Le migliori VPN per scaricare torrent del 2023

migliori VPN per scaricare torrent
(Immagine:: Future)
Nota della redazione

Utilizzare una VPN conviene per diversi motivi, dalla protezione di anonimato e privacy, alla possibilità di godere di contenuti geolocalizzati senza troppi problemi.

Un aspetto forse trascurato, però, è il supporto alle piattaforme P2P. D'altronde, scaricare i torrent viene spesso associato ad attività illecite come la pirateria, ma è anche vero che esistono diversi servizi più che legittimi che sfruttano questa piattaforma per distribuire file voluminosi, basti pensare a Ubuntu, il noto sistema operativo open source basato su Linux che viene distribuito anche sotto forma di torrent.

Con questa guida, vi consigliamo le migliori piattaforme per scaricare i torrent in modo sicuro e anonimo, senza compromessi sulla qualità di navigazione e sulla velocità di download.

Usare una VPN per scaricare i torrent è un'operazione semplice e fondamentale. In questo modo, la vostra connessione resterà sicura e privata mentre condividete o scaricate contenuti tramite P2P. Anche la crittografia ha un peso rilevante durante il download dei torrent, e le VPN sfruttano questa tecnica durante l'indirizzamento del traffico tramite server che nasconderanno anche il vostro indirizzo IP e manterranno anonima la vostra connessione.

L'uso del peer-to-peer (P2P) e dei torrent permette di scaricare musica, film e videogiochi, sebbene noi di TechRadar non supportiamo alcun utilizzo illegale di questo protocollo. Se decidete di usare i torrent lo fate a vostro rischio e pericolo, ma con questa guida vogliamo quantomeno aiutarvi a garantire un certo livello di sicurezza.

Grazie alle migliori VPN per scaricare i torrent che vi suggeriamo qui sotto, potrete garantire la vostra privacy, mantenendo la connessione crittografata e protetta.

Ecco la nostra top 3 delle migliori VPN per i torrent:

1. ExpressVPN - La migliore VPN per scaricare torrent (Si apre in una nuova scheda)

1. ExpressVPN - La migliore VPN per scaricare torrent (Si apre in una nuova scheda)
ExpressVPN è in grado di soddisfare al 100% le vostre esigenze per l'uso dei torrent, grazie alla vastissima rete di server e alle velocità di connessione elevate, con kill switch efficaci e compatibili con vari dispositivi, senza dimenticare l'estrema facilità d'uso. Inoltre, potete provarla senza rischi per 30 giorni.

2. NordVPN - Una scelta sicura per P2P e scaricare i torrent (Si apre in una nuova scheda)

2. NordVPN - Una scelta sicura per P2P e scaricare i torrent (Si apre in una nuova scheda)
Nord ormai è sinonimo di VPN, e non ha caso: ha tutte le carte in regola per farvi scaricare i torrent in tutta sicurezza. Grazie alla privacy stratificata e alla policy di no-log sottoposta ad audit annuale da PricewaterhouseCoopers, potete scegliere questo provider a occhi chiusi per effettuare i download in pieno anonimato.

3. PIA - Tante funzioni extra pensate per scaricare torrent (Si apre in una nuova scheda)

3. PIA - Tante funzioni extra pensate per scaricare torrent (Si apre in una nuova scheda)
Private Internet Access è un'opzione eccellente per garantire il vostro anonimato quando scaricate i torrent. Grazie al supporto completo del P2P e del port forwarding, PIA si afferma senz'altro fra le migliori VPN per scaricare torrent, a un prezzo davvero conveniente. Provare per credere!

Come scegliere le migliori VPN per scaricare torrent

I servizi di virtual private network che abbiamo selezionato supportano al 100% i torrent (non tutti i provider lo fanno) ma, ancora più importante, sono tutti dotati del giusto insieme di funzionalità e strumenti che vi occorrono per scaricare i torrent in totale sicurezza.

Alcuni nomi sono abbastanza ovvi, parlando di privacy e sicurezza. Per sua natura, l'uso dei torrent comporta dei rischi e, sebbene la condivisione peer-to-peer dei file più grandi sia innegabilmente utile, potrebbe esporvi a minacce non da poco. Se volete scaricare i torrent senza pensieri, vi occorre necessariamente una VPN con protocolli crittografici efficaci e molte funzioni di sicurezza. Un altro fattore fondamentale è la policy no-log, che deve essere chiara e intellegibile: e i provider VPN più importanti sottopongono tale policy ad audit indipendenti. Questo è un altro segnale della serietà di una data azienda.

Anche le velocità di download rivestono un ruolo di primo piano. Non ha senso scegliere una VPN che limiti la vostra connessione al punto da rendere inutilizzabile il P2P. Inoltre, vi consigliamo di scegliere solo VPN per scaricare torrent in grado di escludere i DNS leak, e che siano dotati di un kill switch 100% funzionale (un aspetto che testiamo sempre in sede di recensione. Questa funzione fa sì che la connessione a Internet venga immediatamente interrotta nel caso in cui si perda la connessione alla VPN. In questo modo, si impedisce che l'indirizzo IP reale sia intercettabile da altri soggetti.

Le migliori VPN per scaricare torrent del 2023:

ExpressVPN is the best torrenting VPN

(Image credit: ExpressVPN)
(Si apre in una nuova scheda)

1. ExpressVPN

La migliore VPN a 360° per scaricare torrent e usare il P2P

Supporto torrent/P2P: sì | Audit delle policy di no-log: sì | Velocità di connessione: elevate | Supporto del kill switch: Windows, Mac, Android, router | Server: 3.000+ | Assistenza via chat 24/7:

Server velocissimi in 94+ Paesi
Tutti i server supportano il P2P
Assistenza clienti 24/7 eccellente
Kill switch efficaci
Costa di più della concorrenza

La migliore VPN per i torrent del 2023 - Ottenete 3 mesi gratis con un piano annuale (Si apre in una nuova scheda)

In poche parole, ExpressVPN vanta tutte le funzioni che potreste desiderare da una VPN per scaricare i torrent, non a caso questo brand è sempre nelle top delle nostre guide.

ExpressVPN non ha bisogno di tante presentazioni: se cercate il supporto P2P su ogni dispositivo e server, senza limiti di larghezza di banda, non guardate altrove.

Anche dal punto di vista delle velocità di connessione, parliamo di una media di 420-560 Mbps nei nostri test. Non sarà la VPN più veloce al mondo, ma offre tutto quello che serve per scaricare anche file di grandi dimensioni senza troppi sforzi. Inoltre, supporta il pagamento in Bitcoin.

Passando alla sicurezza, ExpressVPN offre una crittografia efficace, il proprio DNS server sicuro e una vasta gamma di protocolli VPN. L'informativa sulla privacy dichiara in modo inequivocabile che non vengono registrate né le connessioni né le attività, inoltre i kill switch funzionano a dovere su tutte le piattaforme, fatta eccezione per iOS che non offre ancora questo strumento. In questo caso, occorrerà optare per la riconnessione automatica, se avete l'abitudine di scaricare torrent da iPhone o iPad.

La funzione di split tunneling è disponibile su Mac e Windows ed è davvero utile, dato che consente di scegliere quali applicazioni collegare via VPN. In questo modo, potrete, ad esempio, decidere di proteggere solo il vostro client torrent con la VPN, lasciando che tutto il resto, come navigazione e gaming, passi attraverso la connessione standard a Internet.

E in caso di problemi con la VPN, l'assistenza clienti è disponibile 24/7 via live chat e e-mail. ExpressVPN offre un ulteriore vantaggio per la privacy, dato che sottopone la propria policy di no-log ad audit indipendenti regolari.

A livello di prezzo, ExpressVPN costa di più rispetto ad altri servizi, sebbene ora offra anche il backup in cloud con BackBlaze all'interno dei pacchetti annuali. In ogni caso, se cercate l'esperienza migliore in termini di VPN per scaricare altrove, il prezzo è più che giustificato.

La migliore VPN per i torrent del 2022: 49% di sconto e 3 mesi GRATIS (Si apre in una nuova scheda)

La migliore VPN per i torrent del 2022: 49% di sconto e 3 mesi GRATIS (Si apre in una nuova scheda)
ExpressVPN è davvero la migliore VPN per scaricare i torrent. E la buona notizia è che i lettori di TechRadar possono usufruire di uno sconto esclusivo e tre mesi gratis con i pacchetti annuali. Non dimenticate che potete anche usufruire della garanzia completa soddisfatti o rimborsati di 30 giorni, per provare il servizio senza rischi!

NordVPN - Torrenting and torrents VPN

(Image credit: Future)
(Si apre in una nuova scheda)

2. NordVPN

Massima sicurezza per l'uso di torrent e P2P

Supporto torrent/P2P: sì | Audit delle policy di no-log: sì | Velocità di connessione: elevate | Supporto del kill switch: Windows, Mac, iOS | Server: 5.400+ | Assistenza via chat 24/7:

Crittografia dati doppia
Ottima assistenza
Prestazioni elevate
Kill switch comprovati ed efficaci
UI su mobile non all'altezza della versione desktop

Parlando di sicurezza e VPN, NordVPN è uno dei primi nomi che ci vengono in mente. E non è un caso, viste le connessioni ad altissima sicurezza garantite dai protocolli IKEv2/IPsec e OpenVPN, senza dimenticare la versione personalizzata di WireGuard, ovvero NordLynx ad alta velocità. L'azienda offre diversi server "VPN doppi", cioè che trasmettono i dati attraverso due server VPN separati per un maggiore livello di sicurezza. Inoltre, è supportata anche la tecnologia Onion-over-VPN per una privacy ancora più blindata.

Come per la maggior parte delle VPN di alto profilo, anche NordVPN osserva una policy di no-log molto chiara. Inoltre, l'azienda si è affidata a PricewaterhouseCoopers per la verifica del grado di sicurezza delle proprie app tramite audit. Inoltre, Nord gestisce un programma di bug bounty che premia chiunque scopra e segnali problemi di sicurezza nel servizio.

Il P2P non è supportato su tutti i server, ma non è un problema. Infatti, l'opzione "P2P" vi permette di trovare con un solo clic i server compatibili con il download dei torrent. E la rete di server è davvero ampia, con un kill switch automatico su Windows, Mac e iOS, mentre su Android la funzione è gestita da un tool equivalente e altrettanto facile da usare. Inoltre, vengono bloccati i DNS leak, con un client dall'ottimo design e prestazioni elevate con velocità di download al di sopra della media.

Potete pagare tramite criptovalute, anche in Bitcoin, ed è possibile annullare la vostra sottoscrizione tramite la garanzia di 30 giorni. Il piano di due anni è la scelta migliore in termini di rapporto qualità/prezzo.

Private Internet Access VPN for torrents

(Image credit: Private Internet Access)
(Si apre in una nuova scheda)

3. Private Internet Access

PIA offre funzioni P2P uniche e utilissime

Supporto torrent/P2P: sì | Audit delle policy di no-log: no | Velocità di connessione: nella media | Supporto del kill switch: Windows, Mac, Android, iOS | Server: 10.000+ (dato non confermato) | Assistenza via chat 24/7:

Opzione port forwarding disponibile
Molte funzioni
Kill switch molto efficaci
Niente audit di sicurezza
Velocità WireGuard sotto la media

Private Internet Access (o PIA) riesce senza dubbio a soddisfare qualsiasi esigenza degli utenti che vogliono scaricare torrent usando una VPN.

Innanzitutto, il supporto P2P è disponibile su tutti i server (oltre 10 mila, a detta dell'azienda). Anche i kill switch su desktop sono molto efficaci, sia su Windows che Mac, così come le app mobili per Android e iOS ci hanno convinto appieno.

PIA si spinge oltre, però, offrendo l'opzione per il port forwarding. Con questa funzione, sarà possibile bypassare i firewall NAT per migliorare le velocità di download in P2P. Ancora una volta, ricordiamo che noi di TechRadar non supportiamo alcun utilizzo illegale dei torrent.

Ancora una volta, ogni uso è a vostro rischio e pericolo. Detto questo, PIA non offre velocità elevatissime come le due VPN precedenti, dato che parliamo di 320 Mbps in media.

Sotto gli altri punti di vista, PIA riesce a sbloccare anche i principali servizi di streaming e offre app davvero facili da usare, e ricche di funzionalità. Inoltre, il piano pluriennale è uno dei più convenienti al momento.

Surfshark VPN for torrenting

(Image credit: Future)
(Si apre in una nuova scheda)

4. Surfshark

Un servizio accessibile e ottimo per scaricare torrent

Supporto torrent/P2P: sì | Audit delle policy di no-log: parziali | Velocità di connessione: elevata | Supporto del kill switch: Windows, Mac, Android, iOS | Server: 3.200+ | Assistenza via chat 24/7:

Prezzi imbattibili
Supporto di tutti i dispositivi
Kill switch su tutte le piattaforme
Qualche problema con il kill switch

Surfshark si distingue per i prezzi abbordabili e per le velocità sostenute. Con i piani pluriennali, è davvero imperdibile.

E anche dal punto di vista del download di torrent, l'azienda offre il supporto P2P sulla maggior parte dei server, con la presenza di server DNS zero-knowledge, supporto dei bitcoin, split tunneling e blocco inserzioni e URL. E in caso di problemi, l'assistenza è sempre disponibile via e-mail e live chat.

Parlando di rapporto qualità/prezzo, ogni abbonamento offre l'accesso a un numero illimitato di dispositivi. In questo modo, se avete più device, potrete usare il servizio contemporaneamente su PC, Mac, dispositivi mobili, streaming stick per la TV, console, router e qualsiasi altro prodotto tecnologico compatibile.

Il servizio include un kill switch per Windows, Mac, Android e iPhone. Peccato solo per qualche piccolo problema su Windows riscontrato in sede di recensione: in sostanza lo strumento non avvisa chiaramente in caso di perdite di connessione. Non è un problema gigantesco, ma ci fa riflettere sull'eventuale presenza di altri problemi.

In ogni caso, Surfshark si è dimostrato un servizio eccellente e sicuro per chiunque voglia scaricare torrent con una VPN senza spendere troppo. 

Hotspot Shield torrenting VPN

(Image credit: Hotspot Shield)
(Si apre in una nuova scheda)

5. Hotspot Shield

Una VPN velocissima e con server 100% compatibili con il P2P

Supporto torrent/P2P: sì | Audit delle policy di no-log: no | Velocità di connessione: elevate | Supporto del kill switch: Windows, Mac, Android | Servers: 1.800+ | Assistenza via chat 24/7:

Connessioni rapidi
Facile da usare
Tutti i server in rete supportano il P2P
Alcuni dati vengono registrati dal provider
Non la migliore assistenza online

Hotspot Shield si è creata una certa reputazione grazie alla velocità dei server. Il protocollo Catapult Hydra riesce a garantire velocità molto superiori rispetto a OpenVPN.

Certo, nel tempo anche la concorrenza si è dotata di protocolli proprietari, ma Hotspot Shield è stata fra le prime aziende a farlo, e in ogni caso ha diverse altre frecce al proprio arco. Innanzitutto, supporta il P2P su ognuno degli oltre 1.800 server dislocati nel mondo. Inoltre, i kill switch sono affidabili sia su desktop che Android, peccato per l'assenza su iOS, la cui app è abbastanza migliorabile.

Abbiamo riscontrato qualche lacuna nelle guide online sull'uso sicuro dei torrent con Hotspot Shield. Però l'assistenza è disponibile 24/7 via live chat ed è molto efficace nel fornire aiuto.

Purtroppo, non riusciamo a dare a Hotspot Shield un posto più in alto nella classifica perché la policy di no-log non è ancora stata sottoposta a audit. Inoltre l'azienda ha confermato di registrare alcuni dati delle sessioni. Niente di preoccupante, dato che parliamo di durata, dispositivi e indirizzi IP, tuttavia, questo ci fa preferire le altre VPN in elenco.

VPN per scaricare torrent - FAQ

Serve davvero una VPN per scaricare i torrent

È molto consigliabile, specialmente se volete mantenere l'anonimato. Nessun potrà tracciare le vostre attività, quindi potrete scaricare i torrent in tutta sicurezza.

Qual è la migliore VPN per scaricare torrent del 2022?

Abbiamo dato il primo posto a ExpressVPN (Si apre in una nuova scheda) nella nostra classifica delle migliori VPN per scaricare torrent perché soddisfa ogni singolo requisito. Inoltre i kill switch sono efficaci su tutte le piattaforme supportate e apprezziamo gli sforzi dell'azienda profusi nel verificare la policy di no-log tramite audit esterni, a cura di PricewaterhouseCoopers. Senza dubbio è la scelta migliore per chi vuole scaricare torrent senza rischi.

Scaricare torrent è sicuro con una VPN?

Oltre a crittografare tutti i dati, usare una VPN per scaricare i torrent vi aiuta a mantenere anonima la vostra identità. Nessuno potrà vedere cosa scaricate online, nemmeno il vostro ISP.

Torrents

(Image credit: Shutterstock)

Vale la pena usare una VPN gratuita per scaricare torrent?

No. Ci sono delle ottime VPN gratuite e funzionano alla grande per le operazioni di base come aprire la mail e accedere senza rischi alle Wi-Fi pubbliche. Ma spesso hanno dei grossi limiti di utilizzo, con velocità ridotte e, in alcuni casi, manca del tutto il supporto P2P.

Quindi, se scaricare i torrent è la vostra priorità, è sempre meglio affidarsi a un buon servizio a pagamento, come ExpressVPN o NordVPN.

A cosa serve il kill switch?

Le VPN garantiscono la privacy online, almeno finché sono attive. Ma se la connessione si interrompe, i vostri dati come l'indirizzo IP potrebbero essere esposti. Un problema non da poco se state usando i torrent, viste le politiche di tolleranza zero nei confronti del P2P.

In sostanza, il kill switch blocca del tutto la connessione a internet nel momento esatto in cui si verifica la caduta della VPN, in modo da garantire la protezione del vostro indirizzo IP.

Cosa sono i DNS leak?

I DNS leak sono una falla di sicurezza che consente ad altri di vedere il vostro indirizzo IP, inclusi hacker ed enti governativi. Le VPN migliori adottano misure di crittografia e protocolli molto severi per prevenire i DNS leak e mantenere il vostro pieno anonimato online.

^ Back to top

Torrenting with uTorrent

(Image credit: uTorrent)

Port forwarding: cos'è e cosa ne pensano le aziende di VPN?

Abbiamo chiesto ad alcune delle aziende di VPN più importanti un parere sul download di torrent e sul port forwarding. Ecco le loro risposte.

"Non supportiamo il port forwarding, come la maggior parte delle altre VPN. Affinché il port forwarding sia realmente efficace, il cliente avrebbe bisogno di un indirizzo IP dedicato. Noi usiamo IP condivisi per una maggiore privacy. In breve, è impossibile effettuare il port forwarding se tutti condividono lo stesso indirizzo IP sul server VPN. In caso contrario, ci sarebbero dei conflitti fra le porte. Tuttavia, i torrent restano utilizzabili con le VPN. Il motivo è il NAT. I client torrent effettuano una connessione in uscita verso un seeder con porta "usa e getta", quindi il server associa la connessione all'indirizzo IP privato/interno tramite conntrack/NAT. Le connessioni in ingresso funzionano a loro volta tramite quest'ultimo. Praticamente, si tratta dello stesso modo in cui funzionerebbe un NAT sul router di casa. Ma allora qual è la differenza fra port forwarding e NAT? I l primo dedica una porta specifica a un determinato client. Ad esempio, se volete avviare un server Minecraft sulla porta 25565, dovrete configurare il router di conseguenza, con tutte le connessioni per la porta 25565 indirizzate all'indirizzo 192.168.1.10 (il possibile indirizzo del vostro PC ai fini di questo esempio). In questo modo, il router saprà che la porta 25565 deve SEMPRE essere reindirizzata a quell'IP specifico sulla rete. Questa tecnica va bene a casa, ma non funziona con una VPN, laddove più utenti potrebbero voler aprire la stessa porta per gli stessi motivi. D'altro canto, il NAT, apre le porte in base all'associazione, assegnandole a caso, evitando dunque possibili conflitti e sovrapposizioni".

"Non supportiamo il port forwarding poiché potrebbe determinare un uso improprio del servizio. Ciononostante, il traffico P2P è consentito sulla relativa parte dei server dedicati".

"Abbiamo deciso di non consentire il port forwarding a causa di possibili usi impropri e rischi di sicurezza a esso connessi. Si tratta della stessa politica adottata da diversi altri operatori VPN sul mercato. Molti clienti ritengono che le nostre velocità per il download dei torrent siano comunque elevate, e in base ai nostri test interni, il port forwarding ha un impatto limitato su tali velocità, quando vengono scaricati file legali molto noti. Esistono diverse VPN che offrono il port forwarding, se siete interessati a tale funzione, ma noi non siamo fra queste".

Abbiamo testato e recensito VPN nel rispetto della normativa vigente e prettamente per scopi ricreativi, ad esempio:

1. Accedere a servizi di altri Paesi (nel rispetto dei termini e delle condizioni del servizio cui si accede);

2. Proteggere la propria sicurezza e aumentare la propria privacy online;

Non supportiamo in alcun modo utilizzi illegali o fraudolenti dei servizi VPN.

L’utilizzo di VPN per accedere a contenuti pirata non è in nessun modo approvato da Future Publishing.

Marco Doria
Senior editor

Senior Editor and Professional Translator. Boardgaming enthusiast, Tech-lover.

Con il supporto di