Skip to main content

Quale fotocamera è meglio comprare? Scopritelo con la nostra guida passo-passo

incluso in questa guida:

Ma se comprassi una reflex economica?

quale fotocamera

quale fotocamera comprare? Le reflex economiche

Finora abbiamo esaminato le cosiddette fotocamere "compatte", sebbene sarebbe più preciso chiamarle fotocamere "a obiettivo fisso", poiché spesso sono tutt'altro che compatte!

Ciò include fotocamere punta e clicca, action cam, compatte da viaggio, fotocamere bridge e fotocamere compatte di fascia alta.

Nella seconda categoria rientrano invece le fotocamere a "obiettivi intercambiabili", con le reflex che montano il caratteristico specchio da cui trae significato il termine stesso oppure le mirrorless, che con un nome autoesplicativo indicano la mancanza in toto dello specchio, e soprattutto eliminano alcune problematiche ad esso relative.

Le reflex economiche (insieme alle suddette mirrorless, che approfondiremo tra poco) offrono sensori grandi (APS-C 3,29/3,73 cm^2) e obiettivi intercambiabili e vengono spesso intese come sinonimo di fotografia “seria”.

Le reflex digitali sono ancora considerate la scelta numero uno per gli amatori evoluti e anche i modelli base sono ottimi strumenti didattici, poiché permettono di imparare le basi della fotografia grazie ai numerosissimi parametri che è possibile variare e che permettono di massimizzare l’effetto creativo.

In aggiunta, i modelli reflex più economici sono scesi di prezzo moltissimo negli ultimi anni, e difficilmente possiamo sconsigliarne l’acquisto a chi voglia realizzare foto di qualità, anche se è necessario mettere in guardia i nuovi utenti sul costo degli obiettivi aggiuntivi.

Una reflex è completamente diversa dalle fotocamere che abbiamo affrontato finora perché è possibile sostituire gli obiettivi con altri più adatti al tipo di scatto che vogliamo realizzare.

Questo prevede un certo grado di consapevolezza nell'utilizzo della fotocamera, con un approccio tendenzialmente diverso da “clicco per vedere cosa esce”, ma più orientato al risultato che vogliamo ottenere. Certo, esistono sempre le modalità automatiche che permettono di scattare in maniera “semplice”, ma questo vanifica moltissimi dei vantaggi di una reflex, relegandola ad essere “una compattona pesante dal sensore di buona qualità”.

Essere in grado utilizzare un maggior numero di obiettivi intercambiabili, anche molto diversi tra loro, apre davvero un nuovo capitolo nell'ambito della fotografia. Le reflex digitali vengono spesso vendute con zoom 'standard' o obiettivi 'kit', e possiedono un'escursione focale molto pratica e ottima per l’utilizzo generico. Ma esistono diversi tipi di obiettivi con diverse caratteristiche tecniche, atte soddisfare all'atto pratico, qualsiasi esigenza possibile.

Gli obiettivi più economici hanno un costo di poche decine di euro, mentre quelli più costosi possono arrivare anche a decine di migliaia. Tipicamente, salendo di prezzo, le caratteristiche diventano via via più professionali a fronte di aumenti di prestazioni sempre meno considerevoli, e spesso esistono delle gamme di obiettivi orientate agli amatori ed altre più costose e di fattura premium, ideate per l'uso professionale.

Gli obiettivi disponibili sono principalmente di due tipi: a focale fissa (prime) e zoom, esattamente come accade nelle compatte. Tuttavia, sulle reflex è possibile utilizzare un obiettivo prime luminoso durante le ore di buio, e sostituirlo in favore di uno zoom meno luminoso ma dalla gamma focale molto più pratica in pieno giorno, quando la luce permette di scattare senza problemi anche con gli obiettivi meno luminosi.

  • Le migliori reflex del 2021: i migliori modelli di reflex per tutte le tasche

Gli obiettivi si caratterizzano poi per focali differenti, e i produttori relazionano per convenzione il valore della focale sempre alla pellicola 35mm. Il classico obiettivo “standard” viene chiamato così perché con la sua focale (equivalente) di 50mm, ha un angolo di visione molto simile a quello dell’occhio umano. Tutti gli obiettivi con focale superiore a 50mm prendono il nome di teleobiettivo, mentre quelli con focale inferiore a 50mm, prendono quello di grandangolo.

Esistono poi altri tipi di obiettivi speciali, anche molto costosi, come i tilt & shift, i macro e i fisheye, che possiedono caratteristiche tecniche e costruttive particolari e si utilizzano per soddisfare determinate esigenze, come la fotografia di architettura, la fotografia di piccoli oggetti o di interni.

Le reflex permettono, grazie alle loro caratteristiche, di scattare delle foto di ottima qualità in una gamma vastissima di situazioni e sono perfette per chiunque desideri affrontare il discorso fotografia più seriamente. Non solo perché è possibile cambiare gli obiettivi, ma, come abbiamo detto, per la presenza di sensori più grandi, un set molto completo di controlli manuali, la capacità di scattare in RAW e il mirino ottico che consente alla fotocamera di riprendere esattamente quello che vediamo nel mirino in tempo reale.

Pro: sensori di grandi dimensioni che offrono una qualità fotografica molto elevata e una resa notturna molto buona, ottiche intercambiabili; controlli manuali completi; salvataggio in RAW.

Contro: grandi e voluminose rispetto alla maggior parte delle fotocamere compatte; la messa a fuoco in "Live View" sullo schermo posteriore è relativamente lenta sulla maggior parte dei modelli; gli obiettivi costano molto, in relazione al corpo della fotocamera; la presenza dello specchio le rende rumorose.


quale fotocamera

quale fotocamera? La Nikon D3500 è una reflex di fascia bassa che può essere usata praticamente da chiunque

La migliore per noi è... Nikon D3500

Non è la più appariscente, ma crediamo che sia la migliore

Pro
+Qualità immagine eccellente +Facile da usare+Ottimo rapporto qualità/prezzo
Contro
-Mancano i controlli touchscreen -C’è il Bluetooth ma non il Wi-Fi-Niente registrazione video 4K

Nikon quest’anno non ha rinnovato il suo modello D3500, tuttavia rimane un'eccellente scelta per chi è nuovo alla fotografia. Riprende la tecnologia della D3400, ma con alcuni vantaggi extra. A differenza dei modelli mirrorless, affamati di energia, il vantaggio principale di questa fotocamera è nella durata della batteria.

La D3500 permette di scattare oltre 1500 foto tra una ricarica e l'altra, molte di più della maggior parte delle altre reflex digitali, mentre il sensore da 24MP offre un'eccellente qualità dell'immagine. 

Nikon ha anche rivisto il layout del corpo e dei controlli, non solo per rendere la camera più piacevole da maneggiare, ma anche più facile da utilizzare. Inoltre la Modalità Guida accompagna l’utente novizio attraverso tutte le funzionalità chiave, in modo da rendere più semplice l’accesso al mondo della fotografia tramite reflex digitale. A noi questa modalità è piaciuta e crediamo che piacerà anche a tutti quelli che stanno iniziando a scattare oggi con una D3500.

Leggi la nostra recensione: Nikon D3500