Skip to main content

GPU, i prezzi scendono ancora rispetto al 2021

Schede video RTX 3050 disposte su un piano nero
(Image credit: Nvidia)

I prezzi delle schede video continuano a scendere e sembra che la situazione potrebbe normalizzarsi in non troppo tempo, sebbene non siano ancora arrivati ai livelli del prezzo consigliato dal produttore, o MSRP.

La tendenza è evidenziata da un rapporto contenente informazioni su prezzi nel mercato tedesco, realizzato da 3DCenter (opens in new tab), che mostra come le schede video AMD (modelli RX 6000) siano "solo" il 35% più care del prezzo consigliato, contro il 41% delle GPU Nvidia (RTX 3000).

Naturalmente, la situazione non è ancora ottimale, dato che il sovrapprezzo c'è eccome, ma resta un netto miglioramento rispetto a quanto osservato nel 2021, anno in cui l'MSRP è anche raddoppiato in alcuni casi.

Già da dicembre 2021 i prezzi hanno continuato a scendere in modo costante e, sebbene si tratti solo di pochi mesi fino a oggi, è comunque un segno promettente, dato che alcune GPU hanno visto riduzioni anche di €100 rispetto al rapporto precedente di 3DCenter sui prezzi delle schede video.

Detto ciò, alcuni modelli sono ancora molto al di sopra dell'MSRP: parlando di AMD, la RX 6800 e la 6800 XT costano dal 63 al 55% in più rispetto dal prezzo consigliato. In ambito Nvidia, i peggiori sono la RTX 3070 con un prezzo maggiorato del 60% e la RTX 3060 Ti e 3080, entrambe vendute al 55% in più.

Parlando invece dei modelli dal prezzo migliore, segnaliamo la RX 6500 XT che vede un aumento dell'8% e la Nvidia RTX 3080 Ti che costa il 16% in più rispetto al prezzo di listino.

Siamo nella giusta direzione?

C'è un altro motivo per cui essere ottimisti, infatti si prevede che la crisi dei componenti inizierà a rientrare nella seconda metà del 2022, di conseguenza i problemi di fornitura delle GPU dovrebbere iniziare a sparire, queste sono le previsioni di AMD e Nvidia. D'altronde, non siamo troppo lontani dal secondo semestre di quest'anno, e i prezzi stanno già calando.

Ci sono degli altri aspetti da considerare, però. VideoCardz (opens in new tab) (che segnalato il rapporto di cui sopra) sottolinea che le fluttuazioni di valore fra dollaro ed euro ha avuto un certo impatto sui prezzi delle GPU, inoltre il rapporto interessa solo una parte del mercato europeo.

In altri termini, non possiamo trarre conclusioni affrettate con i pochi dati che abbiamo citatao. Ciononostante, abbiamo un utile indicatore della possibile direzione del mercato, in particolare se consideriamo altri segni che suggeriscono un ulteriore calo dei prezzi.

Resta da vedere se riusciremo finalmente a vedere delle GPU dell'attuale generazione al prezzo effettivamente consigliato dai produttori.

Senior Editor and Professional Translator. Boardgaming enthusiast, Tech-lover.