Skip to main content

Componenti per PC: come scegliere i componenti necessari per assemblare un PC

Come trovare i migliori componenti per assemblare un PC

PC components
Image Credit: TechRadar

Anche se sapete già come assemblare un PC, la ricerca dei migliori componenti disponibili potrebbe mettere a dura prova la vostra pazienza. Trovare il miglior processore, la migliore scheda grafica, scheda madre o memoria RAM, o per lo meno quelli ideali per soddisfare le vostre esigenze e che rispettino il vostro budget, non sarà di certo una passeggiata. Al contrario è facile confondersi, soprattutto se siete nuovi nel mondo dell’informatica. 

Per fortuna siamo qui per aiutarvi a trovare l’affare che fa al caso vostro.

Per aiutarvi nella fase di pianificazione e ricerca abbiamo creato una guida per trovare i migliori componenti per PC a un prezzo ragionevole. In questo modo potrete creare la build che desiderate senza stressarvi eccessivamente. 

Vi aiuteremo a scegliere i migliori componenti per PC, in quanto avere una buona idea di ciò che volete migliorerà nettamente la vostra esperienza di creazione della build ideale.

Budget

Dimenticatevi tutto quello che vi hanno detto, ogni build deve basarsi su due elementi chiave: budget e utilizzo. Il budget, ovviamente, è la quantità di denaro che siete disposti a spendere per il vostro nuovo computer. E l’utilizzo? Serve capire con esattezza ciò che volete fare con il vostro nuovo PC. 

Potrebbe sembrare assurdo, ma il valore in euro di un sistema che costa 700€ può superare di gran lunga quello di un mostro da 4000€. Più basso è il budget, più dovrete essere bravi nella gestione di ogni euro da spendere per i vari componenti. Di certo le offerte stagionali vi aiuteranno a rispettare il budget rimanendo nei limiti che avete fissato.

Vi consigliamo di costruire un PC da gioco che aderisca esclusivamente a tale scopo. 

Volete un dei migliori PC da gioco assemblabili? Oppure preferireste avere un PC per l’home theatre che si integri perfettamente nel vostro salotto? Volete montare video in 4K? 

Ognuna di queste opzioni richiede componenti diversi ed è utile capire cosa vi serve per massimizzare il risparmio e ottenere le migliori prestazioni possibili.

Anche se la maggior parte dei PC dovrebbe essere in grado di gestire praticamente tutte le suddette funzioni, è meglio concentrarsi su componenti PC di cui avete realmente bisogno. Tenete presente che quando si assembla un buon PC non si mira ad avere una macchina capace di fare tutto senza eccellere in nulla. Una volta che avrete deciso cosa volete fare con il vostro nuovo PC e quali sono i limiti del vostro budget, vi troverete di fronte alla prima scelta di campo: Intel o AMD? Deciso il brand a cui volete affidare il cuore della vostra build sarete pronti per iniziare ad assemblare il vostro PC!

Image Credit: TechRadar

Image Credit: TechRadar

Processore

C’è un motivo se la CPU viene chiamata unità di elaborazione centrale: il processore è la parte più importante nella costruzione di qualsiasi PC, e per questo motivo inizieremo proprio da qui. Innanzitutto dovrete scegliere se utilizzare AMD o Intel, i due principali produttori di CPU sul mercato.

Una volta scelto il vostro brand preferito dovrete decidere quanto del vostro budget dedicare all’acquisto del processore. AMD Athlon, così come Intel Pentium e Celeron sono processori accessibili e più adatti per le attività informatiche di base, la riproduzione di file multimediali e l’utilizzo di semplici applicazioni di uso quotidiano. Al contrario Intel Core e AMD Ryzen sono rivolti ad una più ampia gamma di utenti che necessitano di prestazioni superiori per assemblare un HTPC (Home Theatre Personal Computer) economico o un computer per appassionati di videogame. Infine salendo di prezzo troviamo Intel Core X e AMD Ryzen Threadripper, studiati per consentire carichi di lavoro più intensi come la produzione video, la modellazione 3D e il gaming in streaming. 

I processori Intel Core i5 sono tra i più utilizzati per i PC da gaming. Questa scelta dipende dal fatto che la maggior parte dei giochi (fatta eccezione per quelli di strategia in tempo reale) sfruttano maggiormente la potenza grafica della GPU piuttosto che la capacità di calcolo del processore. Tuttavia la situazione sta lentamente cambiando negli ultimi anni, con titoli come Battlefield V che sfruttano le prestazioni multi-thread dei processori di fascia alta. In ogni caso non dovreste avere problemi con processori come Intel Core i5-9400, in grado di supportare gran parte dei giochi disponibili al momento.

Dato il grande successo delle ultime CPU AMD non si può non prendere in considerazione i processori Ryzen 5 2600X, fenomenali quando si tratta di videogames. Sia l’Intel i5-8400 che l’AMD Ryzen 5 2600X hanno prestazioni ottime con i videogiochi. Intel si distingue per un migliore frame rate su core singolo, leggermente migliore in gioco, mentre AMD garantisce prestazioni superiori nei processi computazionali e con carichi di lavoro più intensi.

Cosa intendiamo dire con questo? In soldoni, AMD Rzyen 5 2600X utilizza il multi-thread, ovvero 6 core e 12 thread di pura potenza Ryzen e una tonnellata di potenza di elaborazione per tutte le altre applicazioni in esecuzione, rappresentando un ottimo alleato per chi gioca in streaming.

Image Credit: MSI

Image Credit: MSI

La madre di tutte le schede

Una buona CPU necessita di un’altrettanto valida scheda madre. A seconda del processore che avete scelto sarete vincolati a scegliere tra una varietà di schede madri con chipset compatibili. La prima domanda alla quale cercheremo di dare risposta è: quali sono le dimensioni giuste per la vostra scheda madre? 

Le schede ATX, E-ATX e XL-ATX sono pensate per PC che dispongono di grandi spazi di archiviazione e configurazioni con schede grafiche pesanti. Se siete alla ricerca di una build più piccola, Micro-ATX o Mini-ITX sono i formati giusti per voi in quanto caratterizzati da dimensioni inferiori, ottenute a discapito della presenza di più slot per le schede grafiche e per altri componenti PCIe opzionali. 

Da quanto detto finora si evince che la scelta del processore determinerà anche il tipo di scheda madre da scegliere per il vostro sistema. Ciò include la compatibilità tra il socket della CPU e il chipset da abbinarvi. Ad esempio, i chip Intel Coffee Lake e Kaby Lake utilizzano lo stesso socket LGA1151, ma mentre il primo richiede un chipset della serie 300,  il secondo è uscito con il chipset della serie 200. Allo stesso modo la prima e la seconda generazione di AMD Ryzen condividono lo stesso socket AM4, ma gli ultimi chip AMD danno il meglio se installati sulla più recente piattaforma X470.

A seconda delle dimensioni del vostro case e del processore scelto, ad esempio Intel, potete optare per una ASRock Fatal1ty Z370 Gaming K6 (per build ATX), o scegliere una Asus Z370-G (per Micro-ATX), mentre in caso di configurazioni Mini ITX potete optare per una scheda madre Asus ROG Strix Z370-I Gaming. Tutte le soluzioni elencate sono perfette per una build aggiornata con processore Intel.

Per chi preferisce AMD consigliamo la Aorus X470 Gaming 7 Wi-Fi (in caso di build ATX), MSI B350M Mortar per i rig Micro-ATX (si tratta di una scheda reperibile a prezzi contenuti) o ASUS ROG Strix X470-I Gaming per gli amanti del formato mini-ITX.

Che vogliate seguire o meno i nostri suggerimenti, dovete ricordare che la scelta della scheda madre sarà determinante per una serie di altri componenti, come la RAM, l’archiviazione, le dimensioni del case e persino il margine di overclock del processore (purchè si tratti di una CPU overclockabile).

Image Credit: TechRadar

Image Credit: TechRadar

Scheda grafica

Per completare la trinità dei componenti fondamentali di ogni build passiamo ora alla scheda grafica, ovvero la periferica responsabile della resa grafica del vostro PC. 

Potrete far affidamento sulla grafica integrata per operazioni di base e persino per lo streaming in 4K, ma quando si tratterà di creare/elaborare un contenuto video o giocare in streaming sarà necessario sfruttare la potenza grafica che solo una scheda video dedicata potrà offrirvi.

Se volete giocare con risoluzione full HD (1080p), potete prendere in considerazione la Nvidia GeForce GTX 1660 Ti o la più economica Nvidia GeForce GTX 1660. Entrambe le GPU hanno un ottimo rapporto qualità-prezzo e sono in grado di raggiungere con facilità i 60 fps nella gran parte dei giochi AAA con risoluzione a 1080p. Queste schede video dovrebbero mantenere un livello di prestazioni ottimali per i prossimi 2 anni. 

In caso vogliate scegliere un’alternativa a Nvidia potete optare per una GPU AMD Radeon RX Vega 64, Vega 54 o RX5700. Si tratta di valide alternative a livello di prestazioni, anche se vengono vendute a prezzi decisamente superiori rispetto alla concorrenza.

Se invece cercate il top e volete giocare in 4K con impostazioni grafiche al massimo dovrete optare per una Nvidia GeForce RTX 2080 o RTX 2080 Ti; in caso vogliate scegliere AMD potrete invece scegliere una Radeon VII. Si tratta di schede video costose, ma se volete giocare in 4K senza perdere un frame e godere di una grafica che farà sembrare la PS4 un giocattolo vi occorreranno gli 11GB di GDDR6 VRAM e i 4.325 Core CUDA che solo la 2080 Ti può offrire.

Image Credit: TechRadar

Image Credit: TechRadar

RAM

La memoria RAM (Random Access Memory) costituisce la linfa vitale di qualsiasi PC e avrete bisogno di un’ampia quantità di RAM per costruire una macchina solida e funzionante.

Simile alla memoria a breve termine, la RAM contiene grandi quantità di informazioni per un periodo di tempo limitato per eseguire rapidamente le attività richieste; in pratica tutti i dati elaborati dal vostro PC passeranno per questo componente. 

Tenendo in considerazione questo aspetto, abbiamo sempre preferito la capacità rispetto alla velocità per ottenere prestazioni ottimali. Dopo tutto niente potrà rendere il vostro PC imbattibile come la possibilità di avere 38 schede di Google Chrome aperte, oltre a Discord e un gioco di vostra scelta in contemporanea. 

Corsair Vengeance LED, HyperXFury e G.Skill Rampage V sono tutti kit di memoria che combinano convenienza, velocità e affidabilità. 16GB (2X8GB) di DDR4 a doppio canale a 3200MHz per ora sono ideali per giocare a 1080p e dovrebbero esserlo anche per i prossimi 3-4 anni.

Per i giochi base e la navigazione sul web sono sufficienti 8GB, ma in generale raccomandiamo 16GB come minimo per qualsiasi build. Per chi utilizza il PC per video e fotoritocco una maggiore quantità di RAM è fondamentale. 

Vale la pena sottolineare che le CPU Intel in genere non traggono alcun beneficio da una memoria più veloce nelle attività quotidiane, mentre i processori AMD Ryzen possono beneficiare di aumenti di prestazioni del 10-15% utilizzando una RAM più veloce. In definitiva, tutto ciò che si avvicina o supera i 2500 MHz va più che bene, anche se le RAM più moderne riescono a toccare i 5000Mhz.

Tenete a mente che le schede madre non supportano velocità di memoria illimitate, quindi accertatevi dei limiti della vostra scheda madre prima di acquistare memorie RAM eccessivamente veloci. Sarebbe uno spreco comprare una RAM con frequenza da 4000 MHz e scoprire di poter sfruttare solo 3000 MHz a causa delle limitazioni della scheda madre.

Image Credit: TechRadar

Image Credit: TechRadar

Archiviazione

Se la RAM è la memoria a breve termine, l’archiviazione è essenzialmente la memoria a lungo termine del computer. Qui sono memorizzati tutti i vostri dati, che si tratti di un documento, un’immagine, un film, un gioco, un programma o persino del sistema operativo. Allo stesso tempo l’archiviazione è disponibile in diversi formati caratterizzati da velocità di scrittura e lettura differenti.

Gli HD (dischi rigidi) sono ottimi per contenere enormi quantità di dati a costo ridotto. In alternativa gli SSD sono decisamente più veloci, ma optare per capacità massicce avrà dei costi decisamente superiori.

Fortunatamente è possibile acquistare unità SSD SATA, un ottimo salvagente in grado di garantire grandi capacità di archiviazione e velocità superiori ad un classico disco rigido ad un costo di poco superiore. Sono tutto ciò di cui avrete bisogno per avere un sistema veloce, e tra esse consigliamo vivamente il Samsung 860 Evo. Installate il vostro OS e i giochi che utilizzate più spesso su questa unità: vi renderete conto dell’aumento di velocità generale e della diminuzione dei tempi di caricamento che otterrete scegliendo un SSD SATA rispetto ad un Hard Disk tradizionale.

Le unità NVMe sono il massimo in termini di prestazioni, e riescono a garantire velocità sei volte superiori rispetto ad un SSD in termini di trasferimento dati. Ci sono delle opzioni accessibili sul mercato, come ad esempio Adata XPG SX2800, un’unità incredibilmente economica e veloce. Se volete investire di più sul vostro storage potete optare per un Samsung 970 Evo o su WD NVMe SSD, due delle unità più veloci sul mercato.

Se avete bisogno di un’unità di archiviazione per i vostri backup vi consigliamo invece di optare per un HDD “vecchia scuola” da 1TB. Le unità Blue Drive di Western Digital sono un ottimo punto di partenza e potete trovarle quasi sempre ad ottimi prezzi.

Alimentatore

Un alimentatore affidabile è fondamentale per la costruzione del vostro PC in quanto responsabile dell’alimentazione di tutti gli altri componenti. Senza le giuste fondamenta il vostro PC non riuscirà a dare il meglio, e un sistema costruito su un terreno traballante è destinato a un probabile disastro. 

In effetti è improbabile che abbiate bisogno di un alimentatore da più di 650W per una singola scheda video. Tuttavia è consigliabile l’acquisto di un alimentatore che abbia almeno il 20% di capacità in più della minima necessaria; aggiungete un 10% in più in caso di overclocking e un ulteriore 10% in modo da non costringere l’alimentatore a lavorare costantemente al limite delle sue capacità. Maggiore è l’efficienza (da buona a migliore: bronzo, argento, oro, platino, titanio), minore è l’energia elettrica che si disperde sotto forma di calore.

Se non siete sicuri della quantità di energia di cui avete bisogno, andate su PCPartPicker, inserite le vostre specifiche e date un’occhiata alla parte superiore della pagina per sapere di quanti watt avrà bisogno la vostra build. Non risparmiate su questo componente, un buon alimentatore può fare la differenza.

Image Credit: TechRadar

Image Credit: TechRadar

Case

Quando scegliete il case per il vostro PC non basatevi solo sulla bellezza, ma considerate aspetti quali praticità, presenza di numerose opzioni per il passaggio dei cavi e quantità di spazio disponibile in base ai componenti che volete utilizzare al suo interno. Innanzitutto considerate le dimensioni della scheda madre e il rispettivo formato; assicuratevi poi di prendere un case con un buon flusso d’aria che possa contenere il vostro nuovo sistema. 

Potete scegliere soluzioni più economiche, ma in genere un case ottimizzato vi agevolerà nella fase di assemblaggio. Per non parlare del fatto che vedrete lo stesso case ogni giorno, quindi vorrete assicurarvi che abbia un’estetica accattivante.

Tra i nostri case preferiti c’è la serie NZXT Hx00i, disponibile in una varietà di formati, tutti caratterizzati da un eccellente flusso d’aria, un pannello laterale in vetro temperato, illuminazione RGB integrata e un controller per la ventola.

Image Credit: TechRadar

Image Credit: TechRadar

Dissipatore CPU 

Vi servirà un sistema di raffreddamento adeguato per raffreddare la vostra CPU, che sia Intel o AMD. Ci sono due categorie di sistemi di raffreddamento per PC: ad aria e a liquido.

Come si deduce dal nome, gli impianti di raffreddamento ad aria sfruttano l’aria generata dalle ventole per far fuoriuscire il calore attraverso un impianto di tubi di raffreddamento detti dissipatori. Questi impianti di raffreddamento per CPU sono generalmente facili da montare, ma a volte possono interferire con l’installazione della memoria RAM a causa delle elevate dimensionio di schede grafiche troppo ingombranti.

I sistemi di raffreddamento a liquido invecesono più complessi, in quanto utilizzano un circuito chiuso nel quale scorre un liquido refrigerante che mantiene i processori a basse temperature. Questi sono spesso più efficienti e possono garantire un funzionamento ottimale della CPU a temperature inferiori rispetto a quelle raggiungibili con gli impianti di raffreddamento ad aria. L’unico aspetto negativo è che le unità di raffreddamento a liquido sono mediamente più costose e difficili da installare, se non si ha la dimestichezza necessaria.

Grazie ai progressi tecnologici e all’ossessiva ricerca di sistemi di raffreddamento silenziosi, esistono anche dei sistemi di raffreddamento passivi, che non sono altro che dissipatori concepiti in modo intelligente.

Indipendentemente dal tipo raffreddamento che sceglierete, dovrete assicurarvi che si tratti di un prodotto compatibile con il vostro sistema. In caso scegliate Intel dovrete optare per lo standard LGA 1151, un socket che supporta la maggior parte dei processori Core commerciali. Se invece optate per AMD dovete trovare un impianto compatibile con i socket AMD.

Assicuratevi sempre che il dissipatore sia compatibile con il vostro case e con il socket del processore su cui lo monterete. 

Fortunatamente quasi tutti i sistemi di raffreddamento sono dotati di un assortimento di accessori che li rende compatibili con gran parte delle piattaforme in commercio

Il passo successivo

Speriamo di avervi aiutato a stilare la vostra lista dei componenti necessari per costruire il PC fatto su misura per voi. Il prossimo step consiste nel montaggio vero e proprio per il quale abbiamo creato una guida apposita per facilitarvi il processo: leggete la nostra guida passo-passo per assemblare un PC