Skip to main content

Apple MacBook Pro 13 pollici (M2, 2022)

Il MacBook Pro 13 più conveniente di Apple porta novità, un po’ emozionanti e un po’ noiose.

MacBook Pro 13-inch M2 model in an office on a desk
(Image: © Future)

Verdetto

Nota: il voto di questa recensione è stabilito da Techradar a livello globale. Nel caso del mercato Italiano, dove il L'Apple MacBook Pro 13" (M2, 2022), il voto passa da 8 a 7. L'Apple MacBook Pro 13" (M2, 2022) viene fornito con l'ultimo chip M2 di Apple e offre prestazioni e durata della batteria eccellenti. Tuttavia il design è sempre lo stesso e il nuovo MacBook Air insegue da vicino. Il nuovo MacBook Pro è un po’ ridondante, per alcuni aspetti.

Pros

  • +

    Il chip M2 offre prestazioni eccezionali

  • +

    Eccellente durata della batteria

  • +

    Molto silenzioso

  • +

    Ci si può anche giocare

Cons

  • -

    Design senza novità

  • -

    Ancora solo due porte Thunderbolt

  • -

    Webcam 720p

  • -

    Il nuovo MacBook Air offre un rapporto qualità-prezzo migliore

 MacBook Pro 13" (M2, 2022), recensione veloce 

Nota: il voto di questa recensione è stabilito da Techradar a livello globale. Nel caso del mercato Italiano, dove il L'Apple MacBook Pro 13" (M2, 2022), il voto passa da 8 a 7. 

 

Il MacBook Pro 13" (M2, 2022) è un laptop con luci e ombre. È rivoluzionario ... ma va sul sicuro; è emozionante... ma un po' noioso. È una scelta strana... e ha anche perfettamente senso. 

La buona notizia è che monta il nuovissimo chip M2, che la società promette offre un aumento delle prestazioni del 40% rispetto all'M1. Il prezzo è un po’ più alto rispetto al MacBook Pro 13 M1: si parte da €1.629, mentre il modello del 2020 partiva da € 1.479, sempre per la versione da 256GB. Apple non vende più il vecchio modello ma lo si trova ancora in commercio, e considerato che resta uno dei migliori portatili esistenti, vale la pena di prenderlo in considerazione. In altri paesi, invece, il MacBook Pro 13 M2 ha mantenuto lo stesso prezzo di MacBook Pro 13 M1; peccato che in Italia  

Apple ha aggiornato hardware e prezzo, ma il design invece resta sempre lo stesso, e con questa siamo alla terza generazione senza cambiamenti. Resta pur sempre uno dei migliori notebook in circolazione, ma ci sarebbe piaciuto qualche ritocco, anche estetico. 

Il chip M2 porta prestazioni eccellenti, soprattutto quando si tratta di editing video, e l’esperienza d’uso quotidiano è, ancora una volta, eccellente: anche usando più app allo stesso tempo, il MacBook Pro 13" (M2, 2022) non fa una piega. Ci ha impressionato anche per quanto è silenzioso, con le ventole che raramente si attivano.

MacBook Pro 13-inch M2 model in an office on a desk

(Image credit: Future)

Si può persino giocare sul MacBook Pro 13" (M2, 2022), anche se le prestazioni non sono quelle di un vero notebook gaming. Per ora è un primo passo, e speriamo di vedere di più quando Resident Evil Village e No Man's Sky arriveranno su Mac, entro la fine dell'anno. Questi giochi saranno caratterizzati dal supporto per l'API grafica Metal 3 del chip M2 e, si spera, questo porterà a giochi più ambiziosi e impressionanti su MacBook M2.

Forse il nostro aspetto preferito del MacBook Pro 13" (M2, 2022) è la durata della batteria. Oltre 15 ore e mezza, un risultato “incredibilmente impressionante” (permetteteci il gioco di parole). Di solito, con le mobile workstation usate per l’editing video, l’autonomia è al massimo di 3-4 ore. Il nuovo Mac supera persino il precedente MacBook Pro M1 da 13 pollici, il che dimostra che l'M2 è ancora meno affamato di energia rispetto al suo predecessore.

Nonostante tutti questi successi, si ha la sensazione che il MacBook Pro 13" (M2, 2022) sia l'ultimo del suo genere. Non solo la mancanza di una riprogettazione suggerisce una mancanza di entusiasmo per il prodotto, e forse un modo per esaurire le scorte esistenti dei modelli precedenti; ma la quantità e varietà di nuovi modelli introdotti da Apple rende difficile posizionare questo MacBook Pro 13” M2.

Per esempio, il nuovo MacBook Air (M2, 2022) ha un nuovo design, uno schermo più grande e luminoso e dovrebbe offrire livelli di prestazioni simili al modello Pro, visto che ha lo stesso processore. Ha una GPU meno potente, non ha la ventole né la touchbar, e costa 100 euro in meno, ma è quasi lo stesso computer. In molti, sicuramente, si chiederanno che senso abbia prendere il modello Pro da 13 pollici. E la nostra risposta è che non ha quasi nessun senso.

La configurazione predefinita del MacBook Air offre un chip M2 con una GPU a 8 core, quindi per attività graficamente intensive il MacBook Pro dovrebbe avere un vantaggio, almeno uno piccolo.

Nel frattempo, per le persone che desiderano un MacBook più potente su cui lavorare, il MacBook da 14 pollici e il MacBook Pro da 16 pollici dello scorso anno offrono schermi più grandi, più prestazioni e più porte.

Ciò significa che, nonostante sia innegabilmente un laptop fantastico, il MacBook Pro 13" (M2, 2022) è stranamente difficile da giustificare.

 MacBook Pro 13" (M2, 2022): il prezzo  

  •  Parte da € 1.629  
  •  Un po’ più caro rispetto al modello precedente 

Il MacBook Pro 13" (M2, 2022) viene venduto a €1.629, con consegne entro 7-10 giorni (almeno per ora). Il prezzo è un po’ più salato rispetto al MacBook Pro M1, che al lancio costava circa 200 euro in meno. Apple, in altri paesi, ha mantenuto invece lo stesso prezzo. 

La versione superiore, invece, costa €1.859 e ha un SSD da 512GB, invece che da 256GB. Tra le opzioni disponibili, si può avere più RAM (fino a 24GB), e un SSD fino a 2TB. Scegliendo le migliori opzioni possibili, MacBook Pro M2 vi costerà €3.009. Curiosamente, MacBook Air M2 con le stesse opzioni costa 20 euro in più. 

MacBook Pro 13-inch M2 model in an office on a desk

(Image credit: Future)
Scheda tecnica

Ecco la configurazione del MacBook Pro 13" (M2, 2022) inviata a TechRadar per la revisione:

CPU: Apple M2 (8 core)
Grafica: GPU integrata a 10 core
RAM: LPDDR5 unificato da 16 GB
Schermo: Display Retina da 13,3 pollici, 2.560 x 1.600 (LED retroilluminato, IPS, luminosità 500 nit, ampia gamma di colori P3)
Memoria: SSD da 1 TB
Porte: 2 Thunderbolt 3 (USB-C), jack per cuffie da 3,5 mm
Connettività: Wi-Fi 6 , Bluetooth 5.0
Fotocamera: webcam FaceTime HD 720p
Peso: 1,4 kg
Dimensioni: 30,41 x 21,24 x 1,56 cm; L x P x A

MacBook Pro 13 M2 promette un grande aumento delle prestazioni, e un buon rapporto qualità/prezzo, anche se da  questo punto di vista c’è un peggioramento per via dei prezzi più alti. 

Il nuovo MacBook Pro 13 M2 costa meno (molto meno) anche rispetto a  MacBook Pro da 14 pollici (2021) e MacBook Pro da 16 pollici (2021), che si rivolgono agli utenti di fascia alta che cercano workstation ancora più potenti. I due modelli più grandi usano chip di classe M1, M1 Pro ed M1 Max, ma sono in realtà più potenti dell'M2. Il MacBook Pro 13" (M2, 2022), quindi, è presentato come un'alternativa più conveniente a quei MacBook Pro superiori; è pensato per chi vogliono una workstation mobile potente, ma non esageratamente. Un altro aspetto che rende difficile giustificarlo, considerando l’esistenza del MacBook Air M2.

Il modello Air, nella variante di base, ha una GPU leggermente meno potente, ma tutto sommato sembra un computer più interessante per tutti gli altri aspetti - non ultimo un prezzo inferiore di cento euro. 

Infine, 256GB di spazio per la versione di base ci sembrano un po’ pochi, soprattutto per un prodotto con “pro” nel nome. Chi lavora con file video di grandi dimensioni potrebbe trovarsi un po’ stretto. 

  •  Punteggio: 4/5

 Design  

  •  Stesso design da due generazioni 
  •  Ha la Touch Bar 

MacBook Pro 13" (M2, 2022) è identico al modello precedente con chip M1, che a sua volta era identico a quello con CPU Intel, uscita anche lei nel 2020. Una scelta controcorrente da parte di Apple, che ha invece rivisto il design di MacBook Air, iMac 24” e MacBook Pro 16. 

Resta anche la webcam da 720p dei modelli precedenti, mentre gli altri di nuova generazione ne hanno una 1080p, compreso il MacBook Air M2. La vecchia webcam significa che non c'è il notch a interrompere lo schermo (per alcuni era un problema, sul MacBook Pro dell’anno scorso, ma non per noi).  

Ciò significa che il MacBook Pro 13" (M2, 2022) ha anche le vecchie cornici grosse che circondano lo schermo, facendolo sembrare un po' datato. Invece, il MacBook Air riprogettato ha cornici più sottili, rendendolo un dispositivo dall'aspetto più moderno, e consente ad Apple di inserire uno schermo più grande senza aumentare le dimensioni complessive del laptop.

Sia il MacBook Pro 13" (M2, 2022) che il MacBook Air (M2, 2022) sono ufficialmente da 13 pollici, ma il MacBook Air ora ha uno schermo più grande di quello del MacBook Pro, 13,6 pollici rispetto a 13,3 pollici. Dopo anni in cui “il Pro è meglio”, è strano vedere che il MacBook Air ha così tante cose migliorate. 

MacBook Pro 13-inch M2 model's keyboard

(Image credit: Future)

MacBook Pro 13" (M2, 2022) mantiene anche la Touch Bar: per alcuni sarà una gran bella notizia, ma tanti altri resteranno indifferenti. La maggior parte delle persone si aspettava che Apple la eliminasse, proprio perché in molti non la amano, ma appunto questo MacBook Pro 13" (M2, 2022) potrebbe essere un modo di svuotare i magazzini da chassis che erano già stati prodotti.

Naturalmente, il design del MacBook Pro 13" (M2, 2022) non manca delle solite qualità. È solido, lo schermo rimane eccellente e il pulsante Touch ID ti consente di accedere a macOS in modo rapido e semplice utilizzando la tua impronta digitale. Lo stile Apple e la qualità costruttiva sono sempre quelli, e questo laptop resta uno dei portatili professionali più sottili e leggeri in circolazione, anche con due sole porte Thunderbolt, un po’ poco per un laptop rivolto ai professionisti.

MacBook Pro 13-inch M2 model in an office on a desk

(Image credit: Future)

Allora, cosa sta combinando Apple? Ci sono alcune cose da prendere in considerazione, forse. Una è che Apple ha potuto risparmiare e facilitarsi la vita, inserendo nuovo hardware in un design esistente. E infatti, in proporzione il prezzo di MacBook Air si è alzato di più.

Questo potrebbe anche essere il motivo per cui il MacBook Pro 13" (M2, 2022) è stato rilasciato prima del nuovo MacBook Air, che sarà in consegna da luglio.

  • Punteggio: 3/5

 Prestazioni 

  •  Buon miglioramento rispetto a M1 
  •  Molto silenzioso durante l’utilizzo 
Benchmark

Ecco come si è comportato il MacBook Pro 13" (M2, 2022) nella nostra suite di test benchmark:

Cinebench R23 CPU: single-core: 1.554; Multi-core: 8.722
Geekbench 5 Single-core: 1.935; Multi-core: 8.972
Handbrake: 54 fps
Blender Monster: 146; Junkshop: 70; Classroom: 68
Durata della batteria (test video TechRadar): 15 ore e 31 minuti

 

Il MacBook Pro 13" (M2, 2022) è il primo dispositivo dotato del nuovissimo chip M2 di Apple. L'azienda è stata attenta a chiarire che i chip M1 Pro e M1 Max avranno comunque un vantaggio in termini di prestazioni, principalmente grazie ai loro core aggiuntivi, ma l'M2 rappresenta comunque un discreto salto rispetto all'M1 originale.

Il chip M2 è dotato di una CPU a 8 core con quattro core ad alta efficienza e quattro core ad alte prestazioni. La GPU del MacBook Pro 13 ha a 10 core, due in più rispetto alla GPU dell'Apple M1, e anche del chip M2 nel modello base del nuovo MacBook Air.

Il processore inoltre include un motore neurale a 16 core che, secondo Apple, è il 40% più veloce del motore neurale dell'Apple M1. C’è un aumento di 20 milioni di transistor e supporto per un massimo di 24 GB di memoria unificata, rispetto ai 16 GB massimi supportati dall'M1 .

Nei nostri test, l'M2 ha ottenuto prestazioni migliori sia nei test della CPU single che multi-core, offrendo un notevole miglioramento quando si trattava di multitasking, con varie applicazioni aperte contemporaneamente.

MacBook Pro 13-inch M2 model in an office on a desk

(Image credit: Future)

Ha anche ottenuto un punteggio che è circa il doppio del Surface Laptop 4 con Intel Core i7-1185G7 di fascia alta, un prodotto ancora relativamente recente.

Per Apple, passare dalle CPU Intel alle sue Apple Silicon è stata una gran mossa, come si è visto con Apple M1. Il nuovo M2 conferma la bontà della decisione

I benchmark raccontano solo una parte della storia, ma anche nell’uso quotidiano del MacBook Pro 13" (M2, 2022), il laptop si è comportato in modo brillante. macOS Monterey (macOS Ventura arriverà più tardi e MacBook Pro riceverà un aggiornamento gratuito) si è rivelato veloce e reattivo. Le varie app che abbiamo testato, tra cui Safari, Chrome, Final Cut Pro e GarageBand, si sono caricate rapidamente e hanno funzionato bene, anche quando avevamo poche app attive contemporaneamente.

Quando l'M1 è stato lanciato, Apple ha escogitato un ottimo strumento, Rosetta 2, che ha consentito alle app create per l'hardware Intel di funzionare sul nuovo chip Apple. Oggi, tuttavia, c’è già un bel numero di app che girano nativamente sull’hardware Apple, offrendo un'esperienza molto più fluida.

Le capacità di elaborazione video del nuovo MacBook Pro 13" (M2, 2022) rimangono impressionanti, poiché gestisce facilmente più flussi video 8K contemporaneamente. Anche il modello precedente lo faceva però, e potreste non notare la differenza a meno che non usiate carichi di lavoro molto molto intensi. 

Un’altro dettaglio importante, quando si parla di prestazioni, è che MacBook Pro 13" (M2, 2022) si può avere con 24GB di memoria, mentre il modello M1 permetteva di averne al massimo 16GB. Potrebbe essere importante in situazioni di attività molto intense. Poiché è una memoria unificata, può essere utilizzata anche dalla GPU, il che significa che sarà in grado di lavorare con progetti grafici molto più intensi e complessi. Non competerà con i MacBook Pro M1 Max o M1 Pro della fine dello scorso anno, ma è comunque un bel passo avanti in relazione al prezzo. 

L'M2 ha anche più larghezza di banda di memoria, che ora è di 100 GB/s (rispetto a 68 GB/s), quindi anche le versioni con 8 o 16GB di RAM hanno un vantaggio rispetto al modello precedente. Non un vantaggio enorme, ma è pur sempre qualcosa. 

Quella memoria extra dovrebbe anche aiutare con i giochi, che sono un capitolo a parte. Storicamente i MacBook non sono mai stati associati al gaming, ma pare che Apple voglia provare a cambiare le cose. Diversi titoli si possono installare via Steam (e non solo), e nella maggior parte dei casi l’esperienza di gioco è più che positiva. Con i nuovi strumenti software in arrivo, poi, i MacBook potrebbero diventare dei validi concorrenti anche tra i portatili gaming. 

Una delle novità più interessanti è il nuovo framework MetalFX: alcuni giochi famosi lo usano, come No Man's Sky e Resident Evil Village, ma arriveranno tra alcuni mesi. Abbiamo però potuto provare Shadow of the Tomb Raider, che rimane un titolo graficamente impressionante; con le impostazioni più alte, però, il MacBook Pro 13" (M2, 2022) ha raggiunto una media di 29 fps (fotogrammi al secondo).  Possiamo dire che è “giocabile”, con prestazioni simili a quella di Xbox One o PS4, ma lontane da quelle di un PC gaming. 

MacBook Pro 13-inch M2 model in an office on a desk

(Image credit: Future)

 

Per i giocatori PC abituati a 60 fps - o superiori - queste prestazioni non saranno certo impressionanti. Anche se, magari, qualcuno potrebbe riconoscere il fatto che “per essere un Mac con grafica integrata, è tanta roba”. E se consideriamo i più potenti notebook gaming in circolazione, il prezzo del MacBook Pro non sembra poi tanto alto, anzi. 

Abbassando le impostazioni grafiche si ottengono in media 46 fps, un valore migliore che rende il gioco più fluido e reattivo. Visivamente era comunque molto piacevole da vedere. 

Abbiamo anche giocato a Tunic, uno splendido gioco isometrico fortemente ispirato ai giochi Zelda di Nintendo per SNES, che ha girato brillantemente su MacBook Pro 13" (M2, 2022). Sono questi giochi indie più stilizzati, piuttosto che i giochi AAA di successo, che sembrano funzionare meglio sul nuovo MacBook Pro. Presto daremo uno sguardo più approfondito alle prestazioni di gioco del MacBook Pro 13" (M2, 2022).

Il MacBook Pro 13" (M2, 2022) che abbiamo recensito era dotato di 16 GB di memoria, quindi non siamo stati in grado di testare l'impatto di 24 GB, che dovrebbero aiutare molto per certi progetti molto pesanti. Per la maggior parte delle persone 16 GB dovrebbero essere sufficienti, mentre la configurazione da 8 GB sembra un po' troppo bassa oggigiorno. 

Come sempre, non è possibile cambiare idea a posteriori: bisogna decidere quanta RAM serve prima di completare l’acquisto. Di conseguenza, meglio mettere quanta più ram ci si può permettere. 

Nel complesso, le prestazioni sono molto buone e un discreto passo avanti rispetto all'M1 MacBook Pro da 13 pollici, anche se nell’uso reale molti potrebbero non notare alcuna differenza. Il MacBook Air (M2, 2022), che non abbiamo ancora testato, dovrebbe avere più o meno le stesse prestazioni, con un prezzo leggermente più basso. 

MacBook Pro 13-inch M2 model in an office on a desk

(Image credit: Future)

Una differenza fondamentale, come con i modelli precedenti, è che il MacBook Air ha non ha la ventola, mentre il MacBook Pro 13" (M2, 2022) invece sì. Da una parte l’Air è sempre silenzioso, dall’altra il Pro è più adatto a lavorare per molte ore senza problemi, proprio perché dissipa meglio il calore.

Ma affinché tale differenza abbia valore, bisogna fare attività molto intense, di quelle che fanno scaldare parecchio l’hardware. E nel caso del chip Apple M2, parliamo di carichi di lavoro davvero molto intensi.

Tuttavia, durante i nostri test, la ventola sembrava entrare in azione raramente, se non del tutto. Ciò significa che il MacBook Pro 13" (M2, 2022) è quasi completamente silenzioso quando è in uso, il che è ottimo per le persone che trovano laptop e PC potenti con ventole che distraggono continuamente. Tuttavia, significa anche che non ci sono molte volte in cui le ventole del MacBook Pro 13" (M2, 2022) significheranno che il laptop può superare le prestazioni del MacBook Air.

  • Punteggio 4.5/5

 MacBook Pro 13" (M2, 2022), batteria  

  •  Autonomia molto lunga 
  •  Ricarica leggermente più veloce 

 

Il chip M1 era straordinariamente efficiente, e i portatili che lo montano durano tantissimo. Non c’era molto spazio di miglioramento, da questo punto di vista. 

Quindi, quando è stato annunciato l'M2, insieme al nuovo MacBook Pro da 13 pollici, Apple ha voluto sottolineare che era ancora più efficiente, offrendo quello che secondo Apple è un aumento del 18% delle prestazioni della CPU pur assorbendo la stessa quantità di energia .

Nel nostro test di durata della batteria, che prevede l'esecuzione di un video 1080p in loop fino all'esaurimento della batteria, il MacBook Pro 13" (M2, 2022) è durato ben 15 ore e 31 minuti, quasi due ore in più rispetto al MacBook Pro 13 M1 nello stesso test.

Per fare un confronto, l'ultimo MacBook Pro dotato di un processore Intel, il MacBook Pro (13 pollici, 2020), ha ottenuto solo otto ore e 31 minuti nello stesso test, il che evidenzia quanto valore portano i nuovi chip Apple. 

Apple ha anche potenziato leggermente l'alimentatore, che ora è da 67 W, il che significa che la batteria si carica un po’ più velocemente. Si ricarica tramite porta USB-C, mentre il nuovo MacBook Air M2 ha un connettore MagSafe. Un altro sacrificio dovuto al vecchio design. 

  • Batteria: 5/5

 MacBook Pro 13" (M2, 2022), ne vale la pena? 

MacBook Pro 13-inch M2 model in an office on a desk

(Image credit: Future)

 Compralo se... 

 

Vuoi una batteria che dura tutto il giorno

La durata della batteria del nuovo MacBook Pro da 13 pollici è eccellente e dovrebbe durare facilmente un'intera giornata di lavoro, a seconda delle attività che svolgi.

 

Vuoi il nuovo chip M2

Il MacBook Pro 13" (M2, 2022) è il primo dispositivo dotato del nuovo chip M2 di Apple, quindi se non vedi l'ora di provarlo, questo è il laptop da prendere.

 

Utilizzi ancora la Touch Bar

Questo modello mantiene la Touch Bar, quindi se ti piace e la usi è il modello per te. Anche perché potrebbe essere l’ultimo MacBook Pro ad averla. 

  Non comprarlo se... 

 

Vuoi un nuovo design

A differenza della maggior parte degli altri Mac e MacBook di Apple, il MacBook Pro 13" (M2, 2022) non ha avuto un nuovo design.

 

Stai cercando una webcam 1080p

Poiché non c'è riprogettazione, il MacBook Pro 13" (M2, 2022) non ha la nuova webcam 1080p, ma quella 720p sempre più datata dei modelli precedenti.

 

Vuoi un laptop da gioco

Ci sono alcuni segnali promettenti riguardo al gaming su MacBook, ma chi vuole giocare bene oggi dovrebbe guardare al mondo Windows. 

 Alternative a MacBook Pro 13 (M2, 2022) 

 Se la nostra recensione su Apple MacBook Air (M1, 2020) ti ha preso in considerazione altre opzioni, ecco altri tre laptop da considerare...   

(opens in new tab)

 

Apple MacBook Pro 14 pollici (2021)

Se stai cercando un MacBook Pro con più potenza, vale la pena considerare il MacBook Pro da 14 pollici. Viene fornito con una scelta di chip M1 potenziati sotto forma di M1 Pro e M1 Max. È un'ottima scelta per i professionisti della creatività, ma è molto più costos.

Dai un'occhiata alla nostra recensione Apple MacBook Pro 14 pollici (2021) (opens in new tab) 

(opens in new tab)

 

Apple MacBook Air (M2, 2022)

Vale anche la pena considerare il nuovo MacBook Air M2, poiché viene fornito con lo stesso chip M2 del MacBook Pro da 13 pollici, ma con un design più sottile e leggero, schermo leggermente più grande, webcam migliore e un prezzo più basso. Per la maggior parte delle persone, questa sarà la scelta migliore, a meno che non si desideri una macchina per carichi di lavoro più lunghi e intensivi.

Dai un'occhiata alla nostra recensione hands-on di Apple MacBook Air (M2, 2022) (opens in new tab) 

(opens in new tab)

 

Dell XPS 13

Se desideri un laptop da 13 pollici sottile e leggero, ma preferisci Windows, il Dell XPS 13 è un'alternativa brillante, che offre un livello di stile simile e qualità costruttiva, insieme ad alcune fantastiche specifiche.

Dai un'occhiata alla nostra recensione su Dell XPS 13 (opens in new tab) 

Tabella riassuntiva

Apple MacBook Pro 13-inch (M2, 2022)
AttributesNotesRating
PrezzoIl prezzo aumenta, anche se non di molto. È il MacBook Pro più economico3/5
DesignStesso design del modello precedente, peccato. Solido e resistente, ma anche datato3/5
PrestazioniIl chip M2 offre prestazioni eccellenti ed è praticamente silenzioso quando è in uso.4.5/5
Durata della batteriaCon 15 ore e 30 minuti, questo laptop ha una durata della batteria fantastica che supera gran parte della concorrenza.5/5

 Come testiamo (si apre in una nuova scheda) (opens in new tab) 

 Siamo orgogliosi della nostra indipendenza e del nostro rigoroso processo di revisione e test, offrendo un'attenzione a lungo termine ai prodotti che esaminiamo e assicurandoci che le nostre recensioni siano aggiornate e mantenute. Indipendentemente da quando un dispositivo è uscito, se è ancora in commercio, è nel nostro radar. 

Matt Hanson
Matt Hanson


Matt is TechRadar's Managing Editor for Computing and Entertainment, looking after two of the best, and most exciting, channels on the site. Having written for a number of publications such as PC Plus, PC Format, T3 and Linux Format, there's no aspect of technology that Matt isn't passionate about, especially computing and PC gaming. Ever since he got an Amiga A500+ for Christmas in 1991, he's loved using (and playing on) computers, and will talk endlessly about how The Secret of Monkey Island is the best game ever made. He's also a huge film and TV fan and Marvel geek, and his favorite recent film is Dune.