Skip to main content

Windows 365 è un sistema operativo cloud (in abbonamento)

Windows 365 Cloud PC
(Image credit: Microsoft)

Microsoft ha annunciato ufficialmente l'arrivo di Windows 365. Si tratta di un sistema operativo cloud, una versione Software as a Service di Windows 10 e Windows 11.

Il modello è lo stesso di Office 365, e prevede che l'utente paghi un abbonamento e poi possa usare un suo PC ovunque nel mondo, a prescindere dal computer che sta concretamente usando. Ci si collega, si fa l'accesso e si ritrova il proprio desktop, tutto via cloud. 

Si potrà accedere a Windows 365 anche da sistemi Linux, Mac, iOS, iPadOS e Android. Basterà avere una connessione a Internet. 

Windows 365 Cloud PC

La struttura sotto a Windows 365 è Cloud PC, un sistema di virtualizzazione che Microsoft ha sviluppato per la sua clientela business, e che può trasformare i dispositivi aziendali in thin clients.

Con Windows 365 però si fa un passo ulteriore: si lavora da casa (e non solo), in orari diversi e spesso con dispositivi personali. A colte con un portatile, a volte con un tablet, a volte persino con uno smartphone. Windows 365 promette di farci trovare sempre lo stesso desktop (e la stessa esperienza) in ogni situazione e in ogni momento. 

“Con Windows 365, stiamo dando vita a una nuova categoria: il Cloud PC”, ha dichiarato Satya Nadella, Presidente e CEO di Microsoft. “Proprio come le applicazioni sono state portate in cloud con il modello SaaS, ora stiamo portando il sistema operativo sul cloud, fornendo alle organizzazioni una maggiore flessibilità e un modo sicuro per consentire ai propri collaboratori di essere più produttivi e connessi, indipendentemente dalla loro posizione geografica”.

Windows 365 Cloud PC

(Image credit: Microsoft)

C'è anche una questione di costi. Cloud PC è progettato per aiutare le aziende a spendere meno, offrendo ai lavoratori (specialmente quelli temporanei) sistemi da utilizzare a una frazione del costo rispetto a un "vero PC". I sistemi virtuali si possono  aggiungere e gestire insieme a quelli fisici, tramite le piattaforme esistenti. 

Windows 365 aiuta i datori di lavoro a risolvere quelle sfide che hanno dovuto affrontare già da prima dello scoppio della pandemia, offrendo ai dipendenti una maggiore flessibilità e la possibilità di lavorare da luoghi diversi, garantendo al contempo la sicurezza dei dati dell’organizzazione. I lavoratori stagionali potranno cambiare team senza dover affrontare i problemi logistici legati alla consegna di un nuovo hardware o alla messa in sicurezza dei dispositivi personali, permettendo alle organizzazioni di adattarsi con più efficienza e sicurezza ai periodi di lavoro più intensi. Inoltre, le aziende potranno facilmente garantire ai lavoratori specializzati in ruoli creativi, analitici, ingegneristici o scientifici una maggiore potenza di calcolo e un accesso sicuro alle applicazioni essenziali di cui hanno bisogno.

Sicurezza dei dati, verifica dell'accesso, tutela dell'identità, crittografia. Ci sono, almeno in teoria, tutti gli ingredienti necessari per fare di Windows 365 un'eccellente opzione per i sistemi aziendali in tutto il mondo. Ma allo stesso tempo dare ai lavoratori libertà di azione e stimoli per la creatività. 

Ci saranno due versioni del servizio, Windows 365 Business e Windows 365 Enterprise. L'abbonamento sarà mensile e per utente, con diversi strumenti e livelli prestazionali tra cui scegliere. 

Valerio Porcu

Valerio Porcu è Redattore Capo e Project Manager di TechRadar Italia.