Skip to main content

Apple, vendite da record per MacBook e iPad (e c'è un motivo)

MacBook Air M1
(Image credit: Apple)

La popolarità e la domanda per i prodotti Apple continuano a crescere grazie alle vendite record di dispositivi come MacBook Air (M1) e il nuovo iPad Pro (M1). Il fatturato tra aprile e giugno è di 81,4 miliardi di dollari, con un incremento del 36% rispetto all'anno scorso.

Lo stesso resoconto mostra come i soli Mac e MacBook abbiano portato introiti per 8,8 miliardi, un aumento rispetto ai 6,3 miliardi dello scorso anno durante lo stesso tremestre (ma un calo rispetto ai 9,1 miliardi del secondo trimestre). Questo potrebbe dimostrare che l'aumento della domanda sia derivato da una nuova spinta verso lo smart working e il lavoro da remoto, come suggerisce Mac Rumors.

Il trend dello smart working continua

Il CFO di Apple Luca Maestri ha affermato che "le nostre prestazioni da record del trimestre di giugno derivano dalla raccolta di dati di tutte le aree geografiche in cui operiamo, con una crescita a due cifre in tutte le categorie prodotto e un nuovo record di vendita per i nostri dispositivi".

Il resoconto parla delle vendite di nuovi prodotti, come il Mac mini (M1) e MacBook Pro (M1). Sembra che in molti abbiano deciso di investire in dispositivi per lavorare da remoto, almeno per il prossimo futuro, pronti ad adottare uno stile di vita (e lavorativo) ibrido.


Durerà?

Apple MacBook Air (M1,2020) Rear Lid

(Image credit: Future)

La maggior parte dei documenti finanziari di Apple parla di vendite di smartphone e ricavi relativi ai servizi, ma il successo dell'azienda nell'ambito dei computer è davvero impressionante considerando la scarsità di componenti e la competizione di produttori rivali come Microsoft. 

Il nuovo MacBook Air (M1, 2020) è (non a caso) in cima alla nostra classifica dei migliori portatili grazie alle ottime prestazioni, all'autonomia e al rapporto qualità-prezzo. I prodotti Apple sono conosciuti per essere costosi, ma spesso ne vale la pena se bisogna guardare alla qualità.

Non stiamo dicendo che aziende come Dell e Microsoft stiano accusando il colpo inflitto dal successo di Apple. Molti produttori hanno visto un aumento del fatturato durante gli scorsi 12-18 mesi grazie all'impennata della domanda di dispositivi per l'ufficio casalingo. Resta da vedere come cambieranno i numeri durante il prossimo anno, man mano che le cose iniziano a tornare alla normalità.

Il processore proprietario Apple M1 potrebbe aver avuto un ruolo decisivo in questa crescita, dimostrando come gli utenti abbiano preferito un nuovo prodotto Mac per sostituire i vecchi dispositivi dotati di processore Intel. Vedremo se le vendite continueranno ad avere un andamento positivo con l'aggiornamento del nuovo processore Apple, che forse si chiamerà M1X e che potremmo vedere sui MacBook Pro 2021 di nuova generazione. 

Giulia Di Venere

Senior Content Editor and Copywriter adept in managing content creation and publication at TechRadar Italia.