Skip to main content

Recensione Nvidia GeForce RTX 3060 Ti

La scheda video che ridefinisce la fascia media

Nvidia GeForce RTX 3060 Ti
Best in Class
(Image: © Nvidia)

Il nostro verdetto

Considerato il prezzo, Nvidia GeForce RTX 3060 Ti mostra più muscoli di quel che potrebbe sembrare, offrendo prestazioni paragonabili e a volte superiori a quelle della RTX 2080 Super. Per questo motivo potrebbe essere la scelta migliore per la maggior parte degli utenti.

Pro

  • Prestazioni eccellenti a 1080p
  • Prestazioni in ray tracing ottime
  • Bel design
  • Ottimo raffreddamento

Contro

  • Prestazioni in 4K solo di base
  • Fastidioso connettore di alimentazione a 12 pin

Nvidia GeForce RTX 3060 Ti potrebbe essere l’esponente più interessante della serie Nvidia Ampere. Mentre le schede video come Nvidia GeForce RTX 3080 e RTX 3090 ridefiniscono i limiti della grafica computerizzata, GeForce RTX 3060 Ti porta Ampere alle masse a un costo contenuto e senza troppe rinunce in termini di potenza.

Partendo da €429, la RTX 3060 Ti risulta anche più conveniente rispetto a RTX 3070, e dal momento che, di base, si attesta agli stessi livelli di prestazioni della RTX 2080 Super (superandola addirittura in determinati giochi), introduce di fatto il gaming su PC a 1440p PC con impostazioni Ultra nel mercato mid-range, senza escludere il ray tracing.

Non sappiamo ancora quali schede grafiche AMD RDNA 2 si rivolgeranno a questo segmento, ma se non volete investire un grosso budget per il gaming in 4K, e se vi accontentate di giocare a 1080p, questa scheda potrebbe accompagnarvi per qualche anno senza problemi.

Nvidia GeForce RTX 3060 Ti

(Image credit: Nvidia)

Prezzo e disponibilità 

Nvidia GeForce RTX 3060 Ti è disponibile dal 2 dicembre 2020, con un prezzo che parte da €429. Siamo perfettamente in linea con ciò che ci si aspetta da una scheda grafica di questo segmento, considerato anche il costo iniziale di Nvidia GeForce RTX 2060 Super e RTX 2060.

RTX 3060 Ti rientra nella stessa fascia di prezzo di RTX 2060 Super, anche se ha la stessa potenza di RTX 2080 Super, una scheda commercializzata a oltre €700. Questa era pensata per il gaming a 1440p in Ultra machine, e la 3060 Ti offre lo stesso a un prezzo inferiore. 

Nvidia GeForce RTX 3060 Ti

(Image credit: Nvidia)

Funzionalità e chipset 

Nvidia GeForce RTX 3060 Ti si basa sulla stessa architettura Ampere delle RTX 3080 e 3070, offrendoci un’anteprima di come si svilupperà la gamma Ampere nel segmento medio e budget del mercato delle GPU. Forse non sarà la scheda grafica che farà girare Watch Dogs Legion in ray tracing con risoluzione 4K, ma sarà certamente in grado di farlo in 1080p.

Come la sorella maggiore RTX 3070, RTX 3060 Ti dispone di 8 GB di RAM GDDR6, a cui sono abbinati 38 Streaming Multiprocessors (SM) Ampere. In ogni caso, Nvidia ha apportato dei cambiamenti agli SM rispetto a quelli presenti in Turing. Ora ognuno di essi conta 128 CUDA core in luogo dei 64 presenti nei SM Turing. Questo intervento porta la RTX 3060 Ti ad un totale di 4.864 CUDA core, rispetto ai 2.176 presenti sulla RTX 2060 Super.

Il consumo energetico di RTX 3060 Ti aumenta rispetto a quest’ultima, ma meno rispetto a quanto accade sulle altre schede Nvidia Ampere. La potenza grafica totale (TGP) è di 200 W per la RTX 3060 Ti, con un aumento piuttosto contenuto rispetto ai 175 W di RTX 2060 Super. In definitiva, se siete già in possesso di un alimentatore decente non sarà necessario cambiarlo per supportare la scheda.

In Turing ogni SM aveva due datapath: uno dedicato ai carichi di lavoro Floating Point (FP32) e l'altro dedicato agli Integer. Con Ampere, Nvidia ha progettato gli SM in modo che ogni datapath sia in grado di eseguire un lavoro doppio, motivo per cui la quantità di CUDA core è a tutti gli effetti raddoppiata negli SM Ampere.

Oltre ai CUDA core, ogni SM possiede anche dei Tensor Core per i calcoli relativi all’AI come quelli del Deep Learning Super Sampling (DLSS), ai quali si aggiungono core di ray tracing dedicati. Ogni SM ha un core RT e quattro tensor core. I più attenti avranno notato che in ogni SM è presente solo metà del numero di Tensor Core rispetto a quelli presenti su Turing, ma la ragione è che essi sono ora due volte più veloci. Gli RT core sono responsabili dei calcoli relativi al ray tracing e intervengono per assorbire parte dell carico che il calcolo del ray tracing inevitabilmente comporta, al fine di essere riuscire a mantenere frame rate elevati anche durante il massimo carico di lavoro.

Fondamentalmente, quando un raggio di luce viene proiettato in un motore di gioco, l'SM invia quell'informazione al core RT, che calcola dove andrà a rimbalzare il raggio e lo riferisce all'SM che esegue il rendering dell'immagine. Nonostante la presenza dei Tensor Core, i calcoli di ray tracing comportano una certa gravosità, che come si può notare su titoli come Metro Exodus, dove si verifica un notevole calo di prestazioni quando il ray tracing viene attivato. Tuttavia, senza la presenta di RT core dedicati, tale calo sarebbe così impattante da trasformare il gioco in una presentazione.

Fortunatamente l’ultimo tipo di core dedicato, il Tensor Core, fa da contraltare rendendo possibile abilitare il ray tracing quando si gioca ai migliori giochi per PC. Attraverso il Tensor Core, gli sviluppatori possono integrare il Deep Learning Super Sampling (DLSS) nei giochi. Si tratta essenzialmente di una tecnologia di upscaling che fa utilizzo dell’intelligenza artificiale. La presenza di questa funzionalità aiuta a migliorare le prestazioni facendo in modo che l'SM esegua il rendering di una scena ad una risoluzione inferiore, ridimensionando successivamente tale scena in maniera intelligente, fino a portarla a piena risoluzione.

Grazie alla tecnologia DLSS le schede Ampere sono in grado di compensare gran parte della differenza di prestazioni che il ray tracing comporta, in modo da poter ottenere pieno vantaggio della qualità dell'immagine con illuminazione ray tracing, senza sacrificare troppo le prestazioni. 

In effetti, senza DLSS, il ray tracing sarebbe utilizzabile solamente alle quelle più basse, ed essenzialmente non avrebbe senso di essere.

La GeForce RTX 3060 Ti offre infine un’ampia gamma di funzionalità extra. I giocatori di eSport adoreranno Nvidia Reflex, che permette di ridurre la latenza del sistema, RTX IO che lavora insieme a Microsoft DirectStorage per caricare i dati direttamente dalla memoria di sistema alla VRAM. Infine, Nvidia Broadcast consente di filtrare il rumore di fondo e le immagini durante lo streaming o la chat, indipendentemente dal software che si sta utilizzando.

Nvidia GeForce RTX 3060 Ti

(Image credit: Nvidia)

Design

Nvidia GeForce RTX 3060 Ti Founders Edition è praticamente identica a Nvidia GeForce RTX 3070 Founders Edition. Le due GPU hanno le medesime dimensioni, lo stesso numero di ventole e la stessa conformazione nella parte posteriore pensata per convogliare l’aria verso l’esterno.

L’unica vera differenza visibile sta nel colore grigio che su 3060Ti è leggermente più chiaro rispetto a quello di RTX 3070. Come il resto delle Founders Edition della serie Ampere, Nvidia ha fatto davvero un’ottimo lavoro sul lato estetico.

La parte migliore? Il sistema di raffreddamento che, oltre a essere bello da vedere, funziona molto bene. Durante i nostri test la temperatura massima ha toccato i 72 gradi, lo stesso valore raggiunto da RTX 2060 Super ma con un consumo energetico superiore del 10%.

Del resto non sono tutte rose e fiori. Anche se il sistema di raffreddamento funziona bene, l’assottigliamento della GPU necessario per ospitare le ventole crea un inconveniente che RTX 3060 Ti condivide con le altre GPU della serie Ampere. Nello specifico, la scheda video utilizza lo stesso connettore a 12-pin di 3070. Per questo con ogni GPU Nvidia fornisce un adattatore che consente di connettere un cavo PCIe da 8-pin alla porta 12-pin, una soluzione comoda che però rende la gestione dei cavi piuttosto intricata. Fortunatamente, i produttori di PSU sono già al lavoro per produrre dei cavi PCIe da 12-pin, quindi a breve non dovrebbero più esserci problemi del genere.

Immagine 1 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 2 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 3 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 4 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 5 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 6 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 7 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 8 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 9 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 10 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 11 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 12 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 13 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 14 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 15 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 16 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 17 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 18 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 19 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 20 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 21 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 22 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 23 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 24 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 25 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 26 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 27 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 28 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 29 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 30 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 31 di 31

RTX 3060 Ti performance

(Image credit: Infogram; Future)

Prestazioni e test

Test system specs

Questo è il sistema utilizzato per testare Nvidia GeForce RTX 3060 Ti: 

CPU: AMD Ryzen 9 5950X (16-core, fino a 4.9GHz)
Dissipatore: Cooler Master Masterliquid 360P Silver Edition
RAM: 64GB Corsair Dominator Platinum @ 3,200MHz
Scheda madre: ASRock X570 Taichi
SSD: ADATA XPG SX8200 Pro @ 1TB
Alimentatore: Corsair AX1000
Case: Praxis Wetbench

Ciò che apprezziamo maggiormente nelle nuove schede video di fascia media come RTX 3060 Ti è il fatto che, con il loro ottimo rapporto prezzo prestazioni, contribuiscono ad elevare il livello grafico medio dei PC pur rimanendo accessibili a molti. Nvidia GeForce RTX 3060 Ti è nettamente più potente di RTX 2060 Super, come tutte le schede video Ampere rispetto ai loro corrispettivi della serie precedente.

Su 3DMark Time Spy Extreme, per esempio, un test orientato a calcolare le prestazioni di gioco in 4K con DirectX 12, RTX 3060 Ti è il 38% più veloce rispetto a 2060 Super. Nel test Port Royal, utile a calcolare le prestazioni in ray tracing, la nuova GPU Nvidia è il 39% più veloce del suo predecessore Turing.

Ma ciò che impressiona maggiormente è che RTX 3060 Ti riesce a competere anche con RTX 2080 Super. Nvidia afferma che RTX 3060 Ti sia più veloce di RTX 2080 Super, ma dati alla mano si tratta di una forzatura dato che le due schede, in pratica, si equivalgono. Tuttavia, RTX 3060 Ti rimane portentosa se si considera la differenza di prezzo tra le GPU. 

Nei due test menzionati in precedenza, RTX 3060 Ti è il 7% più veloce di RTX 2080 Super, mentre nei test Time Spy Extreme e Port Royal la supera dello 0.5%.

Per quanto riguarda le prestazioni di gioco RTX 3060 Ti si è dimostrata ottima. In Metro Exodus senza ray tracing e con impostazioni Ultra e risoluzione 1440p, la GPU Nvidia ha ottenuto 69 fps rispetto ai 68 di RTX 2080 Super. Attivando il ray tracing però, i Core RT di terza generazione si fanno sentire e il distacco tra le GPU cresce raggiungendo l’8% a favore di 3060 Ti. 

Nella maggior parte dei giochi utilizzati per i test, Nvidia GeForce RTX 3060 Ti ha dato il meglio in 1440p, mostrando qualche difficoltà solo con titoli pesanti del calibro di Red Dead Redemption 2 e Total War: Three Kingdoms dove è scesa sotto ai 60 fps con impostazioni grafiche elevate. Considerando la complessità di questi titoli, i 55 e 59 fps raggiunti rispettivamente da RTX 3060 Ti rimangono un ottimo risultato.

Nvidia Geforce RTX 3060 Ti rappresenta un punto di svolta per il gaming in 1440p per il mercato di fascia media, e dovrebbe rimanere un punto di riferimento per questo range considerando che sia Nvidia che AMD stanno puntando tutto sulle prestazioni 4K con le loro nuove teste di serie. 

Quando si parla di 1440p, RTX 3060 Ti rappresenta una categoria a se stante se si fa un rapporto qualità prezzo. Questa scheda video costa circa come una AMD Radeon RX 5700 XT ma mediamente è il 35% più veloce.

Sempre che queste GPU siano disponibili al momento del lancio, e su questo nessuno ha garanzie, RTX 3060 Ti potrebbe diventare la scheda perfetta per moltissimi gamer. Siamo certi che AMD abbia un asso nella manica per competere su questo segmento ma, al momento, non ci sono GPU Radeon che possano competere con Nvidia GeForce RTX 3060 Ti in termini di valore assoluto ( prezzo/ prestazioni).

Sarà di certo interessante vedere l'evoluzione di questa GPU nella prossima generazione di schede video. Con PS5 e Xbox Series X ormai in circolazione, i requisiti dei giochi che usciranno nei prossimi mesi saranno sempre più elevati. Al momento RTX 3060 Ti sembra pronta ad accettare la sfida, ma solo il tempo potrà dirci come si comporterà con i giochi next-gen.

Detto questo, chiunque voglia giocare in 1440p e non punti al 4K potrebbe trovare in 3060 Ti un alleato formidabile. A questa risoluzione potrete giocare a qualsiasi gioco con dettagli elevati/ultra. Fino a qualche mese fa era impensabile raggiungere prestazioni simili in questa fascia di prezzo. Non vi basta? Le specifiche di questa scheda video consentono di giocare ad alcuni titoli in 4K, anche se potete scordarvi i 60fps che si possono raggiungere con RTX 3080.

Nvidia GeForce RTX 3060 Ti

(Image credit: Nvidia)

Compratela se… 

Giocate a 1080p
Nvidia GeForce RTX 3060 Ti può sicuramente gestire dei giochi in 4K, ma per dare il meglio va utilizzata in 1080p e 1440p. Potete star certi che con RTX 3060 Ti potrete giocare in 1080p a frame rate elevati per parecchi anni a venire.

Volete spendere poco
Nvidia GeForce RTX 3060 Ti fa del rapporto qualità prezzo un punto cardine e rappresenta una scelta ideale per chi vuole contenere il budget.

Volete il ray tracing a un prezzo ragionevole
In 1080p, RTX 3060 Ti da ottimi risultati con il ray tracing attivo, e non dovrete preoccuparvi di problemi relativi al frame rate a 1080p e 1440p, anche con il DLSS attivato.

Nvidia GeForce RTX 3060 Ti

(Image credit: Nvidia)

Non compratela se… 

Volete giocare in 4K
Nvidia GeForce RTX 3060 Ti, come dicevamo sopra, può riprodurre titolo in 4K, ma non è la risoluzione per cui è concepita. Se volete giocare a frame rate decenti dovrete far riferimento alle sorelle maggior RTX 3070 e RTX 3080.