Skip to main content

Quale fotocamera è meglio comprare? Scopritelo con la nostra guida passo-passo

incluso in questa guida:

Otterrei migliori risultati con una compatta di fascia alta?

quale fotocamera

quale fotocamera comprare? Le compatte di fascia alta

Le compatte di fascia alta sono perfette per quegli appassionati che sono molto attenti alla qualità delle loro foto, ma che vogliono comunque mantenere un buon grado di trasportabilità del loro apparato.

Anche in questa categoria esistono modelli di dimensioni differenti, ma in genere quasi tutte le fotocamere possono essere infilate nella tasca di un cappotto, oppure rimanere appese al collo senza causare grossi fastidi. Laddove le fotocamere bridge offrono il miglior rapporto qualità prezzo, le fotocamere compatta di fascia alta volgono maggiormente in direzione della superiore qualità delle immagini, e talvolta lo fanno a scapito del prezzo di acquisto.

Gli obiettivi sono evoluti quanto quelli delle migliori bridge, ma in questo contesto i progettisti sono maggiormente focalizzati su come ottenere la maggior luminosità possibile, mantenendo una escursione focale accettabile. Le caratteristiche di queste costose compatte rimangono simili a quelle delle reflex, ma in corpi generalmente più compatti di quelli delle bridge, che, come abbiamo visto, scimmiottano le reflex per forma e dimensioni.

Le fotocamere compatte di fascia alta sono progettate per gli appassionati e gli esperti che desiderano una fotocamera abbastanza piccola da poter essere trasportata in quei contesti in cui una reflex digitale sarebbe troppo invadente o poco pratica e spesso chi possiede una di queste fotocamere, ha anche una reflex. Se le condizioni di scatto lo permettono, queste fotocamere sono in grado di realizzare foto dal look professionale, non dissimili da quanto potrebbe fare una reflex economica con un obiettivo discreto.

L’escursione degli zoom, come già detto, non è nulla di eccezionale ed è paragonabile a quella degli obiettivi presenti sulle punta e clicca. Alcuni marchi offrono addirittura, in maniera un po’ naive, fotocamere con obiettivo a focale fissa non intercambiabile. Ricordiamo a tal proposito, che tutte le fotocamere viste fino a questo punto dell’articolo hanno obiettivi non intercambiabili.

Un obiettivo a focale fissa significa poter fare solo un tipo di inquadratura fondamentalmente, ma potrebbe essere una buona idea per lasciare da parte il concetto di macchina fotografica e concentrarsi maggiormente su quello di fotografia.

Un esempio di fotocamera che fa parte di questa stretta nicchia, potrebbe essere la Fujifilm FinePix X100V. Grazie all’obiettivo a focale fissa “pancake” molto luminoso (f/2), da 23 mm equivalenti, che si unisce al sensore APS-C e alla buona disponibilità di controlli avanzati, è in grado creare immagini di qualità eccezionalmente superiore a quella delle punta e clicca. Inizialmente i sensori disponibili per questa categoria erano tipicamente da 1/1,7” (0,47 cm^2), ma la necessità di recuperare parte della qualità persa nella corsa ai megapixel, ha richiesto di un adeguamento della dimensione del sensore.

Le tipiche dimensioni tipiche che possiamo trovare sul mercato oggi su questo tipo di compatte, sono (in ordine di dimensione) da 1” (1,16 cm^2) come quello della Canon Powershot G7 X Mark III, micro quattro terzi (MFT, 2,25cm^2) come sulla Panasonic Lumix LX100 II e quello APS-C (3,73 cm^2) come sulla Fujifilm X100V. Alcuni di questi sensori sono molto simili a quelli che si trovano anche sulle migliori reflex e mirrorless, ma senza la possibilità, l’onere e la necessità di sostituire l’obiettivo.

Pro: funzionalità e qualità simil reflex; dimensioni compatte e tascabili.

Contro: nessuna possibilità di sostituire gli obiettivi, modelli economici abbastanza costosi e modelli costosi molto costosi.


quale fotocamera

Fujifilm X100F è un modello di nicchia molto performante

Fujifilm X100F

Una compatta di nicchia ma raffinata, perfetta per viaggiare

Pro
+Ottimo design+Mirino ibrido+Touchscreen inclinabile+Sensore migliorato e autofocus Video 4K
Contro
-Ghiera degli ISO poco pratica-Video solo in 1080p-Non tropicalizzata-Molto costosa

Una fotocamera compatta premium con un design ispirato alle fotocamere analogiche degli anni '50 e un obiettivo a focale fissa da 23mm f/2, sembra la definizione stessa di nicchia. Eppure, lungi da essere anacronistica, la X100V di Fujifilm è una delle migliori fotocamere da viaggio che è possibile acquistare.

Per cominciare, mantiene il piccolo e pratico formato già apprezzato sulla X100F, a cui aggiunge un touchscreen inclinabile estremamente utile, in quanto supporta le gesture e permette di scattare da angolazioni che in precedenza avrebbero dato grattacapi.

Al suo interno, un nuovo sensore da 26,1 MP e l’X-Processor 4 si traducono in: messa a fuoco automatica, qualità dell'immagine e prestazioni ISO elevate. Queste migliorano ulteriormente quella che era già una fantastica esperienza di scatto.

Aggiungete l'opzione per girare al volo filmati 4K/30p, oltre a un EVF ibrido a risoluzione più elevata, e avrete una fotocamera tascabile performante e molto capace, a condizione che non sia un problema il suo prezzo di acquisto.

Leggi la nostra recensione: Fujifilm X100F