Skip to main content

AMD, dopo Intel l’obiettivo è Nvidia: il team rosso vuole vincere nelle GPU di fascia alta

(Image credit: Future)

AMD vuole dominare nel settore dei 4K per i videogiochi e costruire una line-up di GPU Radeon per affrontare Nvidia in modo simile a come l'azienda ha battuto con i propri processori Ryzen la rivale Intel (almeno nelle CPU desktop).

Come riportato da PCGamesN, questo sarebbe l'obiettivo di AMD, secondo Mithun Chandrasekhar, che è a capo della gestione dei prodotti di Radeon Graphics.

Facendo il punto sulla RX 5600 XT appena lanciata, Chandrasekhar ha osservato che AMD sta attualmente affrontando il mercato mainstream, ma vorrebbe scendere in campo nel settore delle GPU di fascia alta con la tanto discussa scheda grafica Big Navi.

Chandrasekhar ha dichiarato: “Con la serie Radeon 5000 oggi copriamo essenzialmente il 90% del totale dei giocatori PC. E quindi questo è il motivo per cui non abbiamo considerato il 4K fino ad ora, perché la stragrande maggioranza dei videogiocatori usa le risoluzioni 1440p e 1080p".

"Ciò non significa che una GPU capace di gestire il 4K non arriverà ma ora vogliamo concentrarci sulle principali esigenze della maggioranza dei giocatori".

Il capo della divisione di prodotti di Radeon Graphics ha poi aggiunto: “Come è successo con i processori Ryzen, abbiamo bisogno di una rinascita anche nell’ecosistema delle GPU Radeon. Quindi, andiamo verso il 4K e oltre? Assolutamente, potete contare su quello. Ma è tutto ciò che posso dire per adesso."

AMD sta certamente alimentando tanto hype intorno a Big Navi negli ultimi tempi, con il CEO Lisa Su che ha confermato che la scheda grafica di fascia alta uscirà nel corso dell’anno e in precedenza al CES aveva dichiarato che questa GPU sarà un prodotto ”molto importante” per AMD.

Questo tipo di dichiarazioni provenienti da alti dirigenti interni all’azienda potrebbero facilmente essere prese come un segnale che AMD sta facendo sul serio per prepararsi alla battaglia delle GPU.

Essere all'altezza dell’hype

L’interrogativo è, naturalmente, se le voci positive su Big Navi potranno risultare vere nella realtà dei fatti.

Se si crede alle ultime indiscrezioni, la scheda grafica high-end in arrivo da AMD potrebbe essere un mostro da 80 CU (unità di calcolo) e costruita sull'architettura RDNA2 di nuova generazione probabilmente con alcuni miglioramenti delle prestazioni.

Le precedenti speculazioni hanno sostenuto anche che Big Navi potrebbe essere il 30% più veloce della potente RTX 2080 Ti di Nvidia (anche se non è chiaro se la GPU evidenziata in quest'ultima voce di corridoio sia o meno il prodotto di fascia alta in arrivo da AMD. Ci sono diverse ipotesi sul fatto che possa trattarsi di qualcos’altro).

Indipendentemente dal gioco di indovinelli su come l'hardware reale potrebbe presentarsi, una delle considerazioni chiave per AMD è il tempismo. È davvero fondamentale che Big Navi emerga subito piuttosto che in un secondo momento considerata la velocità con cui Nvidia potrebbe muoversi con le sue GPU di prossima generazione: AMD potrebbe finire infatti per affrontare una RTX 3080 (o qualunque scheda equivalente), piuttosto che le attuali soluzioni Turing.

E questo sarà ovviamente un livello molto diverso di concorrenza per Big Navi, in particolare se le speculazioni sull'accelerazione hardware in arrivo per il ray tracing nella GPU AMD di fascia alta sono corrette, perché si dice che Nvidia potrebbe davvero migliorare le prestazioni di questa tipologia di effetti nelle schede di prossima generazione (forse fino al 50%).

Quindi, mentre il tempismo è ovviamente importante nel lancio di Big Navi, il fattore determinante sarà il prezzo. Questo è un aspetto fondamentale che andrà a decidere se ci sarà uno sconvolgimento con la diffusione del 4K nei videogiochi nel momento in cui quest’ultima potrà diventare accessibile in termini di spesa a un maggior numero di utenti.

Chissà, possiamo incrociare le dita e di conseguenza Nvidia sarà costretta ad essere più competitiva con i prezzi dei suoi prodotti di fascia alta.