Skip to main content

Huawei Mate 30 Pro e Mate 30 ufficiali

In questa seconda pagina abbiamo raccolto tutti i leak e le indiscrezioni che si erano accumulati prima della presentazione dello Huawei Mate 30 Pro. Se andate avanti con la lettura, scoprirete che in molti casi ci avevano azzeccato. 

Certo, c'è incertezza attorno al futuro dei dispositivi Huawei negli Stati Uniti e nel resto del mondo, nonostante una proroga di 90 giorni concessa recentemente dal governo USA. Nonostante le ultime novità su questo fronte, comunque, Mate 30 Pro potrebbe essere uno smartphone da tenere in considerazione. 

Se Huawei P30 Pro e Huawei P30 da un lato hanno pieno accesso ad Android e alle app Google (per ora), il Mate 30 Pro potrebbe fare il suo ingresso sul mercato con a bordo Harmony, il sistema operativo di Huawei.  

Indiscrezione più recente: Secondo le ultime voci di corridoio, Huawei Mate 30 e Mate 30 Pro potrebbero essere i primi con a bordo la ricarica wireless più veloce sul mercato.

Ormai sappiamo molto del Mate 30 Pro, la macchina dei rumors è ormai in marcia e in questo articolo abbiamo raccolto tutto ciò che sappiamo finora. Lo aggiorneremo mano a mano che emergono nuove informazioni. 

Quando verrà presentato, il nuovo top di gamma riuscirà a conquistarsi un posto nella classifica dei migliori smartphone Android? Vedremo. 

Comunque, in questo periodo non verrà presentato solo Huawei Mate 30 Pro. Infatti a settembre sarà il turno anche di iPhone 11 e poi, probabilmente ad ottobre, sarà la volta di di Google Pixel 4

Abbiamo anche compilato una lista delle cose che ci piacerebbe vedere nello Huawei Mate 30 Pro, e di cui potrebbe aver bisogno per competere con prodotti come il Samsung Galaxy S10 o il Galaxy Note 10

In poche parole 

  • Che cos’è? L’erede del Mate 20 Pro
  • Quando esce? Il 19 settembre 2019
  • Quanto costerà? Probabilmente quanto gli altri top di gamma  

Huawei Mate 30 Pro, data di uscita e prezzo 

Inizialmente, ci aspettavamo che Huawei presentasse Mate 30 e Mate 30 Pro ad ottobre, visto che l'azienda cinese, in passato, aveva presentato sia Huawei Mate 20 che Huawei Mate 10 ad ottobre. 

Adesso Huawei ha fatto sapere che la nuova gamma di smartphone sarà presentata il 19 settembre. Si tratta di una data che coincide con quanto sostenuto dal sito russo High-tech Mail, che citava un'intervista con il Consumer Business Software President di Huawei.

Huawei non ha ancora detto quando i dispositivi saranno in vendita nel resto del mondo, ma per il momento segnate sul calendario la data del 19 settembre, se siete curiosi di scoprire tutto su Mate 30 e Mate 30 Pro. 

Il Mate 30 Pro sarà probabilmente presentato a ottobre. Immagine: TechRadar 

Il Mate 30 Pro sarà probabilmente presentato a ottobre. Immagine: TechRadar 

Non si è detto nulla nemmeno sui prezzi, ma lo Huawei Mate 20 Pro costava 1099 € al lancio (è ancora il prezzo di listino), quindi ci aspettiamo che il Mate 30 Pro costi almeno la stessa cifra.  

Huawei Mate 30 Pro, notizie e rumors  

La principale indiscrezione su Huawei Mate 30 Pro, finora, proviene da un brevetto Huawei che mostra una custodia con spazio per più ottiche fotografiche.  

L’immagine sotto fa almeno sospettare la presenza di cinque lenti posteriori, più delle tre presenti sul Mate 20 Pro e le quattro sul P30 Pro. 

Naturalmente i brevetti non diventano sempre prodotti finiti, e anche se dovesse accadere non è detto che sia con lo Huawei Mate 30 Pro. Avrebbe comunque senso per Huawei aumentare il numero di fotocamere sui suoi top di gamma, considerando che i concorrenti stanno facendo la stessa cosa. 

Questo brevetto potrebbe indicare che ci saranno più fotocamere sul Mate 30 Pro. Immagine: Mobielkopen 

Questo brevetto potrebbe indicare che ci saranno più fotocamere sul Mate 30 Pro. Immagine: Mobielkopen 

Abbiamo sentito dire anche che la famiglia Mate 30 potrebbe supportare il 5G, ma l’unica certezza è che l’azienda lo sta “prendendo in considerazione”. 

Al momento il migliore processore di Huawei è il Kirin 980, che ha debuttato sui Mate 20. Basandosi sulla nomenclatura precedente, possiamo ipotizzare che il prossimo SoC sarà il Kirin 990. 

Secondo l'ultima indiscrezione, Mate 30 e Mate 30 Pro potrebbero avere ricarica wirelessa 25 W, il che significa che la ricarica sarà velocissima quando si useranno i pad per la ricarica wireless. 

Il Mate 30 Pro, probabilmente, avrà almeno quattro fotocamere posteriori come lo Huawei P30 Pro. E potrebbe essere simile anche nel design, compreso un piccolo notch e cornici appena visibili. 

Detto questo, diverse indiscrezioni hanno mostrato un design con un notch più ampio e uno schermo più curvo. Le curve di cui parliamo, si possono vedere di seguito. 

Un'altra indiscrezione più vecchia, invece, ci aveva mostrato una serie di render che si dice mostrino il dispositivo.

Il blocco, dalle dimensioni generose, che ospita le fotocamere posteriori coincide con quanto visto nel brevetto trapelato che vi abbiamo mostrato sopra e pare che ci saranno almeno quattro fotocamere. 

Sul lato anteriore, questa indiscrezione suggerisce che il dispositivo avrà una doppia fotocamera frontale, inserita in un foro, un po' come abbiamo visto sul Samsung Galaxy S10 Plus.

Leak Huawei Mate 30 Pro

Sarà questo l'aspetto dello Huawei Mate 30 Pro? (Immagine: IT Home) (Image credit: IT Home)

Questi grossi quadranti sul retro per ospitare le fotocamere stanno diventando una scelta di design sempre più diffusa per gli smartphone previsti per la seconda metà del 2019. Infatti, a quanto sembra, sia Google Pixel 4 sia iPhone 11 hanno optato per una soluzione di questo tipo. 

Sono però arrivate altre indiscrezioni che parlano di un aspetto diverso delle fotocamere posteriori. Per esempio il blocco contenente le fotocamere potrebbe essere circolare e gli obiettivi potrebbero essere disposti ad X. Un design senz'altro futuristico, ma il blocco di sembra davvero troppo largo e potrebbe essere davvero fastidioso

Questo blocco circolare è emerso in un'altra indiscrezione ancora (che potete vedere sotto), anche se questa volta manca la configurazione a X e, stranamente, stando alle immagini, pare ci siano solo tre obiettivi. In queste immagini vediamo anche il notch (piuttosto largo) e sembra che ci sia il jack per le cuffie a bordo del Mate 30 versione base, ma non su Mate 30 Pro. 

Oltre al design delle fotocamere, è trapelato qualcosina anche sulle caratteristiche del comparto fotografico, dato che Huawei ha registrato come marchio i termini "Cine Lens" e "Camera Matrix".

Riteniamo che "Cine Lens" possa essere un'ottica con caratteristiche specifiche per la registrazione dei video, ma "Camera Matrix" è un termine misterioso, potrebbe riferirsi a tante cose. 

Un'altra indiscrezione ha suggeriore che almeno uno dei due dispositivi avrà quattro fotocamere. Più in particolare si tratterebbe di due obiettivi da 40 MP, un obiettivo da 8 MO e un sensore per la profondità Time of Flight (ToF). 

Per quanto riguarda Huawei Mate 30 Pro, alcune immagini trapelate del display mostrano che ci sarà spazio per diverse fotocamere, c'è spazio per più di due obiettivi, quindi è possibile che il dispositivo abbia un sistema di sblocco con riconoscimento facciale simile a quello di Apple.

Cosa vorremmo vedere 

Huawei Mate 30 Pro con tutta probabilità sarà uno smarphone potente e dalle ottime caratteristiche, ma per prendersi veramente la scena, a nostro avviso, potrebbe seguire i consigli che trovate di seguito. 

1. AI migliorata per la fotocamera 

La fotocamera del Mate 30 Pro è molto buona, ma nel nostro test abbiamo notato che gli scatti fatti con l’ultragrandangolo mostrano delle distorsioni ai bordi. 

Abbiamo notato anche che la funzione HDR non è alla pari con i suoi concorrenti migliori, come il Google Pixel 3 e l’iPhone XS. Queste sono due cose che vorremmo fossero migliorate sullo Huawei Mate 30 Pro.  

2. Più fotocamere

Tre è buono, di più è meglio. Immagine: TechRadar 

Tre è buono, di più è meglio. Immagine: TechRadar 

A proposito di fotocamera, vorremmo più ottiche. Le tre posteriori sono un buon punto di partenza, ma ci sono concorrenti come il Nokia 9 che arrivano fino a cinque, e alcune voci suggeriscono che il Mate 30 Pro potrebbe avere più fotocamere. 

Ci piacerebbe una seconda ottica anche frontalmente, soprattutto se la si potrà usare per un riconoscimento facciale ai livelli di quello Apple. 

3. Niente notch

Lo Huawei Mate 20 Pro è esteticamente ben riuscito, ma nel 2019 il notch comincia a essere un elemento troppo datato, visto che è ormai concreta la tendenza a eliminarlo. 

Ciò che vorremmo davvero per il Mate 30 Pro è un autentico design a tutto schermo, con sensori e fotocamere in qualche modo resi invisibili all’interno dello schermo. Forse non sarà possibile, ma spesso Huawei è spesso tra i primi a usare una nuova tecnologia, quindi non si sa mai. 

4. Interfaccia rinnovata 

Gli smartphone Huawei usano l’interfaccia EMUI, che non ha particolari difetti ma di certo non è perfetta. Gradiremmo senz’altro un passo verso la semplificazione, magari un avvicinamento all’interfaccia pulita di Android One - che tra l’altro aiuterebbe a garantire aggiornamenti più tempestivi. 

5. Scanner per le impronte migliorato

Il sensore Mate 20 Pro si può migliorare: TechRadar

Il sensore Mate 20 Pro si può migliorare: TechRadar

Lo Huawei Mate 20 Pro ha il sensore di impronte digitali sotto lo schermo, ed è stato tra i primi modelli ad averlo. È una bella cosa, ma nel caso dei Mate 20 Pro non è (per niente) perfetto. 

L’area utilizzabile per poggiare il dito è molto piccola e può risultare difficile da usare senza prima attivare lo schermo. E anche nel leggere le impronte lascia un po’ a desiderare.

Difetti perdonabili visto che è la prima generazione di una nuova tecnologia, ma con il Mate 30 Pro speriamo proprio di vederne una versione migliore. 

6. Presa cuffie da 3.5mm 

Come molti smartphone, anche il Mate 20 Pro è privo di jack da 3,5 mm. Ma continuiamo a pensare che non sia ancora il momento per abbandonare un buon paio di cuffie con il cavo.

Ci sono molte cose che si possono dire a difesa delle cuffie senza fili, e sicuramente uno smartphone senza la presa offre più libertà e spazio agli sviluppatori. 

Molti di noi però hanno delle ottime (e costose) cuffie con il cavo, e non sono pronti ad abbandonarle. Altri non vogliono la seccatura di caricare anche le cuffie, e altri non vogliono compromessi sulla qualità audio. 

7. Qualcosa di nuovo 

La maggior parte delle cose che abbiamo elencato sono perfezionamenti del Mate 20 Pro. Ma ciò che vogliamo davvero sul Mate 30 Pro è qualcosa di completamente nuovo ed eccitante. 

Qualcosa di futuristico magari, o magari un’idea di design coraggiosa e mai vista prima. Lasciamo a Huawei l’imbarazzo della scelta, ma considerando la presenza del Galaxy S10 e l’arrivo di iPhone 11, sarà meglio che sia qualcosa di totalmente impressionante.