Skip to main content

Recensione Gigabyte Aero 17 (2021)

Gigabyte Aero 17 è il sogno di ogni content creator

Gigabyte Aero 17 (2021)
Editor's Choice
(Image: © Future)

Il nostro verdetto

Gigabyte Aero 17 (2021) è una delle workstation mobile più performanti sul mercato. La sua qualità costruttiva è eccezionale, il design e il display sono stupendi e presenta tutte le porte di cui potreste aver bisogno. Soprattutto, ha un prezzo inferiore a quello della concorrenza, indipendentemente dalla configurazione; vanta un rapporto qualità/prezzo eccellente. Detto ciò, Aero 17 ha anche delle pecche: ha un peso non indifferente e un’autonomia scarsa, inoltre, sebbene riproduca molto bene i giochi AAA, ci sono notebook da gioco migliori sul mercato.

Pro

  • Prestazioni eccezionali
  • Splendido display
  • Incredibile qualità costruttiva
  • Numerose porte
  • Ottimo prezzo

Contro

  • Temperatura d’esercizio
  • Non è il massimo per il gaming
  • Abbastanza pesante
  • Autonomia
  • Abbastanza rumoroso sotto stress

Gigabyte Aero 17 (2021) è uno dei primi notebook del nuovo anno ed è dotato delle nuove GPU mobile della serie Nvidia GeForce RTX 3000; tra le attuali workstation portatile, è difficile trovare qualcosa di altrettanto performante; è semplicemente uno dei migliori notebook per la progettazione grafica e l'editing video sul mercato.

Il dispositivo è configurabile con una CPU Intel Core i7 o i9 di decima generazione e le nuove GPU Nvidia GeForce RTX 3060, RTX 3070 e RTX 3080 (varianti Max Q). Gigabyte Aero 17 (2021) offre ai content creator prestazioni incredibili a un prezzo davvero competitivo.

Considerate le componenti del sistema, vi aspettereste un laptop alquanto spesso, eppure è sorprendentemente sottile, anche se non quanto un Ultrabook. È anche piuttosto pesante (2,49 Kg), ma non dovrebbe essere un problema portarlo in ufficio; non lo consigliamo per i lunghi viaggi o per chi si deve muovere ogni giorno sui mezzi pubblici

Lo chassis è ben progettato e vanta un design a metà strada tra un notebook da gioco e una workstation professionale; la tastiera con illuminazione RGB potrebbe essere vistosa in ufficio. La qualità costruttiva è eccezionale, e sebbene la tastiera e il trackpad non siano al top, non vi deluderanno. Fortunatamente, è dotato di numerose porte di I/O e di una scheda Bluetooth 5.0, quindi non avrete problemi a collegare tutte le periferiche di cui avete bisogno.

Nonostante una batteria da 99 Wh, la durata della batteria è solo accettabile, ma ciò non sorprende considerata la qualità dell’hardware di cui è dotato. Sia chiaro, se userete il notebook per lavori creativi e ad alta intensità (per i quali è stato progettato), dovrete collegarlo entro l'ora di pranzo, senza dubbio. Sotto sforzo, può diventare molto caldo sul lato inferiore, anche nelle migliori circostanze. Fortunatamente, Aero 17 ha alcuni software che consentono di gestire al meglio il consumo energetico, il che aiuta.

Come workstation mobile, Aero 17 ha tutti i tipici difetti del genere, ma il prezzo competitivo compensa tutto alla grande.

Gigabyte Aero 17

(Image credit: Future)
Scheda tecnica

Ecco la configurazione del Gigabyte Aero 17 (2021) inviata a TechRadar per la recensione:

CPU: Intel Core i9-10980HK 8 core/16 thread, frequenza di base 2,4 GHz, frequenza boost fino a 5,3 GHz
Scheda video: Nvidia GeForce RTX 3080 Max-Q 8 GB, Intel UHD 630
RAM: DDR4 da 64 GB a 2.933 Hz (2 x 32 GB)
Schermo: OLED 4K da 17,3 pollici, HDR400, 100% Adobe RGB, certificato Pantone
Spazio di archiviazione: 2 SSD da 1 TB
Porte: 3x USB 3.2 Gen1 Type-A, 1x USB Type-C con Thunderbolt 3, 1x HDMI 2.1, 1x mini DisplayPort 1.4, 1x uscita cuffie, 1 x ingresso microfono, 1x lettore di schede SD UHS-II , 1x ingresso CC, 1x RJ-45
Connettività: Wi-Fi 6 AX 200, Bluetooth 5.0 + LE
Videocamera: webcam HD 720p con oscuratore fisico della webcam
Peso: 2,49 Kg
Dimensioni (L x P x A): 396 x 270 x 21,4 millimetri
Batteria: polimeri di litio da 99 Wh 

Disponibilità e prezzo

Al momento i nuovi Gigabyte Aero 17 (2021) non sono ancora disponibili. Attenzione però: con una semplice ricerca si trovano i modelli 2020, con schede RTX 2000. Sono ottimi computer, ma l’importante è non comprarne uno per errore, pensando che si tratti del modello nuovo.

Quando trovate un prodotto in vendita, dunque, leggete con attenzione le specifiche.

Gigabyte Aero 17

(Image credit: Future)

Design

Lo chassis del Gigabyte Aero 17 (2021) è in alluminio, ricavato da un monoblocco con finiture precise. Il coperchio ha figure geometriche litografate e il logo Aero al centro. Sul pannello posteriore ci sono due prese d’aria con un altro logo Aero argenteo al centro; quest’ultimo fa contrasto con il nero dello chassis e non passa inosservato. 

Gigabyte Aero 17

(Image credit: Future)

Il pannello inferiore presenta un’ampia presa d’aria con il caratteristico design Gigabyte, e piedini in gomma che mantengono il laptop sollevato per facilitare l’espulsione dell'aria calda. Le viti che fissano il pannello inferiore sono facilmente rimovibili (per accedere alle componenti interne, ma facendolo perderete la garanzia). 

Gigabyte Aero 17

(Image credit: Future)

Le cornici sulla parte superiore e sui lati del display hanno uno spessore di soli 3 mm, il che è fantastico. Aero 17 è disponibile sia con un pannello OLED 4K che con uno LCD Full HD da 300 Hz; a seconda del display, potrete osservare immagini nitide e ad alto contrasto o video molto fluidi. Gli ingegneri Gigabyte meritano un plauso poiché sono stati in grado di inserire uno schermo da 17,3 pollici in uno chassis relativamente compatto. 

Gigabyte Aero 17

(Image credit: Future)

La cornice inferiore è più spessa, ma non troppo. Appena sotto il display, è collocata la webcam, una posizione che non apprezziamo molto, poiché genera una brutta inquadratura; avremmo preferito che fosse posizionata sulla cornice superiore.

Se non altro, c'è una linguetta che consente di coprire la webcam quando non è in uso, una componente che ogni webcam dovrebbe avere; dal momento che non è così, questo è solo un altro punto a favore dell'Aero 17.

Gigabyte Aero 17

(Image credit: Future)

Gli altoparlanti sono posizionati sopra la tastiera, in una lunga griglia che corre sotto lo schermo. Raramente abbiamo trovato driver di livello in un notebook, e purtroppo, Aero 17 non fa eccezione; se non altro sono accettabili per la riproduzione di podcast e simili. I professionisti usano comunque periferiche (cuffie e microfono) esterne per la registrazione e il lavoro di editing. 

Gigabyte Aero 17

(Image credit: Future)

Un aspetto in cui Aero 17 si distingue è certamente il numero di porte di I/O: dispone di tre porte USB Type-A 3.2 Gen1, una USB Type-C con Thunderbolt 3, una porta HDMI 2.0 e una mini DisplayPort 1.4 per riprodurre video fino a 8K a 120 Hz.

Sono presenti anche un jack di uscita cuffie, un jack per il microfono, uno slot per schede SD e una porta RJ-45 da 1 Gbps per la connessione di rete cablata. La batteria da 99 Wh viene caricata tramite il connettore DC-in, e sebbene la porta USB Type-C supporti l'uscita video e il trasferimento dei dati, non funziona da porta di ricarica.

Gigabyte Aero 17

(Image credit: Future)

La tastiera è di dimensioni standard e presenta anche un tastierino numerico. Il trackpad ha un lettore di impronte digitali integrato per un accesso sicuro. La tastiera è piuttosto angusta, sfortunatamente, e c’è voluto del tempo per prenderci la mano. I tasti funzione sono stati spostati verso sinistra rispetto al tipico layout, quindi all’inizio si rimane spiazzati. 

Gigabyte Aero 17

(Image credit: Future)

Il trackpad è abbastanza reattivo per le attività quotidiane, mentre il lettore di impronte digitali funziona quasi sempre al primo tentativo ma, dal momento che è integrato nel trackpad, a volte occorre un secondo tentativo per trovare l'angolazione corretta. 

Gigabyte Aero 17

(Image credit: Future)

La nostra più grande lamentela sulla tastiera, però, non è la componente in sé, ma la retroilluminazione RGB. Un notebook progettato per content creator non necessita di questa funzione; fortunatamente, è possibile disattivarla. 

Gigabyte Aero 17

(Image credit: Future)
Benchmark

Ecco come i risultati del Gigabyte Aero 17 (2021) nella nostra suite di benchmark:

3DMark Night Raid: 30,857; Firestrike: 21.455; Time Spy: 9.577; Port Royale: 6.077
Total War: Three Kingdoms (1080p): 208 fps (basso); 67 fps (Ultra)
Metro: Exodus (1080p): 143 fps (bassa); 65 fps (Ultra, nessun ray tracing); 53 fps (ultra con ray tracing abilitato)
GeekBench 5: 1,338 (single-core); 8.228 (multi-core)
CineBench20 (Single core): 502; (Multi core): 3.352

PCMark10 Home: 5.616
Durata della batteria (test PCMark10): 6 ore 7 minuti
Durata della batteria (test del film TechRadar): 3 ore e 39 minuti 

Prestazioni

Come accennato, il nostro modello è dotato di una GPU Nvidia GeForce RTX 3080, quindi vi aspettereste prestazioni straordinarie, ma non è così; questa non è la variante desktop che tutti chiedono a gran voce e che non riescono a trovare da nessuna parte.

Si tratta di un modello mobile, con una frequenza e un TDP inferiori.

Detto questo, le prestazioni della Nvidia GeForce RTX 3080 Max-Q sono buone, non quanto quelle di schede video dei migliori notebook da gioco, ma si difende bene. Gigabyte Aero 17 è superiore (e non di poco) all'HP ZBook Create G7 (2020), una delle migliori workstation mobile dell’anno scorso.

In Cinebench20, il Core i9-10980HK ha ottenuto 3.352 punti nel test di rendering multi-core, un punteggio leggermente inferiore all'i9-10885H del Create G7 che ne ha ottenuti 3.620, ma si tratta di uno scarto quasi trascurabile.

Va detto che lo stesso processore (i9-10980HK) ha raggiunto 4.045 punti nello stesso benchmark con l'Asus Zephyrus Duo 15 GX550 (2020), quindi è plausibile che i driver o alcuni processi in background abbiano giocato un ruolo non indifferente nei test.

Abbiamo eseguito anche Blender, in particolare i test BMW27 e Pavilion Barcelona: con il primo, Aero 17 ha impiegato 40 secondi, mentre con il secondo 213. Secondo la pagina Open Data di Blender, i tempi medi dei sopra citati carichi di lavoro sono di 147,3 secondi per BMW27 e 455,62 per Pavilion Barcelona. Il portatile ha quindi terminato i due benchmark più velocemente del 73% e del 53%, rispettivamente. 

Gigabyte Aero 17

(Image credit: Future)

Abbiamo testato la GPU con i benchmark di 3DMark, ed è in questi ultimi che Aero 17 si è mostrato superiore alla concorrenza.

Create G7 ha ottenuto un punteggio di 14.328 nel test Firestrike di 3DMark, rispetto ai 21.455 dell'Aero 17, mentre in Time Spy, il primo ha ha registrato 6.017 punti contro i 9.577 del secondo. Certo, Create G7 è dotato di una RTX 2070 Max-Q, quindi non si è trattato di un confronto ad armi pari, ma Aero 17 ha comunque superato una delle migliori workstation mobile del 2020 di circa il 55%.

Abbiamo confrontato il laptop Gigabyte anche con lo Zephyrus Duo 15 (dotato di RTX 2080 Max-Q e 8 GB di VRAM): quest’ultimo ha ottenuto un punteggio di 17,571 su Firestrike e di 7.641 su Time Spy, in altre parole, Aero 17 si è rivelato superiore del 22% e del 25%, rispettivamente.

Dove Aero 17 ha faticato è stato contro Gigabyte Aorus 17X (2020), un notebook da gaming dotato della RTX 2080 Super Max-P, una “bestia” che ha bisogno di due alimentatori. Aorus 17X ha ottenuto un punteggio di 20.803 su Firestrike e 10.252 su Time Spy, quindi sono più o meno alla pari.

La differenza diventa più evidente nei giochi: Auros 17X raggiunge 232 fps con impostazioni basse e 82 fps con impostazioni ultra in Total War: Three Kingdoms, mentre Aero 17 si “accontenta” di 208 fps e 67 fps, rispettivamente.

Discorso simile anche durante la riproduzione di Metro: Exodus: Aorus 17X ha raggiunto 173 fps con impostazioni basse, 80 fps con impostazioni ultra senza ray tracing e 60 fps con impostazioni ultra e ray tracing attivo, mentre Aero 17 non è andato oltre i 143 fps, 65 fps e 53 fps, rispettivamente.

Detto questo, Aero 17 non è un laptop da gioco ad alte prestazioni, né è studiato per esserlo. La configurazione che abbiamo testato è decisamente più orientata verso i content creator, e rispetto alle attuali soluzioni della concorrenza, vince a mani basse.

Non resta che analizzare l’autonomia del dispositivo. Gigabyte afferma che in modalità risparmio energetico, con la luminosità dello schermo impostata sul 20%, Bluetooth e Wi-Fi disattivati, Aero 17 può arrivare a otto ore di autonomia in riproduzione video. Non abbiamo motivo di dubitare di tale affermazione, ma chi userebbe il dispositivo in tal modo?

Nel nostro test video, con luminosità e volume impostati al 50%, Bluetooth disattivato, Wi-Fi attivo e l’impostazione di alimentazione bilanciata, Aero 17 è durato 3 ore e 39 minuti; ha ottenuto risultati migliori nel test della batteria di PCMark10, 6 ore e 7 minuti, ma è chiaro che l’autonomia non sia il suo punto forte.

L’autonomia del prodotto dipende anche dalla sua scheda tecnica: una configurazione meno performante durerà parecchio con una batteria da ben 99 Wh. Detto ciò, la configurazione di fascia alta presenta componenti troppo energivori per renderlo il tipico portatile da ufficio.

Gigabyte Aero 17

(Image credit: Future)

Software e funzionalità

Considerato il mercato di riferimento di Gigabyte Aero 17 (2021) e il suo prezzo elevato, non ci aspettavamo molti bloatware, e infatti, non ne abbiamo trovati. Ci sono i tipici software preinstallati forniti con ogni copia di Windows 10, tipo McAfee, ma non abbiamo visto alcun popup vicino al centro notifiche, che purtroppo cominciano a diffondersi nel settore.

Gli unici software degni di nota sono l’app dedicata di Gigabyte e Microsoft Azure AI. La prima consente di gestire tutto, dalle prestazioni della GPU agli aggiornamenti dei driver, oltre che regolare o disattivare l'illuminazione RGB; la seconda monitora l'uso delle risorse di sistema e il consumo energetico quando si utilizzano app diverse, inoltre regola automaticamente la distribuzione dell'alimentazione tra CPU e GPU per mantenere prestazioni costanti e la stabilità del sistema.

Quest’ultima opera automaticamente, ma potete comunque selezionare i preset disponibili per enfatizzare le prestazioni o l'efficienza energetica.

Gigabyte Aero 17

(Image credit: Future)

Vale la pena acquistare Gigabyte Aero 17 (2021)?

Compratelo se...

Volete il miglior notebook per content creator

Grazie ai processori Intel Core i7 e i9 mobile di decima generazione e alle nuove GPU della serie RTX 3000, non troverete una workstation mobile migliore, in questo momento.

Volete un prodotto dall’eccellente rapporto qualità-prezzo

Gigabyte Aero 17 non è economico, ma dal modello base alla configurazione di fascia alta, costa meno ed è più veloce della concorrenza.

Volete gestire le prestazioni del PC

Microsoft Azure AI e l'app di controllo di Gigabyte offrono un controllo considerevole sulla gestione dell’hardware con il semplice click di un pulsante.

Volete una postazione di lavoro per lavori grafici

Optando per il modello con il display OLED 4K, potete ottenere una copertura colore Adobe RGB del 100% e il contrasto HDR400, oltre ai profili colore calibrati Pantone di X-Rite; è una soluzione perfetta per lavori di progettazione grafica seria.

Gigabyte Aero 17

(Image credit: Future)

Non compratelo se...

Volete il miglior laptop da gioco con RTX 3080

Aero 17 monta una Nvidia GeForce RTX 3080 Max-Q, ma se state pensando di acquistarlo esclusivamente per giocare, vi sconsigliamo di farlo: ci sono (e arriveranno) notebook da gioco ben più veloci sul mercato.

Volete un portatile leggero

Aero 17 è piuttosto sottile considerato l'hardware a bordo, ma è comunque pesante, e non dimentichiamo il caricabatterie… Il nuovo arrivato di casa Gigabyte non è un Ultrabook.

Volete una batteria che duri tutto il giorno

Dovrete caricare questo portatile almeno una volta al giorno; non potete allontanarvi troppo dalla presa.