Skip to main content

AMD vs Intel: chi produce i processori migliori?

AMD vs Intel
(Image credit: AMD; Intel)

Se volete assemblare il vostro primo PC o workstation, sarete costretti a scegliere tra una CPU AMD o Intel. Per questo vogliamo aiutarvi a capire quali sono le differenze tra le CPU AMD Ryzen 3000 e Threadripper e le ultime Coffee Lake Refresh, Ice Lake e Cascade Lake-X di Intel. Queste indicazioni potranno tornare utili anche agli utenti un po' più esperti che hanno bisogno di confrontare le prestazioni dei migliori componenti per PC.

Intel e AMD sono come Mac e Windows 10: non vanno d'accordo l'uno con l'altro a livello tecnico ed entrambi hanno utenti affezionati. Entrambi i marchi hanno pro e contro in termini di funzionalità grafiche e di overclocking, nonché di prezzo e prestazioni.

Sono molte le informazioni da tenere in considerazione, quindi analizzeremo i componenti disponibili di ogni marchio, tra CPU e schede video. Esamineremo i costi complessivi, le prestazioni e i piani futuri, in modo che non rimaniate bloccati con una configurazione obsoleta prima ancora di avere assemblato un PC.

AMD vs Intel

(Image credit: TechRadar)

AMD vs Intel: prezzo

In passato, chi cercava un processore decente e con un prezzo accessibile puntava su AMD, tuttavia con la loro ultima linea di CPU, i Ryzen 3000, il Team Red è riuscito a introdurre processori di pari prestazioni, se non superiori, e a un prezzo inferiore. Ryzen 9 3950X, ad esempio, è la CPU consumer più potente sul mercato e, al momento della stesura di questo articolo, si trova intorno agli 850 euro.

Ryzen 9 3950X vanta 16 core/32 thread, superando i 12 core/24 thread del Ryzen 9 3900X. E non ha solo più core e thread rispetto al suo predecessore, ma ha anche più memoria cache e frequenze più elevate. Può memorizzare fino a quattro diversi profili per performance e overclock, quindi non importa se siete giocatori occasionali o hardcore, un’artista o un content creator, avrete sempre le migliori prestazioni possibili dalla vostra CPU.

Ora passiamo a Intel. I processori Coffee Lake Refresh sono CPU desktop e sono le più conosciute tra il grande pubblico. L'ultima generazione di processori Coffee Lake Refresh di Intel include l'i9-9900K che, al momento della stesura di questo pezzo, si trova intorno ai 500 euro e offre 8 core/16 thread, nonché una GPU integrata. Con questa CPU, potrete gestire non solo il lavoro quotidiano ma anche qualsiasi videogame next-gen. Intel ha anche introdotto, nell'agosto del 2019, una nuova linea di processori "mobile", la gamma Ice Lake.

Questi processori "mobile" costano parecchio e sono montati solo su notebook di fascia alta. Intel ha in programma di lanciare una linea completamente nuova di CPU per portatili verso la fine del 2020, i chip Tiger Lake. Questi ultimi saranno venduti allo stesso prezzo delle soluzioni Ice Lake ma offriranno prestazioni superiori.

Se cercate CPU per uso professionale, la terza generazione di unità Threadripper AMD è la scelta migliore. Chi usa software di grafica 3D e programmi per gestire e visualizzare grosse moli di dati, dovrebbero acquistare il Threadripper 3990X, un mostro con 64 core/128 thread che lavora ad una frequenza base di 2,9 GHz e una frequenza turbo di 4,3 GHz. Questa CPU vanta anche ben 288 MB di cache totale, 128 linee PCI-Express 4.0 e un TDP di 280 watt.

AMD vs Intel

(Image credit: Intel)

AMD vs Intel: prestazioni

Nel complesso, i processori AMD e Intel offrono ottime prestazioni complessive. Tra i due, tutto si riduce a una scelta: multitasking vs gaming.

La maggior parte dei processori AMD non dispone di grafica integrata. I modelli che le includono sono denominati Accelerated Processing Unit o APU. L’AMD Athlon 240GE si trova sotto i 100 euro e presenta una grafica integrata Radeon Vega 3, che la rende perfetta per i giochi di basso livello, nonché per lo streaming video. Se vi interessano i titoli AAA, dovrete optare per una CPU Ryzen 7 o 9 e una GPU dedicata.

Le CPU AMD Ryzen sono ottime per il multitasking, poiché vantano molte linee PCIe per comunicare con più SSD rendendo il computer più rapido e reattivo. Tutti i processori Intel hanno una GPU integrata, quindi potrete giocare titoli di basso livello o navigare e vedere video, indipendentemente dalla CPU che sceglierete. Detto questo, come per AMD, se volete giocare a titoli più impegnativi, dovrete acquistare una scheda video dedicata.

L'introduzione di Tiger Lake alla fine del 2020 porterà con sé la nuova architettura grafica Gen 12 che offrirà sui notebook una migliore esperienza di streaming e videoludica. Intel ha anche annunciato i piani per le nuove GPU dedicate Intel Xe, previste per quest’anno.

AMD vs Intel

(Image credit: Future)

AMD vs Intel: specifiche

Abbiamo testato sia il Ryzen 9 3950X che l’Intel i9-9900K per darvi maggiori informazioni sulle capacità, le prestazioni e il prezzo di ciascun processore. Entrambi offrono molta potenza, ma ognuno ha i suoi pro e contro.

Come accennato in precedenza, il Ryzen 9 3950X ha 16 core/32 thread, che assicurano un enorme potenza computazionale; si tratta di una CPU da content creator. Anche nel gaming non è male e garantisce un buon frame rate sia giocando in full HD che in 4K. L'intera serie Ryzen 3000 vanta prestazioni gaming piuttosto simili, quindi tutto si riduce a quanti core e thread vi serviranno.

Ryzen 9 3950X offre supporto per memorie dual channel da 3200 MHz e 64 MB di cache. Ciò permette di accedere ai file e ai programmi utilizzati di frequente più rapidamente. Con una velocità di clock di base di 3,5 GHz e un Max Boost Clock di 4,7 GHz, potrete eseguire qualsiasi gioco o attività professionale a velocità incredibili.

Intel i9-9900K ha la metà del numero di core e thread rispetto al Ryzen 9 3950X, ma offre prestazioni single core superiori; ha una frequenza base di 3,6 GHz e una turbo boost di ben 5 GHz. L'attuale top di gamma del team Blue ha un TDP di 95 watt rispetto ai 105 watt del Ryzen 9 e vanta un’iGPU.

Se volete il frame rate più alto possibile dovrete optare per questa CPU.

AMD vs Intel

(Image credit: Intel)

 AMD vs Intel: supporto tecnico e clienti 

AMD ha un'intera pagina web dedicata al supporto clienti e tecnico delle loro CPU dalla quale è possibile scaricare i driver più recenti per schede video dedicate o GPU integrate. Potete anche verificare la garanzia del vostro prodotto, scaricare schede tecniche complete e porre domande ad altri utenti AMD su un forum dedicato. Se si riscontra un problema con un'unità specifica, è possibile utilizzare un menu a tendina dal quale selezionare la propria CPU al fine di essere indirizzati a una pagina di collegamenti per il download dei driver e a una dell'assistenza clienti.

Anche il sito ufficiale di Intel ha una pagina dedicata per il supporto tecnico in caso di problemi con la CPU. Potrete sfogliare una varietà di post sul blog sulle domande più frequenti, visualizzare le schede tecniche, scaricare i driver e accedere ai forum della community di supporto se la vostra domanda non è già presente tra le FAQ. Intel offre anche supporto telefonico o via chat.

AMD vs Intel

(Image credit: AMD)

AMD vs Intel: speculazioni future 

AMD ha avuto un enorme successo negli ultimi anni con le sue linee di CPU Ryzen e Threadripper. I Ryzen 1000 infatti offrivano il doppio dei core e thread rispetto alle controparti Intel, inoltre vantavano un eccellente rapporto qualità-prezzo. Intel, d'altra parte, ha fallito col processo produttivo a 10 nanometri, tuttavia sembra aver imparato la lezione.

Il Team Blue ha annunciato i processori Tiger Lake e Comet Lake-S, rispettivamente per notebook e desktop. Molto probabilmente la nuova linea di CPU cercherà di rimanere al passo con i prodotti Ryzen e Threadripper di AMD. Detto questo, è improbabile che Intel supererà AMD nel breve periodo; persino il CFO, George Davis, ha ammesso che il Team Blue non raggiungerà la parità con il nodo produttivo a 7 nm di AMD fino al 2021.

Le generazioni future dei processori AMD Ryzen continueranno molto probabilmente a fornire più core e thread per un multitasking più veloce ed efficiente. I processori AMD Ryzen 4000 per desktop sono previsti per la seconda metà dell’anno e usufruiranno del processo produttivo a 7 nm+ che dovrebbe assicurare un ulteriore aumento dell’IPC (istruzioni per clock) e dell'efficienza energetica.