Skip to main content

Nvidia Ampere promette Ray tracing e GPU top di gamma più economiche

(Image credit: Future)

 

Sono emerse molte voci sulle GPU Ampere, la prossima generazione di Nvidia, e sul fronte del ray tracing è stato promesso un enorme boost, insieme alla prospettiva di modelli top di gamma leggermente più economici.

Queste voci provengono da Wccftech ma dovremmo chiarire che molte delle informazioni divulgate sembrano piuttosto imprecise e ariose; il sito stesso sottolinea il fatto che tutto dovrebbe essere preso come un granello di sale. Anche se dovremmo tenere a portata di mano un secchio… 

Riportiamo tali indiscrezioni a causa del fatto che Nvidia apparentemente stava discutendo con i produttori di schede grafiche per comunicare alcuni dettagli sul "quadro generale" delle GPU Ampere.

Quindi cosa dovremmo aspettarci? Le schede grafiche RTX 3000 (come presumibilmente saranno chiamate) usciranno nella prima metà del 2020, con più VRAM integrata, e, speriamo, velocità di clock superiori di 100/200 MHz rispetto alle attuali GPU Turing;

queste GPU sfoggeranno anche frame buffer più grandi di Turing. 

I vantaggi del processo EUV a 7nm di Samsung non finiscono qui; si vocifera di consumi minori nonché un voltaggio inferiore ad 1V, il che sarebbe un grande stimolo per gli overclocker.

(Tuttavia non è chiaro se le schede Ampere saranno effettivamente prodotte da Samsung col processo a 7nm - le voci che circolano sono piuttosto confuse per via delle passate dichiarazioni di Nvidia).

 E il Ray Tracing? 

La serie RTX 3000 avrà unità dedicate per questa tecnologia che saranno più veloci e più efficienti dal punto di vista energetico.

Detto questo, una cosa è promettere enormi miglioramenti nella frequenza dei fotogrammi quando si esegue il ray tracing nei giochi, e un'altra è fornirli realmente.

Oltre all'unità con ray tracing, Ampere spingerà anche sul fronte (tradizionale) della rasterizzazione per ottenere prestazioni di gioco migliori, osserva Wccftech.

In passato abbiamo parlato dell'utilizzo del processo EUV a 7nm di Samsung (se effettivamente accadrà) che porterà a chip più economici da produrre, il che aumenta la prospettiva di schede grafiche più convenienti delle Turing.

E ci sono buone notizie e cattive notizie, anche se sono tutte voci ovviamente il “quadro” generale suggerisce che Ampere avrà un costo generalmente uguale a quello di Turing. Sarebbe deludente, ma allo stesso tempo, non sorprendente.

Tuttavia, possiamo almeno sperare che le schede di fascia alta, ovvero RTX 3080 e RTX 3080 Ti (supponendo che si chiamino così) potrebbero essere leggermente più economiche delle loro controparti Turing.

Chiaramente i prezzi che Nvidia adotterà dipenderanno dai movimenti di mercato delle GPU nel corso del 2020. Si vocifera che AMD stia progettando una sorta di "Nvidia killer" destinato alla fascia alta del mercato, con prezzi inferiori alle top di gamma Turing.

Potrebbe esserci un'ulteriore competizione sui prezzi, dato che Intel dovrebbe partecipare a questa “sfida”, forse, già a metà del 2020. Una mossa vincente potrebbe essere quella di offrire GPU a buon mercato, o comunque più economiche a quelle delle controparti (e in effetti, Intel potrebbe implementare un efficiente sistema multi-GPU, per sbaragliare la concorrenza, secondo le speculazioni).