iOS 18: tutto quello che sappiamo finora

Three iPhones on an orange background
(Immagine:: Future)

Da quello che abbiamo sentito finora, iOS 18 potrebbe essere l'aggiornamento software più grande della storiadell'iPhone, con le prime fughe di notizie che parlano di "nuove funzionalità e cambiamenti di design importanti", oltre a un occhio di riguardo per l'intelligenza artificiale.

Dato che abbiamo descritto iOS 17 come "uno dei migliori aggiornamenti di iOS degli ultimi anni", l'idea che iOS 18 possa essere un aggiornamento ancora più sostanziale è sicuramente allettante.

Detto questo, non sappiamo ancora molto su iOS 18, quindi non è chiaro cosa offrirà esattamente. Di seguito troverete tutte le informazioni a nostra conoscenza, insieme alle notizie sulla possibile data di rilascio e sugli iPhone che ci aspettiamo saranno supportati.

iOS 18 in breve

  • Cos'è? Il prossimo grande aggiornamento iOS
  • Quando esce? Probabilmente a settembre 2024
  • Quanto costa? Sarà un aggiornamento gratuito

iOS 18: data di uscita

The rainbow Apple WWDC 2023 logo

Ci aspettiamo di vedere la presentazione di iOS 18 alla prossima WWDC (Image credit: Apple)

Basandoci sulla usuale tabella di marcia Apple, iOS 18 sarà quasi certamente lanciato a metà settembre 2024, dato che ogni versione principale di iOS, da iOS 6 in poi, ha iniziato a essere distribuita tra il 13 e il 20 settembre dell'anno di uscita. Questo lancio coinciderà probabilmente con il lancio della linea iPhone 16 e dell'Apple Watch 10.

Tuttavia, non dovrete aspettare fino a settembre per vedere in anteprima alcune delle funzioni di iOS 18, o anche solo per provarlo, perché Apple di solito annuncia le nuove versioni di iOS alla WWDC, che si tiene generalmente all'inizio di giugno. 

In occasione della WWDC 2024 potremo dare una prima occhiata a molte delle funzioni chiave e poco dopo Apple rilascerà le anteprime per gli sviluppatori, seguite dalle beta pubbliche. Quindi, se non vi dispiace l'idea di incappare in qualche bug, probabilmente potrete provare una versione non ancora ultimata di iOS 18 molto prima di settembre.

iOS 18: iPhone compatibili

iPhone 11 review

Potrebbe servirvi almeno un iPhone 11 per usare iOS 18 (Image credit: TechRadar)

Non sappiamo ancora quali iPhone supporteranno iOS 18, ma come riferimento, iOS 17 funziona su tutti gli iPhone a partire da iPhone XR e iPhone XS. Apple nel 2023 ha abbandonato il supporto per l'iPhone 8, l'iPhone 8 Plus e l'iPhone X, tutti arrivati nello stesso anno (2017).

È quindi probabile che con iOS 18 Apple abbandoni il supporto per gli iPhone rilasciati nel 2018, ovvero iPhone XR, iPhone XS e iPhone XS Max. Ciò significa che per utilizzare iOS 18 è necessario un iPhone 11 o più recente. Questo è lo scenario più probabile in base a quanto è successo negli anni passati, ma per ora si tratta solo di speculazioni.

iOS 18: novità e indiscrezioni

Non ci sono ancora molte fughe di notizie su iOS 18, ma una cosa che abbiamo sentito è che Apple sta spendendo molto per i server e le funzioni AI e che i primi frutti di questi sforzi saranno pronti verso la fine del 2024.

Apple GPT, il presunto rivale di ChatGPT, sembra essere in fase di lavorazione interna e potrebbe contribuire a reinventare Siri e AppleCare. Oltre a un chatbot AI, Apple starebbe lavorando anche a un'intelligenza artificiale per la generazione di immagini ed entrambe queste funzioni AI potrebbero essere inserite in Siri, per migliorare il sempre più deludente assistente vocale di Apple.

Allo stesso modo, abbiamo sentito che il nuovo Siri potrebbe essere presentato già alla WWDC 2024, data in cui ci aspettiamo di dare la prima occhiata ufficiale a iOS 18. Secondo quanto riferito, però, potrebbe funzionare solo con l'iPhone 16 e successivi, il che suggerisce che questa funzione potrebbe richiedere un hardware dedicato.

Apple iOS 17 new Siri results for Maps

Siri potrebbe migliorare con iOS 18 (Image credit: Future / Philip Berne)

Non sappiamo molto su come Siri potrebbe migliorare, ma un esempio fornito è che potrebbe sostituire l'app Comandi rapidi, diventando un mezzo semplice per completare compiti complessi. Ad esempio, si potrebbe chiedere a Siri di creare una GIF dalle ultime cinque foto scattate e di inviarle a un contatto, il tutto con un semplice comando vocale.

Mark Gurman di Bloomberg ha affermato che Apple ha descritto internamente iOS 18 come un aggiornamento importante, definendolo "ambizioso e convincente" con "nuove funzionalità e cambiamenti di design importanti".

La stessa fonte ha dichiarato che il design visivo di iOS 18 potrebbe essere notevolmente migliorato. Nel 2024 potremmo aspettarci qualche nuovo tocco estetico, oltre a tutto il resto.

Tuttavia, secondo quanto riferito, Apple avrebbe anche congelato lo sviluppo di iOS 18 a novembre, al fine di eliminare i difetti. Si tratta di un evento raro, che potrebbe suggerire che alcune delle funzionalità previste si stiano rivelando problematiche. Questo potrebbe a sua volta significare che alcune funzioni sono state ritardate o cancellate, ma questo è ancora da vedere.

A gennaio 2024 Gurman ha ribadito che iOS 18 potrebbe essere uno degli aggiornamenti software più importanti nella storia dell'iPhone, se non addirittura il più grande in assoluto.

iOS 18: cosa ci aspettiamo

Ecco cosa ci aspettiamo da iOS 18 e le novitò che speriamo di vedere.

1. Novità disponibili in tutto il mondo

iOS 17 Live Voicemail options

Alcune funzioni iOS non si possono usare ovunque (Image credit: Future / Philip Berne)

Una delle caratteristiche principali di iOS 17 è la funzione Live Voicemail, che però è disponibile solo negli Stati Uniti e in Canada, rendendo iOS 17 e, di conseguenza, l'iPhone 15 più carente al di fuori degli Stati Uniti e del Canada.

È una situazione spiacevole e, sebbene Google sia probabilmente ancora più colpevole di aver limitato molte funzioni dei Pixel agli Stati Uniti, Apple potrebbe comunque fare molto meglio.

Per questo motivo, per iOS 18 speriamo che tutte le funzioni siano disponibili a livello globale e, se proprio non è possibile, vogliamo che Apple sia più trasparente al riguardo.

2. Compatibilità con Android

Un'altra abitudine di Apple che non ci piace è quella di escludere Android da funzioni come iMessage e SharePlay. Questo è un peccato, ma in qualche modo comprensibile. Tuttavia, diventa meno comprensibile quando queste funzioni riguardano la sicurezza, come nel caso di Check In.

Questa funzione di iOS 17 è un modo automatico per far sapere ai propri cari che si è arrivati a casa sani e salvi o, al contrario, per far sapere loro che si potrebbe non essere al sicuro se non si è fatto il check-in e, in quest'ultimo caso, consentire a persone selezionate di vedere dove si trova il telefono.

Per funzionare, però, è necessario che sia il mittente che il destinatario abbiano iOS 17, il che significa che gli utenti Android non solo non possono utilizzare attivamente la funzione (è comprensibile), ma non possono nemmeno ricevere notifiche di Check In da altri.

Quindi, con iOS 18, vorremmo che Apple aprisse la funzione agli utenti Android, in modo che anche se non possono automatizzare i propri check-in, possano ricevere questi messaggi e avvisi automatici da amici e familiari che utilizzano iOS.

3. Intelligenza artificiale per Siri

iPhone in StandBy mode on side table

(Image credit: Apple)

Le indiscrezioni suggeriscono che Apple abbia intenzione di inserire pesantemente l'intelligenza artificiale in iOS 18, ed è probabile che Siri ne sia uno dei principali destinatari. Lo speriamo, perché ChatGPT fa sembrare Siri, nella sua forma attuale, incredibilmente datato. Soprattutto ora che ChatGPT Voice è disponibile gratuitamente su iOS.

Questi aggiornamenti di Siri potrebbero forse consentire una conversazione più naturale e fluida, oltre a permettere a Siri di svolgere compiti molto più complessi della semplice ricerca su Google o dell'accensione delle luci smart in casa.

4. Place the cursor in the middle of a word with a tap

Una funzione che vorremmo davvero che Apple prendesse in prestito da Android è la possibilità di toccare semplicemente il centro di una parola per posizionarvi il cursore, in modo da poter correggere facilmente i typo.

Attualmente, per raggiungere il centro di una parola è necessario tenere premuta la barra spaziatrice e scorrere il pollice sul punto giusto, il che funziona abbastanza bene ma è un metodo più lento. Non ci aspettiamo questa novità in iOS 18, ma sarebbe bello vederla.

5. Un'integrazione AI ben studiata

iPhone 15 Pro review back handheld angled camera

Funzioni AI per la fotocamera? Sì. grazie (Image credit: Future | Alex Walker-Todd)

Oltre a Siri, ci auguriamo che Apple inserisca l'intelligenza artificiale in altre parti di iOS 18, ma vogliamo che ciò avvenga in modo ponderato, piuttosto che con funzioni poco elaborate o fantasiose.

In particolare, vorremmo che la fotografia ricevesse un grande set di strumenti di intelligenza artificiale per aiutare a modificare le immagini. Pensiamo a strumenti come Gomma magica e Magic Editor di Google, che consentono di spostare o rimuovere elementi nelle foto. Sarebbe inoltre interessante che le foto e i video spaziali diventassero più accessibili, in modo da non essere pensati solo per i possessori di Apple Vision Pro.

Potrebbe interessarti anche

Giulia Di Venere

Giulia Di Venere è Editor Senior per TechRadar Italia e lavora con orgoglio al progetto da quando è nato.

Laureata in Lingue e Letterature Straniere all’Università Ca’ Foscari di Venezia, è una grande appassionata di cinema, libri, cucina e cinofilia.

Da sempre considera la scrittura lo strumento più efficace per comunicare, e scrivere per fare informazione, ogni giorno, è per lei motivo di grande soddisfazione.

Copre una grande varietà di tematiche, dagli smartphone ai gadget tecnologici per la casa, gestendo la pubblicazione dei contenuti editoriali e coordinando le attività della redazione.

Dalla personalità un po’ ambivalente, ama viaggiare tanto quanto passare il tempo libero nella tranquillità della propria casa, in compagnia del suo cane e di un buon libro.

Con il supporto di