Skip to main content

Xbox Streaming Stick: cos'è, come funziona, prezzo, compatibilità

Close up of Xbox Series X console and controller
(Image credit: Shutterstock/Mohd Syis Zulkipli)

La prossima novità marchiata Microsoft non è una nuova Xbox, ma una piccola chiavetta per il gioco in streaming. Per ora è solo una chiacchiera non confermata, ma sarebbe una cosa del tutto sensata... e non ci dispiacerebbe affatto se arrivasse davvero. Per ora la chiameremo Xbox Streaming Stick, in assenza di un nome ufficiale. 

Quando si pensa alle console di ultima generazione, tutti pensano a Xbox Series X, PS5 e Xbox Series S, ma c'è molto di più. In particolare, ormai il gaming è anche in streaming: come le serie Netflix, il gioco "arriva da Internet" e ci si gioca come sempre. Lo abbiamo visto, per esempio, con Google Stadia

Nel caso di Microsoft, la Xbox Streaming Stick sarebbe una comoda soluzione per collegarsi al servizio di streaming Xcloud, e giocare con i propri titoli favoriti. A parte il costo iniziale del dispositivo (che sarebbe minimo), ci sarebbe poi quello dell'abbonamento mensile a Game Pass Ultimate - l'unico che per ora integra Xbox Cloud Gaming. 

La Xbox Streaming Stick sarebbe qualcosa di simile alla Chromecast con Google TV o alla Amazon Fire TV Stick. Un dispositivo ultracompatto ed economico, da collegare direttamente al televisore. 

Ma quanto ci si può sperare?

Xbox Streaming Stick, che cos'è?

  • Che cos'è? Un dongle compatto per accedere ai giochi Xbox via cloud
  • Quando esce? Per ora non ci sono annunci ufficiali, né tantomeno date
  • Quanto costa? Se arriva davvero, ci aspettiamo che costi molto poco. Meno di 100 euro, forse anche meno di 50. 

Xbox streaming stick, Microsoft ci sta lavorando davvero?

Microsoft sta lavorando a un qualche dispositivo per lo streaming, al momento. 

Il primo elemento da prendere in considerazione è xCloud, la tecnologia di Microsofr per giocare in streaming. La si può usare per giocare ai giochi Xbox su smartphone e tablet, se avete il necessario abbonamento. Basta avviare il gioco, e si spera collegare un controller. 

Xbox Cloud Gaming diventerà presto un elemento fisso delle console Xbox, comresa la Xbox One, di generazione precedente. Basterà quindi una connessione a Internet per avviare i giochi, anche quelli che in teoria la console non può eseguire perché l'hardware non è compatibile. E non bisognerà aspettare che il download finisca: con lo streaming tutto è istantaneo. 

Poi c'è una dichiarazione della stessa Microsoft, che risale alla conferenza E3 2021

"Xbox sta lavorando con i produttori di TV per integrare l'esperiena Xbox direttamente nelle TV connesse a Internet, senza dover usare hardware aggiuntivi a parte un controller".

In quel momento, quindi, sembrava che da un momento all'altro avremmo visto un'app Xbox negli store dei televisori. Non è ancora successo, ma non è detto che non possa succedere. Riprendendo un esempio già fatto, Stadia esiste già come app per Android TV e Google TV. L'idea potrebbe essere la stessa. 

cheapest xbox game pass ultimate deals and price

(Image credit: Microsoft)

A questo si aggiunge poi, Liz Hamren, dirigente Microsoft nella divisione Xbox. Ha detto che stanno "sviluppando anche dei dispositivi di streaming standalone da collegare alla TV o al monitor, così basterà una buona connessione a Internet per trasmettere online l'esperienza Xbox".

Si tratterebbe, chiaramente, di una rivoluzione copernicana. Ma dopotutto Microsoft ha già detto in più di un'occasione che non le interessa tanto vendere delle console, quanto far sì che le persone diventino abbonati a Game Passo o, meglio ancora, Game Pass Ultimate. 

Un dongle da poche decine di euro sarebbe lo strumento perfetto per attuare questa strategia. Lo comprerebbero tutti, persino i fan Sony, giusto per provare e poter accedere ad alcune esclusive Xbox. E i compratori dovrebbero abbonarsi a Game Pass per usare la Xbox Streaming Stick. Molti cancellerebbero l'abbonamento dopo un mese o due, ma tanti altri deciderebbero di restare abbonati. Ed ecco fatto. 

 "Facciamo tutto questo perché Game Pass funziona", aggiunge Hamren. "Funziona per i consumatori e funziona per gli editori. Con Game Pass i giocatori passano il 20% di tempo in più giocando. La varietà di giochi è maggiore del 30%, e giocano il 40% di giochi in più, mediamente, compresi giochi non inclusi nel loro Game Pass. In un recente sondaggio abbiamo scoperto che oltre il 90% degli membri ha provato un gioco che altrimenti avrebbero ignorato, senza Game Pass". 

Xbox Streaming Stick, cosa possiamo aspettarci?

Il mercato dei dispositivi di streaming non è particolarmente affollato, e in Italia gli attori principali sono Google Chromecast e Amazon Fire Stick. Al momento, con il prodotto Google si può accedere a Google Stadia, un servizio che per ora continua a promettere molto e a convincere poco. Tutti questi dispositivi costano poco, perché in teoria servono affinché il cliente spenda altro denaro, per esempio abbonandosi a un canale aggiuntivo o comprando un film. 

Xbox Streaming Stick sarebbe più o meno qualcosa del genere: costerebbe poco, diciamo 50-60 euro, ma poi chi la compra si abbona a Game Pass Ultimate, che costa €13 al mese. In cambio di tale cifra si ottiene un bel catalogo giochi inclusi, e tutti si posso avviare subito grazi allo streaming. Basta che Internet sia abbastanza veloce. 

Una soluzione molto interessante soprattutto per quella parte di pubblico che non è disposta a pagare le cifre richieste per una console moderna. E potrebbe interessare anche chi non prende una console perché non ha spazio, o perché magari non vuole vederla in salotto. Non saranno tanti, ma ci sono anche quelli. 

cheap Xbox controller deals sales

(Image credit: Microsoft)

Quanto alle prestazioni, xCloud al momento permette di giocare a 1080p al massimo, e un'eventuale Xbox Streaming Stick non andrebbe oltre. Non servirebbe quindi hardware molto potente. Ma volendo Microsoft potrebbe fare qualcosa di più ingombrante, come l'Amazon Fire TV Cube o la Apple TV 4K, e sfruttare lo spazio extra per garantire migliori prestazioni. 

Una scelta che farebbe aumentare il prezzo, però, e che non sembrerebbe una grande idea. A meno che non si renda proprio necessario. Oppure per offrire una versione che supporti il 4K. 

Ma bisogna ricordare che alla spesa per lo stick bisogna aggiungere il controller, e in un attivo si arriverebbe a circa 150 euro. Meno di una Xbox Series S, ma qualcuno potrebbe pensare di aggiungere la differenza e prendere una "vera" console. Peggio ancora, qualcuno potrebbe pensare di prendersi la chiavetta e rinunciare alla console; e crediamo che Microsoft non vorrebbe questo. 

In generale, crediamo che se Microsoft dovesse realizzare davvero una xBox Streaming Stick, il prodotto troverebbe molto velocemente una sua collocazione sul mercato. 

C'è ancora il problema della disponibilità, che riguarda anche le xBox.

E forse bisogna ancora lavorare per convincere il pubblico che il cloud gaming è una via praticabile. In molti si sono appena abituati all'idea di comprare il gioco in digitale, senza la copia fisica. Un ulteriore passaggio verso la dematerializzazione del gioco potrebbe far esitare qualcuno, o molti. E ovviamente ci sono quelli che hanno internet veloce, ma non abbastanza stabile da garantire un'esperienza di gioco senza problemi. 

Gerald Lynch

Gerald is the Executive Editor for TechRadar, taking care of the site's home cinema, gaming, smart home, entertainment and audio output. He loves his gaming, but don't expect him to play with you unless your console is hooked up to a 4K HDR screen and a 7.1 surround system. Based out of TechRadar Towers, London, Gerald was previously Editor of Gizmodo UK. He dreams of the day when he can pop on a VR headset and meet Lawnmower Man-era Pierce Brosnan. Sadly, Pierce doesn't share the dream.