Skip to main content

Volete assemblare un PC desktop? Oggi conviene più un notebook da gaming

Gaming laptops
(Image credit: Future)

Se frequentate forum di informatica o sul gaming, probabilmente avrete letto messaggi di nuovi utenti che chiedono consigli sulla loro prima build. Di solito, questo si tradurrebbe in una sfilza di consigli sulle migliori componenti in base al budget, sui migliori siti dove effettuare gli acquisti e suggerimenti sul montaggio; ricevere così tante risposte aiuta i nuovi arrivati a sentirsi parte della community, il che è gratificante.

Negli ultimi sei mesi, tuttavia, quelle risposte sono diventate commenti simili a "buona fortuna": attualmente stiamo vivendo una grave crisi relativa alle giacenze di schede video e processori di fascia alta. Oggi, il consumatore medio non ha difficoltà ad acquistare le componenti poiché costose, ma poiché alcune di queste non sono disponibili.

Nei forum, tutto ciò si traduce in messaggi pieni di frustrazione; tuttavia, abbiamo notato che pressoché nessuno discute o analizza l’acquisto di un portatile da gaming. Sì, non è la scelta migliore per tutti, ma possiamo garantirvi che l’esperienza offerta dai notebook di ultima generazione non è poi così diversa da quella di un PC desktop.

AMD non ha ancora distribuito le versioni mobile delle GPU Radeon 6000, quindi ci concentreremo solo sui modelli che abbiamo effettivamente usato e testato. Le GPU mobile Nvidia Ampere hanno, francamente, spazzato via molti dei difetti associati all’uso di un notebook da gioco. 

upgrade pc

(Image credit: Shutterstock)

Ma un PC desktop è più economico/aggiornabile/ecc... 

Non stiamo affermando che i portatili siano migliori dei desktop, ma, al momento, non è possibile andare in negozio e acquistare ciò di cui si ha bisogno, e al prezzo consigliato dal produttore. Viviamo in un periodo storico particolare e ad alcuni potrebbe convenire allargare i propri orizzonti.

I problemi produttivi e le spese di trasporto legate alla pandemia da Covid-19, gli scalper e i miner che usano i bot per acquistare in massa GPU da usare e/o rivendere a prezzi gonfiati e il nuovo boom delle criptovalute fanno sì che i privati rimangano a mani vuote. La cattiva notizia è che tale situazione potrebbe protrarsi fino al 2022.

La buona notizia è che i notebook da gioco, al contrario delle GPU, si trovano facilmente in commercio.

Certo, un PC desktop è una scelta migliore data la facilità con cui si aggiornano le componenti, tuttavia questo ragionamento non si può applicare al momento. Fatte tali premesse, l’acquisto di un portatile da gioco potrebbe rivelarsi una scelta azzeccata, in questo periodo.

Sia chiaro, i notebook da gaming sono alquanto costosi, tuttavia gli attuali prezzi delle GPU di nuova generazione li fanno sembrare improvvisamente “economici”; da ciò potete immaginare la gravità della situazione. Oggi la domanda di schede video supera nettamente l’offerta, quindi è impossibile acquistarne una al prezzo suggerito dal produttore.

In questo scenario, l’acquisto di un notebook da gaming è sensato e potrebbe aiutarvi a superare l’attuale impasse.

Va bene, ma i portatili sono meno performanti, giusto? 

Asus ROG Strix SCAR 17 G733

(Image credit: Future)

Sì, è così, tuttavia, a meno che non vogliate assemblare il PC da gaming definitivo con una Nvidia GeForce RTX 3090 e un processore AMD Ryzen 9 5900X, la differenza non sarà poi così marcata.

Testiamo spesso hardware e dispositivi da gioco, e raramente siamo rimasti delusi dai notebook di fascia alta. Prodotti come Gigabyte Aorus 17 o Alienware m17 R4 hanno eseguito con facilità tutte le app che abbiamo avviato; anche in gaming hanno offerto un frame rate e prestazioni soddisfacenti, dagli eSport come Apex Legends e Fortnite, ai titoli AAA come Cyberpunk 2077 e Assassin's Creed Valhalla.

E sì, i suddetti dispositivi sono costosi, ma anche un modello come l'Asus TUF Dash F15 (disponibile a partire da 1.400 euro) supporta il Ray Tracing e ha un display da 144 Hz.

Un altro aspetto da non sottovalutare è il design di tali prodotti: molti modelli presentati al CES 2021 presentano un aspetto “ibrido'', a metà strada tra il tipico modello da gaming e i portatili aziendali: presentano le classiche luci RGB, ma possono essere spente durante l'orario di lavoro. 

Avrò Ray Tracing e DLSS? 

Minecraft with RTX

(Image credit: Mojang)

Sì, queste funzionalità sono supportate anche dalle GPU GeForce RTX mobile, quindi potrete godere di effetti grafici avanzati.

Il DLSS (Deep Learning Super Sampling) è una tecnologia che permette di aumentare notevolmente il frame rate di un gioco offrendo immagini con meno pixel, ma dalla stessa qualità di quelle native; è dunque una funzione che rende tali GPU "a prova di futuro", il che non è male. Nei titoli più “pesanti” si è spesso costretti a scendere a compromessi con le impostazioni grafiche, ma con il DLSS si possono evitare.

DLSS e Ray Tracing vanno dunque a braccetto: usandole insieme si possono ottenere risultati strabilianti. Per i titoli che fanno largo uso dell’illuminazione di nuova generazione, come Minecraft RTX, il DLSS è un must.

E non finisce qui: i portatili da gioco basati su Nvidia vantano anche la tecnologia Dynamic Boost 2.0, che gestisce al meglio l’alimentazione di CPU e GPU al fine di ottimizzare le prestazioni nei giochi, oltre che garantire una maggiore efficienza energetica.

Un'altra tecnologia basata sull'intelligenza artificiale, WhisperMode 2.0, rende il portatile molto più silenzioso durante il gaming, regolando in modo intelligente il frame rate di gioco e configurando simultaneamente le impostazioni grafiche per un'efficienza energetica ottimale. Il risultato è un dispositivo sorprendentemente silenzioso, al di fuori dell'esecuzione di programmi molto impegnativi.

I notebook da gaming vanno bene anche per il gaming competitivo? 

Valorant's Reyna and Jett

(Image credit: Riot Games)

Sì, alcuni portatili da gioco montano display con una frequenza di aggiornamento massima di ben 300 Hz, inoltre anche i modelli meno costosi ne hanno uno da almeno 144 Hz. Se siete pro player, apprezzerete il fatto di poter portare il vostro laptop agli eventi locali (per lo meno quando torneranno a essere organizzati).

Se parliamo di eSport, non possiamo che citare la tecnologia Nvidia Reflex, che riduce la latenza del sistema per un input lag davvero ridotto. Questa tecnologia non farà la differenza per l’utente medio, ma è alquanto utile per i professionisti: pochi microsecondi possono fare la differenza tra la vittoria e la sconfitta.

Persino i giocatori che si dilettano nei titoli MMO e RPG possono notare la differenza, specie se usavano un hardware datato fino a poco tempo fa. I notebook da gaming di ultima generazione sono alquanto superiori ai PC desktop di tre anni fa: i tempi di caricamento sono brevissimi, i giochi sono nitidi e brillanti con RTX e DLSS, inoltre i display ad alta frequenza di aggiornamento consentono di risparmiare sull’acquisto di un monitor da gaming. Alcuni portatili presentano persino tastiere meccaniche integrate.

Se volete aggiornare il vostro sistema e, come molti, vi siete resi conto che non ne vale la pena (in questo momento), dovreste valutare l’acquisto di un portatile da gioco. I PC desktop offriranno sempre prestazioni migliori a parità di prezzo, ma dal momento che alcune componenti sono introvabili, o a prezzi folli, i notebook da gaming sono diventati improvvisamente una scelta interessante.

  • Mouse gaming, i migliori modelli del 2021
  • I migliori PC da gaming del 2021
  • I migliori SSD del 2021: le migliori unità a stato solido per il vostro PC