Skip to main content

AMD Ryzen 5000, arrivano le CPU mobile e i Threadripper Pro

AMD CES 2021
(Image credit: AMD)

La CEO di AMD, Lisa Su, ha tenuto una presentazione dai toni trionfalistici al CES 2021. L'occasione ha visto la presentazione dei processori mobile Ryzen 5000, insieme a qualche altro dettaglio interessante.

I nuovi processori sono basati sulla stessa architettura Zen 3 delle CPU Ryzen 5000 desktop, che sono in circolazione dalla fine del 2020. La prima impressione è che nel 2021 AMD potrebbe intaccare seriamente la posizione di Intel nel settore notebook.

AMD promette infatti prestazioni incredibili, dovuti in gran parte al processo produttivo a 7 nanometri; tra le novità più interessanti ci sono consumi minori (quindi una batteria che dura di più) e "l'unico processore x86 a 8 core per notebook sottili".

Specificare "x86" è diventato necessario da quanto Apple ha introdotto il suo incredibile Apple M1, il processore ARM del MacBook Air M1 (2020), del Apple MacBook Pro 13 (M1, 2020) e del Mac mini (M1, 2020).

AMD sottolinea che i Ryzen 5000 mobile sono pensati in particolare per giocatori, e creators, così come per gli utenti generici. L'azienda promette un certo vantaggio con le app di produttività, in confronto all'Intel Core i7-1165G7, mentre il salto dovrebbe essere piuttosto grande rispetto ai Ryzen 4000.

Ryzen 5000 e gaming

Secondo AMD un notebook con Ryzen 7 5800U può durare fino a 17,5 ore con un "utilizzo generico" e fino a 21 ore nella riproduzione di film. Dovremo ovviamente verificare questi valori con nostri test, e siamo certi che in uno scenario reale avremo un'autonomia più bassa di quella dichiarata. Ma sembra comunque qualcosa di rivoluzionario.

Ci sono poi i nuovi Ryzen 5000 HS, processori per notebook gaming progettati per offrire alte prestazioni ma con un TDP di massimo 35 watt. Il top di gamma in questo caso è l'AMD Ryzen 9 5980HS: ha 8 core, 16 thread, 3GHz di frequenza base e 4.8 GHz di frequenza massima.

Chi vuole il massimo della potenza e può rinunciare all'autonomia, invece, avrà a disposizione i nuovi processori AMD HX: grazie ad un TDP superiore ai 45 watt, sono progettati per spingere al massimo le prestazioni del portatile. In alcuni casi (dipende dal produttore del notebook stesso) saranno anche sbloccati per l'overclocking.

Proprio così, processori overcloccabili su un portatile: non è una cosa che si vede tutti i giorni.

ModelloCore/ThreadMax frequenza (base)CacheNodoTDP
Ryzen 9 5980HX8/164.8 (3.3)20MB7nm 45w+
Ryzen 9 5980HS8/164.8 (3.0)20MB7nm35W
Ryzen 9 5900HX8/164.6 (3.3)20MB7nm45W+
Ryzen 9 5900HS8/164.6 (3.0)20MB7nm35W
Ryzen 7 5800H8/164.4 (3.2)20MB7nm45W
Ryzen 7 5800HS8/164.4 (2.8)20MB7nm35W
Ryzen 5 5600H6/124.2 (3.3)19MB7nm45W
Ryzen 5 5600HS6/124.2 (3.0)19MB7nm35W
Ryzen 7 5800U8/164.4 (1.9)20MB7nm15W
Ryzen 7 5700U8/164.3 (1.8)8MB7nm15W
Ryzen 5 5600U6/124.2 (2.3)19MB7nm15W
Ryzen 5 5500U6/124.0 (2.1)8MB7nm15W
Ryzen 3 5300U4/83.8 (2.6)6MB7nm15W

Altri processori

AMD ha annunciato anche i nuovi Ryzen 9 5900 e Ryzen 7 5800, alternative a basso consumo di, rispettivamente, Ryzen 9 5900X e Ryzen 7 5800X. Sono anch'essi basati su architettura Zen 3 ma hanno un TDP di 65W, che li rende più efficienti.

Ci sono poi i nuovi Threadripper Pro, che offrono fino a 64 core, otto canali di memoria e 128 linee PCIe Gen 4.

I produttori di notebook hanno già iniziato ad annunciare, a loro volta, nuovi modelli con processori Ryzen 5000.