Skip to main content

Con un iPhone 14 satellitare, Apple potrebbe prevalere su tutti

iPhone 14 Pro Max
(Immagine:: gizmochina.com)
  • Di che si tratta? Apple potrebbe essere pronta ad abbracciare la comunicazione satellitare
  • Perché è importante? Potrebbe essere un grosso vantaggio competitivo per l'azienda

Già da tempo si parla di tecnologia satellitare sia per smartphone che smartwatch. Di recente, poi, T-Mobile e Starlink hanno avviato una partnership per portare la connettività via satellite agli smartphone 5G di T-Mobile. Infine, alcune recenti indiscrezioni suggeriscono che Apple voglia inserire alcune funzionalità satellitari nella serie iPhone 14, il cui lancio è previsto per il 7 settembre. E le nuove funzionalità di questa piattaforma di comunicazione potrebbero estendersi addirittura all'Apple Watch 8, come suggerito da alcune voci.

Qual è la situazione, dunque?

Probabilmente la spinta arriva dalla situazione mondiale, tra guerre, catastrofi naturali e violenza: in situazioni come queste, ci si augura sempre di poter chiedere aiuto il prima possibile. Ma se un disastro colpisce l'infrastruttura, interrompendo corrente, segnale telefonico e cellulare (4G, LTE e 5G), il rischio di rimanere isolati al 100% è altissimo.

Ciò che rimarrebbe disponibile, però, è la tecnologia satellitare e, se fosse possibile usarla per contattare i soccorsi, allora si potrebbero salvare delle vite.

Di solito, occorre un telefono satellitare dedicato per usare questi sistemi orbitali. Ecco perché il piano di Starlink e T-Mobile è così interessante.

Certo, ma poi arriva Apple...

Apple è già avanti?

Secondo il noto analista Apple Ming-Chi Kuo, lo scenario appena descritto è proprio il motivo per cui Apple starebbe integrando i servizi satellitari sul prossimo iPhone 14. In un nuovo post sul suo blog, la definisce "un funzione smartphone irrinunciabile".

Mentre il piano T-Mobile/Starlink richiederà almeno un anno prima di essere operativo, iPhone 14 dovrebbe arrivare questo mese. Secondo Kuo, Apple avrebbe già completato i test hardware per la funzione.

Se l'incredibile velocità promessa da un possibile iPhone 14 satellitare può lasciare a bocca aperta, Kuo non sembra più sorpreso di tanto, sottolineando che Apple è al lavoro sul concept già dall'iPhone 13.

Il fatto, poi, che Apple sembri avanti nella gara agli smartphone satellitari, non toglie che l'azienda stia affrontando le stesse problematiche che interessano T-Mobile e Starlink, forse anche di più.

Mentre le due aziende hanno siglato un accordo per cui l'hardware per smartphone standard verrà associato a una rete satellitare già operativa e in espansione, Apple si potrebbe trovare nella posizione di dover trovare un'azienda con cui lavorare da questo punto di vista. Probabilmente, poi, queste nuove funzionalità, potrebbero essere inserite solo nei modelli più grandi, ovvero iPhone 14 Pro Max e iPhone 14 Max, o addirittura solo sul primo della coppia.

D'altro canto, gli attuali satelliti di Starlink non sono ancora compatibili con gli smartphone 5G. Occorre nuovo hardware, dunque non stupisce una possibile attesa al 2023 o oltre.

Come sostenuto da Kue e altri analisti come Mark Gurman di Bloomberg, Apple è comunque molto interessata alla tecnologia dei satelliti e, nel momento in cui troverà un partner disposto a collaborare (Kuo indica Globalstar), potremmo già vedere in circolazione un iPhone 14 compatibile con questa piattaforma di comunicazione.

Restate sintonizzati su TechRadar per tutte le informazioni che arriveranno su iPhone 14 in occasione dell'evento di lancio.

Marco Doria
Senior editor

Senior Editor and Professional Translator. Boardgaming enthusiast, Tech-lover.

Con il supporto di