Skip to main content

Recensione Windows 11

Un buon inizio ma c'è ancora tanto da fare

Windows 11
(Image: © Microsoft)

Verdetto

Grazie al suo design aggiornato e al miglioramento delle funzioni di ricerca e download delle app, Windows 11 verrà certamente ricordato come un update di grande rilevanza. Detto questo, i prossimi aggiornamenti risulteranno decisivi. In primis, occorre fare chiarezza sui requisiti di sistema. In secondo luogo, il Fluent Design dovrà diventare qualcosa di più che un semplice restyling grafico.

Pros

  • +

    Menu Start rinnovato

  • +

    Fluent Design

  • +

    Paint e strumento di cattura aggiornati

  • +

    Ottimo funzionamento dei Widget

  • +

    Finalmente Microsoft Store funziona

Cons

  • -

    Requisiti di sistema poco chiari

  • -

    Il rinnovamento del design sembra più un restyling grafico

  • -

    La modalità tablet non è abbastanza intuitiva

Windows 11 è disponibile dal 5 ottobre 2021. Sembra incredibile visto che, a detta di Microsoft, Windows 10 sarebbe dovuto essere l'ultima versione di Windows, con aggiornamenti continui negli anni e decenni a venire.

Abbiamo testato il nuovo OS Microsoft per raccontarvi la nostra esperienza e stiamo aggiornando la recensione man mano che arrivano i primi aggiornamenti importanti.

Se state riscontrando qualche difficoltà dopo il download del nuovo OS Microsoft, vi consigliamo la nostra guida: Windows 11, come risolvere i problemi più comuni. La nostra pagina dedicata alle funzionalità di Windows 11 verrà aggiornata man mano che Microsoft rilascerà nuovi aggiornamenti.

Nel complesso Windows 11 è un aggiornamento rilevante e risulta migliorato rispetto a Windows 10 sia in termini di interfaccia che di funzioni, dimostrandosi un sistema operativo dinamico e moderno.

Tra le novità più importanti ci sono senza dubbio l'interfaccia touch e la compatibilità con le app Android, oltre al nuovo Microsoft Store.

Ma andiamo a vedere nello specifico come e in cosa Windows 11 si differenzia dalle versioni precedenti.

(Si apre in una nuova scheda)

Licenza Windows 11 scontata su MrKey Shop (Si apre in una nuova scheda)

Se state pensando di installare Windows 11 e non avete
ancora una licenze originale, il nostro consiglio è di dare
un'occhiata alle offerte di Mr Key Shop.
Trovate le licenze dei sistemi operativi come Windows 11, Windows 10 e le versioni precedenti a prezzi incredibili! (Si apre in una nuova scheda)


Windows 11

(Image credit: Future / Microsoft)

Prezzo e disponibilità

Windows 11 è gratuito per i dispositivi che soddisfano i requisiti indicati da Microsoft.

L'aggiornamento è disponibile in due versioni (Si apre in una nuova scheda): Home e Pro. La versione Pro offre funzionalità rivolte principalmente agli utenti business, mentre la versione Home è pensata per gli utenti comuni e dispone di diverse funzioni dedicate alla sicurezza dei dati personali. Tra queste segnaliamo la crittografia dei dati avanzata che può essere applicata ai file contenuti nel disco rigido garantendo un elevato livello di sicurezza in caso di attacchi.

In sostanza la versione Home si adatta perfettamente a ogni tipo di utente, occasionale o esperto, che usa il PC per gaming, lavoro creativo o semplicemente per navigare. Le funzionalità della versione Pro sono ideate su misura per l'utilizzo aziendale.

L'aggiornamento gratuito è sicuramente una nota di merito, anche se i dettagli sui requisiti di sistema necessari per l'installazione di Windows 11 sono ancora piuttosto confusionali. In particolare la presenza del TPM rappresenta un limite per molti utenti che lavorano o dispongono di PC meno recenti.

Tra le criticità emerse fin dalla prima versione dell'OS è emersa anche la questione relativa alla raccolta dei dati. Attualmente non c'è modo di interromperla, dato che l'aggiornamento a Windows 11 è stato reso inizialmente disponibile in versione di test per gli utenti all'interno del programma Insider Build. Questo punto pone delle domande sul perché non sia facoltativa.

Microsoft in passato ha avuto dei problemi con i dati raccolti dagli utenti, e dopo numerose lamentele ha deciso di modificare il metodo di controllo dei dati condivisi in Windows 10.

Purtroppo il problema sembra porsi nuovamente con Windows 11. Speriamo in una maggiore trasparenza sui dati raccolti in futuro e nell'introduzione di strumenti che permettano agli utenti di verificare i dati condivisi.

Windows 11

(Image credit: Future / Microsoft)

Nuovo design

Durante la presentazione di Windows 11 del 24 giugno 2021, Microsoft ha posto l'accento sul restyling dell'interfaccia utente che prende il nome di "Fluent Design" e sostituisce il precedente Metro Design, visto per la prima volta con Windows 8.

L'interfaccia ha un aspetto decisamente migliore rispetto al passato, risulta più fluida ed è molto curata. Esplora File e i menu contestuali hanno subito un restyling importante scrollandosi di dosso l'appellativo di "versione evoluta di Windows XP".

Windows 11

(Image credit: Future / Microsoft)

Tuttavia, la somiglianza con Windows 10 rimane evidente se si osserva con attenzione. Ad esempio, facendo clic con il tasto destro su una cartella e aprendo il menu "Proprietà", le impostazioni sono le stesse di prima. La differenza è data dai unicamente dai bordi arrotondati e dallo stile delle icone.

In effetti si potrebbe parlare di una versione migliorata dell'interfaccia presente su Windows 10. Nel complesso è certamente un notevole passo avanti, ma c'è ancora molto lavoro da fare. 

La rimozione dell'interfaccia Ribbon di Esplora file è un buon inizio. Ora la barra delle applicazioni è più pulita ed è molto più semplice individuare le icone e accedere ai menù contestuali. 

D'altro canto alcune novità potrebbero risultare spiazzanti: per esempio, facendo un clic con il tasto destro sulla barra delle applicazioni non si può accedere al Task Manager e per farlo è necessario cliccare direttamente sul nuovo tasto Start. 

Ci sono molte altre piccolezze da sistemare, ma Microsoft ha già rilasciato due aggiornamenti che hanno risolto numerose criticità e continuerà ad aggiornare il suo OS per ottimizzarlo al meglio.

Windows 11

(Image credit: Future / Microsoft)

Windows 11 ha ancora i Gadget, solo che ora si chiamano "Widget" e si trovano in una sezione dedicata come su macOS e possono essere posizionati sul desktop a piacimento. Per visualizzarli basta scorrere il menù sul lato sinistro dello schermo.

L'unica cosa che non ci è piaciuta molto è la barra di ricerca nella finestra widget che un'escamotage pensato per spingere l'utente a utilizzare il motore di ricerca Bing.

Abbiamo anche notato che il widget Calendario non funziona con gli account di lavoro, ma Microsoft assicura che a breve questo problema verrà risolto.

Windows 11

(Image credit: Future / Microsoft)

Accessibilità

Uno dei valori aggiunti più importanti di Windows 11 sta nel grande focus posto da Microsoft sull'Accessibilità. Le nuove notifiche audio per utenti ipovedenti sono state estese a messaggistica, aggiornamenti disponibili e molto altro.

Anche la Digitazione Vocale può essere di grande aiuto per dettare testi e vederli comparire, ad esempio sulla barra di ricerca di Edge o in una e-mail. Su Windows 11 troviamo anche diverse migliorie che riguardano il supporto per le app di comando vocale, i programmi per l'ingrandimento e gli screen reader.

Windows 11

(Image credit: Future / Microsoft)

Sicurezza

Microsoft ha recentemente annunciato degli aggiornamenti di Windows 11 che faranno contenti i professionisti che lavorano nel campo della IT security.

Annunciate come parte dell'evento aziendale Windows Power the Future of Hybrid Work, le novità riguardano una serie di opzioni di sicurezza aggiuntive per proteggere gli utenti da attacchi di phishing e malware.

Ci sono anche miglioramenti dal punto di vista gestionale, con nuove funzioni mirate all'automazione delle patch e alla gestione degli accessi su Edge e Office. 

Per incrementare la sicurezza di Windows 11, Microsoft sta preparando una serie di aggiornamenti tese a proteggere gli utenti dalle minacce più comuni a quelle più avanzate.

Nello specifico, Microsoft ha sviluppato un nuovo sistema AI chiamato Smart App Control. he blocca gli utenti che eseguono applicazioni dannose sui dispositivi Windows. La funzione si basa su un modello AI ospitato nel cloud Azure in grado di valutare il livello di minaccia di ciascun file eseguibile; se il livello di minaccia viene considerato alto, l'applicazione non verrà eseguita.

Microsoft Defender, l'antivirus integrato in Windows 11, riceverà una nuova funzionalità che protegge contro gli attacchi di phishing, avvisando gli utenti quando stanno per inserire le credenziali del loro account Microsoft in un sito web non affidabile. Nel caso in cui un dispositivo venga rubato o smarrito, il nuovo sistema di crittografia dei dati personali garantirà un ulteriore livello di sicurezza impedendo ai malintenzionati di accedere a file e cartelle private.

Infine, Microsoft ha recentemente lanciato un aggiornamento chiamato Config Lock che dovrebbe "proteggere gli utenti da se stessi". La funzione controlla le chiavi di registro per garantire che i dispositivi dei lavoratori rimangano conformi agli standard di sicurezza aziendali. Se viene rilevata una violazione di queste politiche, il dispositivo viene automaticamente riportato allo stato iniziale.

Il nuovo menu Start di Windows 11, dopo qualche incertezza iniziale, sta ricevendo degli aggiornamenti che ne stanno limando i difetti principali. Il più recente riguarda il ritorno delle cartelle, una funzione che a dire il vero ci era mancata parecchio nella prima versione dell'OS.

Graficamente è tutto al centro, con le app in evidenza affiancate da una sezione "Suggerimenti". Il posizionamento risulta strano, si possono vedere file e app recenti ma non è possibile cancellare l'elenco. Facendo clic su "Altro" invece la lista si espande e si possono vedere data e posizione dei file. A livello estetico non ci sono dubbi, il menù Start di Windows 11 è decisamente più bello del precedente.

Avviando l'app Ricerca l'interfaccia cambia, creando un po' di confusione nel passaggio tra questa barra e il menu Start. Detto questo manca la coerenza del menu Start di Windows 10, all'interno del quale la ricerca risulta più intuitiva e rapida.

Lo stesso vale per la Barra delle applicazioni stessa, con il menu Start e le icone posizionate al centro. Questo posizionamento è efficace se si utilizza Windows 11 su un tablet, ma con un mouse perde di significato. Del resto dopo qualche mese di utilizzo ci si abitua e non stiamo riscontrando problemi con il posizionamento.

Windows 11

(Image credit: Future / Microsoft)

Nonostante le ottime premesse, c'è ancora lavoro da fare. Per fortuna Microsoft sta ascoltando i feedback degli utenti e ha già messo le mani sul menu Start. Del resto il nuovo design funziona piuttosto bene in modalità tablet e non ci vuole molto a riposizionare il menu Start e le icone quando si utilizza un dispositivo senza uno schermo touch.

Nel frattempo, Microsoft sta monitorando il Feedback Hub, un'app che raccoglie i suggerimenti degli utenti su Windows 11 e siamo certi che nei prossimi mesi verranno implementate altre modifiche alla Barra delle applicazioni e al menu Start.

Windows 11

(Image credit: Future / Microsoft)

App Integrate di Windows 11

Da sempre gli utenti Windows sono molto critici nei confronti delle app integrate come Paint, Strumento di cattura, ecc. Per la gioia di molti queste app hanno ricevuto degli aggiornamenti sostanziosi su Windows 11.

Microsoft sembra aver puntato a un design che si adatti perfettamente sia all'input del mouse che al tocco. Paint è ancora più divertente da usare e Strumento di cattura è finalmente l'unica app necessaria per fare screenshots di ogni tipo, tagliarli, condividerli e salvarli. 

Windows 11

(Image credit: Future / Microsoft)

Un'altra app di base che ha subito un restyling importante è Orologio. Ora è l’app per gestire il tempo lavorativo grazie a "Focus", una funzionalità simile a quella dell'ultima versione del sistema operativo Apple iOS 15,  dove è possibile creare profili che possono essere automatizzati in base a calendario, posizione e molto altro.

Tutte queste app sono in sintonia con l'interfaccia di Windows 11 e non sembrano soffrire del mix tra Metro e Fluent Design. Sotto questo punto di vista Microsoft ha fatto davvero un ottimo lavoro.

Windows 11

(Image credit: Future / Microsoft)

Microsoft Store

Tra gli aggiornamenti più importanti di Windows 11 c'è senza dubbio il nuovo Microsoft Store, che a differenza che su Windows 10 appare finalmente accessibile e sicuro.

Il design è piuttosto semplice, con la barra di ricerca posta in cima e una barra laterale che permette di scegliere tra tre categorie di app.

Grazie al nuovo Store si possono trovare app di ogni genere in pochi secondi e la semplicità dell'interfaccia utente rende il tutto estremamente facile.

Windows 11

(Image credit: Future / Microsoft)

Anche se alcuni utenti possono già scaricare le App Android dal Microsoft Store, altri dovranno aspettare il 2022 per scaricare applicazioni come TikTok, Instagram e simili sui loro PC Windows 11.

Altre funzioni di Windows 11

Oltre a Fluent Design, Accessibilità e Microsoft Store, Windows 11 offre diverse nuove funzionalità esclusive.

Dopo aver installato Windows 11 si può scegliere di migrare file e desktop dal precedente OS usando i backup di OneDrive. Questa funzione evita di dover perdere tempo a configurare un PC nuovo per la prima volta ed è stata accolta con entusiasmo da molti utenti Microsoft.

Windows 1

(Image credit: Future / Microsoft)

C’è anche un nuovo modo per gestire le diverse app aperte, chiamato Gruppi Snap. Anche se la è pensata principalmente per i dispositivi touch, in sostanza si può definire una variante migliorata dell’allineamento delle finestre presente su Windows 10 che facilita la vita a chi utilizza più monitor.

Tra le funzioni di Windows 11 dedicate agli schermi multipli ce n'è anche una che permette di memorizzare la posizione delle app una volta disconnesso il monitor esterno da un laptop.

Windows 11

(Image credit: Future / Microsoft)

Gaming su Windows 11

Chi gioca da PC, di norma, lo fa su sistemi operativi Windows. Anche se l'OS Microsoft ha avuto i suoi alti e bassi in questo frangente, generalmente è il più utilizzato dai gamer di tutto il mondo.

Stavolta però Microsoft ha puntato molto sul gaming incorporando la app Xbox e rendendola perfettamente integrata con Windows 11.

In aggiunta il supporto HDR migliorato e il sistema Auto HDR dedicato ai giochi non HDR migliorano nettamente il contrasto e di conseguenza la qualità delle immagini.

Windows 11

(Image credit: Future / Microsoft)

Videochiamate su Windows 11

Con il prossimo aggiornamento di Windows 11, Microsoft ha deciso di migliorare la qualità delle videochiamate con una serie di nuove funzioni dedicate.

Tra queste, ad esempio, troviamo Voice Focus, un'app dedicata alla soppressione dei rumori di fondo che consente di effettuare chiamate importantis enza doversi preoccupare del cane che abbaia o del vento che fischia. A questa si aggiungono le funzioni Automatic Framing e Eye Contact, che combinate riescono a far comparire l'utente sempre al centro dell'inquadratura, adattandosi al movimento degli occhi e facendoli apparire sempre rivolti verso la webcam.

Infine, Microsoft lancerà una nuova versione dello strumento di sfocatura dello sfondo ormai onnipresente. A quanto pare, la nuova versione delle funzione dedicata a Windows 11 sfumerà dolcemente lo sfondo in modo più naturale per mettere in risalto l'oratore.

Queste funzioni non sono esclusive di Microsoft Teams, ma saranno incluse su Windows 11 e si potranno utilizzare anche con altre app di videochiamata, o almeno dovrebbero (stiamo attendendo la conferma del produttore).

Microsoft ha rifiutato di fornire una data di arrivo specifica per le nuove funzionalità dedicate alle app di videoconferenza, limitandosi a dire che sono "in arrivo". 

Verdetto finale

Windows 11 ha ancora ampi margini di miglioramento, ma già dalla prima versione ha dimostrato di essere un sistema operativo valido, ben fatto e molto stabile. 

Il Fluent Design è un ottimo successore del Metro Design utilizzato fin da Windows 8 e rappresenta un grande passo in avanti per l'OS Microsoft, che ora ha un aspetto più moderno e dinamico.

Tuttavia Windows 11 ha ancora molti punti in comune con Windows 10 ed è difficile notare le differenze se si escludono le modifiche ai tasti delle app come  Explorer, Paint, Strumento di cattura e via dicendo. Del resto, aggiornamento dopo aggiornamento, Microsoft sta differenziando il nuovo OS dal precedente introducendo nuove app e funzioni che distinguono Windows 11 dalle versioni degli anni passati.

Tra le note più positive c'è senza dubbio il nuovo Microsoft Store, facilissimo da utilizzare e molto completo. L’arrivo delle app Android è un'altra svolta importante per gli utenti Microsoft che possiedono uno smartphone Android e vogliono rimanere nell'ambito dell'ecosistema del robottino.

Ci sono ancora degli angoli da smussare, ma l’ottimo inizio di Windows 11 e i primi aggiornamenti rilasciati da Microsoft fanno ben sperare, e nel complesso non possiamo che dare una valutazione positiva al nuovo sistema operativo della casa di Redmond. 

Valerio Porcu è Redattore Capo e Project Manager di Techradar Italia. È da sempre ossessionato dai gadget e dagli oggetti tecnologici che cambiano la nostra vita quotidiana, e dai primi anni 2000 ha deciso di raccontarla. Oggi è un giornalista con anni di esperienza nel settore tecnologico, e ha ancora la voglia di trovare le chiavi di lettura giuste, per capire davvero in che modo la tecnologia può rendere migliore la nostra vita quotidiana.