Skip to main content

Le migliori fotocamere mirrorless economiche del 2020

Se vi piace la fotografia, saprete benissimo che gli smartphone e le fotocamere compatte sono in grado di fare un buon lavoro. Tuttavia, questi dispositivi sono spesso limitati da sensori piccoli e obiettivi fissi che non offrono il tipo di controllo superiore di cui avete bisogno quando volete scattare foto migliori scostandovi dalla semplicità data dal "punta e clicca". Partendo da questo presupposto, una fotocamera con obiettivo intercambiabile rappresenta l'aggiornamento perfetto per iniziare a migliorare le proprie capacità di fotografo in erba. 

In questa guida, abbiamo scelto le migliori fotocamere mirrorless entry level che possano venire incontro anche a budget piuttosto ridotti. Questi modelli generalmente non sono troppo ingombranti e non dovrebbero confondervi le idee, mentre imparate ad usarli. Molte delle fotocamere mirrorless presenti in questo gruppo sono dotate di sensori APS-C, ma alcune delle nostre preferite hanno sensori micro Quattro Terzi, leggermente più piccoli. Per saperne di più sulle dimensioni dei sensori, date un'occhiata alla nostra guida ai sensori.

Le fotocamere mirrorless montano anche obiettivi intercambiabili, al pari delle reflex. Con l'acquisto del corpo macchina spesso è fornito un obiettivo zoom "kit" 3x per uso generico, perfetto per iniziare. Dopo aver preso dimestichezza e superato la fase iniziale di incertezza, potreste ritenere utile investire in altri obiettivi, a seconda di quello che vi interessa fotografare. 

Dato che gli obiettivi fotografici sono realizzati da diversi marchi e che ognuno di essi presentare solitamente più di una gamma per offrire prodotti in differenti fasce di prezzo, è facile capire che la scelta non è semplice come si potrebbe immaginare. Il nostro consiglio è di puntare su modelli che possano essere riutilizzati in futuro su un corpo diverso, per garantirvi la certezza di non dover sostituire il materiale acquistato da poco solo perché non avevate pensato alla futura compatibilità.

Rapporto qualità/prezzo 

È importante valutare in fase di acquisto quei modelli di fotocamera che presentano un buon rapporto qualità-prezzo, poiché ne esistono di più economici che non offrono caratteristiche molto superiori a quelle di una discreta compatta e non vale la pena dedicare loro troppa attenzione. Scoprire che la fotocamera appena acquistata sia diventata inadeguata dopo poco tempo può risultare frustrante e aumenterebbe solamente la spesa nell'eventualità di doverla sostituire nuovamente con una più performante.

Le fotocamere troppo economiche possono ancora fare un buon lavoro, ma quando il prezzo si riduce esageratamente, significa che state inevitabilmente eliminando funzionalità e comandi, quindi chiedetevi se vale veramente la pena risparmiare su qualcosa di cui potreste aver bisogno. Alcune delle fotocamere che vi proponiamo in questo articolo sono più costose di altre e potrebbero sembrare addirittura molto costose per qualcuno che desideri acquistare la sua prima vera fotocamera. Vi assicuriamo però che sarà possibile utilizzare questi modelli a lungo e che una buona prima scelta vi permetterà di iniziare col passo giusto nel mondo della fotografia.

Ad esempio, le fotocamere mirrorless più economiche non sempre sono dotate di mirino, che diventa preziosissimo per fotografare in condizioni di piena luce, quando lo schermo sul retro può facilmente risentire di abbagliamento e riflessi. Perciò in base al budget di cui disponete, consigliamo sempre di puntare su una fotocamera che sia dotata di mirino. Considerate anche le specifiche degli schermi posteriori.

Dimensioni e risoluzione non sono così importanti dal momento che sono tutti abbastanza simili, ma un display touch screen farà sembrare la fotocamera più simile a un telefono, rendendo più semplice il passaggio da smartphone a mirrorless. Infine, se vi piace girare video, potreste desiderare una fotocamera in grado registrare filmati con risoluzione 4K. Sappiate che per quanto siano ormai piuttosto rari, non tutti i modelli sono in grado di farlo. Tutte le fotocamere mirrorless scelte per questo elenco sono adatte ai principianti per prezzo, dimensioni, facilità d'uso e funzionalità. Se siete indecisi, potete dare un’occhiata anche alle altre guide agli acquisti che troverete qui sotto.

Le migliori fotocamere mirrorless per principianti del 2020 a colpo d’occhio

  1. Fujifilm X-T200
  2. Panasonic GX9
  3. Sony Alpha A6100
  4. Canon EOS M50
  5. Olympus OM-D E-M10 Mark III
  6. Fujifilm X-A7
  7. Sony Alpha A5100
  8. Olympus PEN E-PL10
  9. Canon EOS M100

Le migliori fotocamere mirrorless per principianti del 2020

Fujifilm X-T200

(Image credit: Future)

1. Fujifilm X-T200

Una mirrorless economica che migliora in tutto l’ottima X-T100

Dimensioni del sensore: APS-C CMOS | Risoluzione: 24.2MP | Mirino: EVF OLED, 2.360.000 punti | Monitor: touchscreen da 3,5 pollici completamente articolato, 2.780.000 punti | Velocità massima raffica: 8 fps | Video: 4K | Livello utente: principiante

Colori e gamma dinamica eccellenti 
Touchscreen posteriore da 3,5 pollici nitido 
Design retrò elegante e leggero
Niente rilevamento del soggetto nei video 
Scarsa capacità di buffer

Versione ridotta della Fujifilm X-T30, la X-T200 è una fotocamera entry-level molto migliore rispetto al suo predecessore. In effetti, è migliore della X-T100 sotto tutti i punti di vista: ha più potenza di elaborazione, un sistema di messa a fuoco automatica notevolmente migliorato e un touchscreen posteriore da 3,5 pollici più grande e nitido. È anche molto più piacevole da maneggiare, nonostante mantenga lo stile da reflex retrò così attraente e distintivo. Essenzialmente è una Fujifilm X-A7 a cui è stato aggiunto un mirino, in realtà ci si trova meglio ad inquadrare e focheggiare con lo schermo dell'X-T200, per via del joystick posizionato in maniera scomoda. L'altro aspetto negativo è che il tracciamento del soggetto è un po' incostante durante le raffiche e non è disponibile quando si girano video. I notevoli vantaggi però includono un'eccezionale qualità dell'immagine, un sistema facile da configurare e usare che è l’ideale meno esperti. Dato che è uscita da un po, la X-T30 è ora più economica e offre migliori specifiche, ma la X-T200 rimane la migliore fotocamera per principianti di Fujifilm.

Leggi la nostra recensione: Fujifilm X-T200 

(Image credit: Future)

Panasonic GX9

(Image credit: Future)

2. Panasonic GX9

Una fotocamera per principianti ideale anche in viaggio

Sensore: Micro 4/3 | Mirino: EVF da 2.764.800 punti | Schermo: touchscreen inclinabile da 3 pollici, 1.240.000 punti | Velocità massima raffica: 9fps/30fps | Risoluzione video: 4K | Livello utente: Principiante/Intermedio

Mirino integrato
Stabilizzatore a 5 assi Dual IS
Pratica ma non elegante
Ferma a 16 megapixel

La Panasonic Lumix GX9 ha  un ottimo rapporto qualità-prezzo. Le sue dimensioni ridotte e il suo peso non solo la rendono ideale per i principianti non abituati a una fotocamera con obiettivo intercambiabile, ma anche perfetta anche per la fotografia di viaggio. L'eccezionale set di funzionalità include un mirino incorporato, oltre a uno stabilizzatore d'immagine doppio a 5 assi. Una delle cose che apprezziamo di più nelle fotocamere Panasonic sono le modalità Video 4K e Foto 4K. Potete usare quest'ultima per estrarre immagini fisse da un filmato e catturare il momento perfetto. Di serie, la GX9 viene fornita con un obiettivo da 12-32 mm, ottimo per iniziare. Un'altra buona notizia è che ci sono dozzine di obiettivi diversi disponibili, e pertanto la fotocamera è ben supportata.

Leggi la nostra recensione: Panasonic Lumix GX9

(Image credit: Future)

Sony A6100

(Image credit: Future)

3. Sony Alpha A6100

La migliore mirrorless APS-C entry-level di Sony

Sensore: APS-C | Risoluzione: 24.2MP | Mirino: EVF da 1.440.000 punti | Schermo: touchscreen inclinabile da 3 pollici, 921.600 punti | Velocità massima raffica: 11fps | Risoluzione video: 4K | Livello utente: Principiante/Intermedio

Ampia gamma di specifiche
Rapporto qualità/prezzo
Pulsanti di precisione
Mirino piccolo
Abbastanza costosa

Se siete alla ricerca di una piccola fotocamera per principianti che vi dia un sacco di soddisfazioni sia nel comparto foto che video, allora la A6100 è una delle migliori in circolazione. I suoi principali punti di forza sono la qualità dell'immagine, la durata della batteria e l'autofocus di prima categoria. Il fatto che erediti molte caratteristiche dalle fotocamere APS-C di Sony notevolmente più costose, vi metterà a disposizione un grosso margine di crescita, prima di doverla sostituire. Gli unici lati negativi sono rappresentati da alcune stranezze presenti nel software e da un buffer che offre prestazioni scarse soprattutto quando si scatta a raffica. Per il resto, la A6100 rappresenta un ottimo acquisto, soprattutto una volta che la si configura adeguandola ai propri gusti.

Leggi la nostra recensione: Sony Alpha A6100

(Image credit: Future)

(Image credit: Future)

4. Canon EOS M50

Una conveniente Canon mirrorless EOS M con mirino

Sensore: APS-C | Risoluzione: 24.1MP | Mirino: EVF da 2.360.000 punti | Schermo: touchscreen inclinabile da 3 pollici, 1.040.000 punti, 1.040.000 punti | Velocità massima raffica: 10fps | Risoluzione video: 4K | Livello utente: Principiante/Intermedio

Ottimo mirino
Facile da usare
Ritaglio pesante sui video 4K
Aspetto fin troppo dismesso

Questa piccola grande tuttofare è l'unica fotocamera serie EOS M economica con un mirino integrato. Si può comporre l’inquadratura usando lo schermo, il che di certo non è un problema se si proviene da uno smartphone, ma il mirino viene in aiuto quando la luce intensa rende lo schermo impossibile da usare. Inoltre, scattare attraverso un mirino è più "autentico". Altre allettanti funzionalità includono la risoluzione video in 4K (attenzione al crop, cioè al fatto che l’inquadratura è ritagliata rispetto a quando si fanno foto), un’ottima messa a fuoco automatica e un'interfaccia facile da usare.

Leggi la nostra recensione: Canon EOS M50

5. Olympus OM-D E-M10 Mark III

La E-M10 III è piccola, potente e ha uno splendido design

Sensore: Micro 4/3 | Risoluzione:: 16.1MP | Mirino: EVF da 2.360.000 punti | Schermo: touchscreen inclinabile da 3 pollici, 1.040.000 punti | Velocità massima raffica: 8,6fps | Risoluzione video: 4K | Livello utente: Principiante/Intermedio

Qualità immagine eccellente
Stabilizzazione eccellente
Solo 16 megapixel 
Aggiornamenti minori rispetto al modello Mark II

La Olympus OM-D E-M10 Mark III è stata introdotta nel 2017, ma è ancora un modello attuale nella sua gamma e rimane una mirrorless versatile e molto capace, in grado di offrire un valore eccezionale per chiunque cerchi una piccola ma capace alternativa alle reflex. La OM-D E-M10 Mark III è in grado di assecondare la crescita di un fotografo ed essere nel contempo un’ottima fotocamera da viaggio. La risoluzione di 16 MP è datata rispetto a quello che offrono le concorrenti APS-C più recenti, ma la Mark III è capace di produrre immagini di qualità, con buoni livelli di dettaglio e di controllo del rumore, poiché le sue caratteristiche tecniche compensano bene la risoluzione limitata. Infatti, la stabilizzazione dell'immagine interna a cinque assi lavora molto efficacemente, mentre il mirino elettronico OLED e il touchscreen LCD da 3 pollici sono paragonabili a quelle che si trovano su fotocamere molto più costose. Anche il sistema di messa a fuoco automatica a 121 punti è rapido, anche se la funzionalità di tracciamento potrebbe essere migliore.
Il guscio in lega di magnesio in stile retrò rende la fotocamera soddisfacente da impugnare e le dà un aspetto premium, molto appagante alla vista. A tutto questo, vanno ad aggiungersi buone capacità di registrazione 4K, che fanno di questa fotocamera una scelta preferenziale rispetto a molte concorrenti.

Leggi la nostra recensione: Olympus OM-D E-M10 Mark III

(Image credit: Nokishita)

7. Fujifilm X-A7

La Fujifilm CSC per principianti è meravigliosa e scatta splendide foto

Sensore: APS-C | Mirino: Nessuno | Schermo: touchscreen inclinabile da 3,5 pollici, 2.760.000 punti | Velocità massima raffica: 6fps | Risoluzione video: 4K | Livello utente: Principiante

Eccellente autofocus 
Grande schermo ad alta risoluzione
Niente mirino 
Nessuna stabilizzazione integrata

Siamo grandi fan delle fotocamere X-A per principianti con marchio Fujifilm, le alternative più economiche e semplici delle fotocamere mirrorless con attacco X. E l'X-A7 è la migliore in assoluto poiché ha uno schermo posteriore rinnovato e offre prestazioni di autofocus migliorate. L'ampio display LCD touchscreen, in particolare, la rende un'ottima scelta per coloro che fino al giorno prima hanno usato lo smartphone per fotografare, mentre il nuovo sensore da 24,5 MP produce foto nitide e dettagliate supportando ora anche la registrazione  video 4K a 30p. Il suo autofocus è un altro dei suoi punti di forza perché offre una funzionale tecnologia di tracciamento del viso e degli occhi che lo rende particolarmente adatto per fotografare le persone, oltre che per foto di l’azione o sportive. Se riuscite a passare oltre l'ergonomia piuttosto strana, che è comunque migliore di quella di uno smartphone, allora sarà un'ottima scelta come prima fotocamera.

 Leggi la nostra recensione:  Fujifilm X-A7

7. Sony Alpha A5100

Un modello sorpassato, ma è economico e adatto per chi è alle prime armi

Sensore: APS-C | Mirino: Nessuno | Schermo: touchscreen inclinabile da 3 pollici, 921.600 punti | Velocità massima raffica: 6fps | Risoluzione video: Full HD | Livello utente: Principiante

Autofocus sofisticato
Schermo flip up per selfie
Nessun mirino
Sul mercato da quattro anni

Uscita nello stesso anno della A6000, la A5100 è anch’essa una fotocamera molto valida ma il prezzo è sceso moltissimo perché è presente sul mercato da diverso tempo. Ovviamente si tratta di un modello di compromesso che permette di risparmiare denaro. Infatti manca il mirino elettronico e i comandi sono basilari. Sony ha fatto comunque un ottimo lavoro per rendere la  fotocamera così piccola, ma sembra fin troppo minuscola con l’obiettivo 16-50 mm montato. Tra i lati positivi, vi è anche la presenza di uno schermo ruotabile di  180 gradi. Dato che successivamente sono usciti nuovi modelli mirrorless APS-C e relativi obiettivi, siamo  abbastanza fiduciosi sul fatto che Sony è desiderosa di continuare a investire anche in questo formato.

Leggi la nostra recensione: Sony Alpha A5100 

8. Olympus PEN E-PL10

Un'elegante fotocamera entry-level che offre semplici modalità creative

Dimensioni del sensore: Micro Quattro Terzi | Risoluzione: 16.1MP | Mirino: N / A | Schermo: touchscreen inclinabile da 3,0 pollici e 1.040.000 punti | Velocità massima raffica: 8,6 fps | Video: 4K | Livello utente: principiante

Modalità creative per principianti 
Stabilizzazione dell'immagine nel corpo 
Ottima resa dei colori JPEG 
Niente mirino 
Sensore datato 
Gamma dinamica limitata

Un'opzione interessante per i principianti, la PEN E-PL10 combina una serie di modalità adatte ai principianti in un elegante corpo per creare una fotocamera pratica che è perfetta per chi proviene da uno smartphone. Il corpo in policarbonato è un piacere da impugnare, mentre lo schermo touchscreen inclinabile rende lo scatto di selfie un gioco da ragazzi. Anche se il sensore da 16,1 MP non ha nulla di innovativo, anche se la PEN E-PL10 produce JPEG con una resa cromatica incantevole. La ripresa di filmati 4K, così come la stabilizzazione dell'immagine integrata (IBIS) e la possibilità di modificare le immagini RAW direttamente dalla fotocamera sono caratteristiche fantastiche per i principianti, a condizione che non si desideri a tutti i costi un mirino. Vale la pena ricordare che molte delle stesse funzionalità sono presenti sulla vecchia E-PL9, ancora più economica ma altrettanto chic. La differenza principale con la E-PL10 sono i filtri artistici ottimizzati e le modalità Advanced Photo, che semplificano la sperimentazione di tecniche creative più avanzate. Se non vi dovessero interessarvi, tanto vale puntare sul modello precedente.

Leggi la nostra recensione: Olympus PEN E-PL10 

(Image credit: Canon)

9. Canon EOS M100

La più economica fotocamera mirrorless Canon, essenziale e di qualità

Sensore: APS-C | Mirino: Nessuno | Schermo: touchscreen inclinabile da 3 pollici, 1.040.000 punti | Velocità massima raffica: 6.1fps | Risoluzione video: Full HD | Livello utente: Principiante

Schermo rotante di 180°
Touchscreen reattivo
Pochi comandi esterni
Scomoda

Il modello EOS M più economico di Canon ha un prezzo molto competitivo e offre una facile introduzione alle fotocamere con obiettivi intercambiabili a chi arriva da uno smartphone o una compatta. Ma per renderla "semplice" Canon ha eliminato molti controlli esterni, il che significa sarà necessario utilizzare molto i menu e l'interfaccia touchscreen. Il corpo a sezione rettangolare è poco pratico da impugnare e utilizzare. Non sempre cattura scatti a fuoco in condizioni di scarsa luminosità, mentre le fotocamere rivali riescono a farlo senza problemi. EOS M100 è comunque piccola, semplice e conveniente. Di recente, Canon ha aggiornato questo modello con la EOS M200, che è dotata di un nuovo sensore, un nuovo processore e capacità di registrazione video 4K. Fino a quando non l'avremo testata, l'M100 rimarrà però nella nostra classifica.

Leggi la nostra recensione: Canon EOS M100