the Justice League, che è stato spostato al 2023.

Tuttavia, i vuoti lasciati dai grandi sviluppatori hanno dato spazio a giochi più piccoli. A luglio, l'uscita più chiacchierata è stata quella di Stray, un gioco in cui si impersona un gatto con uno zaino che esplora una città futuristica popolata da androidi. Ad agosto, il nostro Cat (che è decisamente un umano) è stato catturato da un gioco di ruolo indie chiamato I Was A Teenage Exocolonist, in cui si gioca un decennio di vita di un bambino su un pianeta lontano, cercando di sopravvivere ai pericoli della vita di colonia.

Nel 2023, possiamo aspettarci tutti i suddetti giochi in ritardo e una serie di grandi uscite che sono sempre state previste per l'anno successivo. A ciò si aggiungono le uscite hardware, come il controller DualSense Edge pro per la PS5 e l'headset per la realtà virtuale PSVR 2. Sarà un periodo intenso per essere un giocatore (e un giornalista di giochi).

Film, serie e streaming

Una situazione contrastante per film, spettacoli e streaming

Tom Cruise in Top Gun: Maverick

Top Gun: Maverick ha entusiasmato il pubblico e si è affermato come uno dei film di maggior incasso del 2022. (Image credit: Paramount Pictures)

Innanzitutto, gli aspetti positivi: abbiamo assistito al ritorno sul grande schermo di veri e propri blockbuster. Dai grandi film di supereroi, come The Batman e Black Panther: Wakanda Forever, a successi miliardari un po' sorprendenti come Top Gun: Maverick, gli studios hanno intensificato il loro gioco per offrire film che ci hanno lasciato senza fiato. Sul fronte della televisione e dello streaming, sono tornati spettacoli molto popolari e acclamati dalla critica, come la quarta stagione di Stranger Things, mentre nuovi successi come Gli anelli del potere, Wednesday, Andor, Severance e La casa del drago hanno illuminato i nostri schermi.

Ma non è stata una navigazione tranquilla per i più grandi studios del mondo - o per i fan di film e serie TV. Marvel ha affrontato (e continua ad affrontare) la sua prova più grande, con il pubblico deluso da alcune produzioni della Fase 4 e le accuse di condizioni di lavoro intollerabili. Netflix ha vissuto un anno torrido, perdendo milioni di abbonati e cancellando progetti a destra e a manca, mentre la fusione tra Warner Bros e Discovery ha attirato numerose critiche, con numerosi show e film inspiegabilmente cancellati all'ultimo minuto (RIP Batgirl) o rimossi da HBO Max senza alcuna spiegazione.

C'è molto da aspettarsi per l'anno prossimo, con alcuni nuovi grandi film in uscita e serie televisive molto attese che debutteranno. Tuttavia, se il 2022 ci ha insegnato qualcosa, è che l'industria non può riposare sugli allori, soprattutto perché la crisi del costo della vita continua a mordere. Forse ci aspettano giorni bui, ma se gli studios continueranno a sfornare contenuti piacevoli per il pubblico, il 2023 dovrebbe essere un anno decisamente migliore sia per i fan che per i creatori.

Televisori

Più grandi, migliori, più luminosi, più economici: La tecnologia televisiva nel 2022

Samsung S95B OLED 4K TV

L'S95B di Samsung, un modello QD-OLED che ha trasformato il panorama dei TV nel 2022 (Image credit: Samsung)

La novità più importante del 2022 è stata l'arrivo dei televisori QD-OLED, che si sono piazzati senza problemi tra i migliori televisori in un anno in cui la concorrenza dei modelli OLED standard, come l'LG C2, è stata molto agguerrita. Il QD-OLED fonde i Quantum Dots con la tecnologia OLED per creare display più luminosi con una migliore definizione dei colori, e i risultati possono essere apprezzati in TV prodigiosi come il Samsung S95B e il Sony XR-A95K.

Altre tendenze importanti emerse nel 2022 sono la disponibilità della tecnologia di retroilluminazione mini-LED in una gamma più ampia di TV, compresi i modelli di marchi economici come Hisense, oltre a una gamma molto più ampia di televisori 4K a 120 Hz. La retroilluminazione mini-LED consente ai televisori di raggiungere l'elevato livello di luminosità di picco necessario per la visualizzazione senza compromessi delle sorgenti HDR, mentre un display a 120Hz supporta i giochi ad alta velocità di frame possibili con le console di nuova generazione PlayStation 5 e Xbox Series X.

Cosa ci riserverà il 2023 per gli acquirenti di TV? All'imminente fiera tecnologica CES 2023 ci aspettiamo che le aziende presentino modelli QD-OLED dalle prestazioni ancora migliori e con schermi di dimensioni maggiori, mentre il mini-LED continuerà la sua espansione in un numero sempre maggiore di televisori più economici. Ci saranno TV OLED migliori e più luminosi da parte di aziende come LG, mentre TCL ci stupirà con una gamma di televisori ultra-grandi a prezzi bassissimi. TechRadar racconterà tutto questo in diretta da Las Vegas, quindi seguite il nostro servizio sul CES 2023.

Fotocamere

Un anno di ritorno al passato, con scorci di un futuro di IA

The Fujifilm X-H2S camera sitting on a wooden bench

The Fujifilm X-H2S led a revival of crop-sensor cameras (Image credit: Future)

Il 2022 sarà ricordato come l'anno in cui le fotocamere economiche hanno fatto il tanto necessario ritorno. Il full-frame ha dominato negli ultimi anni, ma nel 2022 abbiamo assistito a un deciso ritorno dei sistemi a sensore ridotto, come Micro Quattro Terzi e APS-C, con un'ondata di lanci. E questa è stata un'ottima notizia per i nostri portafogli.

È stata Fujifilm, in particolare, a offrire le migliori alternative al full-frame. Le sue nuove ammiraglie, Fujifilm X-H2S e X-H2, racchiudono la moderna potenza di ripresa in formati piccoli e (relativamente) accessibili. Allo stesso modo, il sistema OM OM-1, nato dalle ceneri di Olympus, è balzato in cima alla nostra guida delle migliori fotocamere per la fotografia naturalistica.

Il 2022 è stato anche, finalmente, un grande anno per le fotocamere mirrorless entry-level. La Canon EOS R10, il successore spirituale dell'amatissima linea di reflex digitali entry-level del gigante della fotografia (nota come serie Rebel negli Stati Uniti), è diventata la nostra nuova migliore fotocamera per principianti. Per gli appassionati hobbisti sono arrivate anche Fujifilm X-T5 e Canon EOS R7, due modelli destinati a diventare molto venduti.

Gli appassionati di fotografia professionale non sono stati lasciati al freddo quest'anno, poiché sia Canon che Sony hanno presentato delle potenti full-frame. La Canon EOS R6 Mark II è un solido aggiornamento di una delle sue migliori fotocamere, mentre la Sony A7R V ha mostrato il tipo di autofocus AI che ci aspettiamo di vedere svilupparsi rapidamente il prossimo anno.

È questo il tipo di tecnologia fotografica che attendiamo con maggiore impazienza il prossimo anno. Dall-E e Midjourney ci hanno dato un assaggio di come gli algoritmi di IA rivoluzioneranno la nostra vita creativa nel 2023. Potrebbero mettere in discussione la definizione stessa di fotografia, ma quest'anno sono entusiasta di vedere cosa potranno fare per le fotocamere mirrorless e per i telefoni come l'attesissimo iPhone 15.

Fitness

Apple diventa Ultra, Fitbit va male

Apple Watch Ultra in use on wrist and on table

L'Apple Watch Ultra ha segnato l'ingresso di Apple nel settore degli smartwatch rugged. (Image credit: TechRadar)

Gli smartwatch premium sono diventati rugged, con il Samsung Galaxy Watch 5 Pro e il tanto decantato Apple Watch Ultra in testa. Entrambi sono orologi più robusti, progettati per i sentieri e altre avventure, con un GPS più preciso e casse rinforzate per resistere agli elementi. Il Watch 5 Pro ha una lunetta rialzata e funzioni di tracciamento dei percorsi migliorate, mentre Apple ha fatto un ulteriore passo avanti, rendendo il Watch Ultra un computer subacqueo funzionante. Tuttavia, nessuno dei due ha rubato il premio per il dispositivo fitness dell'anno: l'onore va a Garmin, re degli orologi per l'avventura, per il suo eccellente Forerunner 955 Solar.

Purtroppo Fitbit non ha ricevuto il promemoria. Dopo un anno di problemi tecnici con i prodotti esistenti, il Fitbit Versa 4 e il Fitbit Sense 2 sono stati lanciati in pompa magna a settembre, ma entrambi non sono riusciti a migliorare i loro predecessori. Il fitness tracker Fitbit Inspire 3 è andato meglio, ma siamo rimasti delusi dal fatto che Fitbit abbia ridotto l'abbonamento gratuito a Fitbit Premium dell'Inspire 2 da un anno a soli sei mesi, togliendo molto valore al dispositivo. 

Per quanto riguarda il 2023, non credo che vedremo l'Apple Watch Ultra 2 prima di qualche anno, ma sono attese altre novità, come il bracciale per la pressione sanguigna da polso di Huawei Watch D. Con l'aumento del costo della vita e i problemi di produzione che continuano ad affliggere i principali rivenditori, la filosofia "la salute è ricchezza" verrà spinta in modo massiccio, con una minore attenzione alle prestazioni e una maggiore enfasi sul benessere.

Valerio Porcu

Valerio Porcu è Redattore Capo e Project Manager di Techradar Italia. È da sempre ossessionato dai gadget e dagli oggetti tecnologici che cambiano la nostra vita quotidiana, e dai primi anni 2000 ha deciso di raccontarla. Oggi è un giornalista con anni di esperienza nel settore tecnologico, e ha ancora la voglia di trovare le chiavi di lettura giuste, per capire davvero in che modo la tecnologia può rendere migliore la nostra vita quotidiana.

Con il supporto di