Skip to main content

I migliori notebook gaming da 15” 2020

Una selezione dei migliori notebook gaming da 15'' presenti sul mercato Italiano.
Una selezione deimigliori notebook gaming da 15'' presenti sul mercato Italiano. (Image credit: Future)

Non abbiamo ancora potuto assistere ad una una vera e propria ondata di novità, quest’anno, nel campo dei notebook gaming. Per il momento ci sono alcuni aggiornamenti hardware di modelli che erano già stati ridisegnati lo scorso anno. Le aziende ne avevano migliorato l’estetica dei modelli precedenti, seguendo la recente tendenza dei thin bezels, ossia dei bordi sottili. Questo ha permesso loro di realizzare portatili più compatti e dal design più moderno, ma li ha resi anche leggermente più delicati di quanto non fossero in passato. La più grande novità del momento è data dall’introduzione dei nuovi AMD Ryzen della serie 4000, in luogo della precedente serie 3000. Per ora siamo riusciti a provare il nuovo Asus Zephyrus G14, non ancora presente sul mercato Italiano, rimanendo impressionati dalla potenzialità dei nuovi processori AMD, pertanto aspettiamo con impazienza l’arrivo di nuovi modelli di portatili a breve. Infine, pochi giorni fa c’è stata la presentazione di Nvidia Ampere (nVidia RTX serie 3000), che darà vita a una nuova generazione di notebook gaming, ma ciò non avverrà certamente prima del prossimo autunno.

I notebook gaming da 15 pollici con risoluzione full-HD permettono di giocare con un livello di dettaglio elevato, e allo stesso tempo mantengono una trasportabilità molto superiore ai modelli da 17 pollici. Se siete giocatori ma avete la necessità di spostarvi molto, probabilmente è la soluzione più adatta alle vostre esigenze. Alcuni di essi possono infatti collegare addirittura tre monitor (tramite mini displayport) non facendovi venire sensi di colpa per l’acquisto di un modello di dimensione ridotta: le numerose porte presenti nella stragrande maggioranza di essi i permette un capacità di espansione da non fare rimpiangere nemmeno un PC desktop.

Dato che l’espandibilità dei portatili gaming spesso e volentieri si limita all’aggiornamento del drive (SATA o NVMe PCIe) e della RAM, il nostro consiglio è di acquistare l’hardware migliore che potete permettervi già da subito. Esistono notebook che partono dal prezzo di un PC da ufficio, fino ad arrivare ad alcuni veri e propri mostri di potenza che possono a costare fino a qualche migliaio di euro. L’offerta, in ogni caso è molto ampia ed è possibile trovarne uno che fa al caso vostro, qualsiasi cifra abbiate a disposizione.

La nostra classifica è organizzata in modo da premiare i modelli più interessanti e non le prestazioni assolute. Poiché spesso i modelli più potenti sono anche i più ingombranti e peccano di portabilità e longevità della batteria, rispetto a quelli più sottili e leggeri. In particolare in questa categoria crediamo sia importante premiare il rapporto qualità prezzo e la flessibilità, perché chi sceglie un modello di queste dimensioni, molto probabilmente vorrà anche usarlo in mobilità o perlomeno spostarsi senza grossi impedimenti. Perciò abbiamo cercato i migliori, inserendone alcuni più economici ma ben dotati, nella loro categoria.

Non manca ovviamente qualche soluzione più costosa, per chi desidera investire di più ed acquistare un modello maggiormente ricercato per finiture o dalle migliori caratteristiche tecniche. Tutti quelli qui proposti sono pertanto ben utilizzabili per attività di gaming con i migliori giochi per PC e nessuno vi lascerà a piedi nel momento del bisogno per via delle prestazioni troppo scarse. 

Nel peggiore dei casi, sarà semplicemente necessario diminuire il livello di dettaglio, per riportare il gioco a frame rate accettabili. Alcuni di essi, conservano una estetica discreta e sarà certamente possibile utilizzarli anche per lavoro di ufficio o in luoghi pubblici, senza dare troppo nell’occhio.

(Image credit: Dell)

Come fare una buona scelta:

SCHERMO:

Lo schermo da 15” è il requisito preliminare per entrare nella nostra classifica. Se utilizzate giochi frenetici , più in generale, avete scelto un modello dotato di una GPU potente, allora è preferibile che lo schermo possa raggiungere frequenze di aggiornamento elevate, i cui valori tipici sono 90, 120, 144, 240 e 300 Hz. Le frequenze più elevate in assoluto sono riservate ai modelli più costosi, ma se da almeno 120Hz è desiderabile, non è necessario cercare le frequenze più alte in assoluto per giocare bene. Anzi, se si sceglie una GPU più economica, un pannello standard a 60Hz è tutto quello che vi serve. 

Nel caso in cui vogliate utilizzare il vostro nuovo notebook per lavorare con grafica, fotografia e 3D, verificate prima dell’acquisto che offra qualche garanzia in termini di fedeltà cromatica (errore delta basso, copertura DCI-P3 adeguata). In ogni caso, sappiate che i pannelli con una fedeltà cromatica perfetta (con il colore visualizzato identico a quello stampato su carta) sono molto, molto costosi, e in genere riservati a professionisti del settore. Uno schermo anche solo “buono” dal punto di vista cromatico, comunque, assicura anche una migliore esperienza con i videogiochi, che è ciò che ci interessa oggi.

CPU e GPU: 

Questi due elementi sono fondamentali per raggiungere alte prestazioni nei videogiochi ma bisogna tenere in considerazione che più saranno potenti, più il sistema di raffreddamento sarà chiamato a lavorare. Durante l’uso quotidiano è possibile tenere un profilo a bassa potenza per silenziare le ventole nella maggior parte delle situazioni, ma se desiderate giocare, vi accorgerete immediatamente che le ventole faranno molto più rumore per cercare di eliminare il calore in eccesso. 

In questa situazione la presenza di metalli come l’alluminio, nel design dello chassis, aiuta a smaltire bene il calore. Per motivi di prezzo, tuttavia, essi sono disponibili solamente a partire dai modelli di fascia media. Spesso i modelli gaming vengono venduti in molte configurazioni diverse ed è importante che CPU e GPU siano bilanciati a dovere per evitare colli di bottiglia nelle prestazioni. Spesso e volentieri è facile trovare la combinazione di CPU potenti con schede video meno capaci. Questo va benissimo per l’utilizzo quotidiano, ma non bisogna dimenticare che è la scheda video a fare il lavoro grosso quando si parla di grafica 3D, e scegliere un modello più potente vi permetterà di giocare al massimo. 

Al momento i modelli più veloci sono quelli che riportano la sigla RTX, che indica prestazioni elevate e, soprattutto, la capacità di utilizzare la tecnica del ray tracing,utilizzabile solo su determinati titoli eventualmente abbassando il dettaglio grafico. Modelli più economici faranno comunque il loro lavoro, anche se permettono frame rate più limitati e potrebbe essere necessario, talvolta, abbassare il dettaglio grafico onde mantenere un buon livello di giocabilità. 

In ogni caso, se desiderate prestazioni al top con il massimo del dettaglio, sarà necessario alzare il budget per l’acquisto. In tal caso assicuratevi di montare una adeguata; processori lenti potrebbero tarpare le ali a una buona GPU. Vi consigliamo in ogni caso di scegliere una CPU partendo almeno da Intel Core i5-8300h o da un Ryzen 5 3550H, se avete simpatia per le soluzioni AMD. Nella scelta della GPU, non ci sentiamo di consigliare nulla di meno di una Geforce GTX 1050 Ti, per un uso basilare. Per giochi più impegnativi una GTX 1650 è certamente più consigliata. Per quanto riguarda AMD, il mercato attuale offre alcuni modelli della serie RX 5000 che sono anch’essi un buon punto di partenza, ma se vi interessa il frame rate in particolar modo, al momento la scelta si limita alle GPU Nvidia.

MEMORIA:

Sarebbe inutile acquistare un portatile gaming potente se poi venisse limitato nelle prestazioni da una quantità di RAM ridotta. Premettendo che lo standard del momento prevede DDR4 per qualsiasi modello, su quelli più economici una quantità di 8 GB è accettabile. Per tutti gli altri consigliamo non meno di 16 GB. 

Non ci sono giochi che beneficiano di quantità superiori al momento, ma se mentre giocate volete anche mandare le vostre partite in streaming ed effettuare altre attività nel frattempo, 32 GB faranno certamente comodo, a patto che il resto del sistema sia all’altezza. Normalmente sono presenti 2 slot per memoria SO-DIMM, che allo stato attuale vengono sempre popolati da 2 banchi per sfruttare la modalità dual-channel. L’ideale perciò, è che il notebook sia già acquistato con la RAM necessaria, onde evitare di accantonare dei banchi seminuovi in un cassetto, per sostituirli con altri più capaci. Rari casi vedono presenti anche 4 slot di memoria, che permettono una maggiore espansione, ma solo su modelli particolarmente costosi e dallo chassis capiente.

ARCHIVIAZIONE:

I produttori hanno già scartato da tempo gli hard disk meccanici come dispositivo di archiviazione principale sui notebook gaming. Su diversi modelli di fascia medio-bassa essi sono presenti solamente come spazio di storage aggiuntivo. Ci sarà quindi un veloce SSD (PCIe, ma a volte anche SATA) come disco principale, e un hard disk magnetico come drive secondario. Una volta riempito il primo, giochi e applicazioni andranno installati sul tradizionale hard disk. 

Se si installano i giochi sull’hard disk magnetico, però, i tempi di caricamento saranno notevolmente più lunghi. Meglio quindi cercare un SDD NVMe da almeno 256 GB, meglio se 512GB. 

La soluzione attuale, adottata universalmente su tutti i modelli, prevede un SSD NVMe PCIe (su connettore M.2) e alcuni (1-2) connettori di espansione per SSD SATA o ulteriori NVMe, a seconda del modello. Se necessitate di molto spazio interno, conoscere la disponibilità di questi connettori, vi sarà certamente utile. In ogni caso, qualsiasi memoria statica, indipendentemente dalla sua velocità, sarà in grado di offrire un ottimo livello di prestazioni. Non è perciò necessario pertanto investire troppo, in questo senso. Alcuni notebook montano dispositivi ibridi (SSHD) che combinano una piccola memoria statica ad un disco meccanico. È una via di mezzo e una soluzione per risparmiare qualcosa, ma visto il calo del prezzo degli SSD, rimane sempre possibile aggiungerne uno after-market nel momento del bisogno.

PORTE E CONNESSIONI: 

I notebook gaming offrono differenti configurazioni di porte ed è necessario valutare se il modello che intendete acquistare ha quelle che pensate vi potrebbero tornare utili in futuro. In generale sono sempre molto dotati rispetto ai modelli più generalisti. La presenza di tre porte USB è considerata il minimo sindacale e almeno due dovrebbero essere in versione 3.1. Una uscita HDMI e una porta USB-C potrebbero prima o poi venirvi utili.

ALTRO:

Una caratteristica che potrebbe far piacere è un buon sistema audio. Purtroppo si tratta di una necessità fin troppo ignorata dai produttori, che per motivi di spazio includono minuscoli altoparlanti posizionati sotto la scocca. 

Fanno il possibile, ma tranne che in rari casi è sempre meglio utilizzare un paio di cuffie se si gioca o un paio di casse esterne se si ascolta musica. Tipicamente riescono ad emettere suoni medi e acuti ma nessuna bassa frequenza, anche se alcuni modelli includono un piccolo subwoofer che amplia lo spettro audio un poco verso il basso. 

Quasi in tutti i modelli è poi presente una webcam (da 720P) sul bordo superiore dello schermo. Dotate di piccoli sensori, offrono una qualità di base per effettuare videochiamate e non possono sopperire alle necessità più evolute. Pertanto se desiderate una qualità video migliore, sarà necessario cercare una soluzione esterna ed acquistare una delle migliori webcam sul mercato. 

La qualità della tastiera di un portatile è piuttosto importante se decidete di non usarne una esterna. Essendo tutti i modelli di notebook ormai dotati di retroilluminazione, possiamo notare che esistono tre tipologie di illuminazione disponibili: monocromatico (con colore fisso a seconda del modello), full RGB a zone (di solito 4), che permette di cambiare colore a piacere in ognuna delle zone disponibili e infine full RGB a singolo tasto, che rende possibile variare il colore per ognuno dei tasti in maniera differente. Dal punto di vista della digitazione, alcune tastiere sono di tipo meccanico, ma nella maggioranza modelli vengono montate delle più semplici tastiere a membrana.

(Image credit: Future)

I migliori notebook gaming da 15” a colpo d'occhio:

  1. Asus Rog Strix G531GW
  2. MSI GF65 Thin
  3. Lenovo Legion Y540 15
  4. Acer Predator Helios 300 15
  5. HP Omen 15
  6. MSI GS66 Stealth
  7. HP Pavilion Gaming
  8. Asus TUF Gaming
  9. Acer Nitro 5
  10. MSI Alpha 15
Immagine 1 di 3

(Image credit: Asus)
Immagine 2 di 3

(Image credit: Asus)
Immagine 3 di 3

(Image credit: Asus)

1. Asus ROG Strix G531GW

Per giocare sul serio

CPU: Intel Core i7-9750H | Risoluzioni disponibili: 1920 x 1080 | Frequenza schermo: 144-240 Hz | RAM: 16 GB-32 GB | SSD: 256-512-1024 GB | SSHD: 1TB | GPU: NVIDIA Geforce RTX 2070 8 GB | Peso: 2,57 Kg | Dimensioni: 36 cm x 27,5 cm x 2,5 cm

Design evoluto
Prestazioni di livello
Schermo ad alto refresh

Quando il gioco si fa duro...ROG Strix. Un modello che non vi farà mancare nulla. Anche se il prezzo sale leggermente rispetto ad altri notebook della categoria, la configurazione completa e potente lo rendono sicuramente uno dei più interessanti. Lo chassis è decisamente votato al gaming e non fa troppo per nasconderlo, rimanendo comunque dentro una sobrietà tecnologica che lo rende molto appetibile ai più. Lo schermo da 240Hz gli da una marcia in più verso gran parte dei concorrenti.

(Image credit: Future)
Immagine 1 di 3

(Image credit: MSI)
Immagine 2 di 3

(Image credit: MSI)
Immagine 3 di 3

(Image credit: MSI)

2. MSI GF65 Thin

L’ultraleggero di MSI

CPU: Intel Core i5-9300H, i7-9750H | Risoluzioni disponibili: 1920 x 1080 | Frequenza schermo: 60-120-144 Hz | RAM: 8-16 GB | SSD: 512 GB | HDD: no | GPU : NVIDIA Geforce 1660TI 6 GB | Peso: 1,86 Kg | Dimensioni: 35,9 cm x 25,4 cm x 2,17 cm

Design full black
Peso contenuto
Buon rapporto qualità/prezzo

Il classico esempio di vino buono nella botte piccola. Uno dei 15 pollici più leggeri a montare una Geforce GTX 1660TI ed anche un ottimo esempio di design. L’estetica che caratterizza le produzioni MSI “prendere o lasciare” viene mitigata dalle dimensioni compatte e dalla parte superiore dello chassis realizzato in alluminio spazzolato. Il look, particolarmente spigoloso, potrebbe piacere anche chi lo usa per lavoro e non solamente i gamer sfegatati. Audio ad alta risoluzione, 7 ore di durata della batteria e la tastiera retroilluminata in rosso sono le altre caratteristiche da tenere in considerazione. Il prezzo è assolutamente di rilievo per un PC con queste caratteristiche. 

(Image credit: Future)
Immagine 1 di 3

(Image credit: Lenovo)
Immagine 2 di 3

(Image credit: Lenovo)
Immagine 3 di 3

(Image credit: Lenovo)

3. Lenovo Legion Y540 15

La soluzione più economica per giocare bene

CPU: Intel Core i5-9300H e i7-9750H | Risoluzioni disponibili: 1920 x 1080 | Frequenza schermo: 144 Hz | RAM: 8 GB-32 GB | SSD: 256-512-1024 GB | HDD: 1-2TB | GPU: NVIDIA Geforce 1660TI 6 GB fino a NVIDIA Geforce RTX 2060 8 GB | Peso: 2,3 Kg | Dimensioni: 36,5 cm x 26 cm x 2,6 cm

Eccellente rapporto qualità prezzo
Estetica sobria
Ottima disposizione delle porte

Y540 è un portatile gaming dal design molto sobrio e realizzato in materiale plastico. Data la retroilluminazione bianca della tastiera e lo chassis di colore scuro potrebbe essere benissimo il vostro PC da ufficio: l’estetica pulita nasconde infatti la sua vera natura di potente computer da gioco. Le caratteristiche tecniche di fascia media mantengono il prezzo popolare, mentre la possibilità di configurare sul sito di Lenovo il PC come se fosse un abito sartoriale, permette di realizzare la propria configurazione preferita senza dover sottostare ai soliti modelli preconfezionati. La disposizione delle porte sul retro è risultata essere una delle caratteristiche più apprezzate, insieme allo schermo dal buon gamut e al buon contenimento delle temperature.

(Image credit: Future)
Immagine 1 di 3

(Image credit: Acer)
Immagine 2 di 3

(Image credit: Acer)
Immagine 3 di 3

(Image credit: Acer)

4. Acer Predator Helios 300 15

Potenza a tutto tondo

CPU: Intel Core i7-9750H | Risoluzioni disponibili: 1920 x 1080 | Frequenza schermo: 144 Hz | RAM: 16 GB-32 GB | SSD: 256-512-1024 GB | HDD: 1TB | GPU: NVIDIA Geforce 1660TI 6 GB fino a NVIDIA Geforce RTX 2070 Max-Q 8 GB | Peso: 2,49 Kg | Dimensioni: 36,5 cm x 26 cm x 2,6 cm

Predator Helios 300 di Acer è uno di computer più chiacchierati, ricercati e desiderati in assoluto. Le generazioni passate si sono sempre fatte notare tra la massa dei notebook gaming per le prestazioni e il design high tech. Il pulsante turbo permette l’overclock e downvolt automatico, oltre a sparare le ventole al massimo. In ogni caso la sua tastiera RGB a 4 zone, il corpo in gran parte di alluminio e le soluzioni tecniche lo mettono al di sopra della media della concorrenza.

(Image credit: Future)
Immagine 1 di 3

(Image credit: HP)
Immagine 2 di 3

(Image credit: HP)
Immagine 3 di 3

(Image credit: HP)

5. HP Omen 15

Il gaming in giacca e cravatta

CPU: Intel Core i5-9300H, i7-9750H, i9-9980H | Risoluzioni disponibili: 1920 x 1080 | Frequenza schermo: 60-144 Hz | RAM: 8 GB-32 GB | SSD: 256-512-1024 GB | HDD: 1TB | GPU: NVIDIA Geforce 1660TI 6 GB fino a NVIDIA Geforce RTX 2080 8 GB | Peso: 2,3 Kg | Dimensioni: 36 cm x 26,3 cm x 2,6 cm

Look professionale
Costruzione robusta
Audio superiore alla media

Omen, similmente a Predator Helios 300 e Lenovo Y540 15, è uno di quei portatili da gaming capaci a 360° che permettono di giocare e di lavorare senza soluzione di continuità. Le caratteristiche tecniche lo vedono inserito nella fascia media del mercato, ma similmente ai concorrenti ha tutto quello che si può volere da un PC da gioco. Esistono abbastanza configurazioni per riuscire a soddisfare chiunque, anche se il punto di forza di Omen è sicuramente il design riuscito e originale. Il software di gestione Omen Control Center permette la configurazione e la gestione di innumerevoli parametri, tra cui la curva di controllo delle ventole e la retroilluminazione della tastiera RGB a 4 zone ed è una delle doti più apprezzate di Omen.

(Image credit: Future)
Immagine 1 di 1

Immagine 1 di 3

(Image credit: MSI)
Immagine 2 di 3

(Image credit: MSI)
Immagine 3 di 3

(Image credit: MSI)

6. MSI GS66 Stealth

Il nome ne tradisce le intenzioni

CPU: Intel Core i7-10750H - Intel Core i9-10980H | Risoluzioni disponibili: 1920 x 1080 | Frequenza schermo: 60-240-300 Hz | RAM: 32 GB | SSD: 512 GB | HDD: no | GPU: : NVIDIA Geforce RTX 2060 5 GB fino a NVIDIA Geforce RTX Super 2080 Max-Q 8 GB | Peso: 2,1 Kg | Dimensioni: 35,8 cm x 24,8 cm x 2 cm

Hardware premium
Peso inferiore alla media
Aggiornato alla 10gen

GS66 Stealth è un vero e proprio concentrato di tecnologia e propone display fino a 4K o se siete giocatori, fino a 300Hz di frequenza. In questo particolare modello, ed è il motivo per cui lo abbiamo inserito in classifica, ogni singolo dettaglio è stato studiato alla perfezione per svolgere la propria funzione in maniera ottimale: tastiera, audio, batteria e design sono quanto di meglio ci sia al momento. La particolare colorazione nera lo rende anche piuttosto discreto e fa sembrare lo chassis ancora più sottile dei suoi 2 cm di spessore. GS66 integra diverse configurazioni hardware di ultima generazione con CPU INTEL i7 e i9 10gen e le versioni Super RTX Max-Q di NVIDIA. Grazie inoltre a un peso contenuto in solo poco più di 2kg è anche uno di più leggeri notebook gaming. Il prezzo riflette la qualità dell’esecuzione, ma non è eccessivo rimanendo finchè si rimane sulle configurazioni di fascia media.

(Image credit: Future)
Immagine 1 di 3

(Image credit: HP)
Immagine 2 di 3

(Image credit: HP)
Immagine 3 di 3

(Image credit: HP)

7. HP Pavilion Gaming

Un Omen che vi farà risparmiare

CPU: Intel Core i5-9300H e i7-9750H | Risoluzioni disponibili: 1920 x 1080 | Frequenza schermo: 60-144 Hz | RAM: 8 GB-32 GB | SSD: 256-512 GB | HDD: 1TB | GPU: NVIDIA Geforce 1650 4 GB fino a NVIDIA Geforce GTX 1660TI 6 GB | Peso: 2,25 Kg | Dimensioni: 36 cm x 25,6 cm x 2,34 cm

Fantastico rapporto qualità prezzo
Varie configurazioni disponibili
Estetica gradevole

Pavilion Gaming è la versione economica di HP Omen, del quale riprende l’estetica e con qualche taglio a componenti e materiali riesce a offrire un’esperienza di gioco similare ma anche più conveniente. Non si tratta comunque di un PC di fascia bassa: alcune configurazioni entrano a pieno titolo in concorrenza diretta con gli Omen più economici, mentre altre si trovano a un prezzo davvero da discount. La particolare retroilluminazione della tastiera fa molto Matrix; esiste una versione con luce bianca, ma è praticamente introvabile in Italia.

(Image credit: Future)
Immagine 1 di 3

(Image credit: Asus)
Immagine 2 di 3

(Image credit: Asus)
Immagine 3 di 3

(Image credit: Asus)

8. Asus TUF Gaming FX 505

Economico ma non di ripiego

CPU: Intel Core i5 8a generazione o AMD Ryzen 5 o 7 serie 3000 | Risoluzioni disponibili: 1920 x 1080 | Frequenza schermo: 60-144 Hz | RAM: 8-16 GB | SSD: 128-256-512 GB | SSHD: 1TB | GPU: NVIDIA Geforce GTX 1050 4 GB fino a NVIDIA Geforce GTX 1060 6 GB | Peso: 2,2 Kg | Dimensioni: 36 cm x 26,2 cm x 2,63 cm

Configurazione hardware completa
Chassis economico ma robusto
Dotazione di porte di espansione

Asus TUF Gaming è il portatile economico dell’azienda Taiwanese, ossia quello che offre il miglior rapporto qualità prezzo. Posizionandosi nella fascia bassa del mercato dei notebook gaming del 2019, ha però tutto quello che serve per giocare senza problemi. Pur vantando un’ottima scelta di processori di fascia media, il case in plastica (rinforzato) e in generale la dotazione hardware, non sono quelli presenti sui modelli superiori del marchio, tuttavia rimangono comparabili a quelli della concorrenza, nella rispettiva fascia di prezzo. 

In definitiva si tratta di un modello più modesto rispetto agli Asus Strix e che si rivolge ai giocatori con budget più limitati. Abbiamo deciso di inserirlo nella nostra classifica perché a fronte di caratteristiche tutto sommato valide, permette un buon risparmio. 

Difficilmente arriverà nella prima posizione della classifica, ma è un modello di rilievo che farà certamente la felicità di chi lo acquista per giocare e farne anche un utilizzo più generico.

(Image credit: Future)
Immagine 1 di 3

(Image credit: Acer)
Immagine 2 di 3

(Image credit: Acer)
Immagine 3 di 3

(Image credit: Acer)

9. Acer Nitro 5

Il gaming economico

CPU: Intel Core i5-8300H - i7-9750H | Risoluzioni disponibili: 1920 x 1080 | Frequenza schermo: 60-144 Hz | RAM: 8 GB-32 GB | SSD: 256-512 GB | HD: 1TB | GPU: NVIDIA GTX 1650 4 GB fino a NVIDIA Geforce GTX 1660TI 6 GB | Peso: 2,5 Kg | Dimensioni: 36,3 cm x 25,9 x 2,55 cm

Design aggressivo
Ampia scelta di configurazioni
Prezzo di partenza interessante

Acer Nitro 5 riprende il design del fratello maggiore Predator Helios 300, ma dà un taglio ai costi eliminando l’alluminio dallo chassis, qui sostituito dalla plastica. Abbassa l’asticella della componentistica e più in generale offre componenti meno ricercati. Detto così potrebbe sembrare una cosa negativa, ma il risparmio è notevole rispetto ai modelli superiori, decisamente più costosi. 

Se la configurazione più economica è certamente votata al risparmio, rimane comunque più potente di quella del portatile generico, mentre quella più completa va a fare concorrenza ai modelli della fascia superiore in quanto a prestazioni. Ha un look forse un po’ eccessivo che potrebbe piacere ai più giovani, ma non farà la gioia di chi magari aveva in mente di acquistare qualcosa dall’aspetto sobrio.

(Image credit: Future)
Immagine 1 di 3

(Image credit: MSI)
Immagine 2 di 3

(Image credit: MSI)
Immagine 3 di 3

(Image credit: MSI)

10. MSI Alpha

Il portatile “Full AMD”

CPU: AMD Ryzen 7 3750H | Risoluzioni disponibili: 1920 x 1080 | Frequenza schermo: 120-144 Hz | RAM: 8-16 GB | SSD: 512 GB | GPU: AMD Radeon RX 5500M 4GB | Peso: 2,3 Kg | Dimensioni: 35,8 cm x 24,8 cm x 2,75 cm

CPU e GPU AMD 
Schermi Freesync a alta
Tastiera Steelseries full RGB a singolo tasto 

Alpha è il notebook economico di MSI ed è piuttosto interessante perchè, a differenza di quasi tutti i modelli sul mercato, offre una combinazione di processori totalmente realizzata da AMD. Si tratta della mosca bianca della classifica, in quanto nessuno degli altri modelli qui presenti monta una CPU AMD in combinazione con una GPU dello stesso marchio. 

Le prestazioni, rimangono confinate alla fascia medio bassa della categoria, ma non sono sono dissimili a quelle dei concorrenti diretti che montano GPU economiche NVIDIA. L’estetica di questo modello si discosta leggermente dallo stile MSI per la linea più pulita che potrebbe piacere chi non apprezza i dettagli in stile gaming. Design e finitura non raggiungono quelle dei modelli più prestigiosi, ma ciò permette di contenere i costi e offrire un prezzo più concorrenziale.