Skip to main content

macOS 13: tutto quello che sappiamo finora

M1 iMac
(Image credit: Shutterstock - Patricia Elaine Thomas)

Dopo il lancio di macOS 12 Monterey nel 2021, seguito dall'arrivo dei nuovi MacBook Pro 14 e 16 pollici, si inizia a parlare delle novità che troveremo nel prossimo macOS 13.

Nel 2020, Apple ha iniziato la transizione dai processori Intel in favore dei suoi chip  Apple Silicon con il capostipite M1. Questi processori hanno ridefinito le capacità dei Mac aprendo alcune vie mai percorse dall'azienda, una su tutte il gaming. Mentre macOS Monterey era completamente incentrato sulla produttività e sulla comunicazione, macOS 13 potrebbe essere un aggiornamento consistente quanto lo è stato macOS 11 Big Sur e introdurre novità in ambiti finora inesplorati.

Fatte queste premesse sappiamo ancora poco sul prossimo OS Apple, ma per farci un'idea di cosa troveremo a bordo dei futuri Mac abbiamo raccolto tutte le indiscrezioni e le ipotesi circolate finora per redarre una lista di novità che ci aspettiamo dal nuovo MacOS.

Per prima cosa però vi diremo tutto quello che sappiamo su macOS 13, compresa la possibile data di lancio e la lista dei dispositivi Mac compatibili.

macOS 13 data di lancio e indiscrezioni

Apple è una delle poche aziende che propone una tabella di lancio invariata nel tempo. Per questo motivo, c'è una buona probabilità che macOS 13 venga presentato al WWDC 2022 insieme a iOS 16, iPadOS 16 e agli altri OS dedicati. Data l'evoluzione della situazione pandemica globale non sappiamo dirvi se si tratterà dell'ennesimo keynote o assisteremo al ritorno degli eventi live.

Di norma, Apple annuncia la data di lancio dei nuovi macOS in concomitanza con la presentazione dei nuovi Mac, quindi per ora l'ipotesi più accreditata rimane il mese di ottobre 2022.

macOS 13 compatibilità

Apple sta lavorando per raggiungere l'indipendenza totale da Intel, motivo per cui è una questione di tempo prima che macOS diventi un'esclusiva dei dispositivi con chip M1.

Del resto questi processi richiedono anni e dubitiamo che Apple voglia sfavorire gli utenti che hanno acquistato dei Mac con CPU Intel, quindi probabilmente macOS 13 verrà esteso a tutti i dispositivi Apple più recenti, ciò dovrebbe includere anche il prossimo Mac Studio e sarà interessante vedere come il nuovo sistema gestirà il chip M1 Ultra, che sarà presente in modo esclusivo in questo nuovo computer Apple.

Potrebbero invece rimanere esclusi:

  • Mac Pro - fine 2013
  • iMac - inizio 2015
  • iMac Pro - fine 2017
  • MacBook Air - inizio 2015
  • MacBook Pro - inizio 2015
  • MacBook - inizio 2015

macOS 13 ipotesi sul nome

Inizialmente pensavamo che macOS 12 si sarebbe chiamato Mammoth o Monterey, per poi scorprire durante il WWDC 2021 che la seconda ipotesi era quella giusta. Per pensiamo che Mammoth potrebbe essere il nome scelto da Apple per il prossimo macOS 13.

Il nome si riferisce ai laghi Mammoth in California, e segue il modello Apple che da anni associa il nome dei suoi OS a dei luoghi di riferimento che si trovano sul territorio come Monterey e Big Sur. Inoltre, vista la stazza dell' "animale", la scelta del nome Mammoth potrebbe essere legata all'entità dell'aggiornamento.

Cinque novità che vogliamo vedere su macOS 13

Anche se manca ancora molto all'arrivo di macOS 13, abbiamo messo insieme una lista dei miglioramenti che ci aspettiamo di vedere sul sistema operativo next-gen di Apple.

1. Widget ovunque

I widget sono apparsi per la prima volta su iOS 14 nel 2020 per poi spostarsi anche su iPadOS, dove oggi è possibile spostarli ovunque all'interno della schermata iniziale, a differenza che su macOS dove sono ancora vincolati alla colonna.

macOS 13 dovrebbe permettere di spostare i widget a piacimento sul desktop. Forse alcuni ricorderanno che la prima versione dei widget risale al 2004, quando furono introdotti nella Dashboard di Mac OS X 10.4 Tiger.

Come potete vedere nel video qui sotto, Steve Jobs illustrò al pubblico il funzionamento dei widget che al tempo si potevano muovere a piacimento all'interno della Dashboard.

Per questo ci auguriamo il ritorno della Dashboard su macOS 13 o, eventualmente, la possibilità di posizionare i widget a piacimento sul desktop. Questa opzione aiuterebbe gli utenti ad organizzare il desktop in modo più ordinato (e visivamente appagante), oltre ad evitare di dover andare ogni volta nel menù a colonna per accedere alle singole app.

2. App meteo

L'app meteo ha subito un restyling completo su iOS 15, anche grazie all'acquisizione  dell'app meteo Dark Sky da parte di Apple. Per ora rimane un'esclusiva dell'OS dedicato agli iPhone, ma prevediamo il suo arrivo su macOS e in seguito su iPadOS.

See more

Accedere rapidamente alle previsioni del tempo e al sistema di notifica dedicato a rovesci e eventi climatici "pericolosi" potrebbe tornare utile a molti utenti Mac - specialmente se i widget venissero visualizzati sul desktop, piuttosto che nella colonna in cui sono attualmente bloccati.

3. Libreria app

La Libreria app è un'altra caratteristica di iOS che ci piacerebbe vedere integrata nel Dock di macOS 13. Launchpad e Finder forniscono una panoramica delle app installate e permettono di aggiungerle alle cartelle, ma non sono il massimo in termini di comodità.

Le cose si complicano parecchio quando avete centinaia di app installate, in particolare se si considera che usando Launchpad a schermo intero vuol dire mettere in pausa qualsiasi altra app che state utilizzando.

App Library in iPadOS 15

(Image credit: Apple)

La Liberia app introdurrebbe un modo facile e veloce di organizzare le app dei Mac per categorie, creando carelle tematiche da che cambiano in base alle ore del giorno e alle vostre attività, come si può fare su iOS. Inoltre sarebbe molto comodo se gli utenti Mac potessero effettuare queste operazioni a schermo intero senza dover ricorrere a un monitor esterno.

4. Time Machine e Backup iCloud

L'app Time Machine è caduta nel dimenticatoio nonostante l'indubbia utilità che ha dimostrato di avere in passato. Questa è in grado di memorizzare le impostazioni di sistema del vostro macOS più volte nell'arco della giornata in modo da consentirvi di tornare all'ultimo backup in caso di perdita di file o gravi errori di sistema.

La funzione Time Machine è apparsa per la prima volta su Mac OS X 10.5 Leopard nel 2006, e pur essendo attualmente disponibile su macOS ci sono molti aspetti che potrebbero essere migliorati con l'arrivo di macOS 13.

Il backup su iCloud permette di memorizzare le foto, i messaggi e gli sfondi presenti sui vostri iPad e iPhone sull'account associato ai dispositivi. Tramite questa funzione si possono ripristinare i backup in caso sia necessario resettare il dispositivo.

Tuttavia questa funzione non è presente su macOS; c'è solo un'opzione che permette di fare il backup su un disco rigido esterno o direttamente sul vostro Mac, ma che risulterebbe inutile in caso sia impossibile avviare il Mac.

La possibilità di collegare i backup di iCloud all'app Time Machine sarebbe davvero utile e speriamo che Apple si muova in tal senso a beneficio degli utenti.

5. Sfondi flyover come su tvOS

Ci piacerebbe che Apple implementasse gli sfondi flyover disponibili su tvOS anche su macOS 13.

Aerial 3 su macOS

(Image credit: Aerial)

Anche se ci sono app di terze parti come Aerial che permettono di utilizzare questi sfondi su Mac, un'opzione nativa sarebbe ottima per chiunque voglia semplicemente usare gli sfondi animati senza dover scaricare un'app aggiuntiva.