Skip to main content

Come assemblare un PC gaming

Assemblare un PC gaming non è difficile, ma qualche trucchetto potrebbe facilitarvi nell'impresa

Come assemblare un PC gaming
Come assemblare un PC gaming
(Image: © Shutterstock)

A seconda di come vi approccerete all'impresa, assemblare un PC gaming può essere divertente, ma anche frustrante. Potreste avere una disponibilità economica limitata e di conseguenza incorrere in problemi nella scelta dei componente giusti per raggiungere il livello di prestazioni che avevate in mente. Oppure l'informatica potrebbe non essere il vostro campo e di conseguenza avete le idee confuse sulla selezione dei migliori componenti da acquistare per il vostro nuovo PC gaming.

Una cosa è chiara però: un buon PC da gaming dovrebbe essere in grado di assicurarvi delle ottime prestazioni con i giochi in uscita quest'anno e supportare senza problemi tutti i migliori giochi dell'ultimo quinquennio.

Non preoccupatevi, siamo qui per aiutarvi. Chi è alle prime armi potrebbe voler iniziare leggendo le nostre guide su come selezionare i componenti per PC e come assemblare un PC, in modo da chiarirsi bene le idee su tutte le fasi del processo.

Ciò sarà sufficiente a coprire le basi, ma se volete saperne di più, in questo articolo vi spiegheremo altri trucchetti che potreste non conoscere e che vi aiuteranno ad assemblare un PC gaming del quale andare fieri.

assemblare un PC gaming

assemblare un PC gaming: se volete overclockare sarà necessaria perlomeno una scheda madre di fascia media (Image credit: Future)

1. Cos'è la lotteria del silicio

Non tutti i processori sono uguali. Ogni CPU è sottoposta a delle leggere variazioni del processo produttivo e questo fa si che alcuni processori siano migliori rispetto ad altri, anche se di solito il range di variazione è minimo è possibile che ci siano alcune CPU particolarmente fortunate. Più raro è trovare CPU totalmente sfortunate, dato che i produttori lasciano un lieve margine di potenzialità per non rischiare di avere problemi.

Un processore sbloccato può essere overcloccato, e pertanto ha senso parlare di lotteria del silicio. Questa vi porterà a tenere le dita incrociate nella speranza di aver ottenuto uno dei modelli meglio riusciti di quella particolare CPU. Gli esemplari migliori infatti possono essere overclockati a frequenze superiori rispetto ad altri esemplari meno dotati.

Ma si sa, la fortuna è cieca e non c'è bisogno di affidarsi a lei se vi interessa una di queste rare CPU. Infatti esistono delle aziende che comprano processori, li testano, in relazione ai risultati stabiliscono un prezzo e li vendono ai costruttori di PC che vogliono overclockare la propria macchina.

Silicon Lottery è un'azienda che garantisce delle prestazioni vicine al potenziale massimo in termini di clock, ne abbiamo parlato in passato su un articolo relativo a Ryzen 3000.

Ovviamente queste aziende, tra cui ricordiamo anche Overclockers UK e il venditore tedesco Caseking, rivendono queste CPU a prezzi più alti rispetto a quelli ufficiali, e c'è da dire che i soldi extra potrebbero essere investiti in altri componenti per ottenere risultati migliori dal vostro PC gaming.

Sta a voi quindi decidere cosa fare. A seconda dei risultati che volete ottenere e di quanto tempo volete che vi duri la vostra CPU, potreste anche considerare l'idea di scegliere un processore più veloce (o diverso), sempre che non si tratti già del migliore disponibile sulla piazza in quel momento.

Ricordatevi anche che dovrete comprare una scheda madre di un certo livello (sicuramente non di fascia bassa) sulla quale montare un processore preso da Silicon Lottery o aziende simili.

Questa è un'ottima strada per chi vuole il miglior PC da gaming in assoluto. Vi ricordiamo anche che è possibile richiedere all'azienda un delidding della CPU per ridurre le temperature, e quindi aumentare ulteriormente il livello di overclock al quale è possibile spingere il processore.

La durata di una CPU overclockata è certamente inferiore a quella di una CPU che lavora per tutto il suo ciclo di vita a frequenza standard, tuttavia è frequente che le CPU diventino obsolete, ossia lente e inadatte alle prestazioni del nuovo software, molto prima del momento della loro morte. Pertanto non è totalmente illogico volerle spremere per qualche anno e accettare un maggior livello di usura in cambio di prestazioni superiori.

Molto importante è ricordare che la durata della vita di una CPU è legata, tra le altre cose, alle temperature di utilizzo. Una CPU con clock standard che lavora a 80°C è potenzialmente più a rischio di una overclockata che non ha mai superato i 60°C, pertanto vi consigliamo di non lesinare mai sulla spesa nell'acquisto di un dissipatore, in particolar modo se avete intenzione di investire molto su CPU, scheda madre, RAM e altri componenti.

assemblare un PC gaming

assemblare un PC gaming: un buon alimentatore è indispensabile per garantire la stabilità del sistema (Image credit: Corsair)

2. Non risparmiate sull'alimentatore

Spesso capita di vedere online delle configurazioni di PC da gaming pazzesche, ma con alcuni componenti di fascia bassa. Di solito gli assemblatori tendono a risparmiare su case e alimentatore. Anche gli utenti fanno l'errore di risparmiare su questi componenti, che potrebbero non sembrare importanti, per potersi permettere una scheda grafica più potente.

Ma vi avvertiamo, non è una buona idea risparmiare sull'alimentatore per il vostro PC da gaming.

Se la CPU potrebbe essere vista come il cervello di un computer, allora l'alimentatore è il suo cuore, e se questo funziona bene, tutto fila liscio. Ma se si tratta di un modello di fascia bassissima o di una sottomarca, allora non vi darà tutta la stabilità della quale avete bisogno per il vostro overclock. Se la potenza erogata non è sufficiente, allora faticherà a gestire la richiesta energetica dei componenti quando saranno a pieno carico e avrete blocchi improvvisi randomici del vostro sistema, un caso anche piuttosto difficile da diagnosticare.

Ricordatevi che quando farete un upgrade del vostro PC, magari per una GPU migliore, potreste aver bisogno di qualche watt in più per alimentarla, e quindi un alimentatore incapace di fornire la corrente necessaria o incapace di filtrare picchi e fluttuazioni potrebbe far sorgere un problema, costringendovi a sostituirlo prematuramente.

Inoltre l'alimentatore potrebbe essere così poco affidabile da rompersi, ma nel peggiore dei casi potrebbe compromettere altri componenti, come ad esempio scheda madre e RAM, arrecandovi un danno economico non indifferente.

In ogni caso non c'è bisogno di comprare un alimentatore da 1.500W, dato che può avere un prezzo proibitivo e non essere efficiente quando la vostra macchina è in stato di sospensione o lavora a basso carico. Modelli del genere sono esagerati nella maggior parte delle configurazioni ed è giusto usarli solo in quelle di fascia altissima, con CPU di fascia alta overclockate e più schede video.

La potenza che vi servirà dipende dal tipo di macchina che intendete assemblare. Potete usare wattage calculator, un sito che sulla base dei componenti scelti vi indicherà i watt dei quali avrete bisogno, compreso un piccolo extra (circa il 25%) in vista di aggiornamenti futuri.

Vi suggeriamo anche di prendere un alimentatore con efficienza di almeno "80+ Bronze" di una buona azienda, come ad esempio Corsair o Seasonic (qui vi consigliamo i migliori alimentatori per PC). In questo modo vi durerà per molto tempo e probabilmente potrete riutilizzare lo stesso alimentatore sul vostro prossimo PC da gaming.

Per riassumere: per assemblare un PC gaming potete comprate un modello di qualità, ma senza esagerare o andare al risparmio.

assemblare un PC gaming

assemblare un PC gaming: un ottimo case farà la differenza (Image credit: CoolerMaster)

3. Mantenete il case ben areato

Riprendendo quanto accennato in precedenza, è giusto prestare attenzione anche al case che utilizzerete nel vostro prossimo PC da gaming.

Un case di fascia bassa potrebbe non essere abbastanza spazioso e i componenti all'interno potrebbero essere troppo stretti e crearvi problemi nel montaggio, facendovi perdere letteralmente ore ad ogni tentativo di diagnosi, pulizia e manutenzione. Questi modelli spesso non offrono nemmeno la possibilità di gestire in maniera dignitosa il cablaggio.

Un buon cable management prevede di raggruppare tutti i cavi di alimentazione dei componenti nell'apposito spazio dietro la scheda madre o nella parte bassa del case, in modo da non bloccare il flusso d'aria e donare un'estetica più pulita al vostro assemblaggio.

Dei cavi ordinati permettono un migliore flusso d'aria nel case, e quindi un migliore raffreddamento dei componenti che ne hanno più bisogno, come CPU e GPU. Per farla breve, non solo l'interno del vostro PC sarà più bello e ordinato, ma manterrà temperature più basse anche durante l'utilizzo più intenso.

Un case migliore avrà un design migliore in termini di posizionamento delle ventole, flusso d'aria, fori e spazio per il cable management. Non sottovalutate questo fattore, soprattutto se i vostri componenti sono overclockati.

Un paio di consigli: se sceglierete un case piccolo, potrebbe essere una buona idea prendere una scheda grafica capace di espellere il calore dalla parte posteriore, fuori dal case, e non all'interno. Assicuratevi anche che le ventole abbiano dei filtri anti-polvere, dato che è nemica dei componenti elettronici e può causare surriscaldamento.

Tenetelo a mente quando sceglierete un case per il vostro PC, ma ricordatevi anche di aver a disposizione una bombola di aria compressa o un mini compressore, e di usarli all'incirca una volta ogni sei mesi per ripulire l'interno dalla polvere che si accumulerà inevitabilmente.

Ovviamente questa operazione va fatta dopo aver spento il PC e con delicatezza. Quando pulirete le ventole, tenetele ferme con un dito, farle girare in questo modo potrebbe danneggiarle. Potrebbe anche essere una buona idea fare un promemoria "Pulire il PC" sul vostro calendario in modo da non dimenticarlo.

Per finire ricordatevi anche che un buon case, così come un buon alimentatore, potrà essere riutilizzato nel vostro prossimo PC.

assemblare un PC gaming

assemblare un PC gaming: PCPartPicker (Image credit: PCPartPicker)

4. Chiedete a un esperto

Una volta decisa la vostra configurazione, condividetela su un forum (magari anche più di uno) di esperti e persone che costruiscono PC per passione. Questo non viene fatto da molti visto che richiede un po' di tempo per registrarsi, scrivere, ecc.., ma vale la pena farlo prima di procedere con l'acquisto di tutti i componenti scelti, soprattutto se la cifra da spendere è consistente.

Di solito si riceve qualche feedback interessante, o anche qualche consiglio su configurazioni alternative che potrebbero darvi risultati migliori a parità di investimento.

Anche PCPartPicker può rivelarsi una risorsa molto utile quando state scegliendo i componenti, ed è anche in grado di evidenziare problema di compatibilità.

assemblare un PC gaming

assemblare un PC gaming: MSI Afterburner farà la differenza se intendete overclockare la scheda video (Image credit: MSI)

5. L'importanza del software

Dopo la giusta attenzione dedicata all'hardware, è giusto parlare anche di software. Quando accenderete per la prima volta il vostro PC, HWiNFO )o in alternativa CPU-Z), è un programma gratuito utile per monitorare il comportamento dei vari componenti e può evidenziare dei potenziali problemi prima che peggiorino.

Prime95 è molto utile per effettuare stress test e per controllare la stabilità del processore, ne parliamo approfonditamente nel nostro articolo su come overcloccare un processore.

MSI Afterburner è un programma indispensabile se desiderate overclockare la vostra scheda grafica e dovete intervenire sulla velocità delle ventole della GPU. Questo software non funziona solamente con le schede MSI, ma anche con quelle degli altri marchi.

Ci sono moltissime altre app che possono tornarvi utili sul vostro PC da gaming, ne parliamo in questo articolo. Uno di questi programmi è f.lux e vi permetterà di proteggere i vostri occhi durante le vostre lunghe sessioni di gioco.

Se assemblare un PC gaming vi sembra un'operazione complicata o siete soliti a spostarvi molto per motivi personali o di lavoro, valutate in alternativa l'acquisto di un portatile da gioco.