Quale fotocamera comprare?

quale fotocamera

Quale fotocamera comprare? Compatta da viaggio

Una compatta da viaggio è simile a una normale compatta, ma gode di alcune migliorie importanti. La prima: uno zoom più evoluto, che permette di catturare una gamma più ampia di soggetti. La seconda: sistemi di ricarica rapida via micro-USB o USB-C, compatibili con gli adattatori di tablet e smartphone.

Le fotocamere compatte da viaggio sono un gradino sopra la categoria precedente. In linea di massima una compatta da viaggio è più costosa di una fotocamera compatta tradizionale. Una compatta da viaggio è una fotocamera punta e clicca con più funzionalità, che si distingue in particolare per lo zoom (solitamente intorno a 30x) e per la flessibilità dei metodi di ricarica (quasi sempre ricaricabile via micro USB o USB-C).

Nelle maggioranza dei casi le dimensioni non cambiano in maniera significativa, se non nell'uso dello zoom. Quindi anche se la compatta da viaggio continua ad avere dimensioni compatte ed è estremamente comoda da portare in giro, adesso è possibile fotografare una vasta gamma di soggetti, dai paesaggi a piccoli dettagli in lontananza. Questa tipologia di fotocamera è il perfetto connubio tra portabilità, flessibilità di utilizzo e opzioni per fare ottime fotografie in viaggio.

I sensori presenti in nelle fotocamere da viaggio erano comparabili a quelli delle punta e clicca, tuttavia i produttori hanno iniziato a dotarle di sensori più grandi, per offrire una qualità fotografica maggiore.

Le attuali fotocamere compatte da viaggio presentano sensori maggiori delle tradizionali compatte e degli smartphone (mediamente da 1” o 0.47cm^2). Inoltre sono dotate di modalità di esposizione più avanzate, con la possibilità di modificare tempi e aperture in maniera indipendente, e consentono di salvare gli scatti in diversi formati tra cui il RAW. La post-produzione può essere effettuata sia "a bordo" con i software presenti nella fotocamera, che in un secondo momento da PC. Numerosi modelli presentano anche un doppio mirino, analogico ed elettronico, pratico per scattare in piena luce. Tutti i modelli che beneficiano di questi vantaggi tendono a costare di più, ma la differenza vale la spesa aggiuntiva.

Un punto a sfavore di questa tipologia di fotocamera è data dal fatto che le ottiche zoom molto spinte (10x e oltre) hanno limiti fisici intrinseci alla loro costruzione: spesso devono sacrificare parte della luminosità delle ottiche in favore delle capacità di zoom. Se scattate spesso in luoghi bui sarà necessario verificare la luminosità dell’obiettivo alle diverse focali per sapere se è adeguato all’utilizzo che volete farne. Infine alcune di queste fotocamere presentano flash esterni che, sebbene inclusi nella confezione, dovrete portarvi appresso separatamente.

Per concludere, possiamo affermare che aumentando un po’ il budget a disposizione, una compatta da viaggio è probabilmente un investimento migliore rispetto a una tradizionale compatta punta e clicca.

Pro: lo zoom esteso aumenta le possibilità di scatto; la qualità è generalmente superiore rispetto a quella delle punta e clicca e degli smartphone; si hanno a disposizione controlli e software più avanzati.

Contro: generalmente più costose; gli zoom molto spinti sono tendenzialmente meno luminosi.

  • Le migliori fotocamere bridge del 2021