Skip to main content

Le migliori VPN gratuite del 2022 per PC e smartphone

vpn gratuite
(Immagine:: Future)

Scegliendo una delle migliori VPN gratuite, potrete navigare con maggiore privacy e in (quasi) totale anonimato. Sebbene alcuni servizi pongano alcuni limiti, con una delle VPN gratis che vi consigliamo, potete anche sbloccare contenuti geolocalizzati o "nascondere" il vostro indirizzo IP, cambiandone la provenienza geografica.

Gli utilizzi sono molteplici, sia in ambito privato che professionale. Ecco a voi le migliori VPN gratis per chi vuole usare questo servizio senza sborsare un euro, magari solo per provarlo prima di passare a un piano a pagamento.

Le nostre guide sul networking:

I migliori router Wi-Fi

I migliori router Wi-Fi 6

I migliori router gaming

I migliori Wi-Fi Mesh

I migliori extender Wi-Fi

I migliori NAS

Le migliori VPN per router

Infatti, l’uso delle VPN è cresciuto in maniera costante negli ultimi anni ma l'anno scorso ha conosciuto un’accelerazione incredibile dato che sempre più persone si sono trovate a lavorare da casa e dato che sono cresciute le esigenze in termini di intrattenimento casalingo.

Le VPN gratis possono andare bene vi serve una maggiore protezione su computer o dispositivi mobili, ad esempio quando vi collegate a una rete Wi-Fi pubblica o comunque giudicata non sicura. Per questo motivo, la nostra guida vi proporrà le migliori VPN gratuite che potete scaricare fin da subito.

Nel corso degli anni su TechRadar abbiamo provato e verificato decine di servizi e la loro capacità di garantire sicurezza in tutte le attività online e di mantenere anonimi i dispositivi cambiando l’indirizzo IP senza sottoscrivere un abbonamento. In termini di sicurezza, infatti, le VPN rappresentano un’opzione migliore rispetto a metodi come i server proxy o la modalità anonima dei browser.

ExpressVPN sarà pure il miglior provider su abbonamento, ma lo scettro di migliore VPN gratuita resta a Hotspot Shield Free. Oltre al fatto di non richiedere un abbonamento, la versione gratuita offre tutte le funzioni di quella a pagamento. Certo, c’è una scelta limitata di server ma sotto altri aspetti, come il limite di dati, Hotspot Shield Free è superiore ad altri provider.

Ma (c’è sempre un “ma”) è davvero possibile trovare una VPN gratuita che sia davvero buona? La risposta non è semplice. In definitiva, possiamo dirvi che una versione gratuita farà al caso vostro se avete bisogno di usare questi servizi in maniera sporadica, sempre che i limiti imposti dai provider in queste versioni gratuite vi vadano bene.

  • Le migliori VPN (Si apre in una nuova scheda) del 2022
  • Le migliori VPN per iPhone (Si apre in una nuova scheda)
  • Le migliori VPN per Android (Si apre in una nuova scheda)

Prima delle migliori VPN gratuite, ecco la top 3 delle VPN Premium

(Si apre in una nuova scheda)

1. ExpressVPN - la VPN numero uno (Si apre in una nuova scheda)

Abbiamo recensito oltre cento VPN, sia gratuite che a pagamento, e secondo noi una delle migliori è ExpressVPN (Si apre in una nuova scheda). Considerati i rischi dovuti all'uso di un servizio gratuito, pensiamo che il prezzo ne valga davvero la pena. Inoltre è previsto un rimborso entro i primi 30 giorni qualora non siate soddisfatti.

(Si apre in una nuova scheda)

2. NordVPN - il principale nome del settore (Si apre in una nuova scheda)

Anche se non avete sentito parlare spesso di VPN, con molta probabilità vi siate imbattuti in NordVPN (Si apre in una nuova scheda), dato che ormai più di sette anni è uno dei leader del settore.

(Si apre in una nuova scheda)

3. Surfshark - la VPN di gran lunga più economica (Si apre in una nuova scheda)

Se ExpressVPN dovesse risultare troppo costosa, Surfshark (Si apre in una nuova scheda) sarà la vostra seconda scelta. L'abbonamento da €1,96 al mese + 3 mesi gratis con il piano di due anni rappresenta un affare per un servizio che è non solo premium ma anche facile da usare. Questo provider offre tutte le funzionalità dei migliori servizi sul mercato, ma a un prezzo decisamente più basso.

 Le migliori VPN gratuite del 2022

ProtonVPN Free VPN

(Image credit: ProtonVPN)
(Si apre in una nuova scheda)

1. ProtonVPN Free

Dati illimitati e totalmente gratuiti

Piattaforme supportate: Windows, Mac, Android, iOS, Linux | Server disponibili: 3 | Limite dei dati: Illimitato | Assistenza via chat 24/7: No

Nessun limite mensile di dati
Ottima privacy
Set di funzioni completo
Velocità un po’ incostante
Assistenza molto limitata

ProtonVPN è un altro provider che offre una versione gratuita molto interessante in aggiunta ai piani a pagamento. Il suo punto di forza consiste nel non avere alcun limite di dati e questo significa che potrete usare la VPN quanto e quando volete. Si tratta di una caratteristica davvero rara per una versione gratuita e già questo basta a rendere ProtonVPN un’opzione più che valida.

Ci sono, naturalmente, altri limiti per incentivare gli utenti a passare a un piano a pagamento. La versione gratuita di ProtonVPN può essere usata su un singolo dispositivo, permette di scegliere solo fra tre diverse aree geografiche e la velocità viene ridotta rispetto agli account a pagamento. Inoltre manca il supporto al P2P (quindi, niente torrent) e le velocità calano notevolmente quando ci sono molti utenti connessi. 

Se questi non rappresentano per voi dei difetti insormontabili, avrete comunque un servizio dalle ottime prestazioni e che assicura una rigida politica no-log, tanto che per registrarsi basta un qualsiasi indirizzo mail. Infine, vale la pena sottolineare che questo servizio è totalmente libero da pubblicità che non ci sono né sul sito ufficiale né, tanto meno, sul client.


PrivadoVPN Free VPN su vari dispositivi

(Image credit: PrivadoVPN)
(Si apre in una nuova scheda)

2. PrivadoVPN Free (Si apre in una nuova scheda)

Free VPN with global servers and a juicy data limit

Piattaforme supportate: Windows, Mac, Android, iOS | Server disponibili: 12 | Limite dei dati: 10 GB al mese | Assistenza via chat 24/7: No

Molte più zone server di altri servizi gratuiti
Buon limite di dati
Funzioni interessanti
Velocità migliorabili
L'assistenza lascia a desiderare

PrivadoVPN è una new entry della nostra classifica di VPN gratis. Il provider in questione sta spingendo molto la versione a pagamento, ma la controparte gratuita è altrettanto interessante.

Rispetto alla prima classificata, questa VPN offre molte più zone server, sparse fra USA, Canada, Messico, Regno Unito, Germania, Francia, Paesi Bassi e Svizzera, il Paese d'origine di PrivadoVPN. È raro vedere questa copertura in una VPN gratuita, dunque è un gran bel vantaggio sulla concorrenza.

Le velocità non sono incredibili, tuttavia potrete accedere a server P2P, e avrete a disposizione un kill switch. Altro plus è che Proton non crea problemi con lo streaming, non abbiamo provato la versione free, ma quella a pagamento sblocca Netflix USA, BBC iPlayer, Disney Plus e Prime Video.

Con 10 GB al mese e le diverse piattaforme supportate (Windows, Mac, Android, iOS), si tratta di un servizio che vale la pena provare.

- Scaricate PrivadoVPN e provate subito con mano (Si apre in una nuova scheda)


Windscribe - Le migliori VPN gratis

(Image credit: Windscribe)
(Si apre in una nuova scheda)

3. Windscribe Free

Super sicura e con un elevato limite di dati

Piattaforme supportate: Windows, Mac, Android, iOS, Linux | Server disponibili: 11 | Cap dei dati: 2- 10 GB al mese | Assistenza via chat 24/7: No

Facile da avviare e usare
Eccellente policy sulla privacy
Funziona anche con Netflix
Velocità non sempre costante
Il piano dati standard da 2 GB al mese è troppo poco

Il limite di dati piuttosto generoso e l’attenzione per la privacy rendono Windscribe una delle migliori VPN gratuite. Il tetto massimo mensile è infatti di 10 GB e si possono scegliere server in dieci paesi, inclusi Gran Bretagna, Hong Kong, Germania, Canada e Stati Uniti. Per creare un account basta scegliere un nome utente e una password dato che la mail è solo opzionale (anche se molto utile per recuperare le credenziali). 

Windscribe non conserva i dati di login, gli indirizzi IP o i siti visitati, ma si limita a memorizzare nome utente, server e quantità di dati utilizzati. Queste informazioni vengono poi cancellate entro tre minuti dalla fine di ogni sessione.

Se questo non dovesse essere abbastanza, ci sono anche un ad-block e un firewall integrati.


Atlas VPN on a laptop

(Image credit: Atlas VPN)

4. Atlas VPN Ffree

Limite di dati: 10 GB al mese (2 GB al giorno su Mac) | Connessioni: 2 | Posizioni server: 3 | Paesi: 2 | Assistenza: sito, e-mail

Buona quantità di dati
Veloce per una VPN free
Sblocca Disney Plus
Poche funzioni
Alcuni problemi di usabilità

Atlas VPN Free ci ha colpiti per il traffico dati disponibile, soprattutto su Mac dove gli utenti ottengono 2 GB al giorno.

Purtroppo, non possiamo dire lo stesso per le posizioni, che si limitano a 3 (Paesi Bassi, Los Angeles e New York). Si possono collegare due dispositivi contemporaneamente, mentre le velocità  con Atlas VPN Free si attestano a valori un po' sopra la media, ovvero 320 Mbps. E visto il supporto P2P, potrebbe essere una buona scelta per i torrent.

Le app non ci convincono troppo, però. Sono abbastanza basilari e funzionali, soprattutto il kill switch, ma mancano alcune funzionalità e abbiamo notato anche qualche problema di usabilità.

Il servizio ha ricevuto un audit indipendente, ma solo per l'app iOS.

In altri aspetti, però Atlas VPN Free ci ha stupiti. Non sblocca tutto, ma ci ha permesso di accedere a Disney Plus e non è detto che non riesca a farlo con altri servizi.

In generale, a parte qualche problema, Atlas VPN Free ci ha protetti bene online e gli utenti Mac apprezzeranno i 2 GB al giorno di dati.

Visitate il sito web di Atlas VPN per il piano gratuito (Si apre in una nuova scheda)


Hide.me - Le migliori VPN gratis

(Si apre in una nuova scheda)

5. Hide.me Free

Potete nascondere ciò che volete con questa VPN orientata alla privacy

Piattaforme supportate: Windows, Mac, Android, iOS | Server disponibili: 5 | Cap dei dati: 10 GB al mese | Assistenza via chat 24/7:

Buona protezione della privacy
Niente pubblicità o rallentamenti
 Solo un dispositivo

Hide.me (Si apre in una nuova scheda) offre sia un servizio a pagamento che uno gratuito da 2 GB di dati al mese. Ci sono in ogni caso dele restrizioni: è possibile connettere al massimo un dispositivo e i server coprono solo cinque paesi (tra cui Stati Uniti e Canada) rispetto agli oltre 50 della versione a pagamento. La nota positiva è che questa VPN non riduce la velocità di connessione e non registra le attività degli utenti. È dunque improbabile che il provider possa vendere i vostri dati a terze parti, semplicemente perché non ha alcun dato da offrire. Inoltre, non ci sono pubblicità.

I client sono disponibili per Windows PC, Mac, Android e iOS. La versione Windows è piuttosto ben realizzata e inoltre anche gli utenti della versione gratuita hanno a disposizione ha un servizio di assistenza tecnica 24/7. Nei nostri test Hide.me ha avuto prestazioni impressionanti e questo la rende una VPN più che solida, che cerca di tutelare la privacy senza troppe limitazioni per gli utenti.


Hotspot Shield Free VPN on multiple devices

(Image credit: Hotspot Shield)
(Si apre in una nuova scheda)

6. Hotspot Shield Basic VPN

La migliore VPN gratuita

Piattaforme supportate: Windows, Mac, Android, iOS | Server disponibili: 1 | Limite dei dati: 500 MB al giorno | Assistenza via chat 24/7: No

Funzionalità premium
Facile da usare 
Semplice da configurare
Velocità massime elevate
Un solo server disponibile
Limite di dati

Hotspot Shield Free è non solo una delle VPN gratuite migliori della nostra classifica, ma la migliore in assoluto. Con la versione a pagamento è possibile scegliere server che si trovano in oltre 70 paesi, dandovi accesso a tutte le aree geografiche possibili. Con la versione gratuita, è invece Hotspot Shield a scegliere il server per voi, proponendovi anche degli annunci pubblicitari nel client.

Se quello che vi interessa di più è la sicurezza, anche su questo aspetto Hotspot non è da meno offrendo una crittografia blindata più che adeguata per proteggervi durante attività come home banking o pagamenti via internet.

Oltre alla sicurezza, Hotspot Shield Free merita un riconoscimento anche per la semplicità di utilizzo: che sia un’app mobile o un client desktop, non troverete da un’altra parte, un‘interfaccia con la stessa qualità.

Sottoscrivendo un abbonamento è possibile scegliere tra server sparsi in una settantina di Paesi in modo da vernire incontro a tutte le possibili esigenze come collegarsi a versioni straniere di una piattaforma video o aggirare blocchi territoriali locali. Nel caso della versione gratuita, invece, è Hotspot Shield ad assegnare un server ai vostri dispositivi e nella versione Android non mancano le pubblicità.

Se dunque non volete spendere un paio di euro al mese per una delle migliori VPN a pagamento (Si apre in una nuova scheda), Hotspot può rappresentare una valida alternativa.

(Si apre in una nuova scheda)

Volete provare Hotspot Shield Basic? Potete scaricarlo qui (Si apre in una nuova scheda).

Se siete nuovi nel mondo delle VPN, oppure se credete che un servizio gratuito possa offrirvi tutto ciò di cui avete bisogno, allora la scelta giusta potrebbe essere scaricare e installare la versione gratuita di Hotspot Shield. Non c'è nessun vincolo, quindi potrete cambiare provider o passare alla versione a pagamento quando vorrete.


TunnelBear - Le migliori VPN gratuite

(Image credit: Tunnelbear)
(Si apre in una nuova scheda)

7. TunnelBear

Proteggere la propria identità online non è mai stato così facile

Piattaforme supportate: Windows, Mac, Android, iOS | Server disponibili: 20+ | Cap dei dati: 500 MB al mese | Assistenza via chat 24/7:

Facile da usare 
Client desktop e mobile
Buone velocità
Limite dei dati davvero basso
Poche impostazioni

La grafica di TunnelBear potrebbe sembrare non molto seria, ma è un provider VPN di tutto rispetto, soprattutto dopo che è stato acquisito dal gigante della sicurezza informatica McAfee. Come molti altri provider, TunnelBear oltre a proporre piani in abbonamento, permette di scegliere una versione gratuita.

Il limite principale della versione non a pagamento riguarda la soglia dei dati che è di appena 500 MB al mese. È davvero poco e TunnelBear può quindi andare bene solo se usate sporadicamente una VPN e non volete sottoscrivere un abbonamento. Non potrete dunque tenere attivato il client tutto il tempo e questo rende TunnelBear non adatto ai torrent e allo streaming. Ovviamente scegliere un provider come ExpressVPN (Si apre in una nuova scheda) o NordVPN permette di risolvere tutti questi problemi.

TunnelBear ha recentemente rivisto e migliorato la propria politica in tema di privacy, e ora il provider raccogliere una quantità minore di dati dei propri utenti, non richiedendo più il proprio nome per creare un account ed eliminando le informazioni riguardanti il numero di connessioni ai propri server.


 VPN gratuite: qualche considerazione

Le VPN gratuite non richiedono un abbonamento, ma c’è sempre un’altra faccia della medaglia. I provider, infatti, devono trovare altri modi per guadagnare, di solito con annunci pubblicitari piuttosto invasivi nei client o vendendo i dati a terze parti (vanificando, di fatto, la funzione di protezione della privacy di una VPN).

Inoltre, solitamente i servizi gratuiti limitano la quantità di dati e la velocità della banda, rendendo questo tipo di VPN non adatte allo streaming o ai torrent e a garantire un ulteriore livello di protezione in generale. Inoltre, i servizi gratuiti non offrono quegli extra che di solito sono esclusivi delle versioni su abbonamento e dunque meglio non aspettarsi una scelta particolarmente ampia di server o un’assistenza disponibile tutti i giorni e a tutte le ore.

Infine, bisogna ricordare che una versione a pagamento richiede in media una spesa di circa €2 al mese per garantirvi maggiore protezione e prestazioni decisamente migliori.

Vale la pena usare una VPN gratuita?

In tutta onestà non esiste una risposta esatta a questa domanda dato che tutto dipende dall’uso che della VPN si vuole fare. Se, ad esempio, vi servisse avere un po’ più di sicurezza quando usate una rete Wi-Fi pubblica, allora una VPN gratuita potrà anche andare bene. Molto semplicemente basta aprire il client, scegliere la connessione protetta a un server e svolgere le vostre attività, stando certi che nessuno potrà spiarvi o accedere alle vostre informazioni.

Se avete però bisogno di una VPN in grado di aggirare i blocchi territoriali di Netflix o di poter usare senza problemi i torrent, allora vi servirà qualcosa di più di una VPN gratuita. Tanto per cominciare, la maggior parte di queste hanno un tetto giornaliero o mensile di dati che solitamente si raggiunge molto velocemente. Inoltre, i servizi offerti gratis non hanno server che permettono di aggirare i blocchi né tanto meno offrono assistenza in questo senso.

Come scegliere una VPN gratis: 5 domande frequenti

Negli ultimi anni siamo stati testimoni di molte nuove minacce per la privacy e spesso si è usata la difesa di questo diritto come un pretesto per minare valori alla base di internet come l’anonimato e la net neutrality. 

Le VPN (virtual private network) non rappresentano certo la soluzione perfetta per chi cerca una rete sicura, ma sono un servizio a portata di consumatore. 

Se non usate ancora una VPN, potete cominciare gratuitamente, ma fate attenzione perché i provider non sono tutti uguali, e alcuni potrebbero persino mettere a rischio la vostra sicurezza. 

Ecco, quindi, cinque domande fondamentali che dovreste farvi prima di scegliere una VPN.

1. Qual è il modello di business del provider? I fornitori di VPN non sono diversi da altre aziende: lavorano per fare profitto e hanno dei costi, che sono maggiori quanto più famoso e utilizzato è il servizio. Alcuni, come TunnelBear, usano la versione gratuita per spingere gli utenti verso l’abbonamento in maniera simile a Dropbox. Molti altri, invece, raccolgono i dati degli utenti e li vengono a terze parti minacciando la loro privacy. 

2. Una VPN gratuita protegge davvero il mio PC? La maggior parte di provider VPN offrono un’applicazione desktop che funziona in background, il cui scopo è crittografare tutti i dati da e verso il computer. Questo risolve il problema solo in parte: il vostro notebook, ad esempio, sarà ancora esposto ad altri sistemi di tracciamento, come se ne trovano sulla maggior parte dei siti web. Alcuni, come per esempio Windscribe, hanno un approccio più olistico e strumenti di uso più generale, come un adblocker per evitare anche quel tipo di rischio. 

3. A quali vantaggi rinuncio con l’account gratuito? Con i prodotti gratuiti è doveroso aspettarsi qualche limite e questo vale anche per le VPN gratuite. Alcune offrono più velocità, altre hanno più server, altre ancora sono più adatte al P2P e allo streaming. Tutte, in genere, offrono la possibilità di eliminare i limiti scegliendo di pagare un abbonamento. 

4. Il provider VPN traccia i miei movimenti su internet? È importante assicurarsi che il vostro fornitore di VPN non tracci le vostre attività online. Il primo passo è controllare i termini di servizio, noti anche come EULA (End User License Agreement), anche se purtroppo molte aziende propongono documenti lunghissimi e difficili, il cui unico risultato è nascondere dettagli importanti su come questi provider lavorano. Agli antipodi, troviamo fornitori che non appena vi scollegate cancellano tutto ciò che avete fatto, e promettono di non registrare nulla. 

5. Posso fare un account totalmente anonimo? Un fornitore VPN che permetta di creare un account senza indirizzo email, e che accetta Bitcoin o altre criptovalute, offre il massimo della privacy digitale a cui possiate aspirare. Alcuni hanno persino un doppio livello di “offuscamento” che raddoppia la difesa della vostra privacy. 

Le VPN gratuite sono rischiose?

Sebbene le critiche più frequenti alle VPN gratuite riguardino la limitata efficacia/utilità rispetto alle controparti a pagamento, ci sono dei rischi concreti nell'uso di alcuni brand (per fortuna nessuno dei servizi citati in questa guida rientra fra di essi).

Ad esempio, secondo una ricerca condotta nel 2020, circa il 40% delle VPN per Android gratis disponibili su Google Play Store non proteggerebbe la privacy degli utenti a livelli accettabili. Dunque, non aspettatevi la massima protezione online se usate una di queste VPN gratuite.

Come passare a una VPN Premium gratis

Se ancora non riuscite a decidere se adottare una VPN gratuita o impegnarvi economicamente per una premium, sappiate che ci potrebbe essere un ottimo compromesso. Infatti, gran parte dei migliori provider vi permettono di provare il servizio gratuitamente e senza rischi.

Per fare qualche esempio ExpressVPN (Si apre in una nuova scheda) vi offre una prova gratuita di 30 giorni, mentre Hotspot Shield (Si apre in una nuova scheda) offre una garanzia soddisfatti o rimborsati di 45 giorni.

Vale la pena sottolineare che nei casi come quest'ultimo, dovrete pagare subito la quota richiesta, ma il rimborso è ottenibile senza alcun problema, spesso senza dover dare troppe giustificazioni, quindi potrebbe valere la pena usare questo metodo per provare una VPN prima di decidere se investire del denaro o meno.