Skip to main content

PS5 vs Xbox Project Scarlett: tutto quello che sappiamo finora

Immagine: TechRadar
(Image credit: TechRadar)

Sì, per noi il gaming è una faccenda molto seria. Entrambe le società hanno fatto le prime mosse nella corsa per essere i prossimi vincitori della guerra tra console, e noi siamo pronti per analizzare al microscopio tutto ciò che si è saputo fin'ora. Siamo sicuri che Xbox Scarlett (indipendentemente dal fatto che venga chiamata Xbox Two o in qualsiasi altro modo) e PlayStation 5 verranno a costare un occhio della testa al lancio. Quindi quale delle due si merita i vostri amati risparmi? Ecco cosa pensiamo al momento.

Si comincia. È l'alba di una nuova console war, i due titani tornano sul ring per un altro round. Chi si scontrerà? Xbox Project Scarlett contro PS5. Microsoft contro Sony.

Alfa e Omega. L'inizio e la fine. 

[C’è da notare che non è stato ancora rivelato molto a riguardo delle due console. Questo articolo vuole soltanto dare un’idea della direzione intrapresa dalle due aziende e, a prima vista, sembrano due strade estremamente simili.]

Xbox Project Scarlett vs PS5: punti chiave

Xbox Project Scarlett vs PS5

Immagine: Sony

  • Cosa sono? Xbox Project Scarlett, o Xbox Two e PS5 sono i nomi che ci aspettiamo per le console di prossima generazione di Microsoft e Sony, destinate a offrire esperienze di gioco più ambiziose e graficamente impressionanti di sempre.
  • Data di uscita per Xbox Project Scarlett e PS5: Sebbene non siano ancora state confermate delle date specifiche, Microsoft ha dato a Xbox Project Scarlett una finestra di lancio per il periodo natalizio del 2020. Sony non ha ancora comunicato una data di uscita per la prossima console, ma ci aspettiamo qualcosa di molto simile.
  • Cosa ci potrete giocare? Finora c'è solo un singolo gioco confermato: Halo Infinite per Xbox Scarlett. L'Xbox sarà completamente retrocompatibile, in attesa che giochi come Cyberpunk 2077 facciano la loro apparizione su entrambe le console.

Xbox Project Scarlett vs PS5: specifiche

Sebbene sia stata Sony a fare la prima mossa, fornendo i primi dettagli concreti sulla sua PS5 ad aprile 2019, la presentazione E3 2019 di Microsoft ha mostrato che entrambe le console sembrano avere componenti interni molto simili. Tuttavia nessuna delle due aziende ha mai rivelato l'aspetto esterno delle proprie console - questa è solo un'anteprima delle specifiche.

PlayStation 5 sarà conterrà una versione personalizzata del chip AMD Ryzen di terza generazione, con 8 core realizzati con la nuova architettura Zen 2 e la grafica Navi. È un sistema che sarà in grado di supportare il ray tracing, una tecnica di illuminazione ad alte prestazioni disponibile fino a poco tempo fa solamente sulle GPU per PC di fascia alta. Sony ha anche dichiarato che la console imporrà un nuovo standard per quanto riguarda l'audio 3D, in particolare per chi utilizza un paio di cuffie mentre gioca.

La PS5 supporterà anche risoluzioni fino a 8K - molto più alte rispetto allo standard 1080p della maggior parte dei televisori, per non parlare del sempre più popolare 4K. Funzionerà anche a frequenze di aggiornamento di 120 Hz, consentendo movimenti estremamente fluidi. Si tratta di specifiche incredibilmente elevate in termini di prestazioni, quindi non ci aspettiamo che tutti i giochi raggiungano questi standard (per non parlare della necessità di un televisore molto costoso che lo supporti), ma è bello vedere a cosa sta puntando Sony.

Forse l'elemento più interessante delle specifiche di Sony è l'utilizzo dell'SSD. L'unità di memoria a stato solido su PlayStation 5 sarà un componente hardware personalizzato e Sony ha già mostrato le sue abilità tecniche con una demo del gioco PS4 Spider-Man. Sull'hardware PS5 il gioco è in grado di riprodurre una New York incredibilmente dettagliata a velocità estremamente elevate senza alcun ritardo nel caricamento della geometria o nello streaming delle texture, una cosa che non sarebbe mai possibile su PS4.

Il progetto Xbox Scarlett, in questa fase, sembra sorprendentemente simile.

Anch'esso utilizzerà componenti personalizzati AMD con la stessa architettura Zen 2 e Navi della PS5, rendendola 4 volte più potente di Xbox One X - la console dall'hardware più potente di questa generazione.

Sarà in grado di eseguire contenuti multimediali (oltre ai giochi) con una risoluzione di 8K, e supporterà anche frequenze di aggiornamento di 120Hz. Anche Xbox Scarlett, così come la PS5, offrirà il ray tracing e avrà un SSD, qui usato anche come RAM virtuale per accorciare i tempi di caricamento fino a 40 volte. La RAM sarà GDDR6, ma non si hanno ancora notizie sulla quantità.

L'Xbox Two sarà anche retrocompatibile con gli accessori hardware di Xbox One, questo significa che non dovrete affrettarvi a comprare nuovi pad e cuffie assieme alla console al momento del lancio. E, se preferite acquistare i vostri giochi in versione fisica invece di quella digitale, è già stato confermato che ci sarà un lettore di dischi.

Vale la pena ricordare che le voci relative al progetto Xbox Scarlett hanno anche menzionato la possibilità di vedere sul mercato non una, ma due console, nome in codice Anaconda e Lockhart. In teoria la prima sarà di fascia alta, probabilmente con le caratteristiche che abbiamo descritto qui sopra, mentre la seconda sarebbe un'opzione economica incentrata sullo streaming. Per ora però, queste rimangono solo voci, dato che Microsoft non ha ancora confermato né smentito l'esistenza di due console next-gen separate.

Xbox Project Scarlett vs PS5: i giochi che ci aspettiamo di vedere

Xbox Project Scarlett vs PS5

Immagine: CD Projekt Red

(Image credit: CD Projekt Red)

E gli altri titoli? Possiamo fare alcune ipotesi. Alcuni dei giochi attuali più ambiziosi stanno per uscire alla fine del ciclo vitale delle console attuali, potrebbero quindi tornare su macchine più recenti in edizioni "rimasterizzate" o "definitive". Lo stile noir-futuristico di Cyberpunk 2077 sembra troppo ambizioso per la generazione attuale, così come Death Stranding, il progetto di Hideo Kojima e Sony per PS4. Allo stesso modo, c'è stato molto silenzio riguardo a Ghost of Tsushima, e non ci sorprenderebbe vederlo riproposto come un titolo di lancio per PS5.

È ancora presto per le console di nuova generazione, ma abbiamo già un'idea del tipo di esperienze che potete aspettarvi di vedere su Xbox Scarlett e PS5. 

Iniziamo con Xbox, visto che Microsoft è stata un po' più generosa con le anticipazioni. Prima di tutto Microsoft ha confermato che Halo Infinite, alias Halo 6, sarà un titolo di lancio per Xbox Project Scarlett. Il franchise Halo è tra i più importanti per Microsoft, una serie FPS dal budget elevato che è stato lasciato con un cliffhanger per 5 anni prima dell'annuncio dell'uscita di Halo Infinite prevista per il "periodo natalizio del 2020".

Forse la cosa più interessante è che Xbox Project Scarlett sarà retrocompatibile con tutte le piattaforme Xbox esistenti. Se avete dei giochi per l'Xbox originale, Xbox 360 e Xbox One, ci sono buone probabilità che funzioneranno anche su Project Scarlett, specialmente la vostra libreria Xbox One. Resta ancora da vedere quanto sarà ampia la libreria delle scorse generazioni, ma Microsoft è stata relativamente generosa con il suo supporto durante la vita di Xbox One.

Anche Sony ha confermato che PS5 sarà retrocompatibile, come minimo con la vostra libreria di giochi PS4. Rimane però da vedere quanto indietro si spingerà il supporto per i giochi della famiglia PlayStation, ha lasciato infatti un po' a desiderare durante la generazione attuale, se non per il servizio streaming a pagamento PlayStation Now.

Il che ci porta a parlare dello streaming di giochi. Con Google che si appresta a competere con Google Stadia, la sua piattaforma di streaming di giochi, Microsoft e Sony hanno stretto una partnership per condividere e collaborare allo sviluppo delle tecnologie di streaming dei giochi per la prossima generazione. Non resta che vedere come andrà a finire. Ma con Sony e il suo PlayStation Now, e Microsoft che sta investendo pesantemente nel suo progetto xCloud, non sorprendetevi se finirete anche voi a giocare in streaming durante la prossima generazione di console.

Xbox Project Scarlett vs PS5: aspettative sui prezzi

Xbox Project Scarlett vs PS5

Immagine: Microsoft

In questo momento parlare del Xbox Project Scarlett o di PS5 è pura speculazione. È semplicemente troppo presto, e ci sono troppi fattori mancanti per poter fare una previsione seria sul prezzo finale. 

Ma quello che possiamo dire con certezza è che le specifiche annunciate non sono a buon mercato. Saranno prodotti di fascia alta al momento di lancio e, di conseguenza, avranno un prezzo altrettanto alto.

Quello che possiamo fare, tuttavia, è guardare indietro ai prezzi di Xbox One e PS4 al momento del loro arrivo sul mercato . Uno dei motivi per cui la PS4 si è dimostrata la console più popolare durante questa generazione è stato il prezzo più vantaggioso di 399,99 dollari . Si trattava di un furto rispetto alla Xbox One che costava 499 dollari, che al momento del lancio doveva tenere conto del costo del poco amato Kinect (che tra l'altro ha avuto una durata relativamente breve). Il Kinect è stato inizialmente pubblicizzato come uno dei componenti distintivi tra le due console, ma si è rivelato impopolare sia tra gli sviluppatori che tra i giocatori, costringendo Microsoft a toglierlo dal bundle nel tentativo di ridurne il prezzo.

Microsoft non deve più commettere errori di questo genere - il suo prezzo di lancio (insieme alla sua strana attenzione per le periferiche a dispetto dei software di gioco), sono stati i fattori chiave dietro le difficoltà avute nel il periodo iniziale, e tutta la generazione attuale è servita a riparare i danni. . Uno dei due colossi finirà inevitabilmente per prevalere sull'altro, ma essendo così simili, questa volta non ci aspettiamo differenze sostanziali.

Previsioni

Immagine: Sony

Immagine: Sony

C'è ancora molto da scoprire su PS5 e Xbox Two, o su Project Scarlett (o come diavolo verrà chiamata la prossima Xbox). Ma in questa fase iniziale, le somiglianze tra le due console sono impressionanti.

L'impiego della tecnologia SSD suggerisce che entrambe le console stanno lavorando con sviluppatori di terze parti. Entrambi i due prodotti spingeranno molto sulla retrocompatibilità con le generazioni passate. E il fatto che condivideranno le tecnologie di streaming è un tipo di collaborazione che una volta sarebbe stata inaudita. Microsoft e Sony hanno chiaramente ascoltato la loro fanbase: agli appassionati non interessa la politica interaziendale, vogliono solo la migliore esperienza di gioco possibile.

Ma c'è ancora molto tribalismo tra i fan, e quindi, come sempre, le esclusive saranno forse più importanti di quanto siano mai state. Con così tanti modi di giocare e l'accesso remoto allo streaming, l'hardware diventa molto meno importante rispetto al tipo di esperienza offerta - specialmente quando le due piattaforme sembrano sempre più simili. Microsoft non ha ancora annunciato un titolo esclusivo per la piattaforma che ospiterà il nuovo capitolo di Halo, ma Sony ha già distrutto la concorrenza durante la generazione PS4 con le sue esclusive. Non aspettatevi niente di meno dalla guerra tra console di prossima generazione.

  • Giochi PS5: tutti i giochi confermati e attesi su PlayStation 5