Skip to main content

Recensione Gears 5

È ancora una serie brillante?

Gears 5 review
(Image: © The Coalition)

Il nostro verdetto

Gears 5 offre ancora scontri a fuoco frenetici e meccaniche di gioco fluide. Sebbene abbiamo apprezzato il tentativo di The Coalition di introdurre elementi open world ed una narrazione più profonda, in alcuni casi queste innovazioni non ci sono sembrate del tutto azzeccate.

Pro

  • Qualità visiva
  • Numerose modalità multiplayer
  • Nuove meccaniche di gioco
  • Nuove mappe da esplorare

Contro

  • Elementi open world
  • Narrazione
Review Information

Dispositivo: Xbox One 

Durata del test: 15 ore

Sono passati quasi 13 anni dall'uscita del primo Gears of War e la serie è cambiata molto; senza voler anticipare troppo possiamo dire che non si tratta più dello sparatutto  frenetico senza un attimo di pausa a cui siamo abituati. Ma non è un problema. 

Il primo Gears of War è uscito nel 2006, ed era il classico sparatutto con cui divertirsi nel tempo libero: caricavamo l'arma, prendevamo la mira e sparavamo, semplice. L’atmosfera con rimandi ai B-movie mista ai film d’azione anni 80’ è ciò che ci ha fatto innamorare della serie e che, in alcuni casi, riesce ancora nel suo intento.

The Coalition ha cercato di fare qualcosa che pochi franchise sono riusciti ad ottenere: modernizzare il gameplay senza perdere gli elementi chiave che hanno reso la serie così amata. Le scelte del team di sviluppo non sempre si sono rivelate vincenti, ma Gears 5 è sicuramente il miglior titolo della serie.

Cambiare marcia

Gears 5 review

(Image credit: The Coalition)

La campagna di Gears 5 riprende dal termine di Gears of War 4. Avete dimenticato la storia? Non preoccupatevi, all'inizio c'è un breve filmato di riepilogo. I giocatori vestiranno i panni di Kait Diaz per la prima volta; la protagonista , in seguito agli eventi di Gears of War 4, sta cercando di venire a patti con la morte di sua madre, svelare le radici contorte del suo albero genealogico e affrontare i propri problemi. 

Nel frattempo, l'umanità è di nuovo in pericolo questa volta la minaccia è costituita dallo Sciame, il successore dell'orda delle Locuste. Cercheremo di evitare quanti più spoiler possibili, ma essenzialmente Gears 5 inizia così: Kait è alla ricerca di risposte e ci sono forti tensioni tra i Gears. Questo è un buon punto di partenza per il nuovo capitolo del franchise e ci fa capire come Gears 5 si prepari ad offrire una trama più profonda e complessa rispetto ai suoi predecessori. 

Abbiamo visto Marcus, JD, Cole e i restanti personaggi crescere e cambiare nel corso degli anni e Gears 5 approfondisce ulteriormente la loro storia; un obiettivo ammirevole, sebbene riuscito solo in parte. Sentiamo un'affinità con Marcus Fenix e i Gears: sono eroi imperfetti che abbiamo visto diventare meno spietati ad ogni nuovo titolo della serie. The Coalition cerca di approfondire le scelte dei personaggi in Gears 5: la politica dietro Gears, le controverse decisioni che alcuni membri hanno preso e il loro impatto sul mondo che li circonda. 

Sembra però che gli sviluppatori non abbiano "scavato abbastanza" nella psiche dei loro personaggi. È anche difficile accettare Kait come nuovo protagonista poiché nei restanti capitoli aveva un ruolo "secondario". Cambiare un IP consolidata come questa non è semplice, lo comprendiamo, tuttavia non possiamo fare a meno di dire che Kait non ci ha convinto. Detto questo, la narrativa non è il punto forte di Gears. Gli sviluppatori non hanno modificato il DNA della serie e ne conoscono i punti di forza: gameplay e multiplayer (a cui arriveremo). 

Sebbene la nuova direzione narrativa della serie non ci abbia totalmente convinto è certamente un buon punto di partenza per i futuri capitoli. La tradizione non è stata abbandonata ma al contrario esaltata: troverete più collezionabili, tra cui monete, poster e libri, oltre a nuove mappe, dagli insediamenti alle strutture di ricerca nascoste alle montagne innevate. Ad oggi, gameplay e mondo di gioco risultano ancora più interessanti della trama e dei personaggi.

"It just feels like the team doesn't go far enough - like it's dipped its toes into the pool but has no intention of swimming"

Un cambiamento da… cambiare 

Gears 5 review

(Image credit: The Coalition)

Con Gears 5, The Coalition ha dovuto necessariamente sperimentare nuove soluzioni. Lo sviluppatore ha acquistato il franchise da Epic Games a partire da Gears of War 4 e non c'era molto che gli sviluppatori volessero/potessero cambiare in un gameplay già straordinario. 

Gears of War 4 è stato ben accolto dai fan storici che, con la loro approvazione, hanno spinto The Coalition ad andare oltre con l’introduzione di elementi open world e decisioni morali. Gears 5 è stato presentato come il "Gears più grande fino ad oggi" per cui non siamo rimasti sorpresi dalla vastità delle mappe. Ora potete contare su una meravigliosa (ma frustrante da controllare) turboslitta o skiff vehicle che consente di esplorare facilmente gli enormi scenari del gioco. 

È un ottima aggiunta e offre ai giocatori un po' di respiro tra le grandi missioni, dando loro un po' di tempo per immergersi nel bellissimo mondo che The Coaliton ha realizzato.Tuttavia, ancora una volta, non sembra abbastanza. Gli elementi del mondo aperto sono proprio questo: elementi. 

Gears 5 offre solo la prospettiva di poter indagare ovunque ed esplorare la mappa a proprio piacimento; spesso troverete delle fastidiose "strade senza via d'uscita" che vi ricorderanno che questo non è un GTA 5, The Elder Scrolls o The Witcher 3. 

Alcune mappe sono davvero open world ma non sono interessanti da esplorare. Per fortuna, The Coalition ha ampliato le tipologie di gameplay con cui completare le missioni. Grazie a queste gradite aggiunte avrete più libertà d’azione; affronterete furtivamente una situazione o vi lancerete sullo Sciame pistole in mano nel classico stile Gears? Sembra un piccolo cambiamento, ma rende i combattimenti molto più interessanti; non avrete più la sensazione di correre e sparare attraverso percorsi di gioco lineari, sebbene si tratti di uno degli aspetti migliori di Gears.

Gameplay 

Gears 5 review

(Image credit: The Coalition)

Anche se Gears 5 non brilla per la narrazione o per i nuovi elementi open world, non si può negare che sia ancora uno degli sparatutto più eleganti sul mercato. 

Nonostante sia rimasto fedele alle sue radici da sparatutto frenetico, Gears è diventato sempre più interessante ad ogni nuovo titolo e Gears 5 è il più raffinato della serie. Quando si tratta di sparare, ricaricare, cambiare riparo/arma, il gameplay è più fluido che mai. 

È davvero divertente annientare le orde di mostri, schivare ed eliminare qualunque nemico sia così folle da frapporsi fra voi e il vostro fucile. Il gameplay frenetico che reso celebre la serie è ancora presente, ed è uno spettacolo per gli occhi. 

Ogni scontro a fuoco ci ricorda quanto sia eccitante Gears quando si vuole semplicemente spegnere il cervello e far strage di nemici. Un'altra novità sta nella possibilità di aggiornare il nostro nuovo compagno robot, Jack. Nelle mappe potrete raccogliere delle componenti che vi consentiranno di potenziare la salute, lo zapper, il nucleo e la furtività di Jack, aumentando le vostre opzioni in termini di gameplay.

Multiplayer 

Gears 5 recensione

(Image credit: The Coalition/Microsoft)

I titoli Gears hanno sempre eccelso nel multiplayer, soprattutto con le modalità cooperative studiate per essere social e consentire di passare dei bei momenti con i propri amici. Gears 5 non è diverso - e semmai, le sue modalità multiplayer sono di gran lunga migliori di quelle che la serie ha offerto fino ad oggi. 

Prima della sua uscita, The Coalition aveva promesso il più grande Gears di sempre, con più opzioni cooperative e PVP di quante possiate immaginare e, a quanto pare, ha mantenuto la parola data. Le modalità multiplayer di Gears 5 sono tre: Orda, Fuga o Versus. 

Nella modalità Orda combatterete con altri giocatori per respingere 50 ondate di nemici controllati dall'IA con un livello di difficoltà crescente. Nel corso del gioco, dovrete accumulare potere per costruire difese e ottenere armi migliori. È una modalità laboriosa ma divertente, come da tradizione. 

La nuova modalità Fuga, vi catapulterà in un laboratorio dove dovrete cooperare con altri due giocatori (cooperativa online o locale) per farvi strada fra i nemici il più velocemente possibile, prima che il gas velenoso vi raggiunga. La modalità Fuga è adatta per coloro che non hanno tempo per completare un match in modalità Orda, anche se a volte rischia di diventare noiosa a causa della mancanza di mappe e personaggi. 

Infine potete scegliere la modalità Versus, che di per sé ha molte opzioni che includono un mix di partite arcade classiche e nuove sfide come King of the Hill, Dodgeball, Deathmatch, Warzone e molto altro ancora. Non solo, The Coalition ha già dichiarato che seguiranno nuove modalità con i futuri aggiornamenti. Queste partite rapide sono perfette per coloro che amano le modalità multiplayer classiche di Gears (o la maggior parte degli FPS) con qualche novità e meccaniche frenetiche. 

Anche se al momento sono disponibili poche mappe, come abbiamo già sottolineato, le partite rimangono comunque più che godibili. I tempi di caricamento vanno abbreviati, ma  le modalità multiplayer di Gears 5 sono davvero fantastiche.

Gears 5 review

(Image credit: The Coalition)

Conclusioni

Gears 5 review

(Image credit: The Coalition)

Gears 5 è il miglior titolo della serie e consolida la posizione di Gears of War come miglior sparatutto sul mercato, a nostro avviso. È difficile trovare un titolo con meccaniche più eleganti, così tante modalità multiplayer, scontri a fuoco adrenalinici e una campagna affascinante dall'inizio alla fine. 

Tuttavia la narrativa non è ancora immersiva e gli elementi open world possono essere frustranti. Speriamo che The Coalition possa rifarsi col prossimo capitolo, perchè le basi ci sono. Allo stesso tempo, coloro che conoscono e apprezzano la serie Gears saranno più che soddisfatti dell'ultimo capitolo.