Skip to main content

iPhone 14 non poteva arrivare in un momento peggiore

An iPhone SE 2022 in red, resting on foliage
(Image credit: Future)

Il 2022 si prospetta un anno molto interessante per i fan Apple: non solo iOS 16 rappresenta una rivoluzione, ma anche il prossimo iPhone 14 si prospetta come un grande salto in avanti rispetto agli iPhone precedenti.

Basandoci sui leak degli ultimi mesi, ci aspettiamo fotocamere migliorate, batterie più potenti, display always-on, l'abbandono del notch e molto altro. Insomma, iPhone 14, iPhone 14 Max, iPhone 14 Pro e iPhone 14 Pro Max potrebbero rappresentare un miglioramento sostanziale che non vedevamo dall'uscita della serie iPhone X.

Certo, tutto molto bello, abbiamo passato troppi anni insoddisfatti dai piccoli aggiornamenti portati dalle serie di iPhone che si sono succedute, ma il 2022 è davvero l'anno peggiore in cui poteva capitare.

Gran telefono, grandi costi

iPhone 14 sarà un grande aggiornamento, ma probabilmente sarà anche l'iPhone più costoso.

iPhone 13 mini è lo smartphone più economico della serie iPhone 13, ma non sembra che quest'anno ci sarà un successore. Secondo le indiscrezioni, al suo posto Apple presenterà l'inedito (e più costoso) iPhone 14 Max. Cattive notizie, quindi, per chi ha un budget più ristretto.

Sembrerebbe inoltre che il prezzo degli iPhone Pro e Pro Max aumenterà a causa dei molti miglioramenti che riguardano fotocamere posteriori e frontali, oltre ai nuovi processori.

The iPhone 13 mini in someone's hand.

(Image credit: TechRadar)

In ogni caso Apple non ha abbandonato il segmento degli smartphone economici (se così vogliamo chiamarlo). Quest'anno infatti è uscito il nuovo iPhone SE (2022), anche se naturalmente con il suo prezzo di partenza di 529€ definirlo uno smartphone di fascia bassa suona come una presa in giro. Considerando il suo design ormai superato, conviene scegliere uno smartphone Android: se ne trovano alla metà del prezzo di iPhone SE e sono dotati di specifiche superiori.

Un brutto momento per le grosse spese

Come tutti sappiamo, in molti Paesi è periodo di crisi: il costo della vita è aumentato esponenzialmente, e il divario tra salari e spese cresce sempre di più.

In un periodo storico simile, i gadget tecnologici costosi diventano meno appetibili, in quanto i potenziali utenti preferiscono spendere il proprio denaro altrove.

Gli iPhone sono smartphone costosi. Per gli hater sono sopravvalutati ed eccessivi, mentre per i fan il prezzo è congruo all'offerta, ma ciò non toglie che siano tra i telefoni più costosi in circolazione. Non esattamente una priorità per chi fa fatica ad arrivare a fine mese.

Insomma, discontinuare l'iPhone mini e aumentare il prezzo di Pro e Pro Max potrebbe rivelarsi una mossa poco intelligente in un contesto simile, in cui chi deve cambiare telefono preferisce sceglierne uno dal buon rapporto qualità-prezzo.

C'è da dire che Apple ha abbastanza capitale da riuscire a sopportare un calo dei profitti per uno o due anni. Non dimentichiamo che secondo le indiscrezioni l'azienda di Cupertino starebbe lavorando ad altri dispositivi costosi e non essenziali come gli occhiali VR e un'auto, quando in molti non si possono neanche permettere di prendere la patente.

Se Apple decidesse di diminuire i prezzi dei nuovi iPhone anche di soli 100€ rispetto al prezzo di lancio di iPhone 13, la fetta di utenti interessati indubbiamente crescerebbe. Naturalmente questa è un'utopia, ma speriamo che Apple stia valutando qualche strategia per evitare che il più grande aggiornamento iPhone degli ultimi anni si riveli un flop.

Senior Content Editor and Copywriter adept in managing content creation and publication at TechRadar Italia.

With contributions from