Skip to main content

Recensione Samsung Galaxy S21 Ultra

Il Galaxy S21 Ultra sembra fantastico, e lo è davvero

Samsung Galaxy S21 Ultra review
(Image: © Future)

Il nostro verdetto

Il Samsung Galaxy S21 Ultra è stato reso disponibile prima del previsto, il che è una buona notizia per chi vuole il meglio del meglio da uno smartphone, costi quel che costi. Ha uno schermo enorme, cinque fotocamere e il migliore zoom mai visto su un telefono. Costa anche un po’ meno rispetto all’anno scorso, ma attenzione: è comunque uno smartphone incredibilmente costoso. Non ha uno slot microSD e nella confezione non c’è l’alimentatore.

Pro

  • Migliore zoom fotografico
  • Design fantastico
  • Supporto S Pen

Contro

  • Molto costoso comunque lo si guardi
  • Niente slot microSD
  • La variante di base ha solo 128 GB

Galaxy S21 Ultra recensione veloce 

 Il Galaxy S21 Ultra è il nuovo top di gamma Samsung, capace di eclissare il già impressionante Note 20 Ultra. Con cinque fotocamere e compatibilità con S Pen, questo nuovo smartphone sembra fatto apposta per rimpiazzare la serie Note. 

Questo smartphone ci dice cosa significa per Samsung “telefono esagerato” nel 2021: cinque fotocamere, sensore da 108MP, due teleobiettivi, zoom 100X, selfie da 40MP, 5G, una giornata piena di autonomia, 16GB di RAM. Tutto impacchettato in uno smartphone Android con schermo da 6,8” 120 Hz QUad HD. Il sensore per le impronte è integrato nello schermo stesso ed è più grande di 1,7 volte rispetto all’anno scorso.

È il primo smartphone che proviamo nel 2021, insieme ai suoi fratelli Galaxy S21 e Galaxy S21 Plus. Sposta l’asticella molto in alto, più del modello Ultra del 2020. Samsung ha modificato la fotocamera principale aggiungendo un laser (sì, un laser) per compensare i problemi di autofocus del Galaxy S20 Ultra, ma ha anche migliorato tutte le specifiche fotografiche, inserendo un sensore principale da 108MP, una fotocamera frontale da 40MP e la capacità di registrare video 8K senza limitazioni.  

Le fotografie sono nitide, con un range dinamico impressionante. La nuova funzione Treppiede permette di fare zoom a 30x e 100x con una grande stabilità e precisione. Ora usare la funzione Space Zoom è più semplice, anche se spingersi fino a 100x significa comunque dover gestire del rumore. Lo zoom 30x invece genera immagini di qualità accettabile, se la luce è quella giusta.  

Galaxy S21 Ultra vanta ingrandimento ottico 10x e 3x: usandoli  abbiamo sempre ottenuto i risultati desiderati, meglio che con qualsiasi altro smartphone. Il confronto con iPhone 12 Pro Max, che arriva a 2,5x (ottici), mette in chiaro il vantaggio di Samsung su questo aspetto. La fotocamera di Apple a volte genera immagini più pulite in condizioni di scarsa illuminazione, ma la modalità notturna di Samsung è migliorata abbastanza da colmare la distanza quando è passato il tramonto o ci si trova al chiuso. L’applicazione Fotocamera inoltre è più ricca di funzioni e più semplice da usare rispetto a quella di Apple. 

un design strepitoso e prestazioni da primo della classe

Fotografia e velocità però non raccontano tutta la storia. Ci sono anche un design strepitoso e prestazioni da primo della classe; uno schermo edge-to-edge dai bordi curvi, una fotocamera posteriore che sporge meno dalla scocca e, nel nostro caso, una finitura nera opaca (Phantom Black) che ci ha davvero entusiasmati. Il Galaxy S21 Ultra è il più bel telefono mai prodotto da Samsung. 

L’altra buona notizia è che il prezzo non è aumentato rispetto a quanto costava S20 Ultra al lancio: €1.279 infatti sono cento euro in meno, sempre con 12/128 GB. Considerando che è uno smartphone nettamente migliore sotto ogni aspetto, possiamo affermare che S21 Ultra è molto più economico di S20 Ultra. D’altra parte l’anno scorso S20 Ultra ci sembrava sovrapprezzato, e S21 Ultra resta comunque uno smartphone molto molto costoso (solo 10 euro in meno di iPhone 12 Pro Max, di listino). Samsung però offre qualche valore extra per questo prezzo: uno schermo più grande e più luminoso, zoom ottico 10x (iPhone arriva a 2,5x) e supporto per il pennino - una cosa che Apple deve ancora fare. 

I problemi? Abbiamo detto che S21 Ultra rappresenta l’idea di “smartphone esagerato”, ma bisogna anche accettare i limiti e i compromessi decisi dal colosso sudcoreano: niente slot microSD, niente modulo MST (un’alternativa a NFC che poteva essere utile in alcune occasioni) e niente alimentatore nella scatola. Come Apple, Samsung spiega quest’ultimo dettaglio con la volontà di ridurre i rifiuti e l’impatto ambientale. 

Manca anche, ovviamente, il jack da 3,5 mm, ma queste nuove omissioni sono destinate a far arrabbiare qualcuno, di sicuro. Se per voi sono importanti oppure no, fa una gran differenza. 

 Samsung Galaxy S21, disponibilità e prezzi 

Galaxy S21 Ultra è già disponibile sul sito Samsung per €1.279, nella versione 12/128. C’è anche quella 12/256, a € 1.329, e in futuro dovrebbe arrivare la variante 16/512 GB, per €1.459. Lo si trova anche presso altri rivenditori, ma per il momento il prezzo è identico da tutte le parti. 

Sul sito Samsung ci sono più colori disponibili, oltre al nero e all’argento che potete trovare anche altrove: marrone, blue navy e grigio titanio sono infatti presenti solo sullo shop online di Samsung. 

Al momento c’è una promozione in atto: comprando Galaxy S21 Ultra avrete anche un paio di Samsung Galaxy Buds Pro e i nuovi Samsung Galaxy SmartTag, per un valore totale di €263. 

Da tenere presente che non c’è lo slot microSD, quindi la memoria di sistema non si potrà espandere in futuro: se prevedete di fare molti video 4K oppure 8K, 128 GB potrebbero rivelarsi troppo pochi. 

 Design e schermo

Samsung Galaxy S21 Ultra review

The two main colors of the Galaxy S21 Ultra (Image credit: Future)

Il Galaxy S21 Ultra è uno smartphone splendido ed è davvero uno tremendo peccato coprirlo con una custodia, e infatti non lo abbiamo fatto durante il nostro test. Una scelta rischiosa, ma la finitura opaca della colorazione Phantom Black non si sporca molto, non è scivolosa e permette di avere uno sbalzo ridotto per il modulo fotografico. 

L’altro colore principale è grigio chiaro (Phantom Silver), ma se lo comprate dal sito Samsung ci sono altri tre colori tra cui scegliere. Altrove Samsung ha portato anche una versione bianca (Phantom White) ma al momento in Italia non è disponibile. In ogni caso la finitura opaca appare più bella e lussuosa rispetto a quella “plasticosa” della famiglia S20. 

Galaxy S21 Ultra ed S21 Plus hanno la cover posteriore in Gorilla Glass smerigliato, mentre Galaxy S21 ce l’ha di policarbonato (cioè di plastica). 

Galaxy S21 Ultra è grande ma riesce a nascondere o ridurre bene alcuni dettagli e a valorizzarne altri: per esempio, lo schermo da 6,8 pollici è enorme, ma lo schermo curvo fa sì che non ci siano cornici e la fotocamera frontale, inserita in un foro, dopo qualche minuto diventa praticamente invisibile. La parte frontale è quindi davvero “tutto schermo”, il che è davvero molto piacevole. 

Samsung Galaxy S21 Ultra review

(Image credit: Future)

Lo schermo di Galaxy S21 Ultra è il primo tra gli smartphone Samsung che arriva a 120 Hz, con una risoluzione Quad HD. La differenza è che con Galaxy S20 e Note 20 bisognava scegliere tra 120 Hz/60Hz e risoluzione QuadHD/FullHD. Non si poteva avere QuadHD a 120 Hz, ma con S21 Ultra è possibile. È l’unico modello che lo permette, visto che S21 ed S21 Plus hanno la modalità 120Hz ma la risoluzione si ferma a FHD+.

E quindi, avere il meglio dei due mondi che differenza fa? La nostra risposta è “non tanta”. La risoluzione maggiore non si nota facilmente a occhio nudo su uno schermo di queste dimensioni. In effetti, risoluzioni superiori a FHD, sugli smartphone, hanno (o avevano) senso se si ha l’intenzione di usare il telefono come schermo di un visore VR. Ma sembra che tanto Sasmung quanto le altre aziende abbiano abbandonato quella strada. 

Questo resta comunque il migliore schermo di Samsung. Nonostante la diagonale da 6,8”, superiore a quella da 6,7” di iPhone 12 Pro Max, lo smartphone risulta relativamente facile da impugnare e maneggiare - più di quello Apple. Un merito dovuto in gran parte al vetro curvo e al design sottile. Le curve del vetro sono meno pronunciate rispetto agli smartphone Samsung del passato, e questo porta a meno tocchi indesiderati. 

La luminosità del Galaxy S20 Ultra passa automaticamente all’incredibile valore di 1.500 nits se rileva una forte luce esterna, come quella del sole diretto. Galaxy S21 ed S21 Plus arrivano a “solo 1.200 nits, che è comunque un valore eccellente, comune a molti smartphone con pannello AMOLED. 

Samsung ha riprogettato il sensore per impronte digitali, integrato nello schermo e basato sulla tecnologia ultrasonica di Qualcomm. La superficie di lettura è 1,7 volte più grande, e questo significa che sbloccare il telefono è più semplice perché non bisogna posizionare il dito con troppa precisione sull’area indicata. C’è anche il riconoscimento facciale ovviamente, ma visto quanto spesso abbiamo addosso la mascherina non è sempre l’opzione preferibile al momento. 

Immagine 1 di 4

Samsung Galaxy S21 Ultra review

(Image credit: Future)
Immagine 2 di 4

Samsung Galaxy S21 Ultra review

(Image credit: Future)
Immagine 3 di 4

Samsung Galaxy S21 Ultra review

(Image credit: Future)
Immagine 4 di 4

Samsung Galaxy S21 Ultra review

(Image credit: Future)

Compatibilità S Pen 

Il Galaxy S21 Ultra è il primo smartphone Samsung, a parte la famiglia Note, ad avere piena compatibilità con il pennino S Pen. Qui la parola chiave è “piena”, perché ovviamente un pennino capacitivo “qualsiasi” funzionerà su qualsiasi smartphone. Ma per sfruttare tutte le potenzialità di S-Pen, è necessario che il software sia ottimizzato, come nel caso dei Galaxy Note e, oggi, di Galaxy S21 Ultra. Le cose comunque funzionano in modo leggermente diverso rispetto a un Galaxy Note, se non altro perché il pennino non è incluso nella confezione e non c’è un alloggio per riporlo ricavato nel telefono stesso. 

Sul sito Samsung ci sono alcune custodie speciali che hanno l’alloggio per la penna, e almeno due includono una S Pen (costano €99,9 ed € 75,9). La S Pen in questione non è la stessa che troviamo sul Note: è più grande e più facile da maneggiare, probabilmente perché non c’è stato bisogno di progettarla ultra sottile affinché si potesse infilare nel telefono stesso. Volendo si può comprare anche una S Pen separatamente, senza una di queste custodie progettate ad hoc, ma non ci sembra una grande idea. 

Abbiamo potuto prendere appunti velocemente, e usare le opzioni di Air Command (che permettono di fare alcune cose senza toccare il telefono). Ci piace questa S Pen più grande e maneggevole rispetto a quella inclusa con il Galaxy Note. E ci piace anche il fatto che Samsung abbia scelto la tecnologia Wacom, quindi è possibile usare anche pennini diversi con questo smartphone. 

Nel momento del test la S Pen per Galaxy S20 Ultra non aveva le scorciatoie Bluetooth per prendere appunti a schermo spento o controllare la fotocamera - funzioni presenti invece su Note 20 Ultra. Speriamo che siano disponibili tra un po’, magari quando uscirà la S Pen Pro, che è stata annunciata insieme ai Galaxy S21. 

Tutto considerato si potrebbe pensare che la serie Note sia ormai prossima al pensionamento. Può darsi, ma crediamo che ad agosto arriverà comunque un Galaxy Note 21 - anche se magari potrebbe essere l’ultimo della sua stirpe. 

Samsung Galaxy S21 Ultra review

(Image credit: Future)

Fotocamera 

Galaxy S21 Ultra ha ben cinque sensori ed è capace di zoomare a 100x (digitale ibrido). Ripropone la modalità Space Zoom ma anche quest’anno troviamo che le immagini abbiano troppo rumore per definirle soddisfacenti.

Sono gli scatti a 3x, 10x e (se le luce è buona) 30x che invece ci hanno convinto, con un ingrandimento potente che però non introduce rumore o distorsioni. A fare la differenza è il “blocco treppiede” che, come suggerisce il nome, blocca il mirino e offre una stabilizzazione superiore rispetto a ciò che si era visto finora. Non è proprio come avere un vero treppiede, ma l’effetto è comunque notevole. Usandola, S21 Ultra si blocca su un soggetto e riesce a ridurre moltissimo il movimento.

Immagine 1 di 8

Samsung Galaxy S21 Ultra camera roll

(Image credit: Future)

Ultra-wide camera

Immagine 2 di 8

Samsung Galaxy S21 Ultra camera roll

(Image credit: Future)

Fotocamera principale 1x (no zoom)

Immagine 3 di 8

Samsung Galaxy S21 Ultra camera roll

(Image credit: Future)

Zoom 2x

Immagine 4 di 8

Samsung Galaxy S21 Ultra camera roll

(Image credit: Future)

Zoom 3x

Immagine 5 di 8

Samsung Galaxy S21 Ultra camera roll

(Image credit: Future)

Zoom 4x

Immagine 6 di 8

Samsung Galaxy S21 Ultra camera roll

(Image credit: Future)

Zoom 10x

Immagine 7 di 8

Samsung Galaxy S21 Ultra camera roll

(Image credit: Future)

Zoom 30x

Immagine 8 di 8

Samsung Galaxy S21 Ultra camera roll

(Image credit: Future)

Zoom 100x (digitale)

Una delle differenze rilevanti rispetto al concorrente principale, iPhone 12 Pro Max, è che con S21 Ultra si può usare tutta l’escursione, da 0,5x a 30x, e avere sempre fotografie utilizzabili. L’iPhone non va oltre 2,5x ottico o 12x digitale, mentre il Google Pixel 5 non ha un teleobiettivo. Nessun altro marchio a parte Huawei offre zoom simili su uno smartphone, e persino i vostri amici innamorati di Apple dovranno ammetterlo. 

Sicuramente avere due teleobiettivi su un telefono sembra un po’ eccessivo, persino ridicolo, ma offrono due diversi ingrandimenti (3x e 10x) senza dover ricorrere allo zoom digitale o a quello ibrido. Anche se ogni tanto il software Samsung decide da sé quale sensore usare, ignorando la nostra decisione precedente. Potrebbe capitare che faccia foto zoomate con il sensore principale per poi ritagliarle e simulare il “vero zoom”. È una cosa che ci è capitata pochissimo e che sembra imprevedibile, ma nella maggior parte dei casi tutto funziona come dovrebbe e tutto ciò che bisogna fare è premere il pulsante di scatto. 

Fino a oggi il nostro zoom preferito su uno smartphone era quello del Note 20 Ultra: questo smartphone ha uno zoom ottico 5x e uno digitale 50x. S21 Ultra, dunque, si può avvicinare molto di più ai soggetti lontani, ma permette anche di “tirarsi indietro” senza distorsioni digitali. 

Immagine 1 di 3

Samsung Galaxy S21 Ultra camera roll

(Image credit: Future)

Zoom 10x optical su un soggetto in movimento

Immagine 2 di 3

Samsung Galaxy S21 Ultra camera roll

(Image credit: Future)

Modalità notturna off

Immagine 3 di 3

Samsung Galaxy S21 Ultra camera roll

(Image credit: Future)

Modalità notturna on

Rispetto all’anno scorso il miglioramento più grande sta nella fotocamera da 1080 MP che aveva debuttato su S20 Ultra, ma con qualche problema di autofocus al lancio. I problemi sono stati risolti su S21 Ultra grazie all’aggiunta di un autofocus con riconoscimento di fase e assistenza laser, che non c’era su S20 Ultra (ma è presente su Note 20 Ultra). Il sensore da 108MP e quello frontale da 20MP riescono a generare molti dettagli, il che rende un po’ più semplici le operazioni di modifica a posteriori, soprattutto se c’è del cropping. 

Galaxy S21 Ultra offre un range dinamico ancora migliore all’esterno (si vede nelle foto con cielo molto luminoso ed edifici scuri) rispetto ai modelli precedenti. Samsung ora offre la possibilità di salvare file raw a 12-bit, che sono fantastici per la post produzione. Gli iPhone 12 Pro riescono a fare un po’ meglio per molte fotografie senza zoom, soprattutto al chiuso e di notte, ma Samsung risponde una modalità notturna più avanzata e raffinata, che non si limita ad alzare l’esposizione. 

Tutti gli smartphone della famiglia Galaxy S21 possono registrare video 4K/60fps da tutti i sensori, e hanno l’opzione di registrare in 8K/24fps. La nuova modalità Vista da Regista ci aveva già impressionato l’anno scorso: permette di registrare video usando allo stesso tempo la fotocamera posteriore e quella frontale. Creatori di contenuti e Vlogger la adoreranno - se non altro perché permette di fare con un telefono ciò che diversamente richiede almeno due videocamere separate e un montaggio successivo. 

Vista da Regista non è una cosa che si trova di default normalmente; su iPhone 12 per esempio dovete scaricare un’applicazione a parte per fare qualcosa di simile. E non è l’unica funzione extra che Samsung ha sviluppato per rendere i suoi smartphone degli strumenti creativi più potenti e versatili. 

Samsung Galaxy S21 Ultra review

(Image credit: Future)

Specifiche e prestazioni 

La serie Galaxy S21 porta con sé molte novità: un nuovo processore naturalmente, ma anche Android 11 e la nuova interfaccia OneUI 3.0. Tutti questi elementi si uniscono a creare un telefono dalle prestazioni ancora maggiori. 

Il processore è l’Exynos 2100 progettato da Samsung. Come sempre, negli Stati Uniti Galaxy S21 Ultra sarà venduto con un processore Qualcomm, vale a dire lo Snapdragon 888. Torneremo presto con un confronto tra i due SoC, ma possiamo dirvi subito che entrambi sono potenti più del necessario. 

Più interessante qui è la quantità di memoria disponibile e il fatto che la serie Galaxy S21 sia priva di slot microSD - dettaglio che per molti (noi compresi) è piuttosto fastidioso.  La presenza di un slot microSD era una di quelle cose che, fino a oggi, rendeva i prodotti Samsung preferibili rispetto agli iPhone perché permette di comprare la variante meno costosa, e poi investire in un secondo momento per una scheda di memoria. Purtroppo oggi quel discorso si chiude per sempre. 

Il modello base ha 128GB di archiviazione interna e 12GB di RAM, che potrebbero non bastare per tutti. Abbiamo poi la versione 12/256GB e presto dovrebbe arrivare anche quella 16/512GB. 

In ogni caso dovrete riflettere bene sullo spazio necessario, perché una volta fatta la scelta non si può tornare indietro; prima, invece, sarebbe bastata una scheda di memoria a risolvere il problema. 

Samsung ha ritoccato e ripulito ulteriormente il suo software, la OneUI 3.0. Sono state eliminate alcune finestre superflue e tutte le animazioni sono in un certo senso più “morbide”, dando l’impressione di una maggiore velocità. Finalmente Google Assistant trova il suo posto nella scherma a sinistra di home e non siamo più obbligati a usare Bixby. 

Purtroppo non c’è un alimentatore incluso nella confezione, quindi dovrete recuperarne uno che avete già in casa o comprarne uno apposta per il nuovo S21 Ultra. L’autonomia però permette di usare lo smartphone una piena giornata senza problemi. 

Samsung Galaxy S21 Ultra review

Niente caricatore nella scatola, quindi tenetevi stretti quelli che avete (Image credit: Future)

Batteria 

L’autonomia di Galaxy S21 Ultra si è dimostrata convincente durante i nostri test, con la batteria che dura sempre un giorno abbondante - ma siamo riusciti a consumarla più in fretta forzando la modalità 120Hz/QuadHD costantemente - una cosa divertente per testare la batteria ma senza una vera utilità nella vita reale.

La batteria è da 5.000 mAh, come quella di S20 Ultra. La durata di un giorno abbondante si ottiene senza modificare le impostazioni di default, quindi con la risoluzione impostata su 1080p. 

Un altro elemento che aiuta ad avere una buona autonomia è il fatto che la frequenza di 120Hz sia variabile. Tecnicamente è “fino a 120Hz”, ma il sistema non si spingerà mai al massimo a meno che non sia necessario, e così facendo risparmia batteria. La frequenza dello schermo in effetti va da 11Hz a 120Hz, a seconda dell’attività in corso: per la lettura basta una frequenza bassa, mentre ce ne vuole una alta per i videogiochi. 

Nella confezione non c’è un alimentatore; Samsung conta sul fatto che ne abbiate uno già in casa, o che ne comprerete uno per poco da qualche parte, ma c’è un cavo (da USB-C a USB-A). Pare che un cavo rappresenti un problema ambientale più tollerabile di un alimentatore, visto che anche Apple ne mette uno nella confezione. 

I Galaxy S21 supportano la ricarica rapida da 25 watt, un dettaglio da tenere in considerazione se dovete comprare un nuovo alimentatore per il vostro nuovo smartphone; cosa che probabilmente vorrete fare, perché non sono molte le persone che hanno in casa un trasformatore di questa potenza. Oppure c’è la ricarica wireless da 15 watt. 

Questi smartphone, come quelli dell’anno scorso, supportano la ricarica inversa: possono trasformarsi in una base di ricarica per altri dispositivi, tipo i nuovi Samsung Galaxy Buds Pro.

Manca il supporto alla ricarica da 45W, che avevamo visto sul Note 10 Plus e sulla serie S20. Samsung ci ha spiegato che la ricarica da 25W è stata ottimizzata a sufficienza, e che passare a 45W non porta a differenze rilevanti. Secondo noi c’entra anche il fatto che pochi consumatori si sono presi la briga di comprare l’alimentatore da 45W, che è venduto a parte.

 Galaxy S21 Ultra, vale la pena di comprarlo?  

Samsung Galaxy S21 Ultra review

(Image credit: Future)

 Compratelo se ... 

 … volete uno zoom potentissimo
La fotocamera di Samsung è stata divertente da testare, grazie alla grande varietà di scatti che offre. I due teleobiettivi rappresentano il principale punto di forza, insieme all’impressionante zoom 100x. Le immagini sono alla pari con quelle di iPhone 12 Pro Max. 

 … volete il più potente smartphone Android
Il Samsung Galaxy S21 Ultra ha prestazioni altissime, e se vi serve uno smartphone che possa gestire il multitasking più impegnativo, questo può farlo. Anche per il gaming è fantastico. 

 … volete usare la S Pen
Il Samsung Galaxy S21 offre piena compatibilità con la S Pen, da usare per prendere appunti o fare schizzi, tradurre pagine o vedere anteprime. E altre funzioni potrebbero arrivare in futuro. 

 Non compratelo se … 

 … volete spendere poco
Il Galaxy S21 Ultra è il modello più raccomandabile tra i tre S21, per tutte le qualità extra che offre. Ma è anche il più costoso: se lo volete a meno forse vale la pena di aspettare il Prime Day o il Black Friday, sperando che vada in sconto.  

 … vi serve molto spazio
Il Galaxy S21 Ultra non ha lo slot microSD. Per molti non sarà un problema ma se avete bisogno di trasportare molti dati sul vostro smartphone, allora forse è meglio guardare altrove. 

... usate il pennino in modo avanzato
S21 Ultra è compatibile con S Pen, ma non potete fare tutte le cose che si fanno con un Note 20 Ultra. Alcune funzioni, come la scrittura a schermo spento, restano esclusiva del Note. Se le volete, prendete un Note 20.