Skip to main content

I migliori notebook per programmatori del 2021

I migliori notebook per programmatori del 2021
(Image credit: Future)
PRICE
VERDICT
REASONS TO BUY
REASONS TO AVOID
VERDICT
REASONS TO BUY
REASONS TO AVOID

I migliori notebook per la programmazione devono offrire un processore performante, tanto spazio di archiviazione, nonché una comoda tastiera. 

Idealmente, il miglior portatile per la programmazione deve essere dotato di uno dei migliori processori, così come delle migliori RAM e dei migliori SSD sul mercato. Questi ultimi vi faranno risparmiare molto tempo durante il caricamento e il rendering dei vostri progetti, il che porta a una maggiore produttività.

Altre componenti da considerare sono tastiera e display: uno schermo con una maggiore risoluzione consente di visualizzare più informazioni, mentre una tastiera più comoda… beh, non guasta.

Se l’idea di verificare tutti questi aspetti vi provoca il mal di testa, niente paura, ci abbiamo già pensato noi. Abbiamo stilato una guida ai migliori portatili per la programmazione, dai migliori notebook Windows e macOS ad alcuni dei migliori Chromebook. 

  • Prime Day 2021 è alle porte! Scoprite tutte le offerte e gli sconti!

I migliori portatili per la programmazione: 

  1. HP Spectre x360
  2. Lenovo ThinkPad X1 Extreme
  3. HP EliteBook x360 1040 G5 2-in-1
  4. MacBook Air (2020)
  5. MacBook Pro (16-pollici, 2019)
  6. Microsoft Surface Pro 7
  7. Google Pixelbook
  8. Microsoft Surface Book 2 (13.5-pollici)
  9. MacBook Pro 13 (M1, 2020)

HP Spectre x360 (2020)

(Image credit: HP)

1. HP Spectre x360

Il miglior notebook per la programmazione del 2020

Specifiche
CPU: Intel Core di decima generazione
GPU: Intel Iris Plus Graphics
RAM: 8 GB – 16 GB
Schermo: LCD, 13,3 pollici, 1920 x 1080 pixel, Corning Gorilla Glass NBT, antiriflesso, 400 nit, 100% sRGB
Storage: SSD da 256 GB a 2 TB
Pro
+Design+Prestazioni 
Contro
-A volte può surriscaldarsi-Autonomia

HP Spectre x360 2-in-1 (2020) dispone dei processori Intel Core di decima generazione e della grafica integrata di nuova generazione, oltre che l'impeccabile design 2-in-1 con tagli a gemma. Il predecessore era un buon notebook, ma questa versione è balzata direttamente in cima alla nostra lista dei migliori portatili per programmatori.

La linea HP Spectre è sempre stata composta da dispositivi straordinari, quindi, quando scriviamo che lo Spectre x360 è di un’altra categoria, non scherziamo affatto! Non solo questo è uno dei laptop più belli sul mercato, ma vanta anche una qualità costruttiva premium. Il dispositivo monta una batteria da 60 Whr, il che non è male per un modello compatto, inoltre supporta la ricarica rapida da 65 W.

Date un’occhiata alla recensione completa di HP Spectre x360 (2020) 

Lenovo ThinkPad X1 Extreme

Image credit: Lenovo (Image credit: Lenovo)

2. Lenovo ThinkPad X1 Extreme

Ottime prestazioni, prezzo salato

Specifiche
CPU: Intel Core di ottava generazione
GPU: Nvidia GeForce GTX 1050Ti
RAM: fino a 64 GB
Schermo: LCD/OLED, 15.6 pollici, risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel) o 4K/HDR (3840 x 2160 pixel), tecnologia multi-touch
Storage: SSD fino a 1 TB
Pro
+Prestazioni+Splendido schermo 4K+Ottima esperienza utente
Contro
-Peso-Prezzo

Se volete un prodotto affidabile, la workstation mobile Lenovo ThinkPad X1 Extreme è un portatile per la programmazione più che consigliabile; lo riteniamo anche uno dei migliori notebook Lenovo per molte ragioni. È ampiamente personalizzabile (ma già il modello base non scherza), è dotata di una GPU dedicata e di un fantastico telaio in fibra di carbonio e alluminio molto resistente.

Date un’occhiata alla recensione completa di ThinkPad X1 Extreme Mobile Workstation 

HP EliteBook x360 1040 G5 2-in-1

Image credit: TechRadar (Image credit: Future)

3. HP EliteBook x360 1040 G5 2-in-1

Un notebook aziendale all’avanguardia

Specifiche
CPU: Intel Core di ottava generazione
GPU: Intel UHD Graphics 620
RAM: 8 GB – 32 GB
Schermo: LCD, 14 pollici, Full HD (1920 x 1080 pixel) – UHD (3840 x 2160 pixel)
Storage: SSD da 128 GB – 2 TB
Pro
+Design elegante e stilo+Prestazioni+Molte porte
Contro
-Autonomia-Prezzo-Display antiriflesso irregolare

HP EliteBook x360 1040 G5 è senza dubbio uno dei migliori notebook aziendali sul mercato. Non è un dispositivo perfetto, ma ha molte caratteristiche che compensano i suoi difetti. Ad esempio, vanta un telaio ultrasottile (1,68 cm) e leggero (1,35 Kg), numerose porte di I/O e un audio impressionante. In poche parole, è un piccolo gioiellino consigliato ai professionisti.

Date un’occhiata alla recensione completa di HP EliteBook x360 

M1 MacBook Air

(Image credit: Apple)

4. MacBook Air (M1, 2020)

Il modello 2020 introduce il nuovo chip Apple M1

Specifiche
CPU: Apple M1
GPU: GPU integrata a 8 o 7 core
RAM: 8 GB – 16 GB
Storage: SSD da 256 GB a 2 TB
Dimensioni: 30.41 x 21.24 x 1.61 cm
Pro
+Silenzioso+Batteria capiente
Contro
-Solito design-La mancanza di ventole potrebbe influire negativamente sulle prestazioni

Il MacBook Air (M1, 2020) è senza dubbio uno dei portatili Apple più notevoli degli ultimi anni. Il chip M1 rappresenta un vero punto di svolta e la possibilità di eseguire app iOS, oltre a quelle classiche o nuove ottimizzate per M1, è un vantaggio niente male. Inoltre, in base ai nostri test, l’autonomia è degna di nota.

Date un’occhiata alla recensione completa di MacBook Air (M1, 2020) 

MacBook Pro (16-inch, 2019)

(Image credit: Apple)

5. MacBook Pro (16 pollici, 2019)

Una workstation performante

Specifiche
CPU: Intel Core di nona generazione
GPU: AMD Radeon Pro 5300M – Radeon Pro 5500M
RAM: 16 GB – 64 GB
Schermo: LCD, 16 pollici, tecnologia True Tone, risoluzione nativa di 3072 x 1920 pixel
Storage: SSD da 512 GB – 8 TB
Pro
+Splendido schermo da 16 pollici+Tastiera nuova e migliorata
Contro
-Prezzo-Solo quattro porte Thunderbolt 3

Tra i migliori portatili per la programmazione non poteva certo mancare il MacBook Pro, in particolare se siete sviluppatori Apple. Il MacBook Pro (2019) dispone di un ottimo processore e tanta RAM, ideali per la programmazione. Sottile, leggero ed elegante come sempre, non sembra un modello da 16 pollici. Nonostante lo chassis compatto, il prodotto monta uno straordinario display da 3072 x 1920 pixel in formato 16:10 (utile per la produttività). Il dispositivo presenta anche altoparlanti sorprendenti (e potenti) e una tastiera molto comoda. Se il modello (2020) non vi interessa, questo PC non vi deluderà.

Date un’occhiata alla recensione completa di MacBook Pro (16 pollici, 2019)

Microsoft Surface Pro 7

(Image credit: Microsoft)

6. Microsoft Surface Pro 7

Un ottimo tablet per i programmatori

Specifiche
CPU: Processori Intel Ice Lake
GPU: Iris Plus Graphics
RAM: 4 GB – 16 GB
Schermo: Display PixelSense da 12.3 pollici
Storage: 128 GB – 1 TB
Connettività: 802.11ax Wi-Fi 6 (2 x 2 MIMO), Bluetooth 5
Webcam: 8 MP posteriore, auto-focus camera (1080p HD); 5 MP frontale, 1080p HD camera
Peso: 771 grammi
Dimensioni: 292 x 201 x 8.5 mm
Pro
+Wi-Fi 6
Contro
-Autonomia inferiore a Pro 6-La porta USB-C non è Thunderbolt 3

La settima iterazione del pluripremiato tablet Microsoft potrebbe non essere il salto generazionale che molti stavano aspettando, ma compie comunque passi avanti rispetto al predecessore. Questo tablet 2-in-1 è pensato per i professionisti e offre prestazioni incredibili rispetto alla concorrenza. Rispetto al predecessore, Pro 7 vanta una porta USB-C e supporta il Wi-Fi 6. Grazie ai processori Intel Core di decima generazione e alla possibilità di inserire fino a 16 GB di RAM, il prodotto vi permetterà di compilare codici in modo rapido ed efficiente anche quando siete in viaggio. Purtroppo, la Type Cover (tastiera + cover) non è inclusa nella confezione.

Date un’occhiata alla recensione completa di Microsoft Surface Pro 7 

Google Pixelbook

Image Credit: TechRadar

7. Google Pixelbook

Il miglior Chromebook per programmare

Specifiche
CPU: Intel Core di settima generazione
GPU: Intel HD Graphics 615
RAM: 8 GB -16 GB
Schermo: Display LCD da 12.3 pollici con risoluzione di 2400 x 1600 pixel (235 ppi)
Storage: SSD da 128 GB a 512 GB
Pro
+Bellissimo design+Tastiera fantastica
Contro
-Chrome OS non è ottimizzato come altri sistemi operativi

Sì, abbiamo inserito un Chromebook (o due) nella nostra guida ai migliori portatili per la programmazione: Google Pixelbook è abbastanza potente (e bello) da competere con i Surface e i MacBook. Certo, ChromeOS non è un sistema operativo ideale per il coding, tuttavia il supporto ad Android lo rende un prodotto indispensabile per chi sviluppa su questa piattaforma. È il successore del Google Chromebook Pixel (ora fuori produzione), che è stato progettato da e per gli sviluppatori di Google.

Date un’occhiata alla recensione completa di Google Pixelbook 

Microsoft Surface Book 2 (13.5-inch)

Image Credit: Microsoft

8. Microsoft Surface Book 2 (13,5-pollici)

Un 2-in-1 molto veloce

Specifiche
CPU: Intel Core di settima e ottava generazione
GPU: Intel HD Graphics 620 – Nvidia GeForce GTX 1050
RAM: 8GB – 16GB
Schermo: 13.5 pollici, 3,000 x 2,000 pixel, touchscreen
Storage: SSD da 256 GB a 1TB
Pro
+Durata della batteria molto buona+Prestazioni
Contro
-Costoso-Nessuna stilo inclusa

Surface Book 2 è una scelta eccellente per i programmatori, nonché uno dei più potenti 2-in-1 sul pianeta; monta componenti abbastanza veloci da gestire la maggior parte delle applicazioni, inclusi alcuni giochi arcade. Se volete un portatile con un display più ampio, potreste dare un’occhiata al nuovo Surface Book 3 da 15,6 pollici, che presenta chip di ultima generazione.

Date un’occhiata alla recensione completa di Microsoft Surface Book 2 (13,5 pollici) 

Apple MacBook Pro 13-inch (M1, 2020)

(Image credit: Future)

9. MacBook Pro 13 (M1, 2020)

Veloce ed elegante

Specifiche
CPU: chip Apple M1 con CPU a 8 core
GPU: GPU a 8 core integrata
RAM: 8 - 16 GB di memoria unificata
Schermo: display Retina da 13,3" 2560 x 1600 con retroiluminazion LED
Storage: SSD da 256 GB a 2 TB
Pro
+Batteria di lunga durata+Ottime prestazioni+Esegue le app iOS
Contro
-Carente dal punto di vista delle porte disponbili

Il MacBook Pro 13 (M1, 2020) è probabilmente il portatile più interessante tra quelli prodotti da Apple negli ultimi anni. Il nuovo chip M1 garantisce un’autonomia fuori dal comune e, nei nostri test, le prestazioni si sono rivelate ottime. Peccato solo per il design leggermente datato.

Date un’occhiata alla recensione completa di MacBook Pro 13 (M1, 2020)