Skip to main content

Nintendo Switch OLED vs Nintendo Switch

Nintendo Switch OLED vs Nintendo Switch
(Image credit: Future)

Nintendo Switch OLED è il quarto modello della gamma Switch. È arrivato l'8 ottobre 2021 e porta alcune piccole ma rilevanti novità rispetto al modello standard di  Nintendo Switch, che ha già avuto un altro piccolo aggiornamento. La famiglia si completa con la Switch Lite, un modello con controller non rimovibili, che costa meno.  

Come abbiamo potuto constatare in sede di recensione, la nuova Nintendo Switch OLED è la migliore tra le Switch esistenti, ed è sicuramente il modello che consigliamo a chi non ha mai avuto una Nintendo Switch. Tuttavia non è quella preferibile se volete spendere poco o se volete una console che sia più facile da trasportare. In ogni caso vi sconsigliamo di prenderla se avete già la Switch base.

Il particolare determinante, nel caso di Swtich OLED, è il nuovo schermo OLED, più grande e più bello. È lo stesso tipo di schermo che troviamo anche su smartphone top di gamma come Samsung Galaxy S21 o Xiaomi Mi 11.

Se siete nuovi al mondo Switch e acquistate il nuovo modello, potrete godervi l'appena uscito Metroid Dread ancora di più grazie all'ottima resa del display OLED.

Non a caso, Nintendo Switch OLED è la miglior console portatile del colosso giapponese. E probabilmente deterrà il titolo ancora per qualche tempo, dato che la tanto discussa Switch Pro in 4K non è in programma, quantomeno per adesso.

Image
Nintendo Switch OLED è prenotabile

La nuova console Nintendo Switch OLED si può già prenotare. Abbiamo raccolto tutte le offerte nel nostro articolo dedicato. 

Offerte Nintendo Switch OLED

Nintendo Switch OLED vs Nintendo Switch: uscita e prezzo

Nintendo Switch OLED sarà disponibile negli store partire dall'8 ottobre 2021 e al prezzo consigliato di 3 euro. Il suo prezzo di lancio è dunque superiore di 50 euro rispetto a quello di Switch (Ed. 2017 ed Ed. 2019). Tuttavia è probabile che le scorte siano limitate a causa della carenza globale di semiconduttori. 

Ciò ha avuto un impatto non indifferente sulle vendite PS5 e Xbox Series X, che sono state commercializzate a novembre 2020. Consigliamo dunque di preordinare la console.

La Nintendo Switch standard è invece in commercio da anni ormai, ma di recente Nintendo ha deciso di tagliare il prezzo di listino, che oggi è €329. Il risultato che molti siti, come Amazon e altri, al propongono anche a meno di 300 euro.  

Nintendo Switch Lite, invece, si trova a circa €200.

Design

Nintendo Switch OLED è simile a Nintendo Switch: ha Joy-Con rimovibili, la stessa disposizione dei pulsanti e arriva anche nella familiare combinazione di colori Neon Blue e Red (blu e rosso); è disponibile anche una versione bianca. 

Ci sono però anche piccoli miglioramenti: le spesse cornici del display di Switch sono state notevolmente ridotte e il pannello LCD da 6,2 pollici è stato sostituito da un vivace display OLED da 7 pollici. Lo schermo di Nintendo Switch OLED quindi è più grande, mentre le dimensioni esterne sono praticamente le stessse. 

White Nintendo Switch OLED being played in handheld mode

Nintendo Switch OLED ha cornici più sottili (Image credit: Nintendo)

Ciò conferisce a Switch OLED un aspetto più moderno. Le dimensioni del nuovo modello sono pressoché identiche a quelle di Switch: è più lungo di soli 3 mm. Questo significa che qualsiasi controller Joy-Con acquistato in precedenza sarà compatibile con Nintendo Switch OLED. La nuova console presenta lo stesso sistema di aggancio del predecessore.

Nintendo ha messo mano anche al cavalletto della nuova console, rendendolo più stabile e affidabile. Ora l'aletta di supporto occupa quasi tutta la lunghezza della consolle (come su Microsoft Surface 7, per esempio), così la console risulta molto stabile quando la poggiate su un tavolo. Il risultato è che l'uso "da tavolo" ne guadagna tantissimo.  

Nintendo ha anche modificato gli altoparlanti di Switch OLED: si trovano ancora sul fondo della console, uno per lato, e suonano leggermente meglio rispetto al modello precedente. 

Classic Nintendo Switch being played in handheld mode

Nintendo Switch ha pressoché le stesse dimensioni di Nintendo Switch OLED, ma ha cornici più spesse (Image credit: Future)

Switch OLED ha un dock dove metterla in carica, che serve anche per collegarla al televisore e così giocare "sul grande schermo". Qui la novità è che arriva un connettore LAN, per collegarsi in rete usando il cavo Ethernet.

È una bella notizia per tutti quelli che, per una ragione o per l'altra, non hanno una rete Wi-Fi ad alte prestazioni. Ed è una notizia fantastica per chi gioca online e non vuole perdere per colpa di una connessione instabile. 

Il gaming su TV resta limitato a 1080p come risoluzione massima: da questo punto d vista non cambia nulla e se state pensando di prendere una Nintendo Switch per usarla soprattutto in casa, collegata al TV, allora è più consigliabile il modello vecchio per via del costo minore. 

Speriamo che arrivi presto una Nintendo Switch Pro (ma magari non si chiamerà Switch) con risoluzione 4K.

Con Nintendo Switch OLED avrete 64GB di spazio, invece di 32GB. Quindi potrete portarvi più giochi installati. È una nota positiva ma comunque c'è sempre lo slot microSD, per ampliare la memoria. E i giochi originali sono su cartuccia. Quindi nell'insieme non è una differenza enorme, per quanto resti a vantaggio del nuovo modello. 

Immagine 1 di 2

Nintendo Switch (OLED)

Nintendo Switch OLED ha un cavalletto più robusto e ampio (Image credit: Nintendo)
Immagine 2 di 2

Nintendo Switch kickstand

Il cavalletto di Nintendo Switch è più piccolo e fragile; non è abbastanza saldo (Image credit: Future)

Display

Ecco la parte interessante. Nintendo Switch OLED ha uno schermo... OLED. Questa tecnologia si caratterizza per pixel autoemissivi, il che assicura livelli di nero perfetti in tutte le condizioni d’uso.

Sul display di Nintendo Switch, al contrario, i neri sono leggermente grigi. Il pannello OLED ha una marcia in più e fa risaltare ancor più i colorati e vivaci dei giochi della compagnia.

Anche la profondità cromatica è migliore. Il pannello LCD di Switch permette di coprire lo spettro colore sRGB, uno standard ideato a metà degli anni '90. Il nuovo schermo OLED può invece soddisfare il più avanzato standard DCI-P3. Non l'abbiamo ancora analizzato da questo punto di vista, ma tutti gli OLED in genere sono superiori agli LCD da questo punto di vista. 

Aggiungendo che è anche il più grande schermo per la famiglia Nintendo Switch, abbiamo un chiaro vincitore da questo punto di vista. 

Zelda being played on an original Nintendo Switch

Nintendo Switch presenta un pannello LCD. Quest’ultimo non è all’altezza di quello OLED (Image credit: TechRadar)

Lo schermo OLED è nitido e ben definito. In passato avevamo qualche dubbio sulla nitidezza dell'immagine, ma a questo punto sono del tutto dissipati. Le immagini sono cristalline e precise ... per uno schermo 720p

Person playing Pokemon on the Nintendo Switch OLED

Il display di Nintendo Switch OLED è più ampio, più luminoso e più colorato (Image credit: Nintendo)

Lo schermo di Switch OLED infatti mantiene la stessa risoluzione del modello precedente. Così come resta uguale la massima risoluzione dell'uscita TV (1080p). Chi spera in una Switch 4K, dovrà aspettare la prossima console Nintendo. 

In entrambi i casi, il nuovo schermo dovrebbe offrire una luminosità di picco significativamente più elevata rispetto ai 320 nit del pannello LCD di Switch. Anche i pannelli OLED degli smartphone di fascia bassa ormai raggiungono i 500-650 nit, mentre i modelli di punta, come Oppo Find X3 Pro, si spingono oltre i 1000 nit.

D’altro canto, Nintendo potrebbe impostare dei limiti sulla luminosità al fine di ridurre il consumo di energia, un parametro fondamentale per una console portatile. In ogni caso, non mancherà il classico sensore per la luce ambientale e, di conseguenza, la funzione di luminosità automatica del display. Lo schermo OLED ad alta luminosità potrebbe aprire la porta anche al gaming in HDR. Nintendo Switch non è predisposto per questa funzione anche se, teoricamente, la porta HDMI 1.4 del dock può trasferire flussi video di questo tipo. A nostro parere è difficile che l’azienda proponga una funzionalità simile. Non è da Nintendo.

Prestazioni

Lo schermo OLED della nuova Switch migliorerà notevolmente l’esperienza videoludica degli utenti. Detto ciò, non vedremo particolari cambiamenti nelle prestazioni.

Nintendo ha confermato che Nintendo Switch OLED è dotato dello stesso processore (Nvidia Custom Tegra) e della stessa RAM di Nintendo Switch. In breve, la maggior parte dei titoli continuerà a girare a 30 fps, ma questi ultimi saranno compatibili con la nuova console.

Nintendo Switch (OLED)

Nintendo Switch OLED apporta qualche miglioramento, ma rimane pur sempre un semplice upgrade di Nintendo Switch (Image credit: Nintendo)
Image
Nintendo Switch OLED è prenotabile

La nuova console Nintendo Switch OLED si può già prenotare. Abbiamo raccolto tutte le offerte nel nostro articolo dedicato. 

Offerte Nintendo Switch OLED