Skip to main content

PS5, gli sviluppatori spiegano come DualSense cambierà il modo di giocare

Spider-Man Miles Morales
(Image credit: Insomniac Games)

In che modo il feedback aptico e i grilletti adattivi del controller PS5 cambieranno il modo di giocare?

La risposta arriva da alcuni sviluppatori attualmente al lavoro su titoli next-gen che, attraverso il PlayStation Blog, hanno spiegato in che modo la tecnologia del DualSense verrà tradotta in un nuove soluzioni di gameplay. Il risultato sembra essere davvero molto promettente.

Il direttore creativo di Spider-Man: Miles Morales Brian Horton ha descritto come il DualSense permetterà ai giocatori di percepire la direzione dalla quale stanno per arrivare gli attacchi dei nemici «facendo in modo che il feedback aptico corrisponda alla direzione corretta sul DualSense». Horton ha inoltre commentato su come altre abilità del protagonista, come quelle stealth o il pugno venom, possano poi essere percepite sul DualSense.

«La grande precisione del sistema aptico del controller wireless DualSense ci permettere di rendere il feedback più tridimensionale - ha aggiunto Horton - Ad esempio, se si tiene premuto il tasto quadrato per caricare un pugno venom, si potrà avvertire la bioelettricità di Spider-Man crepitare sul lato sinistro del controller, per poi raggiungere il culmine sul lato destro con l’impatto del colpo».

Gavin Moore, direttore creativo di SIE Japan Studio, ha fornito invece alcuni esempi di come questa tecnologia funzionerà sul remake di Demon Souls. «Con il DualSense e la potenza delle funzioni aptiche, possiamo rendere il combattimento in Demon’s Souls, ancora più crudo, spietato e letale. Si potrà sentire ogni colpo andato a segno e il casting degli incantesimi». Il feedback aptico permetterà inoltre di percepire se un attacco «è andato a segno e se una parata tempestiva è andata a buon fine». Secondo Moore, anche una semplice gesto come azionare una leva diventerà «un’esperienza sensoriale», qualcosa che era impossibile da proporre con il DualShock 4.

Grilletti facili, ma non troppo

Non è solo nelle fasi di esplorazione che il DualSense potrà dare il meglio di sé. Ad esempio, titoli come gli sparatutto non solo sfrutteranno il feedback aptico ma anche i grilletti adattivi.  Il game director di Guerrilla, Mathijs de Jonge, ha parlato di come queste funzionalità saranno implementate in Horizon Forbidden West spiegando che «i grilletti adattivi del DualSense contribuiranno a rendere le armi molto più originali e gratificanti da usare».

Intanto, il game director di Ghostwire: Tokyo, Kenji Kimura sottolinea come il DualSense verrà sfruttato per «ricreare una sensazione di contraccolpo delle armi quando si spara». Lo sviluppatore ha poi aggiunto: «Inoltre, stiamo cercando modi per sfruttare i grilletti adattivi per esprimere una sensazione di energia costante, una sorta di equilibrio di forze, e magari per azioni come ricaricare, caricare e trasmettere una sensazione di accumulo di potenza o energia per determinati oggetti».

Il game director di Deathloop Dinga Bakaba è intervenuto sullo stesso aspetto: «Poiché Deathloop è uno sparatutto in prima persona, abbiamo adottato diverse soluzioni per fare in modo che ogni arma offra al giocatore una sensazione diversa. Ad esempio, una delle caratteristiche che mi piace di più è che i grilletti si bloccano quando l’arma si inceppa, per offrire un feedback immediato ancora prima dell’animazione, in modo da far capire istantaneamente e a livello fisico al giocatore che deve sistemare la sua arma».

Questo in particola sembra essere un uso particolarmente innovativo delle potenzialità del DualSense.

Infine, giochi come Gran Turismo 7 potranno beneficiare della nuova tecnologia, soprattutto nel sistema frenante antibloccaggio (ABS) in fase di frenata. Il presidente di Polyphony Digital, Kazunori Yamauchi ha aggiunto: «Un tipico ABS rilascia a intermittenza la pressione dei freni mentre il conducente esercita una pressione sul pedale. Il grilletto adattivo è perfetto per ricreare questa sensazione sul pedale e consente al giocatore di percepire e comprendere con precisione il rapporto tra la forza frenante che desidera e la tenuta di strada dello pneumatico».

Se volete leggere i pareri anche di altri sviluppatori potete trovare i dettagli nell'articolo apparso sul blog PlayStation. In alternativa potete anche solo guardare il primo spot di PS5 che si concentra proprio sulle potenzialità del DualSense.