Skip to main content

Le migliori fotocamere mirrorless economiche del 2021

mirrorless economiche
(Image credit: Future)

Le mirrorless economiche, come gli smartphone e le fotocamere compatte sono in grado di fare un buon lavoro quando si tratta di scattare belle foto. Tuttavia, solo le mirrorless possono cambiare obiettivi e montare sensori di grandi dimensioni, il che può fare una grossa differenza quando si desidera scostarsi dal concetto di "punta e clicca". Partendo da questo presupposto, una fotocamera con obiettivo intercambiabile rappresenta l'aggiornamento perfetto per iniziare a migliorare le proprie capacità di fotografi.

In questa guida, abbiamo raccolto le migliori fotocamere mirrorless entry-level, capaci di venire incontro anche a budget piuttosto ridotti, anche se alcuni dei modelli da noi proposti costano un po' di più e forniscono un compromesso ragionevole tra risparmio e qualità.

Le mirrorless economiche generalmente non sono troppo ingombranti e nemmeno complicate da usare, se siete principianti potete iniziare a sfruttarle compatte e nel tempo iniziare a sperimentare le opzioni più avanzate a disposizione.

Le mirrorless economiche vengono vendute in versione solo corpo o con l'obiettivo kit che costa meno se comprato insieme alla fotocamera, perfetto per iniziare a scattare fin da subito. 

Come le reflex economiche, montano sensori APS-C oppure Micro Quattro Terzi, che sono leggermente più piccoli. Entrambi rappresentano un un grande passo in avanti in termini di qualità e prestazioni rispetto ai sensori delle fotocamere più semplici e degli smartphone, soprattutto in condizioni di scarsa luminosità. 

La scelta delle altre funzionalità dovrà essere effettuata in base a considerazioni relative al budget, allo stile di ripresa e alle necessità individuali.

Alcune mirrorless economiche sono vere e proprie macchine da ripresa miniaturizzate e possono essere usate per girare ottimi video, in tal caso verificate di avere un mirino abbastanza snodato per le vostre esigenze. Infine controllate anche che sia presente uno stabilizzatore integrato (IBIS), perchè altrimenti sarete costretti a ricorrere a un gimbal anche per girare un breve video amatoriale.

Rapporto qualità/prezzo

È importante cercare in fase di acquisto i modelli di fotocamera che presentano un buon rapporto qualità-prezzo, poiché ne esistono di più economici che non offrono caratteristiche molto superiori a quelle di una discreta compatta, pertanto non vale la pena dedicare loro troppa attenzione, a meno che non abbiate un budget davvero ridotto.

Scoprire che la fotocamera appena acquistata è diventata inadeguata dopo poco tempo può risultare frustrante e aumenta solamente la spesa nel caso si decida di sostituirla con una più performante.

Le fotocamere troppo economiche possono ancora fare un buon lavoro, ma quando il prezzo si riduce esageratamente, significa che state inevitabilmente rinunciando a funzionalità e comandi, quindi chiedetevi se vale veramente la pena risparmiare su qualcosa di cui potreste aver bisogno.

Alcune delle fotocamere che vi proponiamo in questo articolo sono più costose di altre e potrebbero sembrare addirittura molto costose per qualcuno che desideri acquistare la sua prima vera fotocamera. Vi assicuriamo però che sarà possibile utilizzare questi modelli a lungo e che una buona prima scelta vi permetterà di iniziare col passo giusto nel mondo della fotografia.

Ad esempio, alcune mirrorless economiche non sono dotate di mirino, che diventa preziosissimo per fotografare in condizioni di piena luce, quando lo schermo posteriore può facilmente risentire dei riflessi. Perciò in base al budget di cui disponete, consigliamo sempre di puntare su un modello che ne sia dotato.

Tenete in considerazione anche le specifiche degli schermi posteriori. Dimensioni e risoluzione non sono così importanti dal momento che sono tutti abbastanza simili, ma un display touch screen farà sembrare la fotocamera più simile a un telefono, rendendo più semplice il passaggio dallo smartphone alla mirrorless.

Le migliori fotocamere mirrorless economiche a colpo d’occhio:

  1. Fujifilm X-T200
  2. Olympus OM-D E-M10 Mark IV
  3. Panasonic GX9
  4. Sony Alpha A6100
  5. Panasonic Lumix G100
  6. Canon EOS M50
  7. Fujifilm X-A7
  8. Canon EOS M6 Mark II
  9. Sony Alpha A6000
  10. Olympus PEN E-PL10

(Image credit: )

Le migliori fotocamere mirrorless economiche del 2021:

Fujifilm X-T200

(Image credit: Future)

1. Fujifilm X-T200

Una mirrorless economica che migliora in tutto l’ottima X-T100

Dimensioni del sensore: APS-C CMOS | Risoluzione: 24.2MP | Mirino: EVF OLED, 2.360.000 punti | Monitor: touchscreen da 3,5 pollici completamente articolato, 2.780.000 punti | Velocità massima raffica: 8 fps | Video: 4K | Livello utente: principiante

Colori e gamma dinamica eccellenti 
Touchscreen posteriore da 3,5 pollici nitido 
Design retrò elegante e leggero
Niente rilevamento del soggetto nei video 
Scarsa capacità di buffer

Versione ridotta della Fujifilm X-T30, la X-T200 è una fotocamera entry-level molto migliore rispetto al suo predecessore. In effetti, è migliore della X-T100 sotto tutti i punti di vista: ha più potenza di elaborazione, un sistema di messa a fuoco automatica notevolmente migliorato e un touchscreen posteriore da 3,5 pollici più grande e nitido.

È anche molto più piacevole da maneggiare, nonostante mantenga lo stile da reflex retrò così attraente e distintivo. Essenzialmente è una Fujifilm X-A7 a cui è stato aggiunto un mirino, in realtà ci si trova meglio ad inquadrare e focheggiare con lo schermo dell'X-T200, per via del joystick posizionato in maniera scomoda.

L'altro aspetto negativo è che il tracciamento del soggetto è un po' incostante durante le raffiche e non è disponibile quando si girano video. I notevoli vantaggi però includono un'eccezionale qualità dell'immagine, un sistema facile da configurare e usare che è l’ideale meno esperti. Dato che è uscita da un po, la X-T30 è ora più economica e offre migliori specifiche, ma la X-T200 rimane la migliore fotocamera per principianti di Fujifilm.

Leggi la nostra recensione: Fujifilm X-T200

(Image credit: )

Olympus OM-D E-M10 Mark IV

(Image credit: Future)

2. Olympus OM-D E-M10 Mark IV

Una fotocamera compatta e completa per principianti

Dimensioni del sensore: Micro Quattro Terzi | Risoluzione: 20,3 MP | Mirino: 2.360.000 punti | Schermo: touchscreen inclinabile da 3 pollici, 1.037.000 punti | Autofocus: 121 punti AF | Velocità massima raffica: 15 fps | Video: 4K a 30p | Livello utente: principiante

Sensore stabilizzato capace
Compatta e accessibile
Niente ingresso per microfono
L'autofocus è arretrato

Sulla carta la E-M10 Mark IV è una fotocamera che passa quasi inosservata, ma in realtà è una fantastica mirrorless adatta ai fotografi principianti. Manca delle funzionalità più avanzate, come l'autofocus a rilevamento di fase o l’ingresso per microfono, ma per il resto ha tutto quello che serve per chi decide di entrare nell’ambito della fotografia.

Un corpo compatto e un layout ben organizzato, così come la connettività Wi-Fi e Bluetooth, la rendono un aggiornamento intelligente per chi è abituato a fotografare solo con l’ausilio del proprio smartphone.

Il sensore da 20,3 MP è in grado di realizzare ottime immagini, mentre la stabilizzazione IBIS permette di scattare con tempi di posa più lenti. L'autofocus con rilevamento di contrasto a 121 punti non è niente di trascendentale, ma fa il suo lavoro onestamente nell’inseguire occhi e volti.

Lo stile classico della E-M10 Mark IV non esclude la presenza di un pratico touchscreen ribaltabile, alla quale si aggiunge una modalità Foto avanzata per semplificare la sperimentazione di tecniche complesse. In definitiva, la Mark IV si rivela una valida mirrorless a tutto tondo per chi è alle prime armi con la fotografia.

Leggi la nostra recensione: Olympus OM-D E-M10 Mark IV

(Image credit: Futura)

Panasonic GX9

(Image credit: Future)

3. Panasonic GX9

Una fotocamera per principianti ideale anche in viaggio

Sensore: Micro 4/3 | Mirino: EVF da 2.764.800 punti | Schermo: touchscreen inclinabile da 3 pollici, 1.240.000 punti | Velocità massima raffica: 9fps/30fps | Risoluzione video: 4K | Livello utente: Principiante/Intermedio

Mirino integrato
Stabilizzatore a 5 assi Dual IS
Pratica ma non elegante
Ferma a 16 megapixel

La Panasonic Lumix GX9 ha un ottimo rapporto qualità-prezzo. Le sue dimensioni ridotte e il suo peso non solo la rendono ideale per i principianti non abituati a una fotocamera con obiettivo intercambiabile, ma anche perfetta anche per la fotografia di viaggio.

L'eccezionale set di funzionalità include un mirino incorporato, oltre a uno stabilizzatore d'immagine doppio a 5 assi. Una delle cose che apprezziamo di più nelle fotocamere Panasonic sono le modalità Video 4K e Foto 4K.

Potete usare quest'ultima per estrarre immagini fisse da un filmato e catturare il momento perfetto. Di serie, la GX9 viene fornita con un obiettivo da 12-32 mm, ottimo per iniziare. Un'altra buona notizia è che ci sono dozzine di obiettivi diversi disponibili, e pertanto la fotocamera è ben supportata.

Leggi la nostra recensione: Panasonic Lumix GX9

(Image credit: )

Sony A6100

(Image credit: Future)

4. Sony Alpha A6100

La migliore mirrorless APS-C entry-level di Sony

Sensore: APS-C | Risoluzione: 24.2MP | Mirino: EVF da 1.440.000 punti | Schermo: touchscreen inclinabile da 3 pollici, 921.600 punti | Velocità massima raffica: 11fps | Risoluzione video: 4K | Livello utente: Principiante/Intermedio

Ampia gamma di specifiche
Rapporto qualità/prezzo
Pulsanti di precisione
Mirino piccolo
Abbastanza costosa

Se siete alla ricerca di una piccola fotocamera per principianti che vi dia un sacco di soddisfazioni sia nel comparto foto che video, allora la A6100 è una delle migliori in circolazione. I suoi principali punti di forza sono la qualità dell'immagine, la durata della batteria e l'autofocus di prima categoria.

Il fatto che erediti molte caratteristiche dalle fotocamere APS-C di Sony notevolmente più costose, vi metterà a disposizione un grosso margine di crescita, prima di doverla sostituire. Gli unici lati negativi sono rappresentati da alcune stranezze presenti nel software e da un buffer che offre prestazioni scarse soprattutto quando si scatta a raffica. Per il resto, la A6100 rappresenta un ottimo acquisto, soprattutto una volta che la si configura adeguandola ai propri gusti.

Leggi la nostra recensione: Sony Alpha A6100

(Image credit: )

Panasonic G100

(Image credit: Future)

5. Panasonic Lumix G100

Una valida fotocamera per video blogger e viaggiatori abituati agli smartphone

Categoria: Mirrorless | Dimensioni del sensore: Micro Quattro Terzi | Risoluzione: 20.3MP | Innesto: MFT | Mirino: EVF, 3,69 milioni di punti | Schermo: touchscreen ad angolazione variabile da 3,0 pollici, 1,84 M punti | Velocità massima raffica: 10 fps (otturatore elettronico), 6 fps (meccanico) | Video: 4K / 30/25 / 24p, FHD / 60p / 50/30/25 / 24p | Livello utente: principiante / intermedio

Design piccolo e adatto ai viaggi 
Capacità audio impressionanti 
Buon rapporto qualità prezzo
Ritaglio durante le riprese in 4K 
Sistema di messa a fuoco automatica non aggiornato
Esistono modelli più adatti per i fotografi

Se state cercando una fotocamera per il vostro videoblog e che sia anche adatta a realizzare foto e video durante i vostri viaggi, la Panasonic G100 è un'ottima alternativa alla Sony ZV-1. La differenza fondamentale tra i due è che la G100 è una fotocamera Micro Quattro Terzi e può utilizzare diversi tipi di obiettivi.

Perde la tascabilità, ma è molto più versatile mettendo a vostra disposizione un buon numero di ottiche tra quelle disponibili nel diffuso sistema MFT.

Una caratteristica distintiva della G100 è la qualità audio integrata, che utilizza un eccellente microfono Nokia dotato di Ozo. Sebbene ciò non sempre permetta di sopperire ad un microfono esterno, riesce a svolgere comunque un ottimo lavoro anche in ambienti rumorosi. Lo schermo completamente articolato e una qualità video elevata saranno sicuramente apprezzati dai video blogger.

Tra i punti negativi troviamo la mancanza di connettori USB-C e per cuffie, oltre all'assenza della stabilizzazione dell'immagine integrata nel corpo, pertanto potrebbe essere necessario acquistare un gimbal se la utilizzate in movimento. E poiché il sensore è più piccolo di quello delle fotocamere APS-C, la G100 non è certamente la migliore in condizioni di scarsa illuminazione.

Leggi il nostro approfondimento: Panasonic Lumix G100

(Image credit: )

(Image credit: Future)

6. Canon EOS M50

Una conveniente Canon mirrorless EOS M con mirino

Sensore: APS-C | Risoluzione: 24.1MP | Mirino: EVF da 2.360.000 punti | Schermo: touchscreen inclinabile da 3 pollici, 1.040.000 punti, 1.040.000 punti | Velocità massima raffica: 10fps | Risoluzione video: 4K | Livello utente: Principiante/Intermedio

Ottimo mirino
Facile da usare
Ritaglio pesante sui video 4K
Aspetto fin troppo dismesso

Questa piccola grande tuttofare è l'unica fotocamera serie EOS M economica con un mirino integrato. Si può comporre l’inquadratura usando lo schermo, il che di certo non è un problema se si proviene da uno smartphone, ma il mirino viene in aiuto quando la luce intensa rende lo schermo impossibile da usare.

Inoltre, scattare attraverso un mirino è più "autentico". Altre allettanti funzionalità includono la risoluzione video in 4K (attenzione al crop, cioè al fatto che l’inquadratura è ritagliata rispetto a quando si fanno foto), un’ottima messa a fuoco automatica e un'interfaccia facile da usare.

Leggi la nostra recensione: Canon EOS M50

(Image credit: )

(Image credit: Nokishita)

7. Fujifilm X-A7

La Fujifilm CSC per principianti è meravigliosa e scatta splendide foto

Sensore: APS-C | Mirino: Nessuno | Schermo: touchscreen inclinabile da 3,5 pollici, 2.760.000 punti | Velocità massima raffica: 6fps | Risoluzione video: 4K | Livello utente: Principiante

Eccellente autofocus 
Grande schermo ad alta risoluzione
Niente mirino 
Nessuna stabilizzazione integrata

Siamo grandi fan delle fotocamere X-A per principianti con marchio Fujifilm, le alternative più economiche e semplici delle fotocamere mirrorless con attacco X. E l'X-A7 è la migliore in assoluto poiché ha uno schermo posteriore rinnovato e offre prestazioni di autofocus migliorate.

L'ampio display LCD touchscreen, in particolare, la rende un'ottima scelta per coloro che fino al giorno prima hanno usato lo smartphone per fotografare, mentre il nuovo sensore da 24,5 MP produce foto nitide e dettagliate supportando ora anche la registrazione video 4K a 30p.

Il suo autofocus è un altro dei suoi punti di forza perché offre una funzionale tecnologia di tracciamento del viso e degli occhi che lo rende particolarmente adatto per fotografare le persone, oltre che per foto di l’azione o sportive. Se riuscite a passare oltre l'ergonomia piuttosto strana, che è comunque migliore di quella di uno smartphone, allora sarà un'ottima scelta come prima fotocamera.

 Leggi la nostra recensione: Fujifilm X-A7

(Image credit: )

Canon EOS M6 Mark II

(Image credit: Future)

8. Canon EOS M6 Mark II

Prestazioni video eccellenti con formato da viaggio

Sensore: APS-C | Risoluzione: 32.5MP | Autofocus: 143 punti | Schermo: 3 pollici inclinabile, 1,040,000 punti, touchscreen | Raffica: 14fps | Video: 4K/30FPS | Livello Utente: principiante/appassionato

Piccola e leggera
Ottimo schermo orientabile
Non ha il mirino
Relativamente pochi obiettivi

La EOS M6 Mark II non possiede un mirino elettronico, ma questo non significa che la si debba escludere a priori. È in grado di compensare molto bene con altre caratteristiche, poiché è compatta e leggera ed ha un sensore da 32,5MP, oltre alla capacità di scattare a raffica fino a 14FPS.

La riproduzione dei colori è sempre stata tra i punti di forza di Canon e lo è anche in questo caso. Si fa sentire, tuttavia, la stabilizzazione integrata nel corpo. In ogni caso dovrete accontentarvi di un catalogo di obiettivi ancora abbastanza limitato per l’innesto M, ma è sempre possibile usare un adattatore per le lenti EF ed EF-S. Meglio evitare però gli obiettivi troppo pesanti, che tenderebbero a sbilanciare eccessivamente la fotocamera in avanti.

Leggi la nostra recensione: Canon EOS M6 Mark II

(Image credit: )

Sony A6000

(Image credit: Future)

9. Sony Alpha A6000

Una fotocamera mirrorless ricca di funzionalità a un prezzo eccezionale

Sensore: APS-C CMOS | Risoluzione: 24,3 MP | Mirino: Oled 1,44 Mp | Schermo: ribaltabile da 3 pollici e 921.600 punti | Velocità raffica: 11 fps | Video: Full HD 60p e 24p | Livello utente: Principiante

Piuttosto compatta
Pulsanti personalizzabili
Niente touchscreen
Niente video 4K

Nel 2017, abbiamo definito la Sony Alpha A6000 come la “fotocamera compatta quasi perfetta". Oggi le sue prestazioni se paragonate con quelle delle mirrorless più recenti sembrano meno impressionanti, ma nel frattempo anche il prezzo ha ricevuto diversi tagli, e perciò questa piccola Sony rimane ancora una scelta versatile ad un prezzo molto allettante.

I suoi difetti però non sono scomparsi: lo schermo non è touch non esiste un modo rapido per impostare il punto AF. Ma la Sony A6000 rimane una fotocamera mirrorless attraente e accessibile, con una struttura compatta che la rende pratica da portare in viaggio o in gita.

La cosa più importante però, è che la qualità dell'immagine regge ancora bene oggi: produce immagini dettagliate e vibranti nella maggior parte delle situazioni, con ottime prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione, tranne ovviamente se si decide di sfruttare le sensibilità più alte. Le velocità di messa a fuoco automatica sui 179 punti disponibili sono altrettanto notevoli e la raffica è piuttosto veloce, con 11 fps.

Se potete fare a meno di alcune cose come la registrazione video 4K, l’IBIS o il touchscreen, l'A6000 offre un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Leggi la nostra recensione: Sony Alpha A6000

(Image credit: )

10. Olympus PEN E-PL10

Un'elegante fotocamera entry-level che offre semplici modalità creative

Dimensioni del sensore: Micro Quattro Terzi | Risoluzione: 16.1MP | Mirino: N / A | Schermo: touchscreen inclinabile da 3,0 pollici e 1.040.000 punti | Velocità massima raffica: 8,6 fps | Video: 4K | Livello utente: principiante

Modalità creative per principianti 
Stabilizzazione dell'immagine nel corpo 
Ottima resa dei colori JPEG 
Niente mirino 
Sensore datato 
Gamma dinamica limitata

Un'opzione interessante per i principianti, la PEN E-PL10 combina una serie di modalità adatte ai principianti in un elegante corpo per creare una fotocamera pratica che è perfetta per chi proviene da uno smartphone. Il corpo in policarbonato è un piacere da impugnare, mentre lo schermo touchscreen inclinabile rende lo scatto di selfie un gioco da ragazzi.

Anche se il sensore da 16,1 MP non ha nulla di innovativo, anche se la PEN E-PL10 produce JPEG con una resa cromatica incantevole. La ripresa di filmati 4K, così come la stabilizzazione dell'immagine integrata (IBIS) e la possibilità di modificare le immagini RAW direttamente dalla fotocamera sono caratteristiche fantastiche per i principianti, a condizione che non si desideri a tutti i costi un mirino.

Vale la pena ricordare che molte delle stesse funzionalità sono presenti sulla vecchia E-PL9, ancora più economica ma altrettanto chic. La differenza principale con la E-PL10 sono i filtri artistici ottimizzati e le modalità Advanced Photo, che semplificano la sperimentazione di tecniche creative più avanzate. Se non vi dovessero interessarvi, tanto vale puntare sul modello precedente.

Leggi la nostra recensione: Olympus PEN E-PL10

(Image credit: )