Skip to main content

Le migliori VPN del 2022

Le migliori VPN
(Image credit: Future)

Le migliori VPN sono prodotti sempre più presenti nei computer delle persone di tutto il mondo. D'altronde, in un contesto storico come questo, in cui è aumentato il lavoro a distanza, così come il consumo di contenuti multimediali in seguito alla pandemia di Covid-19, ha perfettamente senso adottare una VPN non solo per lavorare proteggendo privacy e anonimato, ma anche per avere accesso a contenuti geolocalizzati.

E, sebbene ormai si stia tentando di tornare a una qualche "normalità", il mondo è cambiato e il lavoro da remoto, lo smart working e il lavoro agile sembrano essere sempre di più parte di questa rinnovata normalità.

Ma dunque, perché scegliere una delle migliori VPN? E soprattutto, cos'è una VPN? E mi serve davvero averne una? In questa guida cerchiamo di rispondere al meglio a questi quesiti, partendo dalla definizione.

Le VPN, dall’inglese "virtual private network", sono i servizi più diffusi per navigare online in maniera anonima,  difendere i propri dati attraverso la crittografia e cambiare l'indirizzo IP, in modo che un dispositivo risulti in un’area geografica diversa da quella in cui si trova realmente.

Di conseguenza, scegliendo una delle migliori VPN sarete in grado di ampliare le possibilità di uso dei vostri laptop, PC e dispositivi mobili, senza dimenticare le console e i media HUB.

Tuttavia, scegliere una delle migliori VPN sul commercio può essere complicato, fra le tante offerte e i marchi disponibili. Cerchiamo insieme di fare chiarezza sulle migliori soluzioni in base alle vostre esigenze e al vostro budget.

Uno dei motivi principali per cui oggi viene usata una VPN è la tutela della privacy. Le connessioni sicure garantite dalla crittografia proteggono infatti da eventuali attacchi hacker, una caratteristica sempre più utile considerato il numero crescente di persone che si trova a lavorare o a studiare in remoto. Altri utenti, invece, usano le VPN per poter usare programmi torrent in modo sicuro, senza rivelare il proprio indirizzo IP. O magari per evitare, in alcuni Paesi, ingerenze da parte delle autorità governative.

Il fatto che le migliori VPN permettano di far sembrare un indirizzo IP diverso da quello reale, il loro impiego è molto più esteso e flessibile. Questi servizi, ad esempio, possono tornare molto utili per chi guarda contenuti in video in streaming permettendo di accedere alle versioni di piattaforme come Netflix di altri Paesi. Ad esempio, se vi trovate in luoghi con pesanti censure su alcune app o siti internet le VPN vi permetteranno di usare internet aggirando qualsiasi tipo di censura. E questa è solo una rapida panoramica di quello che possono fare questi servizi.

In questo articolo vogliamo mostrarvi la lista di quelle che, secondo noi, sono le migliori VPN disponibili sul mercato. Dopodiché vi daremo molti consigli e suggerimenti su come usare questo tipo di servizi.

Le migliori VPN del 2022, in breve

1. NordVPN - la nostra migliore VPN (opens in new tab)

Anche se non avete sentito parlare spesso di VPN, avrete comunque probabilmente sentito di NordVPN (opens in new tab). Si tratta infatti di una delle migliori VPN del settore e non a caso viene pubblicizzato sui siti del settore e non soltanto. Questo provider offre molte funzionalità e diversi livelli di sicurezza. Il piano pluriennale risulta sicuramente molto conveniente al momento. Inoltre sta potenziando la propria infrastruttura, e aumentando la sicurezza dei server che ora girano in modalità RAM-only.

2. ExpressVPN è uno dei migliori servizi (opens in new tab)

TechRadar ha provato e recensito oltre 200 VPN e riteniamo che ExpressVPN (opens in new tab) sia fra le migliori. Questo provider offre tutto quello che ci si può aspettare da servizi di questo genere: le connessioni sono veloci, ci sono molte funzionalità extra e inoltre è estremamente facile da installare e utilizzare. Alcuni recenti fatti di cronaca, però, devono essere valutati più attentamente (vedi sotto).

3. Surfshark - una VPN conveniente e facile da usare (opens in new tab)
Se volete risparmiare, senza rinunciare alle funzionalità, Surfshark fa al caso vostro.

Inoltre, la sua semplicità d'uso ha reso questo servizio uno dei preferiti da noi di TechRadar

 Le migliori VPN del 2022

NordVPN - Le migliori VPN

(opens in new tab)

1. NordVPN (opens in new tab)

Uno dei nomi più importanti che resta tra i migliori provider VPN

Piattaforme: Windows, Mac, Android, iOS, Linux | Servizi di streaming: Netflix, iPlayer, YouTube, Amazon, Hulu | Assistenza 24/7: Sì | Periodo di prova: 30 giorni | Numero di server: 5.400+ | Aree geografiche: 80+ | Paesi: 60 | Connessioni simultanee: 6

Il protocollo NordLynx è davvero rivoluzionario
Funzioni di sicurezza intelligenti
Ottima funzione di sblocco
Opzioni di abbonamento valide
Infrastruttura server ancora più sicura
L’esperienza utente è migliorabile
Alcune funzioni da rivedere

Probabilmente il nome più riconoscibile nel settore delle VPN, con 10 anni di esperienza sulle spalle, NordVPN ha una certa reputazione, che conferma in pieno. Eccelle in tutti gli aspetti più importanti e per noi si merita il primo posto in classifica.

Server, connessioni e app: Nord supera, ad esempio, ExpressVPN per numero di server che arrivano a superare i 5.000 (in 60 Paesi), con un'ulteriore connessione simultanea a sei macchine.

Sicurezza e privacy: i livelli di sicurezza offerti da NordVPN sono impressionanti. Innanzitutto, abbiamo la crittografia AES-256 come standard, inoltre è possibile attivare il sistema Double VPN per raddoppiare la codifica crittografica del traffico Internet. Si tratta di un aspetto estremamente utile se raggiungere il pieno anonimato è il vostro obiettivo principale quando vi collegate da Wi-Fi pubbliche o scaricate torrent.

Inoltre ammiriamo la dedizione di Nord nel lasciarsi alle spalle le vecchie store di violazioni. Ora, l'azienda, si affida ogni anno a PricewaterhouseCoopers per gli audit di sicurezza e privacy.

Prestazioni: il protocollo personalizzato NordLynx del provider è uno degli aspetti più interessanti dell'ultimo anno di vita dell'azienda. Ha contribuito a rendere le velocità di connessione di Nord fra le più elevate e affidabili sul mercato, anche da server piuttosto distanti.

Usabilità: in generale, NordVPN è facilissimo da configurare e usare, tuttavia ci dispiace non vedere le città di destinazione in ordine alfabetico o la possibilità di cercare determinate funzioni nei menu. Ci piacerebbe vedere queste migliorie soprattutto nelle app mobili che comunque risultano ottime. Si tratta comunque di piccoli difetti e, probabilmente, riguardano più gusti personali che altro.

Streaming: NordVPN è da sempre una delle migliori VPN per l'accesso alle app e ai servizi di streaming con limiti geografici, fra cui WhatsApp, YouTube, Disney+, HBO Max, BBC iPlayer e altro. Anche Netflix torna fra i servizi sbloccabili, dopo qualche mese di incertezza.

NordVPN | Risparmio del 60% sul piano di due anni (opens in new tab)

NordVPN ha sconti considerevoli sui propri abbonamenti a lunga scadenza. Il piano biennale, ad esempio, abbatte del 60% il prezzo portando il costo mensile a €2,89. Si tratta senz'altro di una fra le miglior VPN che potete prendere in considerazione.

Funzioni: come gli altri membri della top tre, NordVPN offre degli extra interessanti, come la protezione dai DNS leak, i kill switch per singole app e a livello di sistema, estensioni proxy per Chrome e Firefox, nonché pagamenti che includono Bitcoin, PayPal e carte di credito. Inoltre è tra le prime aziende a credere nell'integrazione delle VPN con i servizi di sicurezza, con tool come Threat Protection, sebbene ci sia ancora un ampio margine di miglioramento da questo punto di vista, sia in termini di implementazione che di coerenza da una piattaforma all'altra.

Assistenza clienti: innanzitutto, gli articoli del supporto tecnico di NordVPN sono numerosi e chiari, così come sono utilissimi i vari tutorial disponibili. C'è sempre un chatbot attivo, mentre l'assistenza clienti in tempo reale è davvero ottima e disponibile 24/7.

Prezzo: NordVPN offre alcuni piani fra cui scegliere, incluso l'abbonamento mese per mese, nonché un'ottima offerta speciale per il piano di due anni (vedi box sopra). Se volete provare il servizio senza rischi, NordVPN offre una garanzia completa soddisfatti o rimborsati di 30 giorni.

Il consiglio di TechRadar: NordVPN è uno dei nostri provider preferiti e i suoi difetti sono talmente trascurabili che non possiamo fare altro che consigliarvi di provare il servizio, grazie anche agli ottimi sconti proposti dall'azienda.


ExpressVPN

(Image credit: Future)
(opens in new tab)

2. ExpressVPN (opens in new tab)

Una VPN che eccelle per velocità, privacy e superamento dei blocchi territoriali

Piattaforme: Windows, Mac, Android, iOS, Linux | Servizi di streaming: Netflix, YouTube, Amazon, Hulu, iPlayer | Assistenza 24/7: Sì | Periodo di prova: 30 giorni | Numero di server: 3.000+ | Aree geografiche: 160 | Paesi: 94 | Connessioni simultanee: 5

Complessivamente eccellente
Facile da usare su tutte le piattaforme
Server veloci in oltre 90 Paesi
Ottima assistenza via chat 24/7
Ottima crittografia e sblocco efficace
Meno connessioni simultanee rispetto ad altri servizi
Prezzi superiori alla media

3 mesi gratis con il piano annuale di ExpressVPN (opens in new tab)

ExpressVPN ormai da tempo si trova in cima alla nostra classifica delle migliori VPN e nulla fa pensare che qualcosa possa cambiare a breve.

ExpressVPN è da tempo nella nostra top 3, per motivi abbastanza evidenti. Brilla per le velocità di connessione, la scelta di server e una sicurezza elevatissima, senza scordare lo sblocco efficace dei servizi di streaming e un flusso continuo di innovazione, funzioni e contenuti extra.

Server, connessioni e app: ExpressVPN offre più di 3.000 server dislocati in 160 destinazioni e 94 Paesi. La maggior parte degli utenti troverà più che sufficienti le 5 connessioni simultanee offerte (sebbene altri servizi facciano di meglio), senza dimenticare le ottime app per Windows, Mac, Android, iOS e Linux (nonché le estensioni dedicate per Chrome e Firefox). Inoltre, il servizio è molto user-friendly su vari dispositivi, come Apple TV, Roku, Amazon Fire Stick, smart TV, PlayStation e Xbox.

Sicurezza e privacy: oltre alla crittografia standard del settore e i DNS con codifica a 256 bit, ExpressVPN offre il protocollo open source Lightway su tutte le app, con velocità e affidabilità ancora superiori rispetto al passato. In alternativa, potete sempre scegliere OpenVPN, sebbene sia stato abbandonato il supporto di IKEv2 e L2TP/IPsec.

Usabilità: al netto di numeri e specifiche, è nel mondo reale che ExpressVPN si fa notare davvero. Innanzitutto, amiamo la sua estrema facilità d'uso. Potrebbe sembrare ovvio, ma non tutti i provider di VPN si impegnano a rendere intuitivi i propri strumenti, indipendentemente dal device in uso. Dal desktop e mobile ai dispositivi di streaming per TV ed estensioni per browser, ExpressVPN resta sempre facilissima da configurare e utilizzare sia per gli utenti più esperti che per i principianti.

Prestazioni: ExpressVPN è molto veloce, con ottime connessioni in vari server e in diversi Paesi. Ciò vale anche per il protocollo OpenVPN predefinito, come abbiamo avuto modo di constatare nei test, a volte anche con velocità superiori grazie all'opzione Lightway di cui vi parlavamo qualche riga sopra, con picchi di 630 Mbps, un dato più che sufficiente per la maggior parte delle persone.

Streaming: per molti di quelli che si interessano alle VPN, un aspetto cruciale è la capacità di sblocco dei servizi geolocalizzati, inclusi i servizi di streaming. Abbiamo fatto le nostre prove con Netflix, Hulu, Amazon Prime Video, BBC iPlayer e Disney+:  ExpressVPN ha sbloccato tutti i servizi senza nessun problema, sbloccando anche Netflix che da tempo sta dando battaglia alle VPN.

Una delle migliori VPN del 2022 (opens in new tab)

Una delle migliori VPN che ci sentiamo di consigliarvi è ExpressVPN. Per i lettori del nostro sito ci sono in offerta tre mesi gratuiti in più se si acquista l’abbonamento per un anno. Inoltre, è possibile provare il servizio con la garanzia di ricevere indietro i soldi entro 30 giorni. In questo modo, potrete provare con mano la qualità tecnica del servizio e valutare se faccia al caso vostro, al netto delle perplessità espresse in precedenza.

Funzioni: ExpressVPN tene a superarsi: pagamenti in Bitcoin, supporto P2P, kill switch, protezione dai DNS leak, prestazioni solide e affidabili, nonché una policy di no-log verificata tramite audit indipendenti. Inoltre, l'azienda punta sempre a innovare, offrendo agli utenti diverse funzioni di sicurezza come il blocco dei cookie tramite Threat Manager, e una funzione Parallel Connections che riduce il tempo di connessione, ma le novità sono sempre dietro l'angolo.

Assistenza clienti: l'azienda offre un eccellente servizio clienti, il sito web di supporto trabocca di guide e tutorial completi e dettagliati. E in caso di problemi, l'assistenza via chat è disponibile 24/7, e si è dimostrata utilissima in più di un'occasione, nei nostri test abbiamo contattato un operatore più volte e abbiamo sempre ottenuto risposte e consigli utilissimi e risolutivi.

Prezzo: ExpressVPN costa poco più della concorrenza, in particolare per un solo mese di abbonamento. Tuttavia il piano annuale è interessante e offre tre mesi gratis e un anno di backup in cloud con BackBlaze, date un'occhiata al riquadro qua sopra per accedere all'offerta esclusiva per i lettori di TechRadar.

Altre cose da sapere: non sarebbe corretto no parlare della movimentata settimana vissuta da ExpressVPN ad agosto 2021. In primo luogo, c'è stato l'annuncio dell'acquisizione da parte di Kape Technologies, l'azienda che possiede CyberGhost e PIA e che ha una storia un po' controversa. Qualche giorno dopo, si è saputo che il CIO ha subito una multa per precedenti episodi di hacking. Secondo noi di TechRadar, non si tratta di notizie sconvolgenti, sebbene comprendiamo alcune reazioni nel mondo delle VPN. In ogni caso, non vediamo alcun motivo per smettere di consigliarvi di usare questo servizio.

Il consiglio di TechRadar: ormai dovrebbe essere chiaro, per noi vale assolutamente la pena provare ExpressVPN. La sua semplicità la rende una delle migliori, ma se non siete ancora convinti, potete sempre sfruttare la garanzia soddisfatti o rimborsati di 30 giorni e testare il servizio senza rischi.

Ricordate, c'è un offerta speciale per i lettori di TechRadar, guardate il box in alto.


Surfshark - le migliori VPN

(opens in new tab)

3. Surfshark (opens in new tab)

Una delle VPN dal miglior rapporto qualità/prezzo

Piattaforme: Windows, Mac, Android, iOS, Linux | Servizi di streaming: Netflix, Amazon, Disney, BBC iPlayer | Assistenza 24/7: Sì | Periodo di prova: 30 giorni | Numero di server: 3.200 | Aree geografiche: 100+ | Paesi: 65 | Connessioni simultanee: Illimitate

Ottimi prezzi
Dispositivi illimitati
Facilissimo a usare
Funzioni di sblocco eccellenti
Velocità OpenVPN migliorabili
Le app possono apparire un po' complicate

Surfshark riesce ad attirare l'attenzione grazie a una politica dei prezzi alquanto aggressiva e competitiva, nonché a un servizio in costante crescita, sia dal punto di vista del servizio, che delle prestazioni e delle funzionalità. Dunque, Surfshark riesce a farsi benvolere non solo per l'economicità dei piani, ma anche per un prodotto di sostanza.

Server, connessioni e apps: al netto dei prezzi competitivi, uno dei fattori più interessante di Surfshark è l'offerta di connessioni illimitate con un solo abbonamento. Dunque, potrete utilizzare la VPN su vari dispositivi, come computer Windows, Mac e Linux, tablet, smartphone Android e iOS, Amazon Fire TV Stick e molto altro. Tutto questo, con la possibilità di condividere l'account con amici e familiari.

Sicurezza e privacy: parlando di protezione di utenti e identità online, Surfshark fa sul serio. E ora ha aggiunto il nuovo protocollo WireGuard alle altre opzioni di connettività, che includono OpenVPN e IKEv2. Inoltre, Surfshark vanta un DNS privato e un'ulteriore livello di sicurezza con doppio VPN hop. Tuttavia, ci sono ancora degli strani problemi con il kill switch: niente di irrimediabile, ma non raggiungiamo i livelli di perfezione dei due servizi in cima alla top.

Prestazioni: in passato, le velocità di Surfshark non facevano gridare al miracolo, ma il provider si è impegnato molto su questo fronte, e ora le velocità in WireGuard arrivano addirittura a 790 Mbps. Purtroppo non possiamo dire lo stesso di OpenVPN, con soli 150 Mbps di velocità, siamo davvero indietro rispetto alla concorrenza.

Usabilità: accedendo per la prima volta al sito ufficiale, lo stile gioioso e rilassato di Surfshark ci dice molto dell'azienda, che ha voluto puntare molto sull'accessibilità e sulla facilità d'uso della propria applicazione.

Quindi, se tendete a scoraggiarvi facilmente davanti a menu complicati e miriadi di opzioni, vi farà piacere sapere che Surfshark, proprio come ExpressVPN, potrebbe essere la VPN perfetta per voi. L'interfaccia è essenziale e priva di complicazioni. Tutto quello che vedrete sono le opzioni per la connessione rapida e visualizzare tutte le posizioni, con un'icona per le impostazioni. Nient'altro. Sta a voi decidere se questa impostazione (fin troppo) elementare faccia davvero al caso vostro.

Streaming: anche nello sblocco dei contenuti geolocalizzati, Surfshark sta mostrando i denti, tanto da consentire l'accesso a Netflix, BBC iPlayer, Disney+ ecc. senza sforzo. Nelle ultime settimane, Surfshark ha raggiunto il livello di efficacia di Nord nello sblocco di vari cataloghi internazionali di Netflix, USA incluso.

Una delle VPN con il migliore rapporto qualità-prezzo (opens in new tab)
Anche se Surfshark non riesce a battere Express VPN (opens in new tab) in termini di numero di funzionalità, sicurezza e assistenza, questa VPN ha la meglio quando si parla di prezzo. Sottoscrivendo il piano più lungo la spesa mensile scende a €2,09.

Assistenza clienti: proprio come gli altri membri della top 3, Surfshark offre un supporto via chat in tempo reale veloce e utile, pronto a risolvere qualsiasi problema.

Prezzo: il piano biennale di Surfshark è molto interessante e offre, al momento, 2 mesi gratis. Inoltre, offre la garanzia completa soddisfatti o rimborsati di 30 giorni, per provare il servizio senza rischi.

Altre cose da sapere: sembra proprio che l'azienda voglia crescere costantemente e a maggio 202 si è affidata ai consulenti di sicurezza indipendenti di Cure53 per un audit completo di sicurezza, che ha avuto un esito positivo. Fra le ultime innovazioni, citiamo Surfshark One, una suite di sicurezza completa e basata sul motore antivirus di Avira.

Il consiglio di TechRadar: per noi, Surfshark occupa tranquillamente un posto nella nostra top 3, in quanto si è dimostrata una VPN funzionale e dal prezzo davvero interessante. Sicuramente è fra quelle che vi consigliamo di prendere in considerazione.


(Image credit: Private Internet Access)
(opens in new tab)

4. Private Internet Access (opens in new tab)

Un’ottima VPN sotto tutti i punti di vista a buon prezzo

Piattaforme: Windows, Mac, Android, iOS, Linux | Servizi di streaming: Netflix USA, Amazon, Disney | Assistenza 24/7: Sì | Periodo di prova: 30 giorni | Numero di server: 10.000+ | Aree geografiche: 100 | Paesi: 84 | Connessioni simultanee: 10

Tantissimi server
App molto funzionali
Buon rapporto qualità-prezzo
Molte funzioni utili
Niente audit di sicurezza
Velocità di WireGuard sotto la media

Scegliere una VPN solo in base al prezzo può non essere l'ideale, soprattutto perché i servizi più economici fanno diversi compromessi per restare nel budget. Tuttavia, Private Internet Access (PIA in breve) è una rara eccezione. A volte offre prezzi davvero interessanti, ma senza dover ridimensionare un servizio premium e ricco di funzionalità.

Server, connessioni e app: PIA è più che soddisfacente nell'ambito della rete, con 10 mila server ad alta velocità, ben distribuiti tra 84 Paesi. Il supporto della piattaforma è più basilare (Windows, Mac, Android, iOS e Linux), ma l'estensione di Chrome brilla di luce propria grazie al blocco dei cookie e altri ottimi strumenti per la privacy. Indipendentemente dalla vostra piattaforma, il generoso limite di 10 dispositivi vi permette di collegare più device a PIA contemporaneamente.

Sicurezza e privacy: PIA protegge la vostra privacy mediante i protocolli OpenVPN e WireGuard a sicurezza elevata, mentre la funzione MACE contrasta al meglio inserzioni, tracker e malware. L'azienda ha anche reso le proprie app open source, consentendo a chiunque fosse interessato di verificare il codice e confermarne l'uso secondo quanto promesso.

L'app Android è stata certificata da ioXt Alliance, a conferma della sua conformità con le migliori prassi di settore. Al momento, nessun audit più ampio è stato effettuato sul servizio, ma pare che la situazione cambierà a breve..

Prestazioni: in base alla nostra esperienza, la velocità è il punto debole di PIA, con una media di 320 Mbps in download, meno della metà rispetto ai marchi da top 3. Tuttavia, occorre essere realisti. Se è vero che questo potrebbe costituire un problema in ambito gaming, in download e con app che si basano soprattutto sulla velocità, per la navigazione e lo streaming PIA è più che sufficiente.

Usabilità: le app di PIA offrono molte funzioni, ma l'interfaccia potrebbe apparire un po' caotica. Per fortuna, è possibile configurarla per mettere in evidenza le funzioni preferite (qualcosa di abbastanza insolito) e nascondere tutto il resto. PIA dunque accontenta un po' tutti: gli esperti avranno un maggiore controllo sulle configurazioni, ma chiunque desideri maggiore semplicità, è sempre possibile ridurre tutto al pulsante di connessione e poco più.

Streaming: in termini di sblocco dei contenuti in streaming, PIA non è esattamente il leader di mercato, tuttavia raggiunge gli obiettivi nella maggior parte dei casi. Il servizio, infatti, accede a Netflix USA (ma non molti altri cataloghi internazionali), Amazon Prime Video e Disney Plus. Purtroppo, però, non riesce a superare le difese di BBC iPlayer.

Assistenza clienti: PIA offre un sito di assistenza tutto sommato dignitoso, e se non trovate la risposta che state cercando, adesso potete contattare subito un membro del team di supporto tramite chat in tempo reale. Nella nostra esperienza, abbiamo ricevuto risposta da agenti amichevoli e competenti entro un paio di minuti. Hanno prestato attenzione alle nostre domande e avevano i giusti mezzi per individuare i problemi più complicati e fornire consigli precisi e utili.

Prezzo: la funzionalità di PIA colpisce davvero, ma l'aspetto migliore è il costo, molto più basso rispetto alla concorrenza. Non si tratta di prezzi inziali super convenienti che poi raddoppiano al rinnovo, in ogni caso, ma di una politica a basso costo dall'ottimo valore.

Altre cose da sapere: molti provider promettono mari e monti, ma, spesso, dopo l'iscrizione, ci si rende conto che le funzioni elencate erano disponibili solo su Windows. Non è il caso di PIA: le app Mac e iOS offrono tantissime opzioni e impostazioni, e l'app per Android risulta più efficace di alcuni programmi desktop della concorrenza.

Il consiglio di TechRadar: le velocità al di sotto della media di PIA potrebbero essere un problema per le persone più esigenti. Per tutti gli altri, però, il servizio offre tantissimo in termini di funzionalità, pur restando accessibile per i neofiti, senza dimenticare i piani, fra i più convenienti sul mercato.


ProtonVPN - Le migliori VPN

(Image credit: ProtonVPN)
(opens in new tab)

5. ProtonVPN (opens in new tab)

Una VPN funzionale e con un'ottima versione gratuita da provare

Piattaforme: Windows, Mac, Android, iOS, Linux | Servizi di streaming: Netflix, Amazon, Disney, BBC iPlayer | Assistenza 24/7: No | Periodo di prova: 30 giorni | Numero di server: 1.700+ | Posizioni dei server: 85+ | Paesi: 63 | Connessioni simultanee: 10

Tante funzionalità
Piano gratuito con banda illimitata
App di ottima qualità
Velocità e copertura in costante miglioramento
Assistenza clienti migliorabile
Più costoso della media

Oggi, le migliori VPN non si limitano a offrire un ottimo servizio, ma lavorano costantemente per migliorare le funzionalità e introdurne di nuove. Questa è la descrizione perfetta di Proton VPN, che ha registrato grandi passi avanti in tutti gli ambiti: rete, app, punteggi in streaming, prestazioni, assistenza e altro.

Server, connessioni e app: la rete Proton VPN si è espansa notevolmente negli ultimi anni, da qualche centinaio di server in 14 Paesi a oltre 1.750 macchine in 63 nazioni. L'accesso ai server avviene tramite diverse app, per Windows, Mac, Android, iOS, Linux, Android TV e Chromebook. Anche il limite di 10 device è alquanto generoso, e vi consente di collegare tutto il vostro hardware simultaneamente.

Sicurezza e privacy: la fiducia è alla base della scelta di un provider, e Proton VPN fa molto più che promettervi la protezione della privacy. Infatti, potete pagare in modo anonimo tramite Bitcoin. Le app di Proton VPN sono open source, dunque chiunque può analizzare il codice, inoltre l'azienda si è sottoposta ad audit indipendenti.

Le funzioni per la sicurezza e privacy partono da una crittografia molto solida e i migliori protocolli disponibili (WireGuard, OpenVPN e IKEv2). Tramite la tecnologia MultiHop VPN, il traffico passa attraverso diversi server VPN per una maggiore sicurezza, mentre il kill switch estremamente efficace e consolidato protegge la vostra identità in caso di cadute di connessione alla VPN.

Prestazioni: Proton VPN lavora costantemente per ottimizzare le prestazioni tramite il supporto al veloce protocollo WireGuard, con una velocità non a livelli estremi, ma abbastanza da soddisfare la maggior parte degli utenti. Inoltre, OpenVPN garantisce velocità sopra la media, fino a 440 Mbps.

Usabilità: le app di Proton VPN mostrano la posizione su una mappa ben progettata, in cui è possibile spostarsi, zoomare e cliccare o toccare una destinazione per connettersi. L'elenco delle posizioni non è altrettanto ben organizzato, mentre il numero elevato di funzioni potrebbe confondere i neofiti, in ogni caso ci si ambienta facilmente entro qualche minuto.

Streaming: Proton VPN è molto focalizzato sulla privacy, ma non si dimentica dell'intrattenimento. Nei nostri ultimi test, abbiamo avuto modo di goderci i cataloghi Netflix di USA, Regno Unito, Australia e Canada, e abbiamo sbloccato senza problemi Amazon Prime Video, Disney Plus e anche BBC iPlayer. Naturalmente, tutta la parte dello streaming è demandata esclusivamente al piano Plus a pagamento.

Assistenza clienti: Proton VPN offre un sito di supporto che contiene articoli parecchio complicati. C'è anche la chat dal vivo, ma non è sempre disponibile. Però, i membri del team sono competentissimi e offrono suggerimenti di alto livello. Anche il supporto via e-mail è molto efficace e abbastanza veloce (le risposte arrivano entro un paio d'ore al massimo).

Prezzo: il piano Plus di Proton VPN, con tutto quanto descritto qui sopra, è relativamente costoso. Al momento, il piano biennale costa €4,99 al mese (con pagamento unico).

Altre cose da sapere: se volete provare il servizio, l'eccelsa versione gratuita offre solo 23 server in 3 Paesi ma non impone limiti di larghezza di banda. Si tratta, dunque, di un ottimo modo per provare le app e capire se Proton VPN fa al caso vostro.

L'azienda offre anche una garanzia soddisfatti o rimborsati di 30 giorni, con una clausola particolare: otterrete il rimborso solo per il tempo di abbonamento non goduto. Chiedendo, ad esempio, un rimborso dopo 15 giorni, otterrete solo il 50% del prezzo pagato.

Il consiglio di TechRadar: Proton VPN non è economico, ma è un servizio aperto e trasparente, con tantissime funzionalità e ottime capacità di sblocco dei contenuti geolocalizzati. Se questi aspetti sono la vostra priorità, vale assolutamente la pena provarlo.


CyberGhost - Le migliori VPN

(Image credit: CyberGhost)
(opens in new tab)

6. CyberGhost (opens in new tab)

Client con molte funzioni ed estremamente configurabile

Piattaforme: Windows, Mac, Android, iOS, Linux | Servizi di streaming: Netflix USA, Amazon, Disney, BBC iPlayer | Assistenza 24/7: Sì | Periodo di prova: 45 giorni | Numero di server: 7.900+ | Aree geografiche: 105+ | Paesi: 91 | Connessioni simultanee: 7

Eccellenti livelli di prestazioni
Tantissime piattaforme supportate
Ottimo per lo streaming
Abbondanza di funzioni
Niente audit
Lo schema dei limiti di dispositivi potrebbe infastidire

Con oltre dieci anni di esperienza nel settore delle VPN, CyberGhost è diventato un provider di alta qualità, con ottime funzioni e alcuni extra alquanto insoliti.

L'enorme rete dell'azienda, composta da circa 8.000 server (la maggior parte dei quali adatta ai torrent) abbraccia oltre 90 Paesi. Le app sono disponibili per Windows, Mac, iOS, Android, Linux, Amazon Fire TV e altri smart TV, mentre il supporto alla tecnologia Smart DNS consente anche di configurare il servizio sulle console gaming.

Le app sono incredibilmente funzionali e comode. Ad esempio, è possibile impostare regole di connessione automatica per determinate app. Fra le altre opzioni, potreste configurare CyberGhost affinché si colleghi automaticamente al server USA quando si avvia Netflix. Oppure, impostare la connessione verso il server più vicino, per la massima velocità, quando si apre un'app per il P2P.

Sebbene, in generale, le app siano molto efficaci, purtroppo mancano alcune funzioni davvero basilari. L'app Windows non mostra notifiche in caso di connessione o disconnessione, quindi potreste non accorgervi di una perdita di collegamento alla VPN.

Prestazioni: CyberGhost vanta velocità massime davvero impressionanti, con connessioni WireGuard che superano gli 800 Mbps negli ultimi test che abbiamo condotto, così come OpenVPN che raggiunge e supera i 400 Mbps, il doppio della velocità offerta da altri provider.

Streaming: un altro punto a favore di CyberGhost è lo streaming: abbiamo sbloccato Netflix USA (ma non i cataloghi di di altri Paesi), Amazon Prime Video, BBC iPlayer e Disney Plus. Le app offrono anche posizioni specifiche per sbloccare Hulu, HBO Max e altri.

Prezzo: i piani mensili costano davvero tanto, ma con il piano triennale la media scende parecchio, con un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Altre cose da sapere: ci sono alcuni problemi col servizio in generale. Innanzitutto, il sito di supporto non è all'altezza delle aspettative, e vorremmo che CyberGhost verificasse le proprie affermazioni sulla privacy tramite un audit esterno.

Il consiglio di TechRader: CyberGhost ha più pro che contro, e se la velocità e lo streaming sono fra le vostre priorità, potreste trovarvi molto bene, a patto di chiudere un occhio su come viene gestito il limite di dispositivi utilizzabili.

Offerta in scadenz...

CyberGhost | Sconto esclusivo dell'84% per TechRadar! (opens in new tab)

CyberGhost offre in esclusiva per i lettori di TechRadar un piano di 3 anni + 4 mesi gratuiti a soli €1,94 al mese. Approfittatene finché siete in tempo, l'offerta è in scadenza.


Hotspot Shield - Le migliori VPN

(Image credit: Hotspot Shield)
(opens in new tab)

7. Hotspot Shield (opens in new tab)

Un buon servizio VPN che però non regge il confronto con i top tier

Piattaforme: Windows, Mac, Android, iOS, Linux | Servizi di streaming: Netflix USA, Amazon, Disney, BBC iPlayer | Assistenza 24/7: Sì | Periodo di prova: 45 giorni | Numero di server: 1.800+ | Posizioni dei server: 110+ | Paesi: 80+ | Connessioni simultanee: 5

Molto facile da usare
P2P supportato
Prezzi esclusivi eccellenti
Le velocità non sono più al primo posto sul mercato
Niente audit di sicurezza

Hotspot Shield è un importante provider che offre un buon servizio, sebbene non brilli in ogni aspetto. In ogni caso, ha dei punti a favore che non si vedono spesso.

Il rete dell'azienda è di medie dimensioni, con 1.800+ server, tuttavia son ben distribuiti in 80+ Paesi e 115 città. Il P2P è sempre supportato, e il servizio include il blocco dei siti pericolosi e quelli creati per il phishing.

Le app sono disponibili per Windows, Mac, Android e iOS, ma anche Linux e smart TV apps, inoltre, ci sono l'estensione per Chrome e la possibilità di configurare il servizio su diversi router.

Le app non sono paragonabili alla concorrenza, e c'è molta discontinuità fra le varie piattaforme (fastidioso se usate dispositivi diversi). Tuttavia, la facilità d'uso è buona in generale e non manca qualche funzione interessante. Smart VPN consente di scegliere siti web e app da non reindirizzare alla VPN, per fare un esempio, una funzione ideale per ottimizzare le prestazioni e gestire i siti che non funzionano con le VPN.

Streaming: con Hotspot Shield, è molto facile sbloccare i contenuti in streaming internazionali. Se, ad esempio, volete accedere a Netflix USA, Hotspot Shield offre una posizione specializzata nello streaming in ogni Paese, molto efficace nello sblocco. Siamo riusciti ad accedere a Netflix USA, BBC iPlayer, Amazon Prime Video e Disney Plus senza alcun problema.

Prestazioni: la caratteristica migliore di Hotspot Shield, un tempo, era la velocità Tuttavia, oggi la maggior parte dei provider è passato al protocollo veloce WireGuard e, purtroppo, il protocollo personalizzato Catapult Hydra dell'azienda non regge il paragone. Non è un problema gravissimo, dato che le velocità si attestano intorno ai 300Mps in download, più che sufficiente per la maggior parte di connessioni e dispositivi, ma è comunque meno della metà rispetto ad altri servizi e ci piacerebbe che l'azienda facesse qualcosa a riguardo.

Altre cose da sapere: proprio come altri provider che si affidano sempre di più ad aziende esterne per gli audit indipendenti, vorremmo che anche Hotspot Shield si adeguasse. Si tratta di un modo intelligente di dimostrare trasparenza e un impegno concreto a migliorare costantemente il servizio.

Il consiglio di TechRadar: se volete affidarvi a un brand importante, con un servizio facile da usare e ottimo per lo streaming, Hotspot Shield è ancora una scelta valida, soprattutto se in sconto. In ogni caso, la prova gratuita di 7 giorni e la garanzia soddisfatti o rimborsati di ben 45 possono consentirvi di fare un giro di prova senza rischi.


Hide.me VPN

(Image credit: Hide.me)
(opens in new tab)

8. Hide.me (opens in new tab)

VPN dalla reputazione e dalla qualità in crescita

Piattaforme: Windows, Mac, Android, iOS, Linux | Sblocca: Netflix, iPlayer, Amazon Prime, YouTube | Assistenza 24/7: sì | Periodo di prova: 30 giorni | Numero di server: 2.000+ | Posizioni server: 75+ | Paesi: 48 | Connessioni supportate: 10

Velocità server eccellenti
Grande configurabilità
Ottimo per lo streaming
Piano gratuito di prova interessante
Uno strano problema di sicurezza
Potrebbe essere troppo complicato per i neofiti

Hide.me è una new entry della nostra classifica, sebbene esista da 10 anni. E al netto di qualche piccolo problema, crediamo che valga la pena darle una possibilità.

Parliamo prima dei pregi: innanzitutto l'aspetto è 100% professionale, già a partire dal sito, con messaggi chiari e concisi sulla mission e sulle funzionalità offerte.

In un settore sempre più complesso, anche in termini di proprietà delle varie aziende, Hide.me resta un provider indipendente. Probabilmente è questo il motivo principale per cui l'azienda riesce a innovare le proprie tecnologie, nonché rendere i prodotti altamente configurabili.

Per l'utente medio, ciò si traduce in velocità rapide grazie al protocollo WireGuard, inoltre abbiamo potuto riscontrare ottimi risultati anche in streaming, da Netflix a iPlayer, Amazon Prime Video incluso.

I prezzi non sono particolarmente allettanti, ma c'è la solita garanzia soddisfatti o rimborsati di 30 giorni. Inoltre, è disponibile un piano gratuito da 10 GB al mese, se volete provare prima di impegnarvi.

Purtroppo, c'è qualche problema che impedisce a Hide.me di scalare ulteriormente la classifica: innanzitutto il servizio non è troppo user-friendly, soprattutto per i novizi. Inoltre gli audit di sicurezza non sono aggiornati (l'ultimo indicato sul sito risale al 2015, che è tantissimo in ambito tech). Inoltre abbiamo riscontrato dei potenziali problemi con il kill switch con OpenVPN, nonché qualche problema di usabilità con WireGuard.

Dunque c'è ancora margine di miglioramento, ma vale la pena tenere d'occhio questo servizio.


IPVanish - Le migliori VPN

(Image credit: IPVanish)
(opens in new tab)

9. IPVanish (opens in new tab)

Una soluzione VPN molto solida

Piattaforme: Windows, Mac, Android, iOS, Linux | Servizi di streaming: Netflix USA, BBC iPlayer, YouTube, Hulu | Assistenza 24/7: Sì | Periodo di prova: 30 giorni | Numero di server: 2.000+ | Aree geografiche: 75+ | Paesi: 50+ | Connessioni simultanee: Illimitate

Infrastruttura server proprietaria
App potenti e configurabili
WireGuard velocissimo
Funzioni di sicurezza affidabili
Sblocco dello streaming problematico
Prezzo superiore alla media

IPVanish è un’altra VPN che ci ha particolarmente convinti durante i nostri test. Il servizio ha delle statistiche degne di nota: oltre 40 mila IP condivisi, più di 1.500 server distribuiti su oltre 70 paesi, traffico P2P illimitato, connessioni simultanee illimitate e assistenza 24/7. Per quanto riguarda il supporto, vale la pena sottolineare che su dispositivi mobili è accessibile direttamente dalle app.

Proprio le applicazioni rappresentano uno dei punti di forza di questa VPN. Non solo ce ne sono tantissime (Windows, Mac, Android, iOS e persino Fire TV), ma sono anche dotate di opzioni che vanno oltre la semplice scelta di un server e l’avvio della connessione come succede con molte app.

Anche nell’uso quotidiano, IPVanish si è dimostrato all’altezza di questi numeri. Durante le nostre prove, abbiamo constatato che i server sono sempre operativi e la connessione avviene rapidamente. La velocità di download però è al di sotto della media.

Ci sono anche altri problemi, infatti negli ultimi test abbiamo avuto difficoltà a sbloccare Amazon Prime Video, BBC iPlayer e diversi programmi Netflix.

Nel complesso, se avete bisogno di connettere simultaneamente molti dispositivi, o di un client particolarmente efficiente, vi consigliamo di dare una possibilità a questo servizio e, se non dovesse andarvi bene, avrete un rimborso garantito entro 30 giorni.

Fino a 10 connessioni simultanee e spazio di archiviazione gratuito (opens in new tab)

IPVanish è stato sempre tra le prime posizioni della nostra classifica dei migliori servizi VPN. Anche se il piano annuale ha uno sconto considerevole, il prezzo resta leggermente più alto rispetto ad altri provider. In ogni caso siete sicuri di pagare un servizio di qualità che offre fino a 10 connessioni simultanee e offre un intero anno gratuito di spazio di archiviazione su SugarSync. Nel complesso un ottimo rapporto qualità-prezzo.


Windscribe - Le migliori VPN del 2021

(Image credit: Shutterstock)
(opens in new tab)

10. Windscribe (opens in new tab)

Una VPN solida che permette connessioni illimitate

Piattaforme: Windows, Mac, Android, iOS, Linux | Servizi di streaming: Netflix, iPlayer, YouTube, Amazon, Hulu | Assistenza 24/7: No | Periodo di prova: nessuno, ma c’è una versione gratuita | Numero di server: 400+ | Aree geografiche: 110 | Paesi: 63 | Connessioni simultanee: Illimitate

Connessioni simultanee illimitate
Funzioni numerose
Protocollo veloce WireGuard supportato
Versione di prova molto utile per testarlo
Pochi server rispetto alla concorrenza
Dov’è l’assistenza via chat?

Windscribe è una buona VPN che può darvi più di quanto vi aspettiate sotto molti punti di vista. Ci sono client per Windows, Mac, Android, iOS e Linux, per esempio, ed estensioni per Chrome, Firefox e Opera, oltre alle guide per impostare manualmente il servizio su router, Kodi e molto altro.

La rete di server è abbastanza estesa con 110 aree geografiche distribuite su oltre 60 Paesi. Il numero complessivo di server che raggiunge a stento i 400, resta comunque molto più basso della concorrenza.

Sulla carta sembra tutto ottimo, ma i nostri test hanno evidenziato qualche problema.

La connessione a volte può essere lenta e nonostante prestazioni generalmente buone, abbiamo avuto problemi con alcuni server più lontani. In compenso siamo riusciti ad aggirare i blocchi territoriali di molte piattaforme di streaming come la versione statunitense di Netflix e Amazon Prime Video, oltre a BBC iPlayer.

Purtroppo non è disponibile un’assistenza 24/7, quindi nel caso abbiate qualche domanda dovrete aspettare un po’ per ricevere risposta. L’azienda sottolinea che tutto è gestito dal proprio staff, preferendo non affidare il supporto ad aziende esterne che magari impiegano operatori che vengono pagati pochissimo e si limitano a leggere le procedure senza sapere bene di cosa stanno parlando.

Windscribe non risponde a tutti i nostri requisiti, ma il servizio offre molte funzioni interessanti. Se state cercando una nuova VPN, approfittate del piano gratuito per scoprire come questo provider potrebbe tornarvi utile. Infine, il piano gratuito limita l’accesso a 10 aree geografiche, ma vi dà anche 10 GB di dati mensili.


StrongVPN

(Image credit: StrongVPN)
(opens in new tab)

11. StrongVPN (opens in new tab)

Strong di nome e di fatto...

Piattaforme: Windows, Mac, Android, iOS, Linux | Servizi di streaming: Netflix, Amazon Prime, YouTube, Hulu | Assistenza 24/7: Sì | Periodo di prova: 30 giorni | Numero di server: 950+ | Aree geografiche: 59 | Paesi: 35+ | Connessioni simultanee: 12

Può essere usata su molti dispositivi
C’è uno spazio su cloud incluso
WireGuard su tutti i dispositivi
Streaming sbloccato facilmente
Velocità migliorabili
Poche opzioni server

A differenza di CyberGhost e Windscribe, apprezziamo quanto sia diretto il nome di StrongVPN che chiarisce da subito quale vuole essere il punto di forza di questo servizio. In effetti questo provider non delude le aspettative grazie a una politica no-log, numerosi protocolli (WireGuard, L2TP, SSTP, OpenVPN, IPSec e IKEv2) oltre a un imponente numero di 60.000 indirizzi IP VPN.

StrongVPN ha comunque un approccio minimalista, preferendo puntare sulla sostanza che sullo stile. Quello che fa, però, lo fa bene. Apprezzerete la possibilità di connettere fino a 12 dispositivi contemporaneamente, in modo da coprire tutti i vostri eventuali computer, laptop, smartphone, tablet, dispositivi per lo streaming e molti altri.

Se state cercando una VPN principalmente per sbloccare siti di streaming come Netflix e BBC iPlayer da oltreoceano, StrongVPN sembra la scelta adeguata.

Ci sono però aspetti che non ci hanno convinto, basta guardare agli altri servizi di questa lista per notare come i 900 server a disposizione, le circa 60 città e una trentina di Paesi sembrano davvero pochi. E durante i nostri test più recenti la velocità raggiunta dalla connessione non è stata particolarmente esaltante.

Potete comunque provare in prima persona StrongVPN dato che il provider offre un rimborso garantito entro trenta giorni e, in caso di abbonamento, 250 GB di spazio di archiviazione su cloud.


hidemyass - Le migliori VPN

(Image credit: HMA)
(opens in new tab)

12. HideMyAss! VPN

Una VPN di qualità dalla storica casa di antivirus Avast

Piattaforme: Windows, Mac, Android, iOS, Linux | Sblocca: YouTube, iPlayer | Assistenza 24/7: sì | Periodo di prova: 30 giorni | Numero di server: 1.000+ | Aree geografiche: 290+ | Paesi: 210+ | Connessioni simultanee: 5

Ampia rete di server
Assistenza in tempo reale ottima
Policy no-log con audit
Velocità OpenVPN sostenute
Non va bene per gli streamer
Pochi protocolli disponibili

La maggior parte delle VPN sostiene di avere una rete di server molto estesa ma HideMyAss! di Avast sembra battere tutti con oltre 290 aree coperte in oltre 190 Paesi del mondo. Così, mentre altri provider forniscono fuori dall’Europa e dagli Stati Uniti solo un paio di server, HideMyAss! permette di scegliere anche 14 aree geografiche in Medio Oriente, 20 in Africa e oltre 50 nel Sudest Asiatico.

HideMyAss! (conosciuta anche come HMA) si può usare praticamente su tutte le piattaforme, con app personalizzate per Windows, Mac, Android, iOS e Linux. Il supporto a OpenVPN è in grado di fornire una grande compatibilità con gli altri dispositivi e i tutorial permettono di impostare la VPN su router, Smart TV, console e molti altri dispositivi.

Le app sono facili da usare e coprono molto bene il minimo indispensabile ma sono deficitarie sotto alcuni aspetti. Solitamente le VPN migliori hanno una kill-switch per bloccare del tutto la connessione a internet se cade il collegamento con la VPN, permettendo di ricollegarsi in un paio di secondi. HideMyAss! blocca la connessione solo sui programmi che vengono indicati nelle impostazione, rendendo il tutto ancora più macchinoso, considerato che è anche necessario riconnettere a mano la VPN dopo l’attivazione della kill-switch.

Se potete accettare tutto ciò, HideMyAss ha molto aspetti positivi inclusi il supporto al P2P, una velocità sopra la media con la maggior parte dei server e un'assistenza con chat dal vivo 24/7.


VyprVPN - Le migliori VPN

(Image credit: google)
(opens in new tab)

13. VyprVPN (opens in new tab)

Ottime prestazioni e sicurezza

Piattaforme: Windows, Mac, Android, iOS | Servizi di streaming: iPlayer, YouTube, Amazon, Hulu | Assistenza 24/7: Sì | Periodo di prova: 30 giorni | Numero di server: 700+ | Aree geografiche: 70 | Paesi: 65+ | Connessioni simultanee: 30

VPN dedicata alla privacy
Fino a 30 connessioni simultanee
Connessione affidabile
Connessioni lente
Ha perso efficacia per lo streaming

VyprVPN ha sede in Svizzera ed è un servizio ben strutturato che vanta oltre 70 aree geografiche e una serie di funzioni di buona qualità.

L’azienda per esempio ha un proprio servizio anonimo di DNS. Il suo protocollo proprietario Chameleon potrebbe aiutarvi a connettervi anche in Stati che bloccano le VPN come Cina e Iran. I client coprono praticamente tutte le piattaforme come Windows, Mac, Android e iOS, fino a router, Android TV, QNAP, Blackphone, Anonabox e molto altro.

Ci ha fatto piacere vedere che VyprVPN nel corso del tempo abbiamo migliorato la propria politica in materia di login. Dopo qualche incertezza in passato, l'agenda svolge adesso audit indipendenti. Inoltre questo provider permette di aggirare facilmente i blocchi territoriali dato che che siamo riusciti ad accedere a BBC iPlayer con estrema semplicità. Il client Windows ha inoltre fatto grandi passi avanti negli ultimi tempi.

Ci sono però anche alcuni aspetti negativi. Abbiamo notato, infatti, qualche problema durante i nostri test più recenti come ad esempio nel funzionamento della kill-switch su Windows. Inoltre, le connessioni di VyprVPN ci sono apparse più lente rispetto al passato e se confrontate con molti altri servizi di questa lista.

Se doveste avere problemi con Vypr, il sito internet offre molte risorse di supporto che sono comunque meno dettagliate e chiare degli altri servizi VPN. In compenso c’è una chat disponibile 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

VyprVPN non è un perfetta ma ha molti vantaggi per i quali vale la pena prenderla in considerazione.

TunnelBear - Le migliori VPN

(Image credit: TunnelBear)
(opens in new tab)

14. TunnelBear (opens in new tab)

Il servizio giusto per chi cerca una VPN facile da usare

Piattaforme: Windows, Mac, Android, iOS | Servizi di streaming: Amazon Prime, YouTube, Hulu | Assistenza 24/7: No | Periodo di prova: No | Numero di server: 1.000+ | Aree geografiche: 50+ | Paesi: 49 | Connessioni simultanee: 5

Estremamente semplice da usare
Audit di sicurezza sostanziosi
App mobili ben progettate
Non adatta allo streaming
Niente periodo di prova

TunnelBear è una VPN con sede in Canada e il suo punto forte è rappresentato dalla facilità di utilizzo e dalla sua mascotte.

Questa attenzione alla facilità d'uso non rende questa VPN adatta agli utenti più esigenti dato che, ad esempio, TunnelBear offre solo 50+ aree geografiche. Ci sono poche impostazioni molto basilari e si può cambiare protocollo. Se volete impostare manualmente il servizio su un router o una console, le pagine di supporto sul sito non vi saranno di grande aiuto.

Se però vi accontentate delle funzioni base, questa VPN potrebbe andare bene. TunnelBear ha client per Windows, Mac, iOS e Android oltre ad estensioni per Chrome, Firefox e Opera. Ci si connette facilmente e si scaricano torrent senza problemi, inoltre si può anche accedere a Netflix USA, anche se purtroppo BBC iPlayer rimane fuori dalla sua portata.

TunnelBear è un ottimo servizio dal punto di vista della privacy. L’azienda infatti si rivolge a enti terzi per i propri audit sulla sicurezza, qualcosa non così frequente da trovare in un provider.

Le prestazioni sono un altro punto di forza, i server europei e inglesi sono veloci e altrettanto buoni sono risultati i test con gli Stati Uniti. Anche le connessioni più lente come quelle in Asia sono arrivate a un’accettabile velocità di 20 Mbps.


VPN

(Image credit: Bitdefender)
(opens in new tab)

15. Bitdefender Premium VPN (opens in new tab)

Un servizio VPN relativamente nuovo che convince in quasi tutti gli aspetti

Piattaforme: Windows, Mac, Android, iOS | Servizi di streaming: Netflix | Assistenza 24/7: Sì | Periodo di prova: 30 giorni | Numero di server: 1.300+ | Aree geografiche: 30+ | Paesi: 25 | Connessioni simultanee: 10

Ottima esperienza utente
Connessioni rapidissime
Sempre nuove funzioni disponibili
Non altrettanto potente come le altre app
Non ideale per lo streaming

Dopo l'ottimo antivirus che abbiamo incluso nella nostra guida (opens in new tab), oggi vi parliamo di Bitdefender Premium VPN (opens in new tab), un servizio che si sta evolvendo rapidamente.

Certo non è ancora l'ideale per sbloccare i servizi di streaming (finora funziona solo con Netflix), ma offre comunque ottime funzioni come la protezione contro i DNS leak e i killswitch per ogni app, nonché tantissime località server in ogni angolo del mondo, pertanto è un servizio che vi consigliamo di tenere d'occhio.

In ogni caso il prezzo è ottimo e le funzionalità non mancano. Grazie al protocollo Catapult Hydra, potrete godere di velocità elevate. Inoltre la facilità d'uso dovrebbe incoraggiarvi a testarlo, anche grazie ai 30 giorni di prova gratuita.

Un altro plus è il fatto che vengono aggiunte sempre nuove funzionalità, quindi non possiamo non consigliarvi quantomeno un giro di prova.


VPN Unlimited - Le migliori VPN

(Image credit: Keepsolid)
(opens in new tab)

16. VPN Unlimited (opens in new tab)

Una buona VPN ma con alcuni problemi nelle connessioni simultanee

Servizi di streaming: Netflix, iPlayer, YouTube, Hulu | Assistenza 24/7: Sì | Periodo di prova: 7 giorni | Numero di server: 500+ | Aree geografiche: 80+ | Paesi: 65 | Connessioni simultanee: 5-10

Molto veloce
Sblocca Netflix e iPlayer
Prezzi convenienti
Accesso limitato a dispositivi specifici

VPN Unlimited non è perfetto e spesso ci ha fatto davvero irritare, ma nonostante tutto rimane un buon servizio.

Il problema principale è rappresentato dal limite di cinque dispositivi per il piano base. Si riferisce a dispositivi autorizzati, quindi se connettete due smartphone, due laptop e una Smart TV, per esempio, non potrete connettere altri dispositivi anche quando questi sono spenti. Si possono cancellare dalla lista, ma c’è un limite di uno a settimana, il che non è sicuramente comodo. Se non avete intenzione di raggiungere il limite massimo di dispositivi, allora non avrete problemi. In caso contrario potreste estendere il numero di dispositivi da registrare sino a 10 pagando un extra sull’abbonamento.

Una volta superato questo problema, VPN Unlimited garantisce buone prestazioni. Funziona praticamente con tutto (Windows, Mac, Android, iOS, Linux, Apple TV e addirittura gli smartphone Windows) e permette di sbloccare con facilità Netflix e BBC iPlayer. I torrent sono supportati su alcuni server e le prestazioni sono buone, quindi i tempi di download non sono esagerati.

Alcuni extra interessanti includono l’opzione per avere un server VPN personale con traffico privato, assicurandovi le migliori prestazioni possibili.

Se avete bisogno solo delle funzioni base, è possibile scegliere un piano davvero economico, a un prezzo decisamente inferiore rispetto alla competizione. In più, avrete sette giorni di prova gratuita per decidere se pagare per il servizio o meno.


PureVPN su desktop, laptop, smartphone e tablet

(Image credit: PureVPN)
(opens in new tab)

17. PureVPN (opens in new tab)

Una VPN ottima con ottime offerte

Piattaforme: Windows, Mac, Android, iOS, Linux | Sblocca: Netflix, iPlayer, YouTube | Assistenza 24/7: sì | Periodo di prova: 31 giorni | Server: 6,500+ | Zone server: 95+ | Paesi: 78 | Connessioni simultanee: 10

Un piano include fino a 10 utenti
Offerte interessanti
Funziona quasi ovunque
Velocità sotto la media (e niente WireGuard)
Diversi problemi con le app

PureVPN sta diventando molto popolare, anche grazie alla sua aggressiva politica dei prezzi.

Ma non è solo l'aspetto economico a renderla interessante: infatti offre oltre 6.000 server in 80 Paesi, 10 connessioni simultanee e diversi server che garantiscono velocità di 20 Gbps.

Una base di partenza alquanto solida, con diversi dispositivi compatibili. Un altro aspetto notevole è la possibilità di pagare in Bitcoing, nonché la presenza di ottimi strumenti per lo split tunnelling e la possibilità di sbloccare siti di streaming come Netflix e Disney+.

Purtroppo, però PureVPN si classifica ultima per alcuni aspetti: innanzitutto manca WireGuard, e le velocità di OpenVPN non sono soddisfacenti.

Nemmeno le app risultano troppo funzionali e il supporto lascia parecchio a desiderare. Inoltre anche il kill switch ci ha dato noie e, sebbene in generale la situazione non sia disastrosa, c'è ancora molto da fare prima di consigliare PureVPN un po' più in alto in questo elenco.

Certo, nei periodi di saldi il prezzo è davvero allettante e potrebbe giustificarne la prova, tuttavia, in termini di qualità pura, questo provider non riesce ancora ad affermarsi rispetto alla concorrenza più blasonata.

^ Torna all'inizio

Che cos’è una VPN?

Vi state ancora chiedendo cos’è una VPN? Si tratta di un servizio utilizzabile attraverso un client che permette di collegarsi a internet attraverso un tunnel sicuri e criptato. Questo significa che chiunque abbia intenzione di spiare la vostra attività non potrà vedere i vostri movimenti online né, tanto meno, accedere ai vostri dati personali. In più, una VPN permette di cambiare indirizzo IP per far risultare il vostro dispositivo in un’altra parte del mondo, una funzionalità particolarmente utile per lo streaming di sport e serie TV, e per aggirare i blocchi territoriali su alcuni siti.

Virtual Private Network: cosa significa

Una VPN è un programma che permette di usare internet attraverso collegamenti sicuri e crittografati. Questo rende molto più difficile che qualcuno si appropri di dati o informazioni private, ma ha anche una seconda funzione, ovvero quella di cambiare indirizzo IP per vedere sport e spettacoli TV in streaming e aggirare blocchi territoriali sui siti.

VPN sta per Virtual Private Network, che significa letteralmente “rete virtuale privata”. Sono implicate tecnologie che mirano a dare più sicurezza alle reti sia private che pubbliche, come la banda larga e gli hotspot.

Una VPN quindi è una soluzione privata e sicura all’interno della vasta rete internet che permette agli utenti singoli e alle aziende di mandare e ricevere dati mantenendo la segretezza di una rete privata.

Questo significa che è possibile creare un ‘tunnel’ sicuro per la vostra rete e accedere a sistemi privati interni, oltre a navigare con la più completa privacy e sbloccare alcuni contenuti come Netflix.

Il traffico che passa attraverso la vostra connessione VPN è sicuro e in teoria non può essere intercettato. Questo rende la VPN il modo convenzionale più sicuro per navigare privatamente (ma non sempre anonimamente).

Ricordatevi solo che le connessioni VPN sono sicure, ma non impenetrabili in tutti i casi. Se quindi il vostro dispositivo è già stato compromesso da qualche malware, usare una VPN non vi salverà dall’essere spiati, mentre un buon antivirus potrebbe.

^ Torna all'inizio

VPN: 10 modi per usare al meglio il servizio

Guardando ai siti delle varie VPN, vi accorgerete che molto spazio viene dedicato alla sicurezza. Ma questi servizi nel corso del tempo si sono evoluti, diventando sempre più flessibili. Tra gli scopi principali per i quali viene usata una VPN ci sono:

  • Maggiore sicurezza con i Wi-Fi pubblici : meglio non rischiare che qualcuno possa mettere le mani sui vostri dati o sui dettagli della vostra identità online mentre siete connessi alla rete di un hotel, di un aeroporto o di un centro commerciale. Una VPN garantisce in questi casi un alto livello di sicurezza grazie alla crittografia.
  • Sbloccare altre versioni di Netflix: questo non è permesso dai termini di servizio della piattaforma, ma una VPN può aiutarvi a vedere un film o una serie che non è ancora arrivata in Italia ma è disponibile in altre parti del mondo. 
  • Aggirare i blocchi governativi su alcuni siti: in paesi come la Cina, l’India, la Russia, la Turchia, e ancora Cuba e gli Emirati Arabi i governi censurano molti servizi e siti internet come WhatsApp, Facebook, YouTube e addirittura anche Google. Le VPN possono permettervi di avere pieno accesso a internet mentre vi trovate in vacanza o per lavoro in questi Paesi. 
  • Usare i torrent in sicurezza: anche se usate i torrent in maniera perfettamente legale, usare un programma P2P vi espone comunque al rischio che qualcuno possa accedere ai vostri dati. Attivando una VPN potrete mantenere queste informazioni al sicuro e salvaguardare la vostra identità online.
  • Guardare streaming di eventi sportivi: nel vostro Paese non potete vedere quell’evento di boxe, calcio o basket che preferite? Potete controllare in quale Paese viene mostrato in chiaro e collegarvi a un server della stessa area geografica.
  • Lavorare da casa: i lockdown hanno costretto sempre più persone in tutto il mondo a lavorare da casa e per questo i singoli professionisti e le aziende hanno fatto un ricorso sempre maggiore alle VPN per avere maggiore sicurezza.
  • Risparmiare sui viaggi: avrete già sentito che i voli e gli hotel hanno prezzi differenti in base alla localizzazione degli utenti che si collegano al sito o a un’app. Per fortuna le VPN vi permettono di cambiare indirizzo IP e quindi risparmiare sui vostri viaggi.
  • Rendere internet più veloci: se la velocità di connessione risulta particolarmente bassa, cambiando il vostro indirizzo IP potrete evitare dei rallentamenti dovuti al traffico nella vostra area geografica.
  • Giocare meglio online: non soltanto potete essere certi che la vostra identità sia protetta mentre giocate online, ma molti provider VPN riescono a proteggere da eventuali attacchi DDoS, molto frequenti sui server dei giochi online.
  • Sbloccare i social media: scuole, università e uffici possono decidere di bloccare sulle proprie reti l’accesso ai social network e ai giochi online. A meno che i suoi dipendenti non decidano di usare una VPN...

Come scegliere la VPN

Le altre guide alle VPN

Se avete già un'esigenza specifica ma siete indecisi su quale VPN scegliere, allora potete anche verificare le altre guide come quella per le migliori VPN gratuite del 2021 , mentre per smartphone trovate le migliori VPN per iPhone e le migliori VPN per Android. Per esigenze particolari, infine, potete fare riferimento alle guide per le migliori VPN per guardare Netflix, le migliori VPN per la Cina e le migliori VPN da installare sul router.

Ci sono molti fattori da tenere in considerazione quando si sceglie di pagare per una VPN. Questi sono i nostri sei consigli:

1. Il piano ha i server in tutti i Paesi e le aree che vi interessano? Avere più di un server in una determinata zona può essere d’aiuto, ma non garantisce performance migliori, quindi non date per scontato che un piano che prevede 500 server batta automaticamente un piano che ne prevede 100.

2. Controllate il numero di connessioni simultanee supportate. Generalmente il numero oscilla tra 3 e 5, il che vi consente di connettere contemporaneamente il vostro computer, uno smartphone e un tablet. Ma fate attenzione, molte aziende lo consentono solo per un utente singolo, e hanno politiche di fair use apposite per impedire agli utenti di monopolizzare le risorse. Se permettete a ciascun membro della vostra famiglia di scaricare contenuti e guardare video in streaming, potreste avere dei problemi.

3. Alcuni provider sono trasparenti riguardo il loro protocollo di connessione. OpenVPN e  IKeV2 sono due buone scelte, veloci e sicure. Potreste imbattervi in protocolli SSTP, o nei più vecchi PPTP, oltre che in altre scelte (TCP o UDP per OpenVPN). Non serve che capiate anche i più piccoli dettagli, ma avere una scelta più vasta rende il servizio più veloce e affidabile.

4. Tutti i provider VPN sostengono di non tenere traccia dei vostri movimenti online, ma è inevitabile che alcuni dati rimangano. Alcuni servizi tengono alcune informazioni, come il giorno in cui avete fatto l’accesso con il vostro account, la quantità di dati utilizzati, e cancellano tutto quando chiudete la sessione. Altri possono conservare le informazioni per mesi, o addirittura anni. Se la cosa vi preoccupa, controllate l’informativa sulla privacy e i termini di servizio per saperne di più.

5. Una cosa molto importante è valutare il client, il software che si occupa delle connessioni. Tutti i client hanno una lista dei server e il tasto Connetti / Disconnetti, ma voi dovete valutare se potreste avere bisogno di qualcosa in più. Alcuni client mostrano nell’interfaccia il carico dei server e la latenza, il che vi può aiutare a scegliere il server giusto. La maggior parte degli utenti apprezza la presenza della sezione ‘Preferiti’, per salvare e trovare velocemente server specifici.

6. Infine c’è la questione del prezzo. Fate attenzione a offerte particolarmente convenienti, potrebbero avere funzioni ridotte, le tasse escluse, oppure essere scontate solo per un periodo di tempo limitato per poi, al momento del rinnovo, ritrovarsi addebitati il doppio dei soldi o anche di più. Cercate sempre il link che rimanda alla pagine dei prezzi, e leggetela attentamente. Preferibilmente utilizzate un metodo di pagamento come PayPal, da dove si può facilmente controllare e cancellare l’abbonamento.

Una volta trovata la VPN giusta, assicuratevi di fare un periodo di prova prima di spendere una cifra spropositata. Un periodo di prova, anche se breve, può dirvi davvero molto e, una volta scaduto, provate a pagare solo per un mese. Fate tutti i test possibili prima di pagare una cifra più sostanziosa, magari per un abbonamento annuale.

^ Torna all'inizio

Come funzionano le VPN?

Le VPN sono state progettate per rendere l’utilizzo di internet più sicuro, privato e pratico, creando una connessione sicura tra voi e il sito o il servizio a cui volete accedere. Tutto il traffico tra voi e il sito o il servizio è criptato, quindi per chiunque altro non significa nulla.

Per rendere tutto ciò possibile, una VPN prende il vostro traffico internet e lo reindirizza attraverso i suoi server, quindi invece di seguire il percorso:

Dal vostro dispositivo —> Al sito web

E poi di nuovo:

Dal sito web —> Al vostro dispositivo

Segue il percorso:

Dal vostro dispositivo —> Server VPN sicuri —> Al sito web

E poi di nuovo:

Dal sito web —> Server VPN sicuri —> Al vostro dispositivo

Questo non solo aumenta la sicurezza, ma nasconde anche il luogo dove vi trovate. Il vostro computer, smartphone, tablet o console potrebbe trovarsi fisicamente a Roma, ma per quanto riguarda il sito web potreste essere connessi da New York, Mumbai o Londra.

Questo significa che le VPN possono proteggere la vostra privacy e aggirare il ‘geo-blocco’, ossia quando un sito web usa le informazioni sulla vostra posizione per decidere se permettervi o meno di vedere o sentire determinate cose.

Perché mi serve una VPN?

Ci sono molti motivi per i quali potreste avere bisogno di una VPN. Il più importante è per avere maggiore sicurezza, soprattutto quando siete fuori casa. Le reti Wi-Fi pubbliche non sono infrastrutture che decisamente puntano sulla sicurezza, ma con una VPN potrete essere sicuri che nessuno intercetterà le vostre attività online come l’accesso all’online banking. 

Una VPN è in grado di proteggervi anche dai falsi hotspot, ovvero Wi-Fi pubbliche che hanno l’unico scopo di rubare i dati e/o informazioni personali ai malcapitati. Anche se vi connettete a queste reti, i vostri dati non possono essere intercettati.

Le VPN possono anche proteggere la vostra privacy nascondendo la vostra area geografica. Questo significa che possono impedire ai tracker di sfruttare la vostra posizione e aggirare i blocchi territoriali mentre siete in viaggio. Molto utile se vi trovate all’estero e volete vedere una serie che vi interessa con il vostro abbonamento italiano. In altri casi le VPN hanno obiettivi ben più seri, come riuscire ad aggirare la censura introdotta da alcuni governi che molto spesso intercettano anche i loro cittadini. Una VPN rende molto più difficile identificare, ad esempio, la fonte di un upload o quale sito web si è visitato.

^ Torna all'inizio

Come mi procuro una VPN?

Per fortuna, scaricare e installare una VPN è molto più semplice che provare a capire nel dettaglio come funziona. Tutti i servizi che abbiamo presentato in questa guida permettono di collegarsi molto velocemente su desktop o, se vi trovate su dispositivi mobili, potete scaricare le app direttamente da App Store o Play Store.

Solitamente i prezzi sono illustrati su base mensile ma ovviamente a secondo del piano questa cifra è destinata a cambiare con sconti più consistenti in caso di abbonamenti pluriennali.

Una volta installati i client, potete anche aggiungere le estensioni al vostro browser e aggiungere funzionalità ai vostri dispositivi. Solitamente un servizio VPN è in grado di coprire oltre a computer e dispositivi mobili anche console, tablet, smart TV e anche i router.

^ Torna all'inizio

VPN: per cosa posso usarle?

Se c’è una cosa di cui preoccuparsi quando si tratta di internet, questa è la privacy. Usare una VPN impedisce al vostro provider internet (ISP) e al governo di vedere la vostra cronologia.

Le VPN sono anche diventate uno strumento popolare del movimento per la libertà di espressione. È possibile aggirare la censura all’interno delle organizzazioni (leggete la nostra pagina sulle migliori VPN per la Cina se volete più informazioni) e di terze parti.

La tecnologia VPN viene usata per fare aggirare i blocchi territoriali, personalizzando le impostazioni sulla posizione per riuscire ad accedere ad alcuni servizi d’oltreoceano. Per esempio, per guardare un programma TV disponibile solo in alcuni Paesi, per problemi legali o di licenza. Ecco perché l’utilizzo delle VPN per Netflix è diventato così popolare.

Potete ricorrere all’utilizzo di una VPN per proteggervi dagli hacker. Se siete fuori di casa e vi registrate per utilizzare un hotspot pubblico, magari in un bar o in una biblioteca, c’è la possibilità che qualcuno provi ad introdursi nel vostro dispositivo. Questo potrebbe portare alla perdita di dati importanti, come per esempio alcune password.

Questa tecnologia si sta affermando anche nel mondo del business. Se siete spesso in viaggio per lavoro, è normale connettersi a reti di terze parti. Con una VPN, potrete accedere alla rete interna della vostra azienda senza dovervi preoccupare dei cyber criminali.

I molti servizi VPN (ce ne sono circa 400 per dispositivi mobili e fissi) hanno diversi vantaggi e svantaggi, quindi vi consigliamo di sceglierla in base alle vostre maggiori necessità. Che vogliate accedere a Hulu o BBC iPlayer da un altro Paese, collegarvi alla rete aziendale o semplicemente sentirvi sicuri online, troverete la VPN fatta su misura per voi.

Inoltre, una VPN può essere usata per evitare che la connessione internet venga rallentata. Per esempio, secondo alcuni rapporti l’ISP Verizon ha limitato lo streaming di Netflix a 10 Mbps, e per i piani illimitati la qualità dei video non supera i 480p.

È anche interessante il fatto che, nonostante il phishing rimanga uno dei pericoli maggiori online, una VPN possa proteggervi dai malware e dalle truffe mentre navigate.

^ Torna all'inizio

VPN gratuite e a pagamento: qual è davvero la migliore?

Alcune aziende offrono un servizio base gratuito. Ma quindi, le VPN gratuite sono allo stesso livello di quelle a pagamento? Non è così semplice.

Come ci si può aspettare, ci sono alcune complicazioni, e c’è un limite di dati. Il piano gratuito della VPN Avira Phantom ha un limite di 500 MB mensili e PrivateTunnel offre 2 GB, mentre ZPN concede generosamente 10 GB, un’offerta niente male.

I prodotti tipici generalmente hanno anche delle restrizioni d’utilizzo. La maggior parte delle aziende non vi consente di utilizzare la loro banda per i torrent, quindi un servizio come ZPN ad esempio ha un filtro P2P.

Anche il piano gratuito da 2 GB di Hide.me ha dei limiti. I clienti paganti possono usufruire di una velocità prioritaria, e chi non paga può avere solo quello che resta. La scelta delle aree è ridotta a due, con il Canada, i Paesi Bassi e Singapore.

Il piano gratuito di Hola ha delle restrizioni diverse. Il traffico viene reindirizzato attraverso gli utenti gratuiti al posto di server dedicati, quindi quando ci si iscrive si autorizza la condivisione (sicura) di una piccola parte della propria banda e delle proprie risorse.

Poi c’è la questione della pubblicità e dei limiti imposti alle sessioni (stiamo parlando di CyberGhost) e, in generale, la mancanza di un accordo sul livello dei servizi: gratuito non è sinonimo di garanzie implicite.

I piani gratuiti vanno bene per chi non ha troppe pretese, per esempio per chi vuole semplicemente proteggere il proprio laptop durante viaggi occasionali. Se però state cercando qualcosa di più avanzato, vi conviene prendere in considerazione l’idea di pagare per il servizio.

Il vantaggio immediato è la sicurezza di sapere che i propri dati personali sono al sicuro, anche se ci si connette in luoghi pubblici. In effetti, è sempre difficile capire quale sia l’affidabilità di un hotspot pubblico, specialmente se non siete pratici della zona.

Le VPN possono anche darvi una nuova identità digitale sotto forma di indirizzo IP di un altro Paese. Questo rende più difficile per i siti web rintracciarvi, e in alcuni casi permette addirittura di aggirare la censura. I ‘non disponibile nel tuo Paese’ diventano solo un lontano ricordo, sia per YouTube che per i siti di streaming.

La cosa migliore è che non serve essere degli esperti per far funzionare una VPN. Tutto quello che bisogna fare è scegliere il Paese per il quale volete un indirizzo IP, cliccare su Connetti per iniziare e su Disconnetti per interrompere la sessione. Tutto qui.

^ Torna all'inizio

Le VPN sono legali?

Le VPN sono legali nella maggior parte del mondo, ma non in tutti i Paesi, dove possono essere vietate o soggette a restrizioni severe. Questi divieti sono rilevanti più che altro per le persone che vivono in questi Paesi che per chi è semplicemente in viaggio: noi non siamo al corrente di turisti arrestati per avere utilizzato una VPN per connettersi in maniera sicura al Wi-Fi dell’hotel, ma è importante fare sempre attenzione.

Nei Paesi dove le VPN sono soggette a restrizioni, generalmente c’è una distinzione tra quelle autorizzate e quelle che non lo sono. Per esempio, in Cina le VPN devono essere approvate dal governo cinese, il che significa che non possono essere utilizzate per nascondere qualcosa proprio al governo cinese. Se si utilizza una VPN non autorizzata, le sanzioni possono essere molto severe.

Negli Emirati Arabi si rischiano multe fino a mezzo milione di dollari o il carcere se si utilizza qualsiasi VPN. In Russia le cose sono simili, mentre usare una VPN non autorizzata in Iran vi farà rischiare l’arresto. In Uganda, gli ISP bloccano tutte le VPN, l’Oman bandisce le VPN non autorizzate e Iran, Bielorussia e Turkmenistan bandiscono tutte le VPN senza distinzioni, così come la Corea del Nord.

^ Torna all'inizio

VPN: quali contenuti in streaming posso vedere?

Al di là di garantirvi l'anonimato mentre navigate in internet, i servizi VPN sono anche utili per poter vedere le piattaforme di streaming a cui siete abbonati quando  siete fuori dal vostro Paese.

Questo genere di servizi fanno al caso vostro se siete tra coloro che hanno provato a vedere qualcosa in streaming in viaggio finendo per scontrarsi con un blocco territoriale. Cambiando il vostro indirizzo IP in uno italiano vi permetterà di risolvere il problema. 

^ Torna all'inizio

Servizi VPN:  come li proviamo

Nei nostri test abbiamo valutato le funzioni, il rapporto qualità-prezzo e la trasparenza. Abbiamo tenuto in considerazione il servizio offerto, i piani gratuiti, i periodi di prova e le politiche di rimborso, e abbiamo cercato aziende che tengono al sicuro la vostra privacy e non richiedono troppi dati al momenti dell’iscrizione (indirizzo e-mail, dati della carta di credito per i periodi di prova gratuiti, Bitcoin tra le opzioni di pagamento).

Le pagine ufficiali non vi dicono sempre tutto quello che avete bisogno di sapere, quindi vi consigliamo sempre di leggere l’informativa sulla privacy, i termini e le condizioni per tutti i dettagli. Può essere che l’azienda in questione trattenga più dati di quanto vi aspettate, o per più tempo. Potrebbe condividere le informazioni, oppure potrebbero esserci restrizioni di vario genere (come la maggiore età e l’uso solo personale, per fini non commerciali.)

Le performance delle VPN sono difficili da valutare perchè ci sono molte variabili. Abbiamo impiegato svariate tecniche per farci un’idea precisa sui servizi, e abbiamo usato speedtest.net per misurare la latenza e la velocità in upload e download per connessioni distanti (solitamente, dal Regno Unito alla California), e ripetuto il test immediatamente con la VPN spenta, tenendo traccia degli eventuali cambiamenti.

Subito dopo, abbiamo testato una connessione più corta (generalmente, dal Regno Unito ai Paesi Bassi) per valutare le prestazioni massime. Un secondo benchmark ci ha permesso di confermare i risultati, per poi condurre alcuni test di navigazione generici, come guardare in streaming video in HD, per cercare altri eventuali problemi.

Le VPN vi danno sempre un nuovo indirizzo IP, ma alcuni servizi potrebbero avere DNS che causano la perdita di dati personali. Abbiamo visitato IPLeak.net e altri siti sulla privacy per saperne di più e cercare eventuali problemi.

Per quanto riguarda i client e l’interfaccia, abbiamo cercato servizi che avessero buoni strumenti di selezione per i server (per Paese, regione, server, velocità, con i filtri, un menu per i Preferiti), con molte opzioni di configurazione e client non troppo invadenti quando non necessari.

Infine, abbiamo soppesato tutti questi fattori individuali per arrivare a un punteggio totale. Da qui, abbiamo ridotto la nostra lista fino a ottenere le 10 migliori VPN in circolazione. Tutti i primi 5 software hanno totalizzato 70 punti su 100.

^ Torna all'inizio

Abbiamo testato e recensito VPN nel rispetto della normativa vigente e prettamente per scopi ricreativi, ad esempio:

1. Accedere a servizi di altri Paesi (nel rispetto dei termini e delle condizioni del servizio cui si accede);

2. Proteggere la propria sicurezza e aumentare la propria privacy online;

Non supportiamo in alcun modo utilizzi illegali o fraudolenti dei servizi VPN.

L’utilizzo di VPN per accedere a contenuti pirata non è in nessun modo approvato da Future Publishing.

Adam Marshall
Adam Marshall

Adam is the Content Director of Subscriptions and Services at Future, meaning that he oversees many of the articles TechRadar produces about antivirus software, VPN, TV streaming, broadband and mobile phone contracts - from buying guides and deals news, to industry interest pieces and reviews. Leading and developing a great team, Adam can still be seen dusting his keyboard off to write articles for the likes of TechRadar, T3 and Tom's Guide, having now written about cybersecurity topics for the best part of a decade.