Skip to main content

Telefoni Realme, ne vale la pena? Costano poco, ecco quanto valgono davvero

Cosa sono gli smartphone Realme? Una breve guida
Cosa sono gli smartphone Realme? Una breve guida (Image credit: Srivatsa Ramesh)

Se avete iniziato a sentire il nome Realme solo di recente, non siete i soli. L’azienda tecnologica cinese, un tempo piccola, ha infatti goduto negli ultimi anni di un’ascesa a dir poco vertiginosa.  

Realme nasce in Cina, ma si sta ormai diffondendo in tutto il mondo, soprattutto in India ed Europa, dove i suoi smartphone a basso costo stanno facendo grande scalpore. Ciononostante, la società non è contraria agli smartphone premium: la linea GT, nata  nel 2021, offre anche opzioni di fascia alta. 

In effetti, la crescita di Realme degli ultimi anni è stata tra le più rapide registrate per una compagnia telefonica. Per questo motivo, vale sicuramente la pena prestarvi attenzione. 

Di seguito, vi forniamo una breve storia dell’azienda, dei suoi prodotti e di tutto ciò che occorre sapere sul marchio. 

Realme: una breve storia

Realme è stata fondata nel 2010 come sub-brand di un’altra azienda di smartphone, Oppo. Poi, ha ottenuto l’indipendenza nel 2018, quando ha iniziato a produrre i propri modelli. 

Da quel momento, l’azienda ha distribuito smartphone a un ritmo impressionante e ha ampliato il proprio bacino di vendite da India e Cina a molte altre parti del mondo. 

Insieme ad altri marchi come Oppo, OnePlus e Vivo, Realme appartiene a un conglomerato tecnologico chiamato BBK Electronics. L’esatto rapporto tra le aziende di BBK non è mai stato specificato, ma non è raro vedere tecnologie e innovazioni condivise tra le diverse società (in particolare Oppo e One Plus). 

Cosa fa Realme?

Cosa sono gli smartphone Realme? Una breve guida

Realme X50 Pro 5G (Image credit: Future)

Realme offre due linee principali di smartphone, anche se, come vedremo a breve, la situazione potrebbe presto cambiare. In alcune regioni, l’azienda distribuisce molte più linee di smartphone, come i dispositivi con prefisso Narzo, Q, C e V. Non essendo però disponibili a livello globale, non entreremo nel dettaglio. 

La prima delle due linee principali è quella numerata, con smartphone come Realme 8, realme 8 Pro o il precedente Realme 7 Pro. Si tratta di dispositivi economici e di fascia medio-bassa, che rivaleggiano con la linea Moto G di Motorola o quella Redmi di Xiaomi. Si tratta di smartphone accessibili progettati per le persone che necessitano di dispositivi affidabili ma non dotati di specifiche all’ultimo grido. 

Poi, c’è la linea Realme GT, lanciata nel 2021 in sostituzione della linea “X”. Mentre i dispositivi “X” erano di fascia media, la linea GT si pone a cavallo tra smartphone di fascia media e smartphone di fascia alta. Il GT 2 Pro, ad esempio, è il primo smartphone di punta premium dell’azienda. 

I dispositivi Realme GT offrono di solito processori premium, ricarica rapida e design colorati, ma investono meno sulle capacità della fotocamera

Smartphone Realme: disponibilità

Cosa sono gli smartphone Realme? Una breve guida

Realme 7 Pro (Image credit: Future)

Essendo abbastanza recente e avendo lanciato molti smartphone sin dal suo debutto, è difficile identificare uno schema particolare nel programma di rilascio di Realme. A differenza di molti altri marchi, l’azienda non sembra aderire a un piano di lancio annuale. 

Riguardo la disponibilità, Realme vende attualmente smartphone nella maggior parte del mondo, sebbene gli Stati Uniti siano una significativa eccezione. 

Tuttavia, in un’intervista con TechRadar, Madhav Sheth (CEO di Realme) ha suggerito che il marchio potrebbe portare i suoi dispositivi anche negli USA, e in breve tempo. Ovviamente, ci vorrà qualche anno. 

Altri prodotti Realme

Cosa sono gli smartphone Realme? Una breve guida

Realme Watch S (Image credit: Aakash Jhaveri)

Come la maggior parte delle aziende tecnologiche, Realme ha un ecosistema di prodotti che annovera anche dispositivi non smartphone. L’azienda definisce la sua strategia con la formula 1+4+N, dove “1” è lo smartphone che controlla i gadget in 4 aree chiave tra cui audio e dispositivi indossabili, a loro volta aiutati da “N”, in cui troviamo dispositivi smart home e Internet of Things (IoT). 

I gadget non smartphone includono cuffie wireless come Realme Buds Air, smartwatch come Realme Watch e fitness tracker come Realme Brand. In alcune regioni il marchio ha distribuito anche prodotti smart come elettrodomestici e TV. 

L’azienda si è impegnata a espandere rapidamente il proprio portfolio, in modo da poter presto mettere sul mercato router, tablet e molto altro. 

Smartphone realme, ne vale la pena?

Per la maggior parte degli smartphone realme, l'aspetto più interessante è il prezzo. Parliamo di dispositivi che puntano a entrare nella nostra selezione dei migliori smartphone economici, e in molti casi hanno tutte le qualità necessarie per guadagnarsi un posto. 

Detto questo, a parità di prezzo non sempre i telefoni realme sono i più convincenti. Proprio per il fatto di essere smartphone economici, infatti, in genere bisogna rinunciare a qualcosa, come la qualità dello schermo o della fotocamera. 

Inevitabilmente, troverete sempre un modello concorrente che, proprio su quel specifico aspetto, fa meglio. Ed è così che funziona il mondo degli smartphone economici: si rinuncia a qualcosa per avere un prezzo basso. Ma per ogni modello la rinuncia è diversa.

Detto questo, modelli come realme 8 o realme 8 pro sono sicuramente tra i più interessanti, se siete tra quei consumatori che guardano prima di tutto allo spendere poco. 

Discorso diverso per i modelli premium, come Realme GT 2 Pro. Non è affatto male come telefono, ma costa quasi 800 euro e questo lo mette in diretta concorrenza con modelli superiori come Xiaomi 12. Persino un modello più vecchio, come Samsung Galaxy S21, potrebbe essere un'alternativa convincente rispetto al modello premium di realme. 

Dunque, se per i modelli più costosi il marchio realme non è ancora il più consigliabile, nella fascia economica questi smartphone sono sicuramente meritevoli di essere presi in considerazione.