Skip to main content

Recensione Cyberpunk 2077

Ritorno al futuro

Cyberpunk 2077
(Image: © CD Projekt Red)

Il nostro verdetto

Cyberpunk 2077 è un gioco di ruolo ambizioso e interessante che evoca confortanti paragoni con titoli del calibro di di Fallout 4 e Deus Ex: Mankind Divided. La nuova IP di CD Projekt RED vanta una grafica eccezionale, un gameplay avvincente e missioni coinvolgenti; purtroppo, il titolo presenta sgradevoli bug e alcune meccaniche non sono state sviluppate al meglio.

Pro

  • Missioni fantastiche
  • Notevole realismo con ray-tracing
  • Gameplay superbo

Contro

  • Alcune meccaniche sono da rivedere
  • Bug sgradevoli
  • La trama non convince del tutto
Informazioni test

Tempo giocato: 45 ore
Piattaforma: PC

 Cyberpunk 2077 è stato uno dei titoli più attesi degli ultimi tre anni ed è finalmente disponibile. CD Projekt Red ha prodotto un altro gioco di ruolo AAA, che potrebbe “rubarvi” centinaia di ore nel corso dei prossimi mesi. È un titolo che consigliamo, ma dovrete sopportare alcuni bug e una trama non coinvolgente quanto quella di The Witcher 3. 

Disponibilità e prezzo

  • Che cos'è? Il nuovo capolavoro di CD Projekt Red 
  • Data di uscita 10 dicembre 2020 
  • Piattaforme compatibili. PS4 / PC / Xbox One / Stadia (in arrivo su PS5 e Xbox Series X | S nel 2021) 
  • Prezzo. L'edizione standard costa 70 euro (listino) 

 Cyberpunk 2077 

Cyberpunk 2077

(Image credit: CD Projekt Red)
  •  Mission design eccezionale
  •  Gameplay immersivo e vario 
  •  Esplorazione gratificante ed eccellente rigiocabilità 

In Cyberpunk 2077, interpreterete V, un mercenario chiacchierone che farà di tutto per diventare una leggenda vivente a Night City. Sfortunatamente, questo significa anche seguire lo spettro digitale di Johnny Silverhand (Keanu Reeves), un terrorista rockstar che sta lentamente prendendo il sopravvento sulla sua mente. Quando comincerete a giocare, resterete scioccati dall’enorme mappa di gioco. Abbiamo trascorso 45 ore esaminando attentamente la maggior parte dei suoi contenuti e sperimentando tre dei suoi finali, e la nostra schermata della mappa presenta ancora zone nascoste. Un altro aspetto che abbiamo amato il mission design, campo in cui CD Projekt Red è il migliore del settore.

In Cyberpunk 2077, anche il più inoffensivo degli incontri ha una storia alle spalle e ciò induce il giocatore a esplorare e a vivere appieno Night City. Nel corso delle missioni, non saprete mai chi o cosa incontrerete: un appuntamento con un messia criminale o un esorcismo cerebrale nel mercato nero? Anche le turbolente missioni di corsa sono molto divertenti, davvero le opportunità sono infinite.

Finirete col ripetere alcune missioni solo per comprendere la giusta sequenza degli eventi che avete appena sperimentato. Vi scervellerete anche per comprendere quale sia la migliore risposta di dialogo da selezionare in una missione secondaria e non rilevante ai fini della trama, solo per il gusto di farlo.

Proprio come in The Witcher 3, sarete ossessionati nello scoprire ogni dettaglio dei personaggi e del mondo di gioco; lo sviluppatore polacco è in grado di rendere interessanti anche gli aspetti più banali dei titoli open world. Continuavamo a pensare che avremmo proseguito con le missioni principali per completare il gioco più velocemente, ma ogni volta che ne finivamo una, morivamo dalla curiosità di scoprire nuovi dettagli attraverso le superbe missioni secondarie… e ci cascavamo.

Neuromante violento

Cyberpunk 2077

(Image credit: CD Projekt Red)
  •  Un gioco di ruolo straordinariamente profondo 
  •  Le meccaniche di hacking sono le più divertenti che abbiamo mai sperimentato 
  •  Le affascinanti indagini su Braindance interrompono il combattimento 

Le meccaniche da gioco di ruolo ci hanno colpito: è possibile personalizzare ogni aspetto del protagonista incluse le origini. V è una mente tecnica dalla parlantina fluida che può violare le difese del suo avversario da lontano e contaminarlo con il codice, causando contagio e psicosi informatica, costringendo i soggetti manipolati al suicidio forzato.

Le meccaniche di hacking fanno “vergognare” Watch Dogs, e consentono di controllare quasi ogni aspetto di un ambiente di gioco che rivaleggia con i classici del settore come Deus Ex. Se l’hacking fallisse, potrete fare affidamento sui potenziamenti cibernetici, come le incisioni dermiche che consentono di impugnare armi high-tech o di usare le Mantis Blades, delle lame nascoste negli avambracci.

Quando il ritmo rallenta, Cyberpunk 2077 si trasforma in un perfetto clone di Batman e vi costringerà a usare le vostre doti di detective per proseguire la missione. Gli enigmi di Braindance consentono di scoprire i dettagli della trama permettendovi di vivere i ricordi altrui; potrete così controllare alcuni NPC sospetti in stile Fallout 3.

Sul mercato, non ci sono molti giochi di ruolo/FPS con queste caratteristiche, per cui abbiamo apprezzato questa soluzione; purtroppo, tutto ciò non significa che il titolo sia privo di difetti.

Gameplay

Cyberpunk 2077

(Image credit: CD Projekt Red)
  • Il combattimento è vario e divertente, ma non innovativo 
  • Alcune meccaniche sembrano incomplete, come il combattimento corpo a corpo e i consumabili 
  • I glitch si presentano nei momenti meno opportuni 

Il combattimento corpo a corpo di Cyberpunk 2077 è molto simile a quello di Fallout 4, anche se più dinamico; in tal senso, non c’è nulla di innovativo (se escludiamo i cyberware, gli innesti high-tech), ma è comunque soddisfacente. Il combattimento ravvicinato non è il punto di forza del titolo, quindi è un peccato che ci sia un intero ramo di missioni basato su di esso. Discorso simile anche per i consumabili: per quasi 50 ore, non abbiamo mai nemmeno considerato la necessità di consumare cibi o bevande, nonostante riempiano facilmente l’inventario. Il sistema "Wanted" (simile a quello di GTA) non ha alcuno scopo, se non quello di infastidirvi quando per sbaglio investite un civile (il che è probabile, date le strade strette e lo sterzo irregolare dei veicoli).

E sì, sfortunatamente ci sono alcuni problemi con cui fare i conti: dalle missioni che non possiamo completare alle icone che non spariscono. Alcune scene memorabili sono state rovinate da animazioni scomposte o dialoghi e texture mancanti. La buona notizia: è in arrivo una patch che dovrebbe eliminare tali bug. La cattiva notizia: considerata la profondità del titolo, riteniamo che una patch non sarà sufficiente.

Le missioni principali sono la spina dorsale di Cyberpunk 2077: introducono personaggi fantastici e permettono di farsi un’idea su Night City, oltre che incoraggiare gli utenti a esplorare l’enorme metropoli. Sia chiaro, il titolo non è così ricco e romanzesco come The Witcher 3, tuttavia è un divertente blockbuster con colpi di scena mozzafiato.

 Punk di plastica 

Cyberpunk 2077

(Image credit: CD Projekt Red)
  •  Johnny Silverhand è ben interpretato, ma nel complesso non convince 
  •  I temi del gioco sembrano contrastanti e confusi 
  •  Grafica e audio sono eccezionali  

Il personaggio di supporto del protagonista si chiama Johnny Silverhand; è l'odioso compagno di V e il suo modello in-game assomiglia a Keanu Reeves. La descrizione più semplice del personaggio è: “è una di quelle persone che negano la morte della musica rock ed esiste solo per tormentare il musicista con dialoghi eclettici, il tutto in mezzo a un arco di redenzione poco convincente”. La performance di Reeves è molto divertente da guardare, ma la scrittura non ci ha colpito. È un peccato, ma ci sono molti altri personaggi secondari interessanti con una narrativa migliore, che scoprirete nel corso dell’avventura.

Quanto ai temi secondari, Cyberpunk 2077 abbonda di paradossi. Si presenta come un’opera satirica dalla vena anticapitalista, ma allo stesso tempo è uno tra i beni di consumo del 2020 - realizzato in condizioni discutibili. Ne nasce un’opera cyberpunt aziendalistica, che fa l’occhiolino alla moda degli anni ‘80, all’ipersessualizzazione, con alcune uscita filosofeggianti che sembrano un po’ fuori posto. È sorprendente notare quanto forte sia il legame con il vecchio gioco di ruolo, nonostante l’ambientazione sia 50 anni dopo. 

Il modo in cui tratta i personaggi femminili è deludente, nel migliore dei casi, è c’è politica ovunque. Cyberpunk cerca di affrontare temi sensibili ma finisce in territori che forse era meglio evitare, e le sue conclusioni spesso sono sbilanciate, forse per via dell’approccio estremo di tutto il gioco. Molte delle immagini sembrano, in effetti, progettate più per scioccare il giocatore che per stimolarlo a riflettere, e a farne le spese in genere sono i più deboli. È molto difficile credere all’anima punk di un gioco che sfrutta i moderni influencers per promuoversi … 

Il nostro test è stato effettuato su PC (RTX 2080), e non abbiamo idea di come sarà riprodotto su console; abbiamo eseguito qualche test con il ray tracing, e come potete immaginare il frame rate è diminuito molto, specie nelle zone più trafficate. Il comparto audio è fantastico: i sound designer e i compositori meritano la lode per le musiche techno martellanti e per i facsimile dei Nine Inch Nails che riecheggiano per gli edifici abbandonati, nonché per la musica di sottofondo dei pub. Il suono delle armi da fuoco è altrettanto incisivo e appagante.

Conclusioni

Cyberpunk 2077

(Image credit: CD Projekt Red)

Giocheremo ancora a Cyberpunk 2077, anche se gli abbiamo dedicato quasi 50 ore durante i test; la qualità del titolo e la rigiocabilità sono innegabili e lo rendono il primo capolavoro next-gen.

Detto ciò, ci sono meccaniche non sviluppate al meglio, glitch e alcuni errori narrativi che impediscono al titolo di raggiungere i picchi di The Witcher 3 (auspichiamo che le patch risolvano tali problemi). Nel complesso, Cyberpunk 2077 rimane un titolo imperdibile per gli amanti dei giochi d’avventura, e con le nuove console (PS5 e Xbox Series X) o le GPU di ultima generazione (RTX 3080 e 3090) vivrete un’esperienza tecnica favolosa.