Skip to main content

PS5 e Nintendo Switch non vogliono Xbox Game Pass

xbox game pass
(Image credit: Microsoft)

Xbox Game Pass, il servizio Microsoft che permette di usare una miriade di giochi a fronte di una spesa mensile, non sarà disponibile né su PS5 né su Nintendo Switch. A dirlo è il dirigente Microsoft Phil Spencer, responsabile della divisione Xbox. Negli ultimi mesi, invece, si era speculato parecchio sul possibile arrivo di Game Pass sulle piattaforme giapponesi. 

In un'intervista rilasciata a GamesRadar, Spencere ha spiegato che PS5 e Switch non avranno Game Pass nel futuro prossimo, il che potrebbe deludere qualcuno che magari ci sperava.

"Non abbiamo in programma di portarlo (Xbox Game Pass) su altre piattaforme chiuse, per ora, soprattutto perché quelle piattaforme chiuse non vogliono cose come Game Pass", ha detto Spencer. "Sino molte piattaforme aperte dove possiamo crescere: il Web, il PC e il mobile. Quindi ci concentreremo su quelle piattaforme". 

Insomma, a giudicare dalle parole di Spencer PS5 e Nintendo rientrano nella stessa categoria di iPhone: giardini recintati dove è troppo difficile, o troppo costoso, entrare. Sembra di capire però che se ne sia parlato, e che Nintendo e Sony non si siano dimostrate molto interessate. O almeno questo è quanto si può dedurre quando Spencer dice "non vogliono". 

Spencer ha aggiunto anche che comprende perché i concorrenti potrebbero essere riluttanti a integrare la piattaforma di Microsoft, e crede che questo prodotto potrebbe sbilanciare la loro offerta. Un'ipotesi del tutto ragionevole.

E si potrebbe aggiungere, volendo, che Game Pass potrebbe essere visto come un "cavallo di Troia" con cui Microsoft potrebbe entrare nelle case dei fan Sony e Nintendo. Un'ipotesi che, ovviamente, non piace alle due aziende in questione. 

"Posso capire che non vogliono il terremoto di Game Pass, al momento", ha detto Spencer. "Alla fine, quando diciamo che tutti possano giocare su Xbox, in realtà ci riferiamo alla possibilità di portare l'esperienza sul dispositivo preferito dai giocatori. E siamo totalmente aperti alla discussione". 


Analisi: Microsoft vorrebbe, ma Sony e Nintendo diranno sempre no

Nintendo Switch OLED

(Image credit: Nintendo)

La cosa è abbastanza ovvia: Microsoft avrebbe solo da guadagnarci, se i possessori i Switch e PS5 potessero abbonarsi a Game Pass senza dover comprare una Xbox. Per Nintendo e Sony ci sarebbe un piccolo valore aggiunto: comprando una PS5 avrei anche la possibilità di giocare con il catalogo Microsoft, quindi la console mi risulterebbe più invitante.

D'altra parte, però, su Game Pass ci sono tanti giochi e la cosa potrebbe impattare negativamente sui giochi nuovi di Sony e Nintendo. Una parte rilevante del fatturato.  

Inoltre Sony ha il suo PS Now, che non può davvero competere con il servizio di Microsoft e finirebbe per esserne cannibalizzato, se Game Pass fosse accessibile su Playstation. Su Playstation Now, per dirne una, ci sono solo vecchi giochi e nessuno dei recenti titoli per PS5.

Nintendo, da parte sua, ha il servizio Nintendo Switch Online, il cui abbonamento permette di giocare a una selezione di vecchi titoli. È il meno interessante tra i concorrenti, ma costa molto meno e questo la rende in qualche modo competitivo.

Difficilmente, dunque, Sony e Nintendo decideranno di fare spazio e Game Pass sulle rispettive console. Spencer, tuttavia, sembra non aver scartato del tutto l'idea.