Skip to main content

Microsoft Edge, una VPN gratis in arrivo tramite Cloudflare

Edge Insider
(Image credit: Microsoft)

Seguendo le orme di Google e Apple, anche Microsoft ha deciso di avvicinarsi al mondo delle VPN, inserendo un servizio gratuito di virtual private network in Microsoft Edge, il browser integrato di Windows 11 e 10 che ha sostituito Internet Explorer.

Secondo un recente documento di supporto, il nuovo servizio VPN dell'azienda si chiamerà Rete protetta di Microsoft Edge e si baserà sulla tecnologia di Cloudflare. Vale la pena sottolineare che Microsoft non usa esplicitamente il termine VPN, ma proprio come il Relay privato di iCloud, funziona esattamente con un servizio di questo tipo.

Sebbene Rete protetta di Microsoft Edge sia attualmente in fare di anteprima, una volta che la funzione sarà distribuita in modo ufficiale, gli utenti di Edge otterranno 1 GB di traffico dati gratuito al mese, una volta effettuato l'accesso al browser dell'azienda tramite il proprio account Microsoft.

Anziché realizzare una VPN proprietaria, Rete protetta di Microsoft Edge sarà un servizio fornito in collaborazione con Cloudflare, noto provider di infrastrutture web e CDN. Nel documento di supporto, Microsoft sottolinea che i dati raccolti saranno limitati a quelli necessari a scopi diagnostici e di assistenza, al fine di garantire il servizio. Tali dati vengono eliminati automaticamente ogni 25 ore.

Rete protetta di Microsoft Edge

Proprio come altre VPN, Rete protetta di Microsoft Edge sottopone la connessione a Internet a crittografia, per proteggere i dati dalle minacce online e dai tentativi di snooping, ovvero di intercettazione da parte di malintenzionati.

Quando si usa la funzione, i dati vengono instradati da Edge attraverso un tunnel criptato (o un VPN tunnel) per creare una connessione sicura. Ciò vale anche quando si visita un URL non protetto di tipo HTTP e non HTTPS (criptato).

Oltre a proteggere gli utenti dalle minacce online, la nuova VPN di Edge impedisce agli ISP di raccogliere dati di navigazione, inclusi i dettagli sui siti visitati. Inoltre, lo strumento evita che le agenzie pubblicitarie e altri soggetti terzi possano effettuare la profilazione dell'utente per l'invio di inserzioni mirate.

Al momento non è chiaro se Rete protetta di Microsoft Edge consentirà di scegliere il server VPN a cui collegarsi per bypassare i blocchi regionali. Tuttavia, nel documento di supporto, Microsoft sostiene che la funzione consentirà di navigare con un indirizzo IP virtuale e sostituire la posizione geografica. In ogni caso, se volete aggirare i blocchi geografici, dovreste valutare una VPN a pagamento come ExpressVPN o NordVPN.

Tirando le somme, Microsoft offrirà agli utenti Edge l'accesso a una VPN gratuita, realizzata con un'azienda molto rispettata, cosa che non sempre vale per altri servizi free. Una volta finita la fase di anteprima, potremo provare con mano lo strumento direttamente dal menu contestuale del browser.

After working with the TechRadar Pro team for the last several years, Anthony is now the security and networking editor at Tom’s Guide where he covers everything from data breaches and ransomware gangs to the best way to cover your whole home or business with Wi-Fi. When not writing, you can find him tinkering with PCs and game consoles, managing cables and upgrading his smart home. 

With contributions from