Skip to main content

Recensione macOS 12 Monterey

Piccole migliorie per un grande risultato

macos monterey
(Image: © Apple)

Il nostro verdetto

macOS 12 Monterey è ciò che MacOS X 10.8 Mountain Lion è stato pe il Mac. Un anno all'insegna di piccole migliorie che rendono macOS sempre più pronto alla nuova era di M1. Finalmente, arriva l'app Comandi come su iOS, insieme al redesign del browser Safari. Come aggiornamento non rivoluzionerà la vita di molti utenti, ma che si farà sentire sempre di più man mano che arriveranno i Mac con Apple Silicon nei prossimi 12 mesi.

Pro

  • Ottima funzione Focus
  • Le funzioni di accessibilità sono sempre le migliori
  • Finalmente arriva su Mac anche l'app Comandi
  • Testo Attivo è una funzione rivoluzionaria
  • Funzioni per la privacy mai viste prima

Contro

  • Widget ancora fissati a una colonna
  • Universal Control e SharePlay ancora assenti
  • Safari 15 ha ancora molto margine di miglioramento

TechRadar Verdict

macOS 12 Monterey è ciò che MacOS X 10.8 Mountain Lion è stato pe il Mac. Un anno all'insegna di piccole migliorie che rendono macOS sempre più pronto alla nuova era di M1. Finalmente, arriva l'app Comandi come su iOS, insieme al redesign del browser Safari. Come aggiornamento non rivoluzionerà la vita di molti utenti, ma che si farà sentire sempre di più man mano che arriveranno i Mac con Apple Silicon nei prossimi 12 mesi.

Pros

  • + Ottima funzione Focus
  • + Le funzioni di accessibilità sono sempre le migliori
  • + Finalmente arriva su Mac anche l'app Comandi
  • + Testo Attivo è una funzione rivoluzionaria
  • + Funzioni per la privacy mai viste prima

Cons

  • - Widget ancora fissati a una colonna
  • - Universal Control e SharePlay ancora assenti
  • - Safari 15 ha ancora molto margine di miglioramento

macOS 12 Monterey è finalmente disponibile per il download. E ancora una volta "funziona", come recita il mantra dell'azienda. Infatti possiamo constatare diverse migliorie e funzioni che avevamo già apprezzato su iOS 15.

Con l'arrivo dell'app Comandi su Mac, insieme a funzioni di produttività migliori, macOS Monterey è un aggiornamento più importante di quello che avremmo potuto immaginare.

Con i nuovi MacBook con i chip Apple Silicon, possiamo fare un paragone con la linea Microsoft Surface e Windows 11. E, probabilmente, Monterey spianerà la strada per aspetti ancora più interessanti nell'ambito del sistema operativo Apple.

Prezzo e disponibilità

Dal 2011, Apple rilascia le nuove versioni di macOS sotto forma di aggiornamento gratuito per chiunque possieda un Mac compatibile con i requisiti. Dunque, se il vostro Mac o MacBook soddisfa le specifiche tecniche minime, potrete fare l'upgrade a costo zero.

Il download è disponibile dal 25 giorni, dunque non vi resta che procedere secondo le consuete procedure, ovvero tramite l'app store Apple oppure il sito Web ufficiale di Apple.

Panoramica delle caratteristiche di macOS 12 Monterey

(Image credit: Apple)

Migliorie

Negli anni, Apple si è concentrata principalmente sull'apporto di migliorie a macOS, piuttosto che nuove funzionalità. Mac OS X Snow Leopard del 2009 è l'esempio lampante: qui l'azienda si è assicurata di evidenziare l'assenza di nuove feature, in favore di notevoli miglioramenti a quanto già disponibile.

Più di recente, gli aggiornamenti macOS di Mountain Lion e High Sierra hanno seguito la stessa strada. E anche macOS 12 Monterey prosegue la tradizione, sebbene apporti alcune novità "ereditate" da iOS 15.

Secondo Apple, l'obiettivo di Monterey è aiutare gli utenti a comunicare meglio con familiari e amici, nonché aumentare la produttività nei workflow di tutti i giorni.

E le migliorie non mancano: dai tag nell'app Note, alla funzione Focus già vista su iPhone e iPad sotto il nome Full immersion. Anche su Mac, dunque, potrete personalizzare il dispositivo in base ai vostri flussi di lavoro. E in un modo o nell'altro, quasi tutte le app hanno ricevuto interessanti migliorie, incluso il design stesso di macOS.

Detto questo, ci sono alcune funzioni che mancano ancora. SharePlay era stata presentata in occasione del WWDC 2021 come un nuovo modo per condividere facilmente i contenuti con familiari e amici, tuttavia arriverà con un aggiornamento successivo. In ogni caso, Apple ha confermato che SharePlay arriverà anche su iOS 15.1, dunque nel giro di poco tempo potrete usare la nuova funzione su Mac, iPhone e iPad contemporaneamente.

Un'altra funzione molto attesa, ma che arriverà in seguito, è Universal Control, che permette ai possessori di iPad mini (2021), iPad Air (2020) e iPad Pro (2021) (o altri dispositivi con iPadOS 15) di utilizzare il proprio tablet come schermo secondario del Mac, con la possibilità di trascinare in modo fluido qualsiasi contenuto da una all'altra destinazione. Purtroppo dovremo aspettare un update successivo, come dicevamo, ma non mancheremo di aggiornare la recensione una volta provata questa nuova feature.

Comandi su macOS 12 Monterey

(Image credit: Apple)

Comandi

Comandi è un'app originariamente arrivata su iOS, che consente di automatizzare alcune attività. Se volete cambiare sfondo sul Mac ogni ora, Comandi vi consente di farlo. O se volete abilitare lo schermo suddiviso in modo da visualizzare Safari e Note sovrapposte o affiancate, l'app è la risposta.

Gli utenti iOS possono godere di queste funzioni già da iOS 12, e ora potranno utilizzarle anche su Mac grazie a Monterey.

Apple si è anche assicurata di rendere l'app davvero facile da usare. Ha un aspetto simile alla versione per iPadOS, dunque se avete già configurato dei comandi sul tablet, potrete sincronizzarli con il Mac e risparmiare parecchio tempo.

Il valore aggiunto di Comandi su Mac, però, è che potete fissare i comandi che utilizzate più spesso sulla barra dei menu, semplificandone al massimo l'accesso.

Inoltre, potrete chiedere a Siri di eseguire uno dei vostri comandi, o usare l'icona sul Dock: facendo clic con il tasto destro, potrete accedere ai comandi utilizzati di recente.

L'app è davvero eccezionale e vi consigliamo di provarla: scoprirete subito quanto vi sarà utile nel lungo termine.

Comandi su macOS 12 Monterey

(Image credit: Apple)

Accessibilità

Qui è dove Apple sbaragli la concorrenza. Con Monterey continua a distinguersi da tutte le altre aziende, con descrizioni alternative per le immagini durante la creazione e la condivisione di screenshot. Inoltre c'è l'accesso completo da tastiera, per potere utilizzare ogni singola funzione di macOS senza mouse.

Se volete cambiare il puntatore del mouse, ora potete scegliere il colore e il profilo del mouse, per aiutarvi a trovarlo immediatamente sullo schermo.

Ci sono migliorie anche ai Memoji, la versione di Apple degli avatar 3D di iMessage. Lato accessibilità, Monterey consente diverse personalizzazioni, ad esempio per chi indossa impianti cocleari, caschetti e tubi per l'ossigeno.

Si tratta di "piccole" migliorie che però fanno una grande differenza, dunque ci fa molto piacere che macOS sia sempre più accessibile da qualunque utente, in qualunque condizione operi.

Safari 15

Safari 15 su macOS 12 Monterey

(Image credit: Apple)

Dall'ultima versione presentata al WWDC, il browser web di Apple è cambiato parecchio. Dopo i feedback degli utenti, specialmente su iOS dove la barra degli indirizzi è stata spostata sulla parte inferiore dello schermo, anche su macOS Monterey notiamo questa nuova disposizione su Safari, mentre gli utenti possono scegliere fra il look classico e il nuovo design più compatto delle tab.

Usare Safari 15 su Mac mini non crea problemi, ma lascia il dubbio sull'effettiva necessità del redesign. Probabilmente, le foto Foto e Calendario ne avrebbero beneficiato di più.

Abbiamo riscontrato alcuni problemi con certi gruppi di tab, in termini di mancata sincronizzazione con iPhone 13 Pro e iOS 15, nonché di alcuni arresti anomali casuali in caso di più schede aperte e un video di YouTube in 4K in esecuzione.

Safari 15 sembra ancora bisogno di interventi, infatti sembra più una versione beta. Anzi, sarebbe stato opportuno indicarla proprio come una beta, per dare la possibilità dagli utenti di scegliere se usare la nuova versione o restare sulla precedente finché non verranno risolti i vari bug.

Maps su macOS 12 Monterey, con la nuova funzione Globo

(Image credit: Apple)

Altre funzioni di macOS 12

Ci sono davvero tante funzioni, e per amor di brevità, ci limiteremo a evidenziarne alcune, come la modalità per il risparmio energetico, già presente su iPhone da iOS 9. Adesso, lo schermo si disattiva dopo un certo periodo di tempo, disattivando le promozioni sui nuovi MacBook per risparmiare batteria.

I giochi hanno una cartella dedicata su Launchpad, insieme al supporto dei controller Xbox Series X/Series S e PS5. Abbiamo il sospetto che le prestazioni dei MacBook con i chip Apple M1 Pro e M1 Max potrebbero convincere alcuni sviluppatori a fare il port dei propri giochi su macOS.

AirPlay arriva finalmente su Mac, e potrete condividere foto, filmati, presentazioni e altri contenuti del vostro dispositivo iOS con il vostro Mac. Si tratta di una funzione molto richiesta, dunque è ottimo vederla approdare su macOS.

Mappe ha subito un leggero restyling grafico e ha ricevuto alcune nuove funzioni, come il globo interattivo (esclusivamente per i Mac con Apple Silicon) e nuove schede località per scoprire altre informazioni sulle attività locali.

Se usate spesso il vostro MacBook in pubblico, apprezzerete la nuova versione di Mappe, in particolare i percorsi che ora indicano anche le tratte degli autobus e gli orari di partenza consigliati in base alla vostra destinazione.

iCloud+ arriva su macOS 12 Monterey con Private Relay, una funzione opzionale in versione beta che consente di nascondere l'indirizzo IP su Safari 15. Consente anche di nascondere il proprio indirizzo e-mail, ad esempio per l'iscrizione alle newsletter.

Verdetto finale

macOS 12 Monterey sembra voler gettare le basi per la nuova era di Apple Silicon su Mac. Quasi ogni aspetto del sistema operativo è stato ritoccato, con nuove funzioni e miglioramenti globali.

Nei test, l'aggiornamento ci è sembrato abbastanza reattivo e siamo molto curiosi di vedere come sarà macOS negli anni a venire, una volta che l'intera gamma Mac sarà dotata di Apple Silicon.

C'è qualche difetto, come Safari 15 e il blocco dei widget sulle colonne, a differenza di iPhone e iPad dove risultano posizionabili liberamente.

Vogliamo segnalare anche l'assenza dell'app Meteo. Ci è piaciuto molto utilizzarla su iOS 15, ma manca del tutto su iPadOs e Monterey. Qui ha solo la forma di widget, ma avremmo preferito un'app dedicata. Vedremo se arriverà successivamente.

La mancanza di SharePlay, già disponibile su iOS 15.1 ci ha lasciati perplessi, mentre l'assenza di Universal Control ci ha un po' deluso.

Nel complesso, macOS 12 Monterey è un aggiornamento valido. Si concentra sul miglioramento di quanto già disponibile, per aumentare la vostra produttività e aiutavi a restare in contatto con familiari e amici, grazie alle migliorie apportate a FaceTime e, in seguito, a SharePlay.

Ci sono tanti aspetti positivi, e non vediamo l'ora di scoprire l'evoluzione di macOS nell'era di Apple Silicon.

Daryl Baxter

Daryl had been freelancing for 3 years before joining TechRadar, now reporting on everything software-related. In his spare time he's written a book, 'The Making of Tomb Raider', alongside podcasting and usually found playing games old and new on his PC and MacBook Pro. If you have a story about an updated app or one that's about to launch, drop him a line.