Skip to main content

The Witcher su Netflix: quando esce, trailer, notizie

(Image credit: Netflix)

La nuova serie Netflix The Witcher, ispirata ai libri di Andrzej Sapkowski, sarà disponibile sulla piattaforma streaming a fine Dicembre. La prima stagione è divisa in 8 episodi ed è già prevista una seconda serie commissionata da Netflix.

Geralt of Rivia verrà interpretato da Henry Cavill, conosciuto per aver interpretato Superman. Il protagonista è un cacciatore di mostri dotato di superpoteri che viene coinvolto, contro la sua volontà, in uno scontro tra due nazioni abitate da uomini: l’Impero di Nilfgaardian e i Regni del Nord.

The Witcher è ambientato in un mondo fantasy pieno di elfi, nani e altre creature incredibili, ma racconta anche storie di uomini per aiutare gli spettatori ad immedesimarsi nei personaggi. Volete conoscere la data di uscita di The Witcher? Continuate a leggere, in questo articolo troverete tutte le informazioni che cercate.

Non aspettatevi un nuovo Game Of Thrones: la storia è molto particolare e differente dal fantasy prodotto da HBO, sia in termini di ambientazione che di atmosfera. Se a qualcuno dovesse mancare la saga di GOT, consigliamo vivamente di dare un’occhiata al trailer del prequel attualmente in cantiere.

Data d’uscita 

The Witcher sarà disponibile per gli utenti Netflix di tutto il mondo dal 20 Dicembre, data in cui saranno disponibili tutti gli 8 episodi della prima stagione. Tenendo presente i consueti orari di pubblicazione delle nuove serie Netflix, in Italia, lo streaming dovrebbe essere disponibile dalla mezzanotte di giovedì prossimo. 

La seconda stagione di The Witcher è stata confermata 

Netflix ha deciso con largo anticipo di produrre una seconda stagione di The Witcher. Prima che ciò avvenisse, la sceneggiatrice Lauren Hissrich ha anticipato il fatto che lo show potrebbe durare diversi anni ed essere diviso in più stagioni.

“Al momento non abbiamo una seconda stagione (se Dio vuole l’avremo) ma per ora ci stiamo concentrando per capire come produrre una storia in grado di coinvolgere il pubblico nel corso degli anni.” ha affermato al tempo Lauren Hissrich.

“La cosa peggiore che potremmo fare è impegnarci al massimo nella realizzazione della prima stagione senza pensare a come collocare i personaggi nelle stagioni seguenti.”

Bando alle ciance:

  • Che cos’è? The Witcher è un racconto fantasy basato sulla serie di libri scritta da Andrzej Sapkowski, reso celebre tra il grande pubblico dall’omonima serie di videogiochi.
  • Dove posso guardarlo? The Witcher è un’esclusiva Netflix. 
  • Quando posso guardarlo? Dal 20 Dicembre 2019. 

The Witcher: ecco il trailer finale  

Qui sotto potete guardare il trailer finale di The Witcher in attesa dell’uscita prevista per il 20 Dicembre.

Il trailer esteso potrà darvi un'idea più completa di come sarà la serie. Date un'occhiata:

Netflix ha rilasciato vari trailer negli ultimi mesi. Questo è il primo in assoluto: 

In occasione del Lucca Comics & Games è stato pubblicato un teaser esclusivo della durata di 16 secondi. Questa versione salta rapidamente da una scena all’altra senza soffermarsi sui dettagli, ma se volete un’altro assaggio dell’ambientazione medievale nella quale Geralt of Rivia affronterà i suoi nemici, vi consigliamo di vederlo:

The Witcher: storia e descrizione degli episodi 

A prima vista sembra che la serie The Witcher prenderà spunto dai racconti brevi di Sapkowski intitolati “The Last Wish”. Si tratta di storie antecedenti alla trama dei videogame che parlano di Geralt, della sua spada d’argento e di alcune epiche battaglie con i mostri che abitano il mondo di The Witcher. Non preoccupatevi, se avete solo giocato al videogame non rimarrete comunque delusi grazie ai molti richiami presenti nella serie.

La seguente lista di episodi potrà darvi un’idea di cosa aspettarvi dalla serie:

  • Episodio 1: The End's Beginning – A monster slain, a butcher named. 
  • Episodio 2: Four Marks – We look at a sorceress's early days.
  • Episodio 3: Betrayer Moon – A picky eater, a family shamed.
  • Episodio 4: Of Banquets, Bastards and Burials – The Law of Surprise is how one repays.
  • Episodio 5: Bottled Appetites – A fateful meeting, a bard is maimed.
  • Episodio 6: Rare Species – The hunt for a dragon is underway.
  • Episodio 7: Before a Fall – A return to before a kingdom is flamed.
  • Episodio 8: Much More – The Witcher Family, as you all like to say.

(Image credit: Netflix)

Episodio 1: nel titolo viene nominato un macellaio, un chiaro rimando alle origini di Geralt, conosciuto come il Macellaio di Blaviken. 

Episodio 2: parla dell’infanzia di una sacerdotessa, quindi, molto probabilmente, mostrerà delle storie che riguardano Yennefer. 

Episodio 3: racconta lo scontro tra Geralt e una donna colpita da una maledizione che l'ha trasformata in una Striga. Durante la battaglia il protagonista scoprirà che non si tratta di un semplice mostro...

Episodio 4: parla della Law of Surprise, una vecchia usanza secondo la quale un uomo salvato da un altro dovrebbe dare qualcosa in cambio al suo salvatore. Il riferimento all’incontro tra Ciri e Geralt, in questo caso, è palese. 

Il Bardo dell’episodio 5 deve essere Jaskier, conosciuto come Dente di Leone nel videogioco, mentre gli episodi 6 e 7 rimandando alla devastazione provocata dall’attacco di un drago e agli eventi che la precedono. L’episodio 8 introduce la Witcher Family composta da Geralt, Ciri e Yennefer. 

C’è tanta carne al fuoco in questi 8 episodi. La prima serie di The Witcher potrebbe rivelarsi un’avventura fantasy epica. La sceneggiatrice Lauren Hissrich ha recentemente dichiarato che i suoi piani prevedono la realizzazione di 7 stagioni e, visto il rinnovo anticipato di Netflix, si tratta di un progetto che potrebbe concretamente realizzarsi.

Design: ci sono molte somiglianze con il gioco 

Parlando del design è impossibile non notare le somiglianze con la serie di videogiochi che ha reso celebre The Witcher, anche se sono presenti alcune differenze. Il primo impatto con il trucco di Geralt (in particolare la parrucca bionda) può lasciare interdetti; il protagonista somiglia più ad una versione palestrata di Legolas che all’agile guerriero visto nei videogiochi prodotti da Projekt Red. Tuttavia, guardando il trailer, l’aspetto di Geralt diventa più riconoscibile e l’armatura chiodata che indossa (apparentemente molto scomoda) sembra uno degli oggetti che si possono ottenere nel gioco.

(Image credit: Netflix)

Cast e Produzione: Henry Cavill, ma non solo 

The Witcher è una progetto ambizioso. La sceneggiatrice Lauren Schmidt Hissrich ha lavorato a serie del calibro di Daredevil e The Defenders mentre Cavill, scelto per interpretare Geralt, è un noto attore al quale verrà affidato il compito di calarsi nei panni di un eroe stoico, in continua lotta con il mondo che lo circonda.

Fortuna ha voluto che Cavill sia anche un grande fan della serie e, secondo quanto riportato dalla rivista Volture, abbia fatto di tutto per accaparrarsi il ruolo di Geralt. 

(Image credit: Netflix)

Anche l’autore della serie Andrzej Sapkowski è stato coinvolto come consulente creativo e ci sono dei collegamenti diretti persino con la casa produttrice Projekt Red. Sembra infatti che Tomas Baginski, l’autore delle sequenze iniziali che aprono tutti i capitoli della saga di The Witcher, dirigerà almeno un episodio della serie.

I personaggi saranno facilmente riconoscibili a tutti coloro che hanno letto i libri o giocato ai videogiochi di The Witcher.

(Image credit: Netflix)

Anya Chalotra interpreta Yennefer of Vengerberg, una feroce e indipendente sacerdotessa legata a Geralt da trascorsi amorosi; Freya Allan interpreta Ciri, un giovane membro della famiglia dei Witcher che entra a farvi parte sotto l’ala protettrice di Geralt. Nella serie vedremo perfino Roach, il fedele cavallo del protagonista, o perlomeno uno dei tanti dato che Geralt ha più di 100 anni e chiama tutti i suoi cavalli con lo stesso nome. 

Ci sarà anche Jasker o se preferite Dente di Leone, il bardo che narra le vicende che accadono nella storia, oltre ad essere il migliore amico di Geralt. Il personaggio utilizzerà lo stesso nome che ha nel libro ovvero “Jasker”, che nella lingua polacca si riferisce al fiore di ranuncolo, un tantinello inappropriato vista l’ambientazione dark della storia.

The Witcher si appresta a essere il nuovo Game Of Thrones? 

Nel complesso ci sono molte ragioni che fanno ben sperare sulla riuscita della serie. The Witcher non si prefigge l’obiettivo di spezzare la maledizione degli adattamenti televisivi dei videogiochi dato che, in primo luogo, la storia si basa su dei romanzi. Al contempo gli sceneggiatori potranno scegliere tra una vasta selezione di storie ambientate nell’universo fantasy creato da Sapkowski. C’è spazio per un nuovo fantasy a base di draghi nel programma di Netflix e The Witcher potrebbe essere la serie ideale per colmarlo.