Skip to main content

Recensione Oppo Find X3 Pro

Un dispositivo premium a un prezzo premium

Oppo Find X3 Pro
(Image: © Future)

Il nostro verdetto

Se non fosse per il prezzo salato, non avremmo problemi a consigliare Oppo Find X3 Pro: ha uno schermo accattivante, un comparto fotografico innovativo, un processore di ultima generazione, ricarica rapida e molto altro ancora. Al prezzo di lancio, lo consigliamo solo ai professionisti e a chi ha un budget elevato.

Pro

  • Fotocamere fantastiche
  • Numerose opzioni di personalizzazione dell'interfaccia
  • Display

Contro

  • Prezzo
  • Design
  • Teleobiettivo peggiore di quello di Find X2 Pro

Oppo Find X3 Pro è lo smartphone di punta del colosso cinese per il 2021, e porta funzionalità e tecnologie all’avanguardia su un dispositivo dal design premium. Sebbene gli smartphone Oppo siano considerati dispositivi di seconda scelta dal grande pubblico, Find X3 Pro è la prova che questa azienda non ha nulla da invidiare a colossi come Samsung e Apple.

Il dispositivo è stato distribuito insieme a una variante di fascia bassa, Find X3 Lite, e una di fascia media, Find X3 Neo. Come accennato, Oppo Find X3 Pro è uno smartphone straordinario e vede in Samsung Galaxy S21 Ultra e iPhone 12 Pro Max i suoi principali rivali; è il successore del Find X2 Pro, lo smartphone top di gamma del 2020, tuttavia, sebbene compia diversi passi in avanti rispetto a quest'ultimo, ne compie anche alcuni indietro. 

Come tutti gli smartphone premium, il problema più grande è il prezzo; è molto, molto difficile consigliare uno smartphone sopra i 1.000 euro, indipendentemente dalla scheda tecnica e dalle funzionalità supportate; a meno che non abbiate bisogno di un dispositivo con cui lavorare o abbiate molti soldi in tasca, non vale la pena acquistare Find X3 Pro. Vi consigliamo però di valutare l’acquisto di Find X3 Neo, Samsung Galaxy S21 e Xiaomi Mi 11.

Prezzo a parte, è difficile criticare Oppo Find X3 Pro; in effetti, gli unici due "contro" che abbiamo inserito (design e teleobiettivo) sono opinabili.

Oppo ha a lungo pubblicizzato la qualità degli schermi dei suoi smartphone, e quello di Find X3 Pro è fantastico, ancor più grazie al software Full-Path Color Management System, che consente di catturare e riprodurre contenuti a 10 bit e con lo spazio colore DCI-P3 (che riduce gli artefatti).

Oppo Find X3 Pro ha una suite di fotocamere nuove e all’avanguardia (teleobiettivo a parte). Il sensore principale e quello grandangolare sono prodotti da Sony e sono stati progettati su misura; sono relativamente grandi e assicurano scatti straordinari. C'è anche una nuova fotocamera con microlenti che può scattare foto super ravvicinate di piccoli dettagli. 

Purtroppo, l’azienda ha rimosso il teleobiettivo avanzato di Find X2 Pro, quindi la qualità dello zoom di Find X3 Pro è inferiore a quella del predecessore.

ColorOS, la skin Android di Oppo, è intuitiva e altamente personalizzabile; supera di gran lunga la versione stock, così come le alternative di molti altri marchi. Se vi piace l’idea di poter modificare l'interfaccia del sistema operativo, avrete pane per i vostri denti.

Dobbiamo anche elogiare Oppo Find X3 Pro per aver evitato alcuni passi falsi dei top di gamma del 2021: l’autonomia è buona, il sensore delle impronte digitali funziona alla grande e c’è tutto lo spazio di archiviazione di cui si ha bisogno (256 GB).

Prezzo a parte, Oppo Find X3 Pro è certamente uno dei migliori smartphone del 2021, ha pochissimi difetti, e se il prezzo richiesto non vi spaventa, ve lo consigliamo caldamente. Per la maggior parte delle persone, tuttavia, quel cartellino sarà un problema, motivo per cui non possiamo dare a questo eccellente smartphone un punteggio più alto. 

Disponibilità e prezzo

Oppo Find X3 Pro

(Image credit: Future)

Oppo Find X3 Pro è disponibile in pre-order con alcune promozioni ad hoc (è possibile ricevere gratis uno smartwatch del valore di 450 euro); raggiungerà gli scaffali dei negozi ad aprile. Il prezzo di lancio è di 1.149 euro. Find X3 Pro monta 12 GB di RAM e 256 GB di spazio di archiviazione; non è disponibile in altre configurazioni.

A confronto, iPhone 12 Pro Max (256 GB) è disponibile a 1.409 euro, mentre Samsung Galaxy S21 Ultra (12/256 GB) è in vendita a 1.329 euro.

Design

Riteniamo che Oppo Find X3 Pro sia meno attraente del suo predecessore che, nella nostra recensione, abbiamo definito il nuovo standard di design per i top di gamma. Find X2 Pro ha alzato l'asticella e, sebbene Find X3 Pro non sia brutto, non supera il predecessore.

Perché pensiamo questo? Oppo Find X2 Pro è disponibile con un pannello posteriore in ecopelle o ceramica e vanta uno schermo dal bordo curvo "a cascata" molto elegante. Find X3 Pro non ha nulla di tutto ciò; per carità, non è brutto e saremmo più lusinghieri se il suo predecessore non esistesse.

Lo smartphone pesa 193 grammi, dunque è leggero se paragonato agli altri top di gamma, il che si nota quando lo si tiene in mano; misura 163,6 x 74,0 x 8,26 mm, quindi è anche piuttosto sottile rispetto alla concorrenza; vanta anche la certificazione IP68 (resistente alla polvere e all'acqua).

Lo smartphone ha un pannello posteriore in vetro, che curva dolcemente verso l'alto nell'angolo in alto a sinistra confluendo nel blocco posteriore. I sensori sono posizionati ai vertici di un triangolo come avviene su iPhone 12 Pro. A detta dell’azienda, il design posteriore in vetro curvo è una meraviglia ingegneristica e, in effetti, rende Find X3 Pro più accattivante e unico. Detto ciò, Find X2 Pro in ecopelle è più piacevole da tenere in mano. Il dispositivo è disponibile in nero o blu e, come potete vedere dalle immagini, abbiamo testato quest'ultimo. 

Oppo Find X3 Pro

(Image credit: Future)

Sul bordo destro c'è il pulsante di accensione, mentre il bilanciere del volume si trova su quello sinistro: abbiamo trovato quest'ultimo un po' difficile da raggiungere; se avete mani piccole, non potrete usare lo smartphone con una sola. La porta USB-C si trova sul bordo inferiore. Purtroppo manca il jack per cuffie da 3,5 mm, quindi i fan dell'audio cablato dovranno usare un adattatore.

Oppo Find X3 Pro ha uno schermo curvo ai bordi, ma non al punto da essere "a cascata" come quello del predecessore; ne consegue che il rischio di pressioni accidentali è ridotto.

Display

Oppo Find X3 Pro ha uno schermo AMOLED da 6,7 ​​pollici con una risoluzione QHD+ (3216 x 1440 pixel) e una luminosità massima di 1300 nit; è fantastico, con colori incisivi e un contrasto eccezionale.

La frequenza di aggiornamento massima è di 120 Hz, ma lo si può impostare solo su 60 Hz o sulla modalità a refresh rate variabile che va da 10 a 120 Hz, a seconda dell’attività svolta. Sì, è sgradevole la mancanza di una modalità fissa a 120 Hz, ma nell’uso quotidiano non si nota e la batteria ringrazia.

Oppo Find X3 Pro

(Image credit: Future)

Oppo ha citato spesso il display di Find X3 Pro e, nello specifico, i suoi colori: il pannello può visualizzare fino a 1 miliardo di colori (molto più di quanto offerto dalla concorrenza) e mostra oltre il 100% della gamma colore DCI-P3, oltre a supportare HDR10+. Il display ha dunque una precisione colore idonea per l’uso professionale e i più esperti noteranno la differenza. 

Fatte queste premesse, non resta che citare il Full-Path Color Engine a 10 bit, una funzionalità in grado di visualizzare i colori dei contenuti multimediali (video e foto) come sono stati ripresi.

Ancora una volta, per i professionisti è una gradita aggiunta.

Comparto fotografico

Oppo Find X3 Pro

(Image credit: Future)

Oppo Find X3 Pro dispone di quattro fotocamere posteriori: una principale da 50 MP (f/1.8), una grandangolare da 50 MP (f/1.8), un teleobiettivo da 13 MP (f/2.4) e un “microscopio” da 3 MP (f/3.0). La fotocamera frontale è da 32 MP (f/2.4).

Come suggeriscono le specifiche, la fotocamera principale e quella grandangolare sfruttano lo stesso sensore (introdotto per la prima volta in alcuni dispositivi della serie Reno 5), che è stato realizzato appositamente da Sony per Oppo. Il sensore è relativamente grande, quindi può raccogliere molta luce e, di conseguenza, scattare foto migliori. L’azienda ha riproposto lo stesso sensore per gli scatti panoramici al fine di offrire immagini migliori a quelle dei comuni obiettivi grandangolari.

Le foto scattate con la fotocamera principale sono fantastiche, come potete vedere nella sezione “I nostri scatti”; sono vivaci, luminose e ricche di dettagli. Per impostazione predefinita, le immagini vengono scattate a 12,5 MP tramite pixel binning, ma potete passare anche alla modalità da 50 MP. 

Oppo Find X3 Pro

(Image credit: Future)

La modalità notturna funziona bene: in condizioni di scarsa luminosità, illumina il soggetto riducendo l'esposizione delle luci di sfondo; tuttavia, in alcuni casi, abbiamo dovuto disattivarla poiché aumentava troppo il contrasto.

Come accennato, le foto eseguite con l’obiettivo grandangolare sono simili a quelle scattate con il sensore principale: la distorsione si nota a malapena. Questo obiettivo viene usato anche per le foto macro.

Il teleobiettivo si è rivelato l'anello debole del blocco; anche se è un sensore adeguato a un top di gamma, non è all’altezza dell'obiettivo periscopico di Find X2 Pro (in termini di zoom); infatti supporta uno zoom ottico 3x, ibrido 5x o digitale 20x (quello del predecessore offre uno zoom ottico 5x, ibrido 10x e digitale 60x).

Immagine 1 di 5

Oppo Find X3 Pro camera samples

Ultra-wide (Image credit: Future)
Immagine 2 di 5

Oppo Find X3 Pro camera samples

Standard photo mode (Image credit: Future)
Immagine 3 di 5

Oppo Find X3 Pro camera samples

At 2x zoom (Image credit: Future)
Immagine 4 di 5

Oppo Find X3 Pro camera samples

At 5x zoom (Image credit: Future)
Immagine 5 di 5

Oppo Find X3 Pro camera samples

At 20x zoom (Image credit: Future)

Le foto con zoom ottico vanno bene, presentano un adeguato livello di dettaglio e sono naturali, ma passando allo zoom ibrido, il colore delle immagini peggiora parecchio. Le foto scattate con lo zoom digitale sono migliori di quello che ci aspettavamo, ma inevitabilmente sfocate.

Se vi state chiedendo cosa sia una microlente, sappiate che non siete gli unici, poiché raramente si vede negli smartphone consumer. Per farla semplice, è un obiettivo progettato per scattare foto super ravvicinate di piccoli dettagli, come i fili dei tessuti e sfrutta uno zoom fino a 60x per farlo; di fatto, è una super fotocamera macro (infatti l’azienda la chiama microscopio).

Per scattare una foto con suddetto obiettivo, occorre attivarne la relativa modalità e appoggiare lo smartphone su una superficie o tenerlo molto vicino al soggetto: un LED circolare attorno al sensore assicura che il soggetto sia ben illuminato. Con le microlenti abbiamo scattato foto del tessuto di asciugamani, semi di papavero e persino i singoli LED di un display. La modalità è interessante, poiché cattura dettagli che non possiamo percepire a occhio nudo.

I selfie da 32 MP ci hanno convinto: sono vivaci, luminosi e ad alta risoluzione; tuttavia, a volte abbiamo dovuto disattivare la modalità Ritratto poiché bruciava le alte luci (si verifica solo in ambienti ben illuminati).

Oppo Find X3 Pro

(Image credit: Future)

Lo smartphone registra video in 4K a 60 fps sulla fotocamera posteriore, e a 1080p e 30 fps su quella anteriore; entrambi consentono di aggiungere un effetto "bokeh" digitale al video, una funzionalità che pochi top di gamma offrono. Date un’occhiata alla nostra recensione video (nella parte superiore dell’articolo) per approfondire questo aspetto.

La novità è la modalità Cinema, ossia una modalità Pro per i video; consente di modificare molte impostazioni come valore di esposizione, ISO, bilanciamento del bianco e altro: somiglia all'app Cinema Pro degli smartphone Sony; è molto utile per professionisti, ma dubitiamo che sarà usata dall’utente medio.

A differenza di altri smartphone di punta, non c'è una vasta selezione di modalità fotografiche; se non altro non mancano i grandi classici: panorama, modalità pro, video a doppia visualizzazione, time-lapse e slow-motion.

I nostri scatti

Immagine 1 di 8

Oppo Find X3 Pro camera samples

Un'immagine standard, piena di luce (Image credit: Future)
Immagine 2 di 8

Oppo Find X3 Pro camera samples

Una foto in modalità notturna (Image credit: Future)
Immagine 3 di 8

Oppo Find X3 Pro camera samples

Una foto in modalità standard (Image credit: Future)
Immagine 4 di 8

Oppo Find X3 Pro camera samples

Una foto grandangolare (Image credit: Future)
Immagine 5 di 8

Oppo Find X3 Pro camera samples

Una foto eseguita con il nuovo sensore a lenti microscopiche (lenzuola di lino) (Image credit: Future)
Immagine 6 di 8

Oppo Find X3 Pro camera samples

Un selfie in modalità Ritratto (Image credit: Future)
Immagine 7 di 8

Oppo Find X3 Pro camera samples

Lo stesso selfie, ma senza modalità Ritratto (Image credit: Future)
Immagine 8 di 8

Oppo Find X3 Pro camera samples

Un scatto macro della pizza. (Image credit: Future)

Prestazioni e specifiche

Come la maggior parte della concorrenza, Oppo Find X3 Pro monta il processore Snapdragon 888, il miglior chip disponibile per smartphone Android nel 2021, che promette prestazioni al top e ottimizzazioni per ridurre il consumo della batteria.

Nel test multi-core di Geekbench 5, il dispositivo ha ottenuto 3257 punti, un valore simile a quello dei rivali; tuttavia, va detto che alcuni smartphone dotati di Snapdragon 865 (il predecessore di 888) hanno leggermente superato questo punteggio: OnePlus 8 e Motorola Edge Plus hanno totalizzato rispettivamente 3401 e 3344 punti.

Xiaomi Mi 11 e Asus ROG Phone 5 con Snapdragon 888 hanno battuto Oppo Find X3 Pro: hanno raggiunto rispettivamente quota 3569 e 3732 punti. In ogni caso, in pochi noteranno la differenza.

Find X3 Pro presenta 12 GB di RAM e uno spazio di archiviazione di ben 256 GB, valori notevoli anche per un top di gamma. Purtroppo, manca lo slot microSD, ma c'è spazio per due schede SIM.

Oppo Find X3 Pro

(Image credit: Future)

Oppo Find X3 Pro è eccellente nel gaming, grazie al processore all’avanguardia, ai 12 GB di RAM e, in parte, anche alla modalità Game Space che disattiva le notifiche e ottimizza il dispositivo durante il gaming.

Gli altoparlanti stereo sono superiori alla media: sono soddisfacenti per giocare e guardare film, ma abbiamo riscontrato che quello posteriore era notevolmente più “rumoroso” di quello superiore, il che si è ripercosso sull’effetto surround.

Software

La maggior parte dei produttori di smartphone propone delle skin Android, e Oppo non fa eccezione con il suo ColorOS. Come con tutti gli overlay Android, la differenza è principalmente nel design, ma supporta molte opzioni di personalizzazione che consentono di adattare l’interfaccia alle esigenze degli utenti.

Per impostazione predefinita, la skin ha un design piuttosto rilassante: i tratti sono in grassetto, le icone delle finestre e delle app sono arrotondate e il carattere è sans serif. 

Oppo Find X3 Pro

(Image credit: Future)

Ci sono molte opzioni che vediamo in molti smartphone, come widget, sfondi animati e transizioni di menu, ma alcune sono presenti solo su ColorOS: la possibilità di modificare l’always-on-display e l'aspetto delle icone delle app. Abbiamo testato ogni impostazione disponibile, e ne è valsa la pena.

Grazie alle specifiche sopra menzionate, Find X3 Pro consente di navigare tra i menu e saltare dentro e fuori dalle app con il minimo sforzo.

C'è anche un lettore di impronte digitali in-display molto veloce e affidabile.

Autonomia

Molti smartphone di punta soffrono di una scarsa autonomia, il che è normale considerando gli ampi schermi e le funzionalità avanzate. Tuttavia, possiamo affermare che Oppo Find X3 Pro non è fra questi: l’unità da 4.500 mAh si è rivelata soddisfacente. 

Oppo Find X3 Pro

(Image credit: Future)

Durante i test, abbiamo riscontrato che lo smartphone dura un giorno con un uso medio; solo con un uso intenso (gaming e registrazioni video 4K) non durava più di 12 ore. Pochi smartphone possono accompagnare l’utente per due giorni con una sola carica, dopotutto. 

La ricarica rapida da 65 W è la più veloce tra gli smartphone consumer: impiega solo 40 minuti per portare la percentuale di carica da 0 a 100.

Abbiamo apprezzato anche la modalità di ricarica intelligente, che modifica la velocità di ricarica per portare la batteria al 100% quando l’utente si sveglia; ciò aumenta la longevità della batteria.

A differenza del predecessore, Find X3 Pro supporta la ricarica wireless da 30 W, che tra l’altro è più veloce di quella cablata di alcuni rivali; supporta anche la ricarica wireless inversa.

Vale la pena acquistare Oppo Find X3 Pro?

Oppo Find X3 Pro

(Image credit: Future)

Compratelo se...

Ve lo potete permettere

Oppo Find X3 Pro è un ottimo smartphone, ma costa parecchio. Se i 1.149 euro richiesti non vi spaventano, ve lo consigliamo.

Amate personalizzare l’interfaccia utente

Se vi piace modificare ogni piccolo dettaglio e impostazione della skin Android, Oppo Find X3 Pro fa al caso vostro.

Volete un display all’avanguardia

Grazie alla sua ampia gamma di colori e al sistema di gestione del colore, il display di Find X3 Pro è idoneo all’uso professionale. i professionisti rimarranno sorpresi dalla qualità del pannello.

Non compratelo se...

Usate spesso il teleobiettivo

Find X3 Pro è un top di gamma incredibile, tuttavia ha un teleobiettivo peggiore di quello del predecessore.

Trovate Find X2 Pro in offerta

Oppo Find X3 Pro non ha nulla da invidiare ai pesi massimi del settore, ma la mancanza di un teleobiettivo avanzato e il suo design unico potrebbe infastidire i clienti. Se trovate X2 Pro in offerta, potrebbe valere la pena acquistarlo.

Non siete fotografi

Se scattare foto con lo smartphone non è di vostro interesse, dimenticate Find X3 Pro: il comparto fotografico del dispositivo è il suo fiore all’occhiello e non ha senso pagare tutti quei soldi per lo Snapdragon 888 e il display.