Skip to main content

Call of Duty Warzone: nuovo aggiornamento di sicurezza, ecco cosa cambia

Call of Duty: Warzone
(Image credit: Infinity Ward)

Call of Duty: Warzone sta combattendo chi bara con una nuova misura di sicurezza che, si spera, renderà la vita più difficile per coloro che rovinano il divertimento agli altri giocatori. 

L’aggiornamento è dedicato alla versione PC (dove i trucchi tendono a essere più numerosi rispetto alla versione per console), e lo sviluppatore Infinity Ward ha implementato un'autenticazione a due fattori obbligatoria per coloro che utilizzano il client Warzone gratuito.

Stranamente, l’autenticazione a due fattori non è richiesta per coloro che accedono a Warzone tramite Call of Duty: Modern Warfare, ovvero coloro che hanno acquistato il gioco. Questo indica che Warzone forse continuerà a presentare delle vulnerabilità. 

PUBG, un altro gioco che però è a pagamento, è pieno di imbroglioni: questo sembra suggerire che anche se paganti i giocatori troveranno ancora un modo per infrangere le regole. 

Tuttavia, la notizia che gli imbroglioni dovranno superare più sistemi di sicurezza prima di riuscire a rovinare il divertimento ad altri giocatori è positiva. Abbiamo scoperto di recente che i giocatori sospetti di Call of Duty: Warzone saranno inoltre costretti a giocare l'uno contro l'altro, e che le misure di segnalazione in-game miglioreranno notevolmente.

Infinity Ward ha annunciato le nuove misure di sicurezza in un tweet, che potete vedere di seguito.

Sembra che la tendenza a barare sia in aumento, poiché anche l'imminente sparatutto competitivo in prima persona di Riot Games, Valorant, è già stato colpito dall’attacco di diversi hacker, nonostante il gioco sia una beta chiusa.  

Lo spirito giusto

Call of Duty: Warzone ha attirato oltre 60 milioni di giocatori ed è destinato a essere supportato per numerosi anni. Al momento non vi è alcun segnale di rallentamento, dal momento che vengono rilasciati aggiornamenti e miglioramenti ogni settimana.