Skip to main content

Xbox One X è ufficialmente fuori produzione

Xbox One X
(Image credit: Microsoft)

Stando a voci di corridoio, la produzione di Xbox One X è stata interrotta in vista dell’uscita di Xbox Series X, prevista entro la fine dell'anno.

Le indiscrezioni sono emerse la scorsa settimana, quando è stato pubblicato un post su Reddit (di un presunto dipendente di Target), che affermava che nel database interno dell'azienda, Xbox One S e Xbox One X erano classificate con “fuori produzione”.

Secondo PressStart, alcune fonti vicine a EB Games e JB Hi-Fi hanno dichiarato che gli store non riceveranno ulteriori scorte di Xbox One X e che Xbox One S rimarrà in listino ancora per molto tempo. 

Su Amazon Italia sono disponibili per lo più versioni usate della Xbox One X, mentre quelle nuove costano intorno ai 600 euro. Sul Microsoft Store è attiva una sola inserzione di One X relativa a un bundle con Cyberpunk 2077. 

Solo Xbox One X?

Microsoft's Xbox One X store listing in the UK

Microsoft's Xbox One X store listing in the UK (Image credit: Microsoft Store)

Inizialmente si pensava che anche la produzione di Xbox One S sarebbe stata interrotta, ma un portavoce di Microsoft su Twitter ha confermato che la console è "ancora disponibile in grandi quantità" e che le inserzioni "non disponibile" sono dovute a un cambiamento nei numeri SKU (via Pure Xbox). 

Detto questo, non sappiamo se la produzione di Xbox One X sia stata davvero interrotta. 

Questione di marketing

Forse Microsoft sta interrompendo la produzione di One X e One S per incoraggiare i giocatori a passare a Xbox Series X. In genere, le aziende sospendono gli ordini per le vecchie console qualche anno dopo la commercializzazione del nuovo modello, quindi la produzione di Xbox One X dovrebbe proseguire fino al 2022.

Inoltre, il colosso di Redmond ha già dichiarato che continuerà a supportare le vecchie console, anche dopo l’uscita di Xbox Series X, con il servizio Smart Delivery (cross-play) e la pubblicazione di esclusive su tutti i modelli. TechRadar ha contattato Microsoft in merito e vi aggiorneremo non appena ne sapremo di più.