Skip to main content

I migliori notebook gaming da 15 pollici del 2021

notebook gaming da 15 pollici
notebook gaming da 15 pollici (Image credit: Future)
PRICE
VERDICT
REASONS TO BUY
REASONS TO AVOID
VERDICT
REASONS TO BUY
REASONS TO AVOID

Quest'anno le novità nel settore dei notebook gaming da 15 pollici sono molte di più di quelle viste lo scorso anno. L'unica vera novità del 2020 erano stati i processori Ryzen 4000, ma erano pochi i modelli ad essere arrivati effettivamente sugli scaffali e se escludiamo modelli come Asus Zephyrus G14, la maggior parte montavano ancora CPU Intel di 9a e 10a generazione. Nel 2021 abbiamo una maggiore presenza di processori AMD, che non devono nulla in termini di prestazioni, alle CPU Intel. Anzi, l'arrivo dell'ultima generazione mobile delle CPU Ryzen 5000, ne ha alzato ulteriormente l'asticella.

Alcuni produttori stanno riciclando il design degli chassis dei portatili già visti nel 2019 e 2020, molto più raffinate a livello di ottimizzazione degli spazi e dei materiali rispetto a quelle dello scorso decennio, ma vediamo arrivare anche modelli nuovi e interessanti con design ulteriormente raffinati a livello di proporzioni e bezel ultrasottili.

Nel frattempo, nonostante le carestia di chip e, soprattutto di GPU, che il mercato sta attraversando, i produttori stanno smaltendo progressivamente le vecchie scorte di processori grafici per far posto alle nuove soluzioni Nvidia Ampere (Nvidia RTX serie 3000), mentre siamo ancora in attesa di notebook con GPU AMD Big Navy.

I notebook gaming da 15 pollici con risoluzione full HD permettono di giocare con un livello di dettaglio elevato, e allo stesso tempo mantengono una trasportabilità molto superiore ai notebook gaming da 17 pollici. Se siete giocatori ma avete la necessità di spostarvi molto, probabilmente è la soluzione più adatta alle vostre esigenze.

Alcuni di essi possono infatti collegare addirittura tre monitor (tramite mini display port) non facendovi venire sensi di colpa per l’acquisto di un modello di dimensione ridotta: le numerose porte presenti nella stragrande maggioranza di essi i permette un capacità di espansione da non fare rimpiangere nemmeno un PC gaming desktop. Dato che l’espandibilità dei portatili gaming spesso e volentieri si limita all'aggiornamento del drive (SATA o NVMe PCIe) e della RAM, il nostro consiglio è di acquistare l’hardware migliore che potete permettervi già da subito.

Esistono notebook che partono dal prezzo di un PC da ufficio, fino ad arrivare ad alcuni veri e propri mostri di potenza che possono a costare migliaia di euro, alcuni di questi li ritroviamo anche nella nostra guida ai migliori notebook gaming da 15 pollici.

L’offerta, in ogni caso, è molto ampia ed è relativamente semplice trovarne uno che faccia al caso vostro, anche se difficilmente riuscirete ad acquistare notebook gaming con meno di 700-800 euro. Dal canto nostro abbiamo cercato di differenziare l'offerta per permettere a tutti di acquistare il miglior notebook gaming da 15 pollici possibile al prezzo migliore sul mercato.

Le nostre guide sui giochi:

I migliori giochi VR
I migliori giochi indie
I migliori giochi MMO
I migliori giochi per PC
I migliori giochi del 2021
I migliori giochi su Steam
I migliori giochi single player
I migliori giochi per notebook
I migliori giochi gratuiti per PC

La nostra classifica è organizzata in modo da premiare i modelli più interessanti e non le prestazioni assolute. Poiché spesso i modelli più potenti sono anche i più ingombranti e peccano di portabilità e longevità della batteria, rispetto a quelli più sottili e leggeri.

In particolare in questa categoria crediamo sia importante premiare il rapporto qualità prezzo e la flessibilità, perché chi sceglie un modello di queste dimensioni, molto probabilmente vorrà anche usarlo in mobilità o perlomeno spostarsi senza grossi impedimenti. Perciò abbiamo cercato i migliori, inserendone alcuni più economici ma ben dotati, nella loro categoria.

Non manca ovviamente qualche soluzione più costosa, per chi desidera investire di più ed acquistare un modello dalle finiture maggiormente ricercate o dalle caratteristiche tecniche migliori. Tutti quelli qui proposti sono pertanto ben utilizzabili per attività di gaming con i migliori giochi per PC e nessuno vi lascerà a piedi nel momento del bisogno per via delle prestazioni troppo scarse.

Nel peggiore dei casi, sarà semplicemente necessario diminuire il livello di dettaglio, per riportare il gioco a frame rate accettabili. Alcuni di essi, conservano una estetica discreta e sarà certamente possibile utilizzarli anche per lavoro di ufficio o in luoghi pubblici, senza dare troppo nell’occhio.

notebook gaming da 15 pollici

(Image credit: Dell)

I migliori notebook gaming da 15 pollici a colpo d'occhio:

  1. MSI GS66 Stealth
  2. Lenovo Legion 5 Pro
  3. Asus ROG Strix Scar G532LWS
  4. HP Omen 15 (2020)
  5. Asus ROG Zephyrus M15 GU502
  6. Acer Predator Helios 300 15 (2020)
  7. Acer Nitro 5 (2020)
  8. HP Pavilion Gaming 16
  9. Asus Zephyrus G14
  10. Asus TUF F15

I migliori notebook gaming da 15 pollici del 2021

notebook gaming da 15 pollici

MSI GS66 Stealth è il miglior notebook gaming da 15 pollici (Image credit: MSI)

1. MSI GS66 Stealth

Sottile. Elegante. Potente

Specifiche
CPU: Intel Core i7 e i9 10gen
GPU: Da Nvidia GeForce RTX 2060 6 GB fino a RTX 3070 Super 8 GB
RAM: 16 GB - 32 GB DDR4
Schermo: display 15” Full-HD da 15,6 pollici IPS da 240 o 300 Hz
Memoria: 1TB-2TB NVMe M.2 + slot M.2 (sata/nvme)
Peso: 2,1 Kg
Dimensioni: 35,8 cm x 24,8 cm x 18,3-19,8 cm
Pro
+Molto potente +Sottile e leggero
Contro
-Costoso -Tende a scaldarsi

Esiste uno stereotipo molto diffuso riguardo i portatili da gaming, ovvero che si tratti di dispositivi simili a un grosso mattone che si fa fatica a portare in uno zaino. Msi, propone alcuni modelli in questo stile, ma MSI GS66 Stealth è esattamente l'opposto. Grazie ad uno spessore ridotto a soli 18,3-20 mm e un peso di 2,1 kg, questo portatile permette di utilizzare le nuove GPU RTX 3070 in mobilità senza alcuna fatica.

Inoltre, il design rinnovato è tutto nero con accenti dorati e illuminazione RGB. Se ve lo potete permettere, con questo dispositivo andate sul sicuro, anche se il nostro consiglio è quello di puntare sulle versioni con core i7 che producono generalmente meno calore.

Leggi nostra recensione: MSI GS66 Stealth


notebook gaming da 15 pollici

(Image credit: Lenovo)

2. Lenovo Legion 5 Pro

Il portatile da gioco quasi perfetto (ma è da 16 pollici)

Specifiche
CPU: AMD Ryzen 7 5800H
Grafica: Nvidia GeForce RTX 3060 – 3070
RAM: 16GB DDR4 3200MHz
Schermo: 16 pollici 2560 x 1600 IPS 500 nit, 165Hz
Memoria: SSD M.2 NVMe PCIe fino a 2TB
Pro
+Prestazioni di gioco incredibili+Fantastico schermo QHD+Eccellenti controlli hardware
Contro
-Piuttosto pesante-Design fin troppo generico

Lenovo Legion 5 Pro è senza dubbio uno dei migliori portatili da gioco che abbiamo testato. La sua dotazione è davvero completa per il gaming, ma non è tutto, Legion 5 Pro monta anche uno splendido schermo QHD IPS da 500 nit di luminosità con Dolby Vision e refresh di 165Hz.

A questo si aggiungono anche eccellenti controlli hardware, un'autonomia davvero interessante e una tastiera di dimensioni standard. I giocatori attenti al budget apprezzeranno il fatto che, nonostante sia tra i migliori della sua categoria, è in vendita a un prezzo ragionevole, che significa un rapporto qualità prezzo superiore a quello della concorrenza. Tra i lati negativi troviamo un peso eccessivo, inoltre il suo design non è dei più interessanti che abbiamo visto negli ultimi anni e per un modello così riuscito ci saremmo aspettati qualcosa di meglio in tal senso.

Leggi la nostra recensione: Lenovo Legion 5 Pro


notebook gaming da 15 pollici

(Image credit: Asus)

3. Asus ROG Strix Scar G532LWS

Per giocare sul serio

Specifiche
CPU: Intel Core i7-10850H
Schermo: 1920 x 1080 Antiglare 240 Hz
RAM: 8-16 GB GB DDR4
Memoria: SSD NVMe 1TB
GPU: NVIDIA Geforce RTX 2070 Super 8 GB
Peso: 2,35 Kg
Dimensioni: 36 cm x 27,5 cm x 2,49 cm
Pro
+Design evoluto+Prestazioni eccellenti
Contro
-Schermo ad alto refresh

Quando il gioco si fa duro...ROG Strix. Un notebook da gioco che non vi farà mancare nulla. Anche se il prezzo sale leggermente rispetto ad altri modelli della categoria, la configurazione completa e potente lo rendono sicuramente uno dei più interessanti. 

Lo chassis, ben realizzato, è decisamente votato al gaming e non fa troppo per nasconderlo, rimanendo comunque dentro una sobrietà tecnologica che lo rende molto appetibile ai più. Lo schermo da 240Hz gli da una marcia in più verso gran parte dei concorrenti in ambito gaming. Per il momento non è disponibile con le nuove soluzioni grafiche Nvidia Ampere, ma speriamo che lo diventi a breve.


notebook gaming da 15 pollici

(Image credit: HP)

4. HP Omen 15 (2020)

HP conferma la sua propensione per i PC gaming

Specifiche
CPU: Intel Core i5, i7 di 10a generazione
Grafica: NVIDIA GeForce RTX 2060 - RTX 2080 Super Max-Q
Schermo: Full-HD IPS antiriflesso da 15,3” a 144 Hz IPS retroilluminato WLED (1920 x 1080)
RAM: 8-16 GB DDR4
Archiviazione: 512 GB o 1 TB SSD NVMe,
Peso: 2,6 Kg
Dimensioni: 36 cm x 26 cm x 2 cm
Pro
+Chassis nuovo e migliorato+Hardware aggiornato+Ottima autonomia
Contro
-Suono scadente-Tastiera migliorabile

HP Omen 15 (2020) riconferma il suo status di notebook gaming potente e adatto per qualsiasi utilizzo. Offre qualità, affidabilità permette di raggiungere i massimi livelli di gioco realizzabili con uno chassis portatile.

Lo schermo grande lo distingue da alcuni dei concorrenti ed esistono diverse configurazioni per soddisfare più di una categoria di utenti.

Il suo design è davvero bello, riuscendo ad essere contemporaneamente sobrio e sottile, pur offrendo alcuni elementi di design più appariscenti, che migliorano l'aspetto dell'elegante telaio in alluminio spazzolato.

Non sorprende sappia produrre un'esperienza di gioco davvero buona, fluida e divertente. Nonostante ci si debba affidare ad un comparto grafico vecchio di due anni e mezzo: le nuove GPU Ampere non sono ancora disponibili.


notebook gaming da 15 pollici

(Image credit: Asus)

5. Asus ROG Zephyrus M15 GU502

Il portatile di fascia media per eccellenza

Specifiche
CPU: Intel Core i7 di decima generazione
Grafica: NVIDIA GeForce GTX 1660Ti - RTX 2070 Super
RAM: 16 GB Schermo: 15,6 pollici 4K UHD (3840 x 2160) 16: 9 display antiriflesso, 60 Hz - 15,6 pollici Full HD (1.920 x 1.080) IPS, 144 Hz
Archiviazione: SSD M.2 NVMe PCIe 3.0 da 1 TB
Pro
+Eccellente durata della batteria+Buone prestazioni di gioco+Schermo veloce
Contro
-Non il più potente-Fin troppo orientato al design

Chi sta cercando un notebook gaming di fascia media potrebbe apprezzare moltissimo l'Asus ROG Zephyrus M15 GU502. I portatili da gioco ROG Zephyrus di Asus sono sottili, eleganti e leggeri, e questo non fa eccezione.

Lo schermo è adatto anche agli FPS frenetici, a patto che scegliate la versione Full HD, mentre il pannello 4K a 60 Hz è più indicato se intendete usare l’M15 GU502 come macchina per montaggio video, audio o design o fotografia.

Sebbene non all'avanguardia, le sue specifiche sono sufficienti per giocare ai migliori titoli, anche se talvolta potrebbe essere necessario fare le pulci sulle impostazioni del dettaglio grafico. L’autonomia della sua batteria è molto buona, e ciò lo rende un’ottima scelta se state cercando un bel portatile, aggiornato, e con specifiche ben bilanciate per lavorare in mobilità.

Leggi la nostra recensione: Asus ROG Zephyrus M15 GU502


notebook gaming da 15 pollici

(Image credit: Acer)

6. Acer Predator Helios 300 15 (2020)

Potenza a tutto tondo

Specifiche
CPU: Intel Core i7-10750H
Schermo: 1920 x 1080 a 144 Hz
RAM: 16 GB - 32 GB DDR4
Archiviazione: SSD NVMe da 512GB o 1 TB
GPU: Nvidia Geforce 2060 RTX 6 GB - 2070 RTX Super Max-Q 8 GB
Peso: 2,5 Kg
Dimensioni: 36,3 cm x 25,5 cm x 2,24 - 2,29 cm
Pro
+Ottimo rapporto qualità prezzo+Costruzione robusta+Tuning di serie
Contro
-Chassis del 2019-Software di controllo problematico

Predator Helios 300 di Acer è stato negli scorsi anni uno di computer più chiacchierati, ricercati e desiderati in assoluto. Le generazioni passate si sono sempre fatte notare tra la massa dei notebook gaming per le prestazioni e il design high tech. Il pulsante turbo permette l’overclock e downvolt automatico, oltre a sparare le ventole al massimo. In ogni caso la sua tastiera RGB a 4 zone, il corpo in gran parte di alluminio e le soluzioni tecniche lo mettono al di sopra della media della concorrenza.

Il modello in vendita oggi è aggiornato al 2020 ma il pur ottimo chassis risale ancora al 2019, pertanto non è più così moderno come in precedenza. In ogni caso rimane un ottimo PC gaming, ben realizzato e che vi potrà dare molte soddisfazioni. Il difetto più grave è insito nel software Predator Sense, davvero invadente e altrettanto indispensabile.


notebook gaming da 15 pollici

(Image credit: Acer)

7. Acer Nitro 5

Il gaming economico secondo Acer

Specifiche
CPU: Intel Core i5 e i7 di 10a generazione - AMD Ryzen 4000
Schermo: Full-HD da 144 Hz
RAM: 8 GB-16 GB DDR4
Archiviazione: 512GB - 1TB
GPU: NVIDIA GTX 1650 Ti da 4GB fino a Geforce RTX 2060 da 6 GB
Peso: 2,4 Kg
Dimensioni: 36,3 cm x 25,5 cm x 2,39 cm
Pro
+Buona scelta di configurazioni+Prezzo di partenza interessante
Contro
-Design simile alla versione 2019-Tastiera poco leggibile-Geforce GTX 1650 Ti obsoleta

Acer Nitro 5 riprende il design del fratello maggiore Predator Helios 300, ma dà un taglio ai costi eliminando l’alluminio dallo chassis, qui sostituito dalla plastica. Nella sua realizzazione, abbassa l’asticella della componentistica e più in generale offre componenti meno ricercati. Detto così potrebbe sembrare una cosa negativa, ma il risparmio è notevole rispetto ai modelli superiori, decisamente più costosi.

Se la configurazione più economica è certamente votata al risparmio, rimane comunque più potente di quella del portatile generico, mentre quelle che montano la 2060 RTX sono competitive con i notebook della fascia superiore di prezzo in quanto a prestazioni. Ha un look forse un po’ eccessivo che potrebbe forse piacere ai più giovani, ma la leggibilità della tastiera retroilluminata di rosso rimane un po’ scarsa.


notebook gaming da 15 pollici

(Image credit: HP)

8. HP Pavilion Gaming 16

Nuovo formato per il portatile gaming economico di HP

Specifiche
CPU: Intel Core i5 - i7 di 10a generazione
Schermo: 16,1” Full-HD a 60 Hz
RAM: 8 GB - 16 GB DDR4
Archiviazione: SSD NVMe 512 GB
GPU: NVIDIA Geforce 1650 Ti da 4GB fino a Geforce RTX 2060 da 6 GB
Peso: 2,25 Kg
Dimensioni: 37 cm x 25,2 cm x 2,4 cm
Pro
+Buon rapporto qualità prezzo+Cresce lo schermo, non le dimensioni+Estetica gradevole
Contro
-Schermo a 60Hz-Costruzione completamente plastica-GeForce GTX 1650 Ti obsoleta

HP ha rinnovato la serie economica dei suoi portatili gaming con l’introduzione di un nuovo modello aggiornato da ben 16 pollici. La cosa buona è che lo chassis non ha visto un incremento sensibile delle dimensioni a fronte di un pannello più grande. Per il momento ci risulta che tutti i modelli in vendita abbiano solo pannelli da 60 Hz, il che è un peccato in un portatile gaming.

Anche la scelta di GPU è rivolta verso il basso, la GTX 1650 Ti è fin troppo basilare nel 2021, pertanto se avete intenzione di comprare il Pavilion Gaming 16 per giocarci, vi consigliamo di optare per la RTX 2060. Il resto delle specifiche non è male per essere un modello economico, segnaliamo solamente una costruzione fin troppo economica nella scelta delle plastiche e un numero di porte non al livello dei modelli più costosi.


notebook gaming da 15 pollici

(Image credit: Asus)

9. Asus Zephyrus G14

Il primo portatile gaming a montare CPU Ryzen 4000 mobile

Specifiche
CPU: AMD Ryzen 7 4800HS - 9 4900HS
Grafica: NVIDIA GeForce RTX 2060
RAM: 16 GB - 32 GB
Schermo: pannello IPS da 14 pollici Full HD antiriflesso (1920 x 1080), 120Hz - pannello IPS WQHD antiriflesso da 14 pollici (2560 x 1440), 60Hz
Memoria: 512 GB / 1 TB M.2 NVMe PCIe 3.0
Pro
+Durata della batteria al top +Prestazioni rivoluzionarie+Sottile e leggero
Contro
-Nessuna webcam -Ventole rumorose

Asus Zephyrus G14 è un outsider nella nostra guida, perché il suo schermo è solo da 14 pollici, tuttavia lo vogliamo inserire in quanto è interessante per chi cerca un modello leggermente più compatto. Se non fosse per la mancanza di una webcam e di una porta Thunderbolt 3, il nuovissimo Asus Zephyrus G14 sarebbe perfetto. Non solo come modello da gaming, funzione che assolve benissimo grazie alla scheda Nvidia RTX 2060 di cui è dotato.

Si comporta bene anche come portatile per l’utilizzo generico, dato che la buona autonomia, il peso ridotto e le dimensioni contenute gli permettono di essere trasportato senza problemi. Ciononostante, raggiunge prestazioni fantastiche durante l’utilizzo dei migliori videogiochi, anche quelli più impegnativi. Il display ha una frequenza di 120Hz ed è ottimo per giocare anche ai titoli più frenetici. Non dimentichiamo di dire che il corpo è realizzato in lega di magnesio.

Leggi la nostra recensione: Asus Zephyrus G14


notebook gaming da 15 pollici

(Image credit: Asus)

10. Asus TUF F15

Potente e conveniente

Specifiche
CPU: fino a Intel Core i7-11375H
GPU: fino a NVIDIA GeForce RTX 3070
RAM: fino a 16 GB DDR4-3200
Schermo: da 15,6 pollici, fino a WQHD antiriflesso a 165 Hz e sincronizzazione adattiva
Memoria: fino a 1 TB SSD
Pro
+Grande autonomia+Super sottile e leggero+Ottime prestazioni di gioco
Contro
-Niente webcam-Retroilluminazione della tastiera monocromatica

La linea Asus TUF presenta spesso modelli interessanti a prezzi accessibili. L'Asus TUF A15 dello scorso anno, ad esempio, era un ottimo portatile da gioco, pur mantenendo un prezzo accessibile per i giocatori attenti al budget.

Il nuovo Asus TUF F15 mantiene la stessa convenienza, a fronte di un incremento delle prestazioni. Sfoggia i processori Intel Tiger Lake, GPU mobili Nvidia GeForce RTX 3000 e display 1080p fino a 240Hz. Ma soprattutto: non costa una fortuna, è robusto e al contempo anche molto leggero. Gli si può chiedere altro?

Leggi la nostra recensione: Asus TUF F15


Come scegliere un buon notebook gaming da 15 pollici

SCHERMO:

Lo schermo da 15” è il requisito preliminare per entrare nella nostra classifica. Se utilizzate giochi frenetici , più in generale, avete scelto un modello dotato di una GPU potente, allora è preferibile che lo schermo possa raggiungere frequenze di aggiornamento elevate, i cui valori tipici sono 90, 120, 144, 240 e 300 Hz. Le frequenze più elevate in assoluto sono riservate ai modelli più costosi, ma se da almeno 120Hz è desiderabile, non è necessario cercare le frequenze più alte in assoluto per giocare bene. Anzi, se si sceglie una GPU più economica, un pannello standard a 60Hz è tutto quello che vi serve.

Nel caso in cui vogliate utilizzare il vostro nuovo notebook per lavorare con grafica, fotografia e 3D, verificate prima dell’acquisto che offra qualche garanzia in termini di fedeltà cromatica (errore delta basso, copertura DCI-P3 adeguata). In ogni caso, sappiate che i pannelli con una fedeltà cromatica perfetta (con il colore visualizzato identico a quello stampato su carta) sono molto, molto costosi, e in genere riservati a professionisti del settore. Uno schermo anche solo “buono” dal punto di vista cromatico, comunque, assicura anche una migliore esperienza con i videogiochi, che è ciò che ci interessa oggi.

CPU e GPU: 

Questi due elementi sono fondamentali per raggiungere alte prestazioni nei videogiochi ma bisogna tenere in considerazione che più saranno potenti, più il sistema di raffreddamento sarà chiamato a lavorare. Durante l’uso quotidiano è possibile tenere un profilo a bassa potenza per silenziare le ventole nella maggior parte delle situazioni, ma se desiderate giocare, vi accorgerete immediatamente che le ventole faranno molto più rumore per cercare di eliminare il calore in eccesso. 

In questa situazione la presenza di metalli come l’alluminio, nel design dello chassis, aiuta a smaltire bene il calore. Per motivi di prezzo, tuttavia, essi sono disponibili solamente a partire dai modelli di fascia media. I modelli gaming vengono venduti in molte configurazioni diverse ed è importante che CPU e GPU siano bilanciate a dovere per evitare colli di bottiglia nelle prestazioni.

Spesso e volentieri è facile trovare la combinazione di CPU potenti con schede video meno capaci. Questo va benissimo per l’utilizzo quotidiano, ma non bisogna dimenticare che è la scheda video a fare il lavoro grosso quando si parla di grafica 3D, e scegliere un modello più potente vi permetterà di giocare al massimo.

Al momento i modelli più veloci sono quelli che riportano la sigla RTX, che indica prestazioni elevate e, soprattutto, la capacità di utilizzare la tecnica del ray tracing, utilizzabile solo su determinati titoli eventualmente abbassando il dettaglio grafico. Modelli più economici faranno comunque il loro lavoro, anche se permettono frame rate più limitati e potrebbe essere necessario, talvolta, abbassare il dettaglio grafico onde mantenere un buon livello di giocabilità.

In ogni caso, se desiderate prestazioni al top con il massimo del dettaglio, sarà necessario alzare il budget per l’acquisto. In tal caso assicuratevi di montare una adeguata; processori lenti potrebbero tarpare le ali a una buona GPU.

Vi consigliamo in ogni caso di scegliere una CPU partendo almeno da un Intel Core i3 di 10ma generazione o da un Ryzen 4000, se avete simpatia per le soluzioni AMD. Nella scelta della GPU, non ci sentiamo di consigliare nulla di meno di una Geforce GTX 1650 Ti, per un uso basilare.

Per giochi più impegnativi una GTX 1660 Ti è certamente più consigliata. Per quanto riguarda AMD, il mercato attuale offre alcuni modelli della serie RX 5000 che sono anch’essi un buon punto di partenza, ma se vi interessa il frame rate in particolar modo, al momento la scelta si limita alle GPU Nvidia.

MEMORIA:

Sarebbe inutile acquistare un portatile gaming potente se poi venisse limitato nelle prestazioni da una quantità di RAM ridotta. Premettendo che lo standard del momento prevede DDR4 per qualsiasi modello, su quelli più economici una quantità di 8 GB è accettabile. Per tutti gli altri consigliamo non meno di 16 GB.

Non ci sono giochi che beneficiano di quantità superiori al momento, ma se mentre giocate volete anche mandare le vostre partite in streaming ed effettuare altre attività nel frattempo, 32 GB faranno certamente comodo, a patto che il resto del sistema sia all’altezza.

Normalmente sono presenti 2 slot per memoria SO-DIMM, che allo stato attuale vengono sempre popolati da 2 banchi per sfruttare la modalità dual-channel. L’ideale perciò, è che il notebook sia già acquistato con la RAM necessaria, onde evitare di accantonare dei banchi seminuovi in un cassetto, per sostituirli con altri più capaci. Rari casi vedono presenti anche 4 slot di memoria, che permettono una maggiore espansione, ma solo su modelli particolarmente costosi e dallo chassis capiente.

ARCHIVIAZIONE:

I produttori hanno già scartato da tempo gli hard disk meccanici come dispositivo di archiviazione principale sui notebook gaming. Su diversi modelli di fascia medio-bassa essi sono presenti solamente come spazio di storage aggiuntivo. Ci sarà quindi un veloce SSD (PCIe, ma a volte anche SATA) come disco principale, e un hard disk magnetico come drive secondario. Una volta riempito il primo, giochi e applicazioni andranno installati sul tradizionale hard disk.

Se si installano i giochi sull’hard disk magnetico, però, i tempi di caricamento saranno notevolmente più lunghi. Meglio quindi cercare un SDD NVMe da almeno 512 GB, meglio se da 1TB o più.

La soluzione attuale, adottata universalmente su tutti i modelli, prevede un SSD NVMe PCIe (su connettore M.2) e alcuni (1-2) connettori di espansione per SSD SATA o ulteriori NVMe, a seconda del modello. Se necessitate di molto spazio interno, conoscere la disponibilità di questi connettori, vi sarà certamente utile. In ogni caso, qualsiasi memoria statica, indipendentemente dalla sua velocità, sarà in grado di offrire un ottimo livello di prestazioni.

Non è perciò necessario pertanto investire troppo, in questo senso. Alcuni notebook montano dispositivi ibridi (SSHD) che combinano una piccola memoria statica ad un disco meccanico. È una via di mezzo e una soluzione per risparmiare qualcosa, ma visto il calo del prezzo degli SSD, rimane sempre possibile aggiungerne uno after-market nel momento del bisogno.

PORTE E CONNESSIONI: 

I notebook gaming offrono differenti configurazioni di porte ed è necessario valutare se il modello che intendete acquistare ha quelle che pensate vi potrebbero tornare utili in futuro. In generale sono sempre molto dotati rispetto ai modelli più generalisti. La presenza di tre porte USB è considerato il minimo sindacale e almeno due dovrebbero essere in versione 3.1. Una uscita HDMI e una porta USB-C potrebbero prima o poi venirvi utili.

ALTRO:

Una caratteristica che potrebbe far piacere è un buon sistema audio. Purtroppo si tratta di una necessità fin troppo ignorata dai produttori, che per motivi di spazio includono minuscoli altoparlanti posizionati sotto la scocca.

Fanno il possibile, ma tranne che in rari casi è sempre meglio utilizzare un paio di cuffie se si gioca o un paio di casse esterne se si ascolta musica. Tipicamente riescono ad emettere suoni medi e acuti ma nessuna bassa frequenza, anche se alcuni modelli includono un piccolo subwoofer che amplia un poco lo spettro audio verso il basso.

Quasi in tutti i modelli è poi presente una webcam (da 720P) sul bordo superiore dello schermo. Dotate di piccoli sensori, offrono una qualità di base per effettuare videochiamate e non possono sopperire alle necessità più evolute. Pertanto se desiderate una qualità video migliore, sarà necessario cercare una soluzione esterna ed acquistare una delle migliori webcam sul mercato.

La qualità della tastiera di un portatile è piuttosto importante se decidete di non usarne una esterna. Essendo tutti i modelli di notebook ormai dotati di retroilluminazione, possiamo notare che esistono tre tipologie di illuminazione disponibili: monocromatico (con colore fisso a seconda del modello), full RGB a zone (di solito 4), che permette di cambiare colore a piacere in ognuna delle zone disponibili e infine full RGB a singolo tasto, che rende possibile variare il colore per ognuno dei tasti in maniera differente.

Dal punto di vista della digitazione, alcune tastiere sono di tipo meccanico, ma nella maggioranza modelli vengono montate delle più semplici tastiere a membrana.