Skip to main content

Recensione Google Stadia

Google Stadia potrebbe diventare la migliore piattaforma per lo streaming di videogiochi

Google Stadia
(Image: © Google)

Il nostro verdetto

Se disponete di una connessione Internet da 100 Mbps, Google Stadia funzionerà meravigliosamente ed è il servizio di streaming che abbiamo atteso a lungo. Detto questo, se avete una connessione più lenta o siete legati a un piano dati limitato, Stadia continuerà a funzionare, ma non sarà proprio l'esperienza a latenza zero promessa da Google.

Pro

  • Prestazioni sorprendentemente buone
  • 4K HDR per abbonati Pro
  • Transizioni da cellulare a PC

Contro

  • Catalogo di giochi limitato
  • Confusione sull’abbonamento Pro
  • Funzionalità mancanti al lancio

Introduzione

Google Stadia è la prima offerta a lungo termine del cloud gaming. Dopo aver trascorso anni ad acquistare nuove console, i giocatori potrebbero finalmente abbonarsi e abbandonare questi dispositivi.

Stadia dà accesso a una libreria di giochi digitali in crescita, che funziona ovunque. Per quanto ambizioso, l'abbiamo testata a casa nostra e possiamo affermare con fermezza che si tratta di una vera alternativa alla console e, nel tempo, di un potenziale killer.

Oltre a offrire prestazioni sorprendentemente piacevoli con una latenza minima o nulla sulla nostra rete domestica, il servizio offre streaming anche su telefoni e tablet, nonché a casa su PC e Chromecast. Inoltre, Stadia permette lo streaming live su YouTube e, acquistando una Premiere Edition, otterrete un controller Wi-Fi ergonomico che riduce ulteriormente la latenza dell’input.

Quindi, come si confronta con  concorrenti come PlayStation Now e Geforce Now? Bene, abbiamo scoperto che Stadia ha superato significativamente PlayStation Now in termini di stabilità; non abbiamo mai sperimentato una disconnessione nell'intera settimana di test e sebbene Geforce Now prometta una libreria più grande, Stadia supporta già lo streaming 4K HDR.

Quindi, ciò significa che Stadia è il servizio di streaming perfetto? Beh, non proprio.

Come qualsiasi altro servizio di streaming, la vostra esperienza dipenderà dalla vicinanza ai server di Google e dalla velocità della vostra connessione. A differenza delle console che, in termini approssimativi, funzionano esattamente allo stesso modo da una posizione all'altra, non c'è alcuna garanzia con lo streaming dei giochi.

Ci sono una serie di problemi minori che affliggono il servizio, e che verranno risolti in tempo - come il modo in cui Stadia gestisce gli abbonamenti Pro e la sua selezione limitata di giochi - e alcuni importanti come il fatto che un certo numero di funzionalità come Google Assistant e l'integrazione di YouTube Gaming attualmente non funzionano. 

Ma se Google eliminasse la confusione sull’abbonamento Pro, espandesse la libreria di giochi di Stadia e attivasse tutte le funzionalità che ha promesso, potrebbe diventare la piattaforma di streaming numero uno.

Dopo aver trascorso una settimana con Stadia abbiamo compreso a pieno l'ambiziosa piattaforma di di Google ma, tutto sommato, anche se avete la larghezza di banda necessaria e la possibilità di pagare l’abbonamento, vi consigliamo di acquistare la Premiere Edition o aspettare la prova gratuita nel 2020, per un test chiarificatore.

Disponibilità e prezzo

Google Stadia è disponibile per le persone che hanno ordinato una Founders Edition o Premiere Edition, dal 19 novembre. Sia la Founders Edition che la Premiere Edition costano 130 euro, ma la prima è andata esaurita mesi fa ed è stata sostituita dalla seconda.

Ci sono differenze minime in termini di pacchetti: la Founders Edition viene fornita con un controller Stadia blu , mentre la Premiere Edition ne ha uno bianco; la Founders Edition inoltre include  una prova gratuita di 30 giorni per un amico.ntrambe le versioni includono un controller, una Chromecast Ultra e un abbonamento di tre mesi a Stadia Pro. Il controller venduto sfuso costa 70 euro.

Al termine dell'abbonamento di tre mesi, pagherete € 9,99 per l'abbonamento Stadia Pro, che verrà automaticamente scalato dalla carta che registrerete su Google. (E sì, sfortunatamente Google Stadia richiede una carta di credito al momento dell'iscrizione, quindi tenetelo a mente.)

Google Stadia

(Image credit: Google)

Google Stadia: che cos'è?  

Google Stadia è sia il nome di un nuovo servizio di streaming di giochi di Google sia il nome del negozio da cui acquisterete i giochi. Gli acquisti resteranno vostri (nell’account Stadia), , ma probabilmente dovrete pagare il prezzo intero per tutti i giochi dello store Stadia.

Ciò che Stadia promette (e principalmente offre) è un'esperienza di streaming di gioco che richiede solo le attrezzature più basilari: una Chromecast Ultra o il telefono o il laptop, oltre a un controller a scelta tra: il controller Stadia di Google, il controller Xbox One o il gamepad DualShock4 di PS4.

Infine, ma non meno importante, avete bisogno di una connessione a Internet: Google Stadia funziona su connessioni almeno a 10 Mbps, e richiede solo 35 Mbps per il 4K full HDR/60fps, secondo quanto dichiarato.

A un certo punto non avrete più bisogno di Stadia Pro per giocare: nel 2020, potrete acquistare giochi su Stadia e giocarli su qualsiasi dispositivo supportato senza abbonamento.

Al momento però è necessarioStadia Pro, un abbonamento mensile che  consente di giocare con qualità HDR 4K, ottenere uno o due giochi gratuiti e uno sconto per l’acquisto di alcuni giochi. Ma, soprattutto, Stadia Pro non è Netflix, non è un buffet di giochi a volontà.

Google Stadia

(Image credit: TechRadar)

Quali dispositivi supporta? 

Il servizio di registrazione e streaming è attivato tramite l'app Google Stadia su Android e iOS. Una volta effettuato l'accesso, potrete trasmettere un gioco dall'app alla Chromecast Ultra o andare su Stadia.com per avviare lo streaming da PC.

La terza opzione è più complicata: dovrete collegare un controller Stadia a un telefono Google Pixel 3, Google Pixel 3a o Google Pixel 4 e giocare direttamente sul telefono. Su qualsiasi altro telefono l'app richiederà la connessione a Chromecast Ultra.

Ci sono pro e contro in tutti e tre i modi per accedere al servizio di streaming che tratteremo nella sezione delle prestazioni, di seguito, ma Google ha fatto un lavoro fenomenale nel far accoppiare il controller con tutti e tre i punti di accesso, permettendovi di saltare tra loro. (Ma, per quanto ne sappiamo, non è possibile accedere e trasmettere in streaming su due dispositivi contemporaneamente, quindi probabilmente non dovreste distribuire le informazioni del vostro account Stadia.)

Google Stadia

(Image credit: Google / TechRadar)

Contenuti disponibili nella versione definitiva 

Stadia Launch Games

Assassin's Creed Odyssey
Destiny 2: The Collection **
Gylt
Just Dance 2020
Kine
Mortal Kombat 11
Rise of the Tomb Raider
Red Dead Redemption 2
Samurai Shodown **
Shadow of the Tomb Raider
Thumper
Tomb Raider 2013
Attack on Titan: Final Battle 2 *
Farming Simulator 2019 *
Final Fantasy XV *
Football Manager 2020 *
Grid 2019 *
Metro Exodus *
NBA 2K20 *
Rage 2 *
Trials Raging *
Wolfenstein: Youngblood *
* = Aggiunto il giorno prima del lancio
** = Giochi gratuiti con Stadia Pro 

Stadia è un po’ un miscuglio quando si tratta di catalogo. Ci sono alcuni titoli AAA, come Red Dead Redemption 2 e Mortal Kombat 11, oltre ad alcuni giochi meno conosciuti come Just Dance 2020.

Stadia ha finora una sola esclusiva nella sua collezione, il primo gioco horror per bambini chiamato GYLT, e in futuro il servizio ospiterà alcuni titoli molto attesi come Watch Dogs Legion, Baldur’s Gate 3, Marvel’s Avengers e Cyberpunk 2077.

Inizialmente Google Stadia avrebbe dovuto essere rilasciato con 12 giochi (vedi: elenco a destra) ma, un giorno prima del debutto, quel numero è quasi raddoppiato a 22.

Ora, quell'aggiunta dell'ultimo minuto di 10 giochi dimostra “l’influenza e le capacità” di Google. È una mossa audace che ci mostra che il servizio può aggiornarsi regolarmente con nuovi titoli.

È fantastico che Google abbia il potere e il budget per rilasciare un sacco di nuovi giochi come Microsoft con Xbox Game Pass, ma il problema, qui, è che i contenuti saranno sempre limitati rispetto ad altri servizi come Steam.

Per farla breve? Il team di Stadia può facilmente ampliare la propria offerta, ma il servizio sarà sempre limitato da ciò che Google metterà a disposizione. 

Design e interfaccia 

Il design e l'interfaccia di Stadia sono semplici da usare. Sia su dispositivo mobile che desktop, la schermata iniziale è composta dalla vostra libreria mentre in alto troverete l’ultimo titolo giocato.

Sul desktop potrete trovare amici e aggiungerli al party, oltre ad accedere alla raccolta di screenshot con le foto che avete scattato. Il layout mobile ha una schermata iniziale simile, ma ha anche schede per lo Stadia Store e un feed con video, notizie e post sul blog del team Stadia.

Qui non c'è molta profondità rispetto, ad esempio, all'interfaccia poliedrica di Xbox One o all'app complessa ma curata dello Steam Store. Sembra che Google non abbia, volutamente, complicato il proprio servizio di intrattenimento ma potrà modificarlo all’aumentare dei contenuti.

Google Stadia Controller

(Image credit: Google)

Il controller 

Effettueremo una recensione separata sul controller, ma ne parleremo ugualmente, poiché è l'unico modo con cui poter giocare sia su dispositivo mobile che su Chromecast.

Il controller sembra un gamepad Xbox One standard in termini di peso e feedback. Le levette allineate, invece ricordano, il DualShock 4 della PS4, ma sono ruvide come quelle del pad dell’Xbox One.

I pulsanti frontali sono scattanti e reattivi; troviamo un set di quattro pulsanti con lettere come sul pad della One e quattro pulsanti centrali per: menu (start), opzioni (seleziona) , Google Assistant e il pulsante Acquisisci che salva gli screenshot sul vostro account e, un giorno, si collegherà a YouTube Gaming. Ultimo ma non meno importante, il pulsante Stadia che accende e spegne il controller.

Sotto il pulsante Stadia è presente un jack da 3,5 mm per un paio di cuffie, mentre sul retro troverai una porta USB-C per accoppiamento e alimentazione, oltre a un paio di grilletti e dorsali.

I dorsali  offrono un bel clic quando premuti, ma i trigger sono piuttosto molli e non offrono alcun tipo di feedback tattile. Questa notizia sarà sgradita alle persone che giocano a titoli di corse o di tiro poiché la corsa della leva migliora parecchio il gameplay in questi generi.

Sebbene il controller Stadia venga fornito con la Premiere e la Founders Edition di Google Stadia e dovrete usarlo per forza nei prossimi mesi, Google ha affermato che supporterà i gamepad Xbox One e DualShock 4 ma non ci ha fornito una data ufficiale in merito.

Specifiche 

A proposito di cose che un giorno saranno disponibili: quando potremo usare Google Assistant o lo streaming diretto su YouTube tramite YouTube Gaming?

Google, purtroppo, non ci ha fornito una tempistica per il supporto di Google Assistant e sembra probabile che sarà una delle ultime feature ad essere aggiunte al servizio. Lo streaming diretto su YouTube, prevediamo, verrà avviato molto prima poiché vedere gli streamer su Stadia probabilmente incoraggerà i giocatori a iscriversi al servizio.

L'altra caratteristica mancante, che la gente potrebbe ricordare dall'annuncio di Stadia era la funzione crossover YouTube-Stadia, che consente di vedere un gioco su YouTube, fare clic su un link ed avviare il gioco su Stadia; è ancora in fase di sviluppo, e, sicuramente, serviranno mesi per la sua implementazione.Al momento Stadia offre sono l'acquisizione dello schermo, una funzione utile nell'era dei social media, e l’elenco di amici utile per organizzare un party. C'è anche il cross-save nel caso di Destiny, ma non ancora il crossplay.Probabilmente le due caratteristiche più richieste sono il supporto per i controller, che è ottimo, e il crossplay diretto tra le piattaforme. Quest'ultimo ha funzionato sorprendentemente bene e sebbene non siamo riusciti a riprendere esattamente da dove eravamo rimasti nella maggior parte dei giochi, eravamo solo un minuto o due o, in un caso, un minuto avanti rispetto a dove eravamo.

Red Dead Redemption

(Image credit: Rockstar)

Prestazioni

Quindi, come va Stadia nel mondo reale? È una domanda di cui volevamo la risposta dai tempi dell’annuncio, e ora finalmente abbiamo una risposta: è fantastico.

Nei nostri test, abbiamo provato Stadia su tre diversi dispositivi: sul PC col browser, con Chromecast Ultra e sul telefono Google Pixel. Abbiamo usato tre tipi di giochi molto diversi.

Prestazioni (su una connessione cablata a 150 Mbps in una finestra del browser)

Su una connessione cablata a 150 Mbps, Stadia è incredibile: è come giocare a un gioco memorizzato localmente sul PC. In questo test abbiamo giocato le prime ore dell'esclusivo GYLT di Stadia in un normale browser Chrome e non abbiamo notato un solo calo di frame nè artefatti di alcun tipo durante l'intera sessione, durata un'ora. Certo, c'è stato un breve periodo di caricamento quando il gioco è stato avviato per la prima volta, ma dopo non ha avuto soluzioni di continuità.

Questa è la connessione ideale per giocare su Stadia, in particolare nei titoli frenetici (sparatutto e giochi di combattimento, come leggerete tra un secondo).

Prestazioni (su una connessione Wi-Fi a 50 Mbps con Chromecast Ultra)

Con la connessione a doppia banda da 5GHz, Stadia se l’è cavata bene con solo piccoli problemi d'audio, che compromettono prestazioni altrimenti impeccabili.

Per questo test, abbiamo provato Destiny 2, su una TV 4K HDR, trasmesso dall'app Stadia sul nostro telefono al Chromecast Ultra in salotto.

Nonostante i nostri dubbi, Destiny 2 ha funzionato in 4K/60fps senza problemi su una connessione wireless a 50 Mbps senza ritardi o artefatti evidenti, anche in scontri a fuoco particolarmente intensi.

Ancora una volta, c'è stato un piccolo ritardo durante il caricamento iniziale, e ne abbiamo notato un altro  di mezzo secondo tra un'azione sullo schermo (come sparare con una pistola) all'effetto sonoro effettivamente riprodotto sulla TV, ma non ha avuto alcun impatto sul gameplay.

Prestazioni (su una connessione Wi-Fi da 15 Mbps con Pixel 3a XL)

Per il nostro ultimo test, abbiamo provato Stadia su una nuova rete Wi-Fi che, secondo un test di velocità Ookla, andava al massimo a 15 Mbps. Con questo test ci aspettavamo che Stadia fosse ingiocabile. Per fortuna ci siamo sbagliati.Usando un Pixel 3a XL, fornito da Google per la nostra recensione, abbiamo messo alla prova il servizio di streaming utilizzando le specifiche minime per vedere come si sarebbe comportato con un gioco sensibile al ritardo come Mortal Kombat 11 e sebbene ci fossero rallentamenti anche di un secondo, il più delle volte questi non hanno rovinato l’esperienza di gioco.

Che cosa implica una velocità ridotta? Quello che noterete subito è che Stadia abbasserà la risoluzione da HD a sub-HD e, se ciò non risolve il problema, il gioco stesso rallenterà per poi eseguire tutti i comandi in una volta. È esattamente quello che abbiamo visto accadere su servizi come PlayStation Now, nulla di nuovo.Il lato positivo è che un rallentamento come questo, sebbene fastidioso e potenzialmente distruttivo in qualsiasi tipo di scontro 1v1, in realtà non è stato terribile al punto da farci smettere come avvenuto in passato con altri servizi. A seguito del calo, di solito, passano diversi minuti prima che se ne verifichino altri.

Pagate l’abbonamento se… 

Siete giocatori con una connessione da 100 Mbps (o superiore)

Stadia è un servizio di streaming, ovviamente, e quindi dipende in gran parte da fattori come la velocità della connessione Internet e dalla distanza dai server di Google. Per farla breve, i giocatori che vivono in una buona posizione e pagano già una connessione internet di qualità superiore apprezzeranno le prestazioni del servizio.

Siete stanchi di download, aggiornamenti e hardware costoso

Sia che giochiate su PC o console, oramai bisogna effettuare download enormi che richiedono minuti (o ore) per essere completati. Poiché i giochi sono completamente aggiornati sui server di Stadia, non vedrete mai più una schermata di download. Lo stesso si può dire per l'hardware di gioco: Stadia non richiede nulla all’infuori del Chromecast Ultra o del classico PC casalingo.

Non compratelo se… 

Siete giocatori ultra-competitivi alla ricerca di una nuova piattaforma

Ovviamente chiunque abbia una connessione Internet lenta si stancherà di Stadia, ma i giocatori molto competitivi che hanno bisogno della latenza minima potrebbero non apprezzarlo. Stadia è incredibilmente veloce con connessioni a 100+ Mbps, ma non sarà mai all’altezza del gaming in loco.

Usate solo iOS o giocate in ufficio

Stranamente Stadia ha altri limiti oltre alla velocità della connessione Internet. Come accennato in precedenza, i dispositivi iOS possono solo trasmettere giochi al Chromecast Ultra, non possono visualizzarli. Un altro problema è che Stadia non funziona bene sulle connessioni d'ufficio, e no, non sappiamo perchè.