Skip to main content

Cyberpunk 2077, le cose vanno di male in peggio

Cyberpunk 2077
(Image credit: CD Projekt Red)

Come vi abbiamo già raccontato nei giorni scorsi, il lancio di Cyberpunk 2077 è stato un disastro sulle console di base come Xbox One e PS4. Con segnalazioni di arresti anomali, bug e scarse prestazioni, CD Projekt Red ora si sta leccando le ferite per via delle critiche ricevute dopo la pubblicazione del suo gioco di ruolo open world.

Lo sviluppatore ha anche offerto rimborsi tramite i social media, usando il nefasto nero su sfondo giallo che ormai indica “brutte notizie su Cyberpunk”. La software house ha anche rilasciato la trascrizione di una videoconferenza dove affronta i problemi con il gioco che a nostro avviso non sembra migliorare per nulla la situazione.

"Dopo tre posticipi, in qualità di consiglio di amministrazione eravamo troppo concentrati sul rilascio del gioco", esordisce il presidente e CEO congiunto Adam Kiciński. "Abbiamo sottovalutato la portata e la complessità dei problemi e abbiamo ignorato i segnali sulla necessità di tempo aggiuntivo per perfezionare il gioco sulle console meno performanti.

Era l'approccio sbagliato e andava contro la nostra filosofia aziendale. Inoltre, durante durante la campagna promozionale, abbiamo mostrato il gioco principalmente su PC ".

CD Projekt riconosce che il lancio della console ha danneggiato la propria reputazione tra i giocatori, che era probabilmente alle stelle dopo l’uscita di The Witcher 3, e ciò ha permesso all’azienda di godere di una certa benevolenza prima del rilascio di Cyberpunk 2077.

"Ciò ha causato la perdita della fiducia dei giocatori e della reputazione che ci siamo costruiti per gran parte della nostra vita. Ecco perché i nostri primi passi saranno focalizzati esclusivamente sul recupero di queste due cose. Ci stiamo concentrando su come risolvere i problemi di Cyberpunk sulle vecchie console." Viene quindi fatta menzione delle imminenti patch che verranno rilasciate prima della fine dell'anno e delle altre in arrivo a gennaio e febbraio.

CD Projekt Red non ha mai mostrato il gameplay di Cyberpunk 2077 sulle console di base PS4 e Xbox One prima del rilascio, ma lo ha fatto utilizzando le più potenti PS4 Pro e Xbox One X, pertanto i problemi di prestazioni del gioco hanno fatto una brutta sorpresa a molti giocatori in possesso di vecchi modelli di console. Cyberpunk 2077 ha totalizzato 8 milioni di vendite solo dai preordini e una parte significativa di essi era relativo a versioni console.

La parte di questa conferenza che ha acceso in particolar modo gli animi su Internet è stata la risposta degli oratori quando sono state chieste loro maggiori informazioni sui ritardi del gioco, sulla versione per console che non aveva ricevuto abbastanza attenzione e se la priorità fosse non far ritardare nuovamente il gioco nel corso del prossimo anno.

“Ci siamo concentrati PC e sulle prestazioni delle nuove console, piuttosto che quelle della precedente generazione", ha affermato Michał Nowakowski, vicepresidente senior per lo sviluppo aziendale. "E sicuramente non abbiamo passato abbastanza tempo sulle precedenti console."

Nowakowski ha continuato parlando dei ritardi nella certificazione del gioco di Sony e Microsoft, un processo si effettua prima del rilascio di un gioco sulle piattaforme delle due aziende.

“Non c’è stata alcuna pressione esterna o interna che ci ha spinto ad effettuare il lancio in quella data, a parte la normale pressione, tipica di qualsiasi rilascio. Non è stata quella la causa.”

“In termini di processo di certificazione e terze parti tutto è stato decisamente favorevole per noi. Presumibilmente perché tutti si fidassero del fatto che avremmo sistemato i problemi al momento del rilascio, cosa che non è andata esattamente come avevamo previsto”.

Tuttavia, niente di quanto detto costituisce una valida scusa per rilasciare un gioco in quello stato, davvero approssimativo, sulle console di base. Ci sono da considerare anche gli effetti del Covid-19 sui test per il gioco, ragion per cui aggiungere centinaia di sviluppatori in più al progetto non avrebbe fatto grande differenza sul risultato finale. La voce aziendale ha anche fatto notare che gli utenti che si stanno godendo il gioco sulle console di ultima generazione, sui PC e su Stadia stanno vivendo un'esperienza migliore.

CD Projekt può risolvere i problemi del gioco?

Qui potete leggere l'affascinante trascritto della conferenza. 

Lo sviluppatore si è detto molto addolorato per come sono andate le cose e si sta impegnando seriamente per sistemare il gioco. "Sfortunatamente non posso condividere il costo relativo al lavoro aggiuntivo, ma il costo della patch del gioco è irrilevante rispetto a quanto abbiamo già speso per produrlo", afferma il CFO Piotr Nielubowicz. "Quindi non ci sono dubbi: vogliamo assolutamente sistemare il gioco; abbiamo fatto una promessa ai giocatori e faremo di tutto per mantenerla".

I giocatori rimangono assolutamente giustificati per la frustrazione causata dallo stato in cui è stato lanciato il gioco. È stata una pessima scelta anche che CD Projekt Red abbia deciso di non fornire ai recensori il gioco versione console prima di revocare l’embargo di recensione. A causa di ciò il verdetto sul gioco è stato emesso sulla versione PC, che non è priva di problemi ma nonostante richieda un hardware piuttosto esigente, funziona comunque abbastanza bene.

Vi terremo informati sulle ultime novità riguardanti il post lancio di Cyberpunk 2077, continuate perciò a seguirci.