Skip to main content

Cyberpunk 2077, ora il Ray Tracing funziona anche sulle GPU AMD, ma non ne vale la pena

Cyberpunk 2077 trailer
(Image credit: YouTube / CD Projekt Red)

CD Projekt Red ha finalmente rilasciato la gigantesca patch 1.2 per Cyberpunk 2077, e sebbene il focus principale fosse correggere i bug, ha introdotto anche il Ray Tracing sulle schede video AMD supportate.

Le schede grafiche con Ray Tracing di prima generazione di Team Red faticavano tantissimo ad avvicinarsi ai prodotti equivalenti di Nvidia, ancor prima di inserire il DLSS nell'equazione. Di conseguenza, non ci aspettavamo di certo che AMD riuscisse a superare Nvidia da questo punto di vista. Tuttavia, non avevamo idea di quanto fosse realmente esteso il divario tra le due aziende.

Abbiamo testato Cyberpunk 2077 andando in giro nel quartiere in cui si trova l'appartamento di V e completando un evento di combattimento, per poi tornare a una scena di intermezzo della storia. Certo non è un metodo 100% scientifico, ma è abbastanza ripetibile da poter fare un confronto serio in termini numerici circa le prestazioni offerte dalle due rivali.

Ebbene, vi consigliamo di allacciare le cinture!

Immagine 1 di 3

Cyberpunk 2077 performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 2 di 3

Cyberpunk 2077 performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 3 di 3

Cyberpunk 2077 performance

(Image credit: Infogram; Future)

AMD ha ancora molto da fare per il Ray Tracing via hardware

Test system specs

Ecco il sistema che abbiamo utilizzato per Cyberpunk 2077:

CPU: AMD Ryzen 9 5900X (12 core, fino a 4,8 GHz)
Dissipatore: Cooler Master Masterliquid 360P Silver Edition
RAM: Corsair Dominator Platinum, 64 GB a 3.200 MHz
Scheda madre: ASRock X570 Taichi
SSD: ADATA XPG SX8200 Pro da 1 TB
Alimentatore: Corsair AX1000
Case: Praxis Wetbench

Fondamentalmente, non esiste ancora una scheda grafica in grado di far girare Cyberpunk 2077 con tutte le impostazioni al massimo in 4K, con o senza Ray Tracing. Nemmeno la GeForce RTX 3090 e la AMD Radeon RX 6900 XT riescono a superare rispettivamente i 48 fps e i 44 fps a tale risoluzione. 

Tuttavia, a 1440p e 1080p, tutte le schede AMD che abbiamo testato reggono bene il gioco e hanno tenuto testa alle rivali Nvidia. Addirittura, a AMD Radeon RX 6900 XT ha superato la GeForce RTX 3090 a 1080p, anche se solo del 3%. 

A 1440p, poi, la AMD Radeon RX 6800 si è attestata in media a 69 fps con impostazioni Ultra, avvicinandosi ai 77 fps della RTX 3080, a un prezzo decisamente più basso. Tuttavia, il discorso cambia radicalmente con il Ray Tracing attivato. 

Infatti, sebbene la AMD Radeon RX 6900 XT raggiunga i 127 fps a 1080p in Ultra, attivando il Ray Tracing, il framerate crolla a 38 fps. E parliamo della risoluzione a 1080p. Le cose peggiorano a 1440p, dove si toccano i 26 fps. 

Per metterla in prospettiva, la Nvidia GeForce RTX 3090 raggiunge i 68 fps e i 46 fps rispettivamente a 1080p e 1440p (Ray Tracing + Ultra). Parliamo di quasi il doppio delle prestazioni.

Attivando il Ray Tracing a 4K, la differenza è ancora più marcata. Alla risoluzione nativa, è sconsigliabile attivare questa impostazione. Ci sono poche schede grafiche che arrivano ai 10 fps, ovvero la RTX 3060 Ti, RTX 3070 e la Radeon RX 6800. Come potete vedere nel grafico sulle prestazioni in 4K qui sotto, non abbiamo incluso questi risultati dato che era impossibile completare il benchmark a causa di questo framerate così basso.

Anche passando al livello successivo, con la RTX 3080 e la Radeon RX 6800 XT, era tutto così lento che ci siamo sentiti male giocando. Ogni giro di prova richiedeva tre minuti, rendendo tutto quasi uno slideshow, sicuramente bello da vedere ma letteralmente ingiocabile. Avete mai provato a prendere la mira a 11 fps? Ecco, non ve lo consigliamo proprio. 

In ogni caso, il Ray Tracing è una tecnologia ancora giovane e, probabilmente,  meglio disattivarlo se il framerate è un fattore importante per voi, indipendentemente dal tipo di scheda grafica montata sul vostro computer, senza contare l'impossibilità di mettere le mani su una scheda recente di questi tempi. 

Immagine 1 di 3

Cyberpunk 2077 performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 2 di 3

Cyberpunk 2077 performance

(Image credit: Infogram; Future)
Immagine 3 di 3

Cyberpunk 2077 performance

(Image credit: Infogram; Future)

Ancora una volta, AMD ha bisogno del suo DLSS

Naturalmente, le schede grafiche AMD sono in netto svantaggio per quanto riguarda le prestazioni in Ray Tracing, ma il divario si estende ulteriormente con l'attivazione del DLSS. 

Attivando il Ray Tracing in 4K sulla Nvidia GeForce RTX 3090 con il DLSS in modalità Prestazioni, il risultato è addirittura migliore rispetto al Ray Tracing disattivato. Certo, possiamo dire che il rendering del gioco a 1080p con il successivo upscaling risulta peggiore del 4K nativo senza Ray Tracing e l'affermazione è incontrovertibile. Tuttavia, se la bellezza dei riflessi di luce è una vostra priorità, beh con le schede Nvidia potete ottenerle con un'ottima resa. 

Al momento, AMD non ha frecce al proprio arco da questo punto di vista. Anche se potete attivare il CAS, avrete comunque un grosso problema di prestazioni con il Ray Tracing a 1080p.

Continuano a susseguirsi voci sull'arrivo della tecnologia FidelityFX Super Resolution quest'anno, ma dovremo ancora attendere per vedere se sarà in grado di tenere testa al DLSS in termini di prestazioni.

In ogni caso, quando arriverà, ci aspettiamo anche una serie di problemi. Se ricordate il debutto del DLSS con Battlefield V nel 2018, i risultati non erano per niente ottimali. Probabilmente occorrerà del tempo affinché l'IA venga "addestrata" sul corretto upscaling dei giochi. 

Tuttavia, ci auguriamo che FidelityFX Super Resolution sia più accessibile del DLSS. AMD si è fatta una certa reputazione con il rilascio di soluzioni software open source, pertanto, una volta arrivata questa nuova tecnologia, è probabile che l'adozione sarà più estesa rispetto alla controparte del DLSS.

RTX 3090

(Image credit: Future)

La migliore scheda grafica per Cyberpunk 2077?

Cyberpunk 2077 è arrivato proprio all'inizio di una delle più importanti generazioni di schede grafiche della storia, in cui sia Nvidia che AMD hanno proposto i loro prodotti migliori degli ultimi dieci anni. Certo, sarebbe bello se si potessero acquistare, ma questa è un'altra storia. 

In ogni caso, ora che abbiamo potuto prenderci un po' di tempo per testare come si comporta il gioco con le componenti più desiderate sul mercato, possiamo dare qualche consiglio a chi vuole aggiornare il PC per godersi Cyberpunk 2077, anche se sappiamo che è già passato un po' di tempo. 

Per farla breve, probabilmente la cosa migliore è prendere una qualsiasi delle schede della generazione attuale su cui potrete mettere le mani all'effettivo prezzo di listino. A meno che non desideriate davvero giocare Cyberpunk in 4K, potrete comunque godervi un'ottima esperienza.

Se invece giocarlo in 4K è proprio la vostra conditio sine qua non, allora l'unica scheda grafica che potrà garantirvi un'esperienza dignitosa è la Nvidia GeForce RTX 3080 o la 3090. E anche in questi casi, l'unico motivo per cui queste schede garantiscono prestazioni ottimali è il DLSS e dovrete attivarlo in modalità Prestazioni, se volete anche solo avvicinarvi ai 60 fps con Ray Tracing attivo.

Avevamo già indicato Cyberpunk 2077 con un precedente "pericoloso" in termini di tecnologia di upscaling (come il DLSS) inteso come requisito obbligatorio per il gaming in 4K su PC e non abbiamo cambiato idea.

Infatti, sebbene il gioco presenti qualche bug di meno rispetto a 4-5 mesi fa, fatica ancora a offrire un'esperienza di gioco ottimale a risoluzioni elevate, ambendo solo a essere uno spettacolo per gli occhi. E sì, Nvidia è la scelta migliore per godervi tutta la sua spettacolarità grafica, ma se invece volete giocare senza Ray Tracing e DLSS, Team Red e Team Green, alla fine, si equivalgono.