Skip to main content

Recensione Canon EOS R7

Canon EOS R7 è un'ottima mirrorless APS-C ma ha poche ottiche dedicate

Canon EOS R7
Canon EOS R7
(Image: © Future)

Verdetto

Canon EOS R7 è una fotocamera mirrorless APS-C estremamente valida e costituisce la proposta di fascia media che molti clienti Canon stavano aspettando. È veloce, ha un autofocus capace di tracciare e seguire una vasta gamma di soggetti, produce immagini eccellenti, si maneggia bene e ha un prezzo competitivo. L'unica neo è costituito dal fatto che il sistema è recentissimo, quindi il numero di obiettivi nativi è ancora piuttosto limitato. Siamo certi che quando Canon amplierà il suo catalogo di obiettivi dedicati ai sistemi mirrorless APS-C, EOS R7 diventerà una delle fotocamere più popolari del brand.

Pros

  • +

    Raffica veloce

  • +

    Prezzo concorrenziale

  • +

    Buona impugnatura

  • +

    Ottimi il sistema AF e lo stabilizzatore

Cons

  • -

    Mancano lenti native per APS-C

  • -

    Mirino elettronico mediocre

  • -

    Niente video 4K/120p

Recensione veloce

Canon EOS R7 è una delle migliori fotocamere per hobbisti che si possano acquistare oggi tra i modelli della gamma EOS R. Questo modello si pone nel segmento delle reflex digitali come Canon EOS 7D Mark II e EOS 90D, combinando il più recente sistema di messa a fuoco automatica Dual Pixel CMOS AF II di Canon con una velocità di scatto a raffica di 15 fps (30 fps, se si utilizza l'otturatore elettronico).

A differenza delle fotocamere full-frame di Canon, la EOS R7 equipaggia un sensore APS-C. Questo non è in grado di raccogliere la stessa quantità di luce dei sensori full-frame presenti in fotocamere di fascia alta come la Canon EOS R6, ma offre alcuni vantaggi come il prezzo ridotto e la compattezza.

Considerando il prezzo, Canon EOS R7 offre una gamma di funzioni impressionante che ne fanno la regina assoluta tra le APS-C di Canon. A differenza della EOS 90D, la R7 può contare su un sistema di stabilizzazione dell'immagine all'interno del corpo macchina (IBIS), che aiuta a preservare la qualità dell'immagine quando si scatta a mano libera. Inoltre, la mirrorless di Canon dispone di due slot per schede UHS-II e di ottime specifiche video che includono gli ingressi per cuffie e microfono, oltre alla possibilità di girare video 4K/60p non senza ritaglio.

Canon EOS R7 camera

(Image credit: Future)

Queste caratteristiche rendono la EOS R7 una delle migliori fotocamere mirrorless con attacco RF. Purtroppo, attualmente, la principale debolezza della EOS R7 sta nel fatto che esistono solo due obiettivi RF-S nativi per il sensore APS-C di Canon.

Si tratta degli obiettivi zoom forniti con il kit, ovvero il 18-150 mm e il 18-45 mm f/4,5-6,3. Oltre a questi, per quanto riguarda le ottiche, si hanno due possibilità: utilizzare gli obiettivi RF full-frame esistenti o utilizzare obiettivi EF o EF-S tramite l'adattatore EF-RF opzionale. Nessuna delle due soluzioni è ideale per chi vuole un kit compatto, ma si spera che con il passare del tempo il listino Canon si arricchisca di altre opzioni.

Tra l'altro gli obiettivi EF-M per i precedenti modelli APS-C di Canon non sono compatibili con i modelli della serie EOS R e non è possibile montarli nemmeno tramite un adattatore. Canon non ha ancora confermato ufficialmente lo stop alla produzione dei modelli EF-M, oggi più che mai inevitabile visto l'arrivo delle nuove EOS R7 e EOS R10 che va a sommarsi alla scarsa popolarità del sistema.

Per il resto, EOS R7 è un'eccellente tuttofare. Può scattare fino a 30 fps e dispone del più recente sistema di messa a fuoco automatica Canon; per molti versi, anche visto il prezzo, questa APS-C è un sogno per i fotografi naturalisti, d'azione e sportivi, soprattutto perché il sensore di dimensioni ridotte consente di avvicinarsi all'azione anche con gli zoom più estremi.

Canon EOS R7 specifiche

Sensore: 32.5MP APS-C CMOS
Punti AF: 5915 selezionabili manualmente, 651 con selezione automatica
Video: 4K/60p, Full HD/60p, 120p Full HD
Mirino: 0.39-pollici OLED 2.36m di punti
Scheda di memoria: Double SD/SDHC/SDXC UHS-II
LCD: 2.95 pollici vari-angle touch 1.62m punti
Raffica massima: 15fps con otturatore meccanico (buffer 224 JPEG / 51 raw), 30fps con otturatore elettronico (buffer 126 JPEG / 42 raw)
Connettività: Wi-Fi, Bluetooth
Dimensioni: 132 x 90.4 x 91.7mm
Peso: 612g (compresa batteria e SD card)

EOS R7 può inoltre contare su un sistema di stabilizzazione dell'immagine all'interno del corpo macchina (IBIS), che mancava nelle reflex digitali Canon di fascia media. Grazie ad esso è possibile ottenere una compensazione fino a otto stop, ottima per le riprese a mano libera, con velocità dell'otturatore ridotte o in condizioni di scarsa illuminazione. 

Molto bene anche l'ergonomia. L'impugnatura è solida e robusta, mentre le ghiere e i pulsanti sono ben posizionati e consentono di accedere facilmente alle impostazioni. Il touchscreen con angolazione variabile è utile per scattare da diverse angolazioni e, sebbene il mirino elettronico sia mediocre, fa il suo dovere. 

A bordo troviamo anche un doppio slot per schede UHS-II, merce rara per una fotocamera di questo tipo (e a questo prezzo). Le specifiche video sono sorprendenti e con EOS R7 si possono girare persino video 4K/60p senza crop.

Durante la nostra prova la fotocamera si è dimostrata in grado di produrre immagini piacevoli in diverse condizioni, anche se, come ci aspetteremmo, non è all'altezza delle sorelle full-frame quando si tratta di scattare in condizioni di scarsa illuminazione o ad alti ISO. 

Il problema principale, come detto in precedenza, sta nella mancanza di un vero sistema di obiettivi che permettano di sfruttare il potenziale della EOS R7.  Ritrovarsi con soli due obiettivi nativi al momento dell'acquisto non è certo l'ideale, soprattutto quando esistono fotocamere come Sony A6600 e Fujifilm X-T4 che dispongono di un'ampia gamma di obiettivi dedicati. Del resto, se la R7 e la R10 si rivelassero popolari come spera Canon, la mancanza di obiettivi nativi sarà un problema passeggero.

Canon EOS R7 prezzo e disponibilità

  • Disponibile in preordine
  • 1.569€ corpo macchina + adattatore EF-EOS R
  • 1.979 con obiettivo 18-150mm f 3.5-6.3 + adattatore EF-EOS R

Canon EOS R7 ha un prezzo aggressivo che la rende molto interessante per chi ha un budget limitato rispetto ai modelli full-frame. Inoltre, si confronta favorevolmente con i modelli APS-C della concorrenza.

La EOS R7 costa poco più della Sony A6600, uscita circa 3 anni fa e costa molto meno della Fujifilm X-H2S, un'altra ammiraglia con funzioni di scatto rapido e messa a fuoco automatica. Il prezzo si avvicina molto a quello di Fujifilm X-T4, rispetto alla quale la EOS R7 vince in termini di messa a fuoco automatica ma perde in termini di obiettivi nativi. Sono entrambe ottime APS-C, ma la scelta tra le due dipende molto da quanta importanza date al parco ottiche.

Canon EOS R7

(Image credit: Future)

Ci sono mirrorless full-frame che costano meno come la Canon EOS RP, ma quest'ultima utilizza una tecnologia più datata con un sistema di messa a fuoco automatica più lento e un comparto video non all'altezza della R7. 

Se scattate principalmente paesaggi o soggetti statici potrebbe valere la pena di prendere in considerazione una fotocamera full-frame più vecchia, in caso contrario la R7 ha una marcia in più.

  • Prezzo: 4,5/5

Canon EOS R7: design

  • Mix di ghiere e joystick
  • Schermo ad angolazione variabile
  • Tropicalizzazione al pari di EOS 90D

Canon ha combinato elementi tipici delle sue reflex digitali e dei modelli mirrorless della serie EOS R per rendere EOS R7 portatile e intuitiva.

Se avete già utilizzato una fotocamera Canon EOS, vi troverete a vostro agio da subito. Anche se è la prima volta che utilizzate una Canon, non sarà difficile trovare tutto ciò che vi serve in maniera intuitiva. La EOS R7, nonostante la sua compattezza, vanta un'impugnatura robusta e profonda che risulta molto comoda e offre una presa sicura. Allo stesso tempo, le dimensioni complessive della fotocamera consentono di utilizzarla facilmente a mano libera.

Come molti altri modelli di fascia media, EOS R7 non dispone di un display LCD nella parte superiore per controllare rapidamente le impostazioni. Lo stesso vale per la EOS R6, modello full-frame ben più costoso, quindi chi decide di optare per una APS-C non dovrebbe porsi troppi problemi a riguardo. Nel complesso a bordo troviamo un sistema di controlli ben strutturato, che comprende una ghiera per le modalità a destra del mirino, una ghiera di controllo subito dietro il pulsante di scatto e diversi pulsanti dedicati alla selezione dei valori ISO e alla registrazione video. 

Canon EOS R7

(Image credit: Future)

Sul retro della fotocamera troviamo un sistema ibrido joystick-ghiera di controllo che alcuni ameranno e altri odieranno. Ci vuole un po' di tempo per abituarsi, soprattutto se si possiede già una Canon. Per quanto ci riguarda, dopo qualche giorno in sua compagnia, EOS R7 si è rivelata molto semplice e intuitiva da utilizzare. Le ghiere possono regolare la velocità dell'otturatore e l'apertura, a seconda della modalità di ripresa, nonché scorrere le voci di menu e le immagini in riproduzione.

Il joystick è ideale per selezionare il punto di messa a fuoco all'interno dell'inquadratura quando si scatta con il mirino, anche se in alternativa potete utilizzare lo schermo touch per farlo (a condizione che la funzione "Tocca e trascina" sia abilitata).

Tra gli altri comandi troviamo un d-pad a quattro direzioni, un tasto "Q" per accedere rapidamente alle impostazioni più comuni e i pulsanti per la riproduzione e l'eliminazione delle foto. Quasi tutti i comandi si trovano sul lato destro della fotocamera, posizionamento ideale per l'utilizzo con una sola mano e le dimensioni ridotte del corpo macchina consentono di avere tutto a portata di pollice.

Canon EOS R7

(Image credit: Future)

Se passate alla EOS R7 da una reflex di casa Canon non vi sarà facile abituarvi al mirino elettronico. Quello della R7 è un po' datato e offre 2,36 m di punti, un ingrandimento di 1,15x e una frequenza di aggiornamento di 120 fps. Del resto se non avete mai usato niente di meglio, probabilmente lo troverete sufficiente. Volendo, si può anche attivare la simulazione dell'OVF (mirino ottico), opzione utile per chi non digerisce gli EVF.

Lo schermo touchscreen completamente articolato misura poco meno di tre pollici, ma la possibilità di muoverlo in qualsiasi posizione lo rende ottimo per video e riprese con angolazioni scomode. 

In generale risulta molto comodo poter ripiegare lo schermo della fotocamera su se stesso quando la si trasporta in una borsa per evitare che si graffi. Grazie a uno standard di protezione dalle intemperie simile a quello della reflex Canon EOS 90D, EOS R7 dovrebbe essere in grado di resistere a una leggera pioggia. Detto questo consigliamo di tenerla lontana da forti acquazzoni, se possibile.

Molti si aspettavano che la EOS R7, essendo una fotocamera pensata per gli amanti della natura e degli sport, includesse uno slot CFexpress per riprese ultraveloci. Purtroppo c'è solo un doppio slot UHS-II. Da un lato, è un peccato non avere la velocità della CFexpress, dall'altro c'è poco da lamentarsi considerando che si tratta di una APS-C dal prezzo piuttosto competitivo. Inoltre, visti i prezzi delle schede CFExpress, per il momento è molto più conveniente acquistare schede SD, quindi è una configurazione migliore per chi ha un budget limitato.

  • Design: 4.5/5

Canon EOS R7: specifiche e prestazioni

  • Dual Pixel CMOS AF II, riconoscimento del soggetto e rilevamento degli occhi
  • Raffiche fino a 30 fps con otturatore elettronico
  • 500 scatti con una carica

La Canon EOS R7 è chiaramente rivolta ai fotografi naturalistici e sportivi, come si evince dall'ottimo sistema di messa a fuoco automatica e dalle sue capacità di scatto a raffica. Chi proviene da una vecchia reflex rimarrà sicuramente impressionato dalla velocità del sistema AF e dalla raffica che raggiunge valori simili a quelli dei modelli professionali della serie EOS R.

A supporto di tali prestazioni troviamo un sensore Dual Pixel CMOS AF II, il più recente sistema di messa a fuoco automatica di Canon. In linea di massima, si tratta di un sistema già visto su modelli full-frame più avanzati come la EOS R5 e la EOS R6 (che costano più del doppio).

The Canon EOS R7 camera sitting on a stone step

(Image credit: Future)

Coprendo l'intera inquadratura, il sistema Dual Pixel CMOS AF II include anche tecnologie utili come l'inseguimento intelligente dei soggetti, in grado di identificare animali (cani, gatti e uccelli), veicoli e persone. 

Le fotocamere professionali come le EOS R5 e R6 hanno più zone AF (1.053) rispetto alla R7 (651 quando la fotocamera le seleziona automaticamente), quindi non è esattamente lo stesso sistema AF dei modelli più costosi di Canon. Tuttavia, nei nostri test ha sempre tenuto bene a fuoco qualsiasi soggetto che stavamo cercando di seguire attraverso l'inquadratura. 

Quando si fotografano animali o persone entra in gioco il sistema di rilevamento dei volti e degli occhi, anch'esso impressionante considerato il segmento della fotocamera: durante i nostri test, è stato in grado di rilevare l'occhio di un uccello a qualche centinaio di metri di distanza e di mantenere la messa a fuoco in modo preciso all'interno dell'inquadratura.

Stessa cosa quando abbiamo provato a fotografare un cane che correva sulla spiaggia. Gli occhi umani sono altrettanto facilmente individuabili, il che lo rende ideale sia per la fotografia sportiva che per i ritratti.

Al contempo gli sport e la fauna selvatica richiedono velocità di scatto elevate, altro punto forte di EOS R7. Con l'otturatore meccanico si raggiungono i 15 fps, che di per sé sono più che sufficienti, ma passando all'otturatore elettronico si ottengono circa 30 fps. Considerando che questo include lo scatto in raw e l'AF continuo, è un risultato eccellente considerando la fascia di prezzo.

The Canon EOS R7 camera sitting on a stone step

(Image credit: Future)

Sebbene 30 fps siano tanti, il buffer non regge il passo delle sorelle maggiori EOS R6 e EOS R5. A 30 fps, la fotocamera si ferma a 42 file raw. Tuttavia, a patto che utilizziate raffiche controllate, si tratta di un numero di scatti sufficiente per la maggior parte degli hobbisti che desiderano catturare un momento specifico.

Vale la pena notare che per sfruttare appieno queste velocità è necessaria una scheda di memoria UHS-II. Fotografando il cane, abbiamo notato con piacere che c'erano più scatti a fuoco che non a fuoco.

La durata della batteria riesce a garantire 500 scatti (stando a quanto dichiarato dalla casa). Stando ai nostri test, in realtà questo valore risulta atrotondato per difetto, e si possono ottenere molti più scatti a meno che non si usi la fotocamera alternando foto e video 4K.

Durante la prova, la fotocamera ci ha sempre accompagnato per tutta la giornata senza mai scaricarsi completamente. EOS R7 si può ricaricare anche tramite USB, quindi se basta portare con sé una battery pack per le giornate di lavoro più intense. 

  • Specifiche e prestazioni: 4.5/5

Canon EOS R7: immagini e video

Con i suoi 32,5MP, la EOS R7 ha una risoluzione piuttosto elevata per essere una APS-C. Le immagini sono meravigliosamente dettagliate, oltre ad avere una buona possibilità di ritaglio, che spesso si rivela utile quando si fotografano animali selvatici e soggetti in movimento. 

Lo svantaggio di tutti quei pixel stipati su una superficie piuttosto piccola è che gli scatti in condizioni di scarsa luminosità risultano molto meno dettagliati di quelli prodotti dalle controparti full-frame o persino da modelli APS-C con risoluzioni più modeste. Questo potrebbe non rappresentare un problema per la maggior parte dei fotografi, ma se vi piace scattare in notturna vi consigliamo di guardare altrove. 

I nostri test sono stati realizzati con l'obiettivo RF 600 mm f/11.

Sebbene sia un ottimo obiettivo per gli scatti naturalistici, grazie alle sue dimensioni compatte e al lungo raggio d'azione (960 mm equivalenti se montato sulla R7), l'apertura massima di f/11 implica costringe a utilizzare valori ISO piuttosto elevati, anche quando la luce è abbondante. 

Le foto, come si nota, mostrano un certo grado di rumore e di smussamento dell'immagine. Se il problema non risulta grave guardando le foto a dimensioni ridotte, diventa piuttosto evidente non appena le si guarda a grandezza naturale o le si esamina da vicino.

Nel complesso siamo rimasti molto colpiti dalla qualità delle immagini della EOS R7. I colori sono ricchi, caldi e realistici, proprio come ci si aspetta da una fotocamera Canon. L'impostazione automatica del bilanciamento del bianco si è dimostrata precisa in ogni scenario di illuminazione che abbiamo proposto, e si può anche scegliere se dare priorità ai toni caldi o ai toni freddi, a seconda delle preferenze.

La modalità di misurazione universale (nota come misurazione valutativa per le fotocamere Canon) ha funzionato bene durante la nostra prova, garantendo sempre esposizioni ben bilanciate, anche in scenari ad alto contrasto.

I file raw offrono un buon margine di manovra in posto produzione, consentendo di recuperare un buon grado di dettaglio mancante nelle basse luci e nelle alte luci quando necessario. È anche possibile modificare l'equilibrio tra attenuazione e rumore se si preferisce vedere un po' più di dettagli rispetto all'output JPEG.

Anche la qualità video è buona e consente di effettuare riprese 4K/60p senza ritaglio con profondità di colore 4:2:2 a 10 bit. Da tempo critichiamo le mirrorless di fascia media (EOS M) di Canon per le loro limitazioni video, quindi è bello vedere finalmente  una buona fotocamera ibrida a un prezzo ragionevole. 

I creatori di contenuti potrebbero trovare un'ottima alleata nella EOS R7, soprattutto se si considerano altre utili caratteristiche come lo schermo orientabile e gli ingressi per microfono e cuffie. Tra gli aspetti negativi lato video segnaliamo l'assenza di una modalità 4K/120p per le riprese in slow-mo.

  • Qualità video e immagini: 4/5

Dovreste comprare Canon EOS R7?

Canon EOS R7

(Image credit: Future)

Canon EOS R7
AttributesNotesRating
PrezzoOttimo rapporto prezzo specifiche4.5/5
DesignIntuitiva, robusta ma piccola: la EOS R7 è molto comoda da utilizzare4.5/5
Funzioni/prestazioniAutofocus e scatti a raffica eccellenti per il prezzo che ha 4.5/5
Qualità immagine/videoComplessivamente impressionante, ma gli scatti in condizioni di scarsa illuminazione e a alti ISO non sono paragonabili a quelli di una full-frame.4/5

Compratela se...

Avete un budget limitato e vi piace la fotografia naturalistica o sportiva
Grazie all'eccellente messa a fuoco automatica, all'inseguimento del soggetto e al riconoscimento degli occhi, la EOS R7 rappresenta una svolta per gli utenti Canon che non dispongono dei budget necessari per acquistare modelli avanzati a pieno formato. Il sensore APS-C è anche un vantaggio per avvicinarsi al soggetto senza dover investire in obiettivi lunghissimi.

Non vi dispiace aspettare l'arrivo di altri obiettivi nativi RF-S
Al momento esistono pochissimi obiettivi RF-S. È vero che è possibile utilizzare qualsiasi obiettivo RF, ma così facendo non si ottengono le dimensioni e il peso ridotti tipici di un sistema APS-C. È anche possibile utilizzare obiettivi DSLR tramite un adattatore, ma spesso si ripresenta lo stesso problema. Speriamo che col tempo il sistema RF-S non subisca lo stesso destino dell'EF-M e che Canon investa in una buona gamma di ottiche. 

Desiderate una APS-C tuttofare adatta ai viaggi
La EOS R7 viene pubblicizzata come una fotocamera per lo sport e la fotografia naturalistica, ma è anche un'eccellente tuttofare, adatta a molti altri soggetti come i paesaggi e la ritrattistica. Le sue dimensioni ridotte e l'obiettivo kit da 18-150 mm la rendono anche una buona opzione per i viaggi.

Non compratela se...

Siete preoccupati dalla mancanza di obiettivi nativi RF-S
Questo è un punto che abbiamo menzionato più volte, ma solo perché siamo stati scottati in passato dal sistema EOS M. In questo momento, molti fotografi sportivi e naturalisti saranno certamente più orientati verso modelli come Sony A6600 e Fujifilm X-H2S, due sistemi APS-C con un'eccellente gamma di obiettivi.

Volete una full-frame
I sensori APS-C presentano numerosi vantaggi, ma molti fotografi preferiscono le full-frame. In particolare se scattate spesso di notte vi consigliamo di optare per il pieno formato.

Scattate prevalentemente ritratti e paesaggi
Sebbene la EOS R7 sia una buona macchina tuttofare, il suo punto di forza è la capacità di mantenere bene a fuoco i soggetti in rapido movimento. Per questo motivo, se non siete fotografi sportivi e non amate la faunistica, dovreste prendere in considerazione il modello gemello della R7, la R10, oppure orientarvi verso i modelli full-frame entry-level che offrono una qualità superiore per i soggetti statici.

Considerate anche...

Se la nostra recensione della Canon EOS R7 vi ha fatto pensare ad altre opzioni, ecco le tre fotocamere mirrorless che vi consigliamo di tenere d'occhio...

(Si apre in una nuova scheda)

Canon EOS R6
Sebbene sia un po' più costosa della R7, EOS R6 è un'opzione fantastica per avvicinarsi alla fotografia professionale. Non è veloce come la R7, ma non è da meno quando si tratta di seguire i soggetti in movimento. Grazie a una migliore gamma di obiettivi nativi e al sensore full-frame, EOS R6 è una fotocamera per cui vale la pena investire se potete permettervi il costo superiore.


(Si apre in una nuova scheda)

Sony A6600
Anche se è uscita qualche anno fa, la A6600 è ancora validissima se si tratta di fotografare soggetti in movimento. Se la vostra passione sono gli sport e la fauna selvatica e non volete farvi limitare dal numero esiguo di obiettivi RF di Canon, la A6600 dovrebbe fare al caso vostro.

(Si apre in una nuova scheda)

Fujifilm X-H2S
Con X-H2S Fujifilm ha finalmente proposto un modello in grado di scattare bene anche con soggetti in movimento. Il problema principale è il prezzo che risulta più alto di quello dei modelli della concorrenza, ma la qualità costruttiva e l'ampia gamma di obiettivi giustificano almeno in parte la cifra richiesta.