Skip to main content

macOS 10.15 Catalina, caratteristiche, funzioni, uscita

macOS Catalina
(Image credit: Apple)

MacOS Catalina è disponibile ed è possibile installarlo sul Mac, se avete un computer Apple compatibile. In questa pagina troverete tutte le informazioni più importanti sul nuovo sistema operativo dei Mac. 

MacOS Catalina è stato annunciato la prima volta alla conferenza WWDC 2019, occasione in cui Apple ha mostrato alcune delle novità del nuovo sistema operativo, compresa la possibilità di usare un iPad come secondo schermo.  

Oggi è possibile scaricare e installare MacOS Catalina. Si tratta di un aggiornamento importante, che include anche la nuova funzione "Project Catalyst," grazie a cui chi sviluppa app per iOS 13 o iPadOS può portare più facilmente il proprio lavoro anche su MacOS. Potenzialmente significa un maggior numero di applicazioni per Mac, ma bisognerà vedere quanti sviluppatori decideranno di sfruttare questa possibilità. 

Altre cose invece vengono rimosse con MacOS Catalina. Per esempio iTunes, il software multimediale che per quasi 20 anni è stato una presenza fissa. Al suo posto arrivano Apple Music, Apple Podcast ed Apple TV. I contenuti multimediali quindi non spariscono, naturalmente, ma saranno riorganizzati. 

Dritti al punto

  • Che cos'è? MacOS 10.15 Catalina, successore di MacOS 10.14 Mojave.
  • Quando esce? 7 ottbre 2019
  • Quanto costa? È gratuito per chiunque abbia un Mac compatibile

macos 10.15 Sidecar

(Image credit: Apple)

macOS Catalina data di uscita

MacOS Catalina è disponibile per tutti gli utenti Mac dal 7 ottobre 2019. Per alcuni tuttavia potrebbe essere una buona idea aspettare ancora un po', per dare il tempo ad Apple di correggere errori e imperfezioni, che possono sempre esserci con un nuovo sistema operativo. Quindi, se non avete proprio bisogno del nuovo software, aspettare qualche giorno magari è una buona idea.

Tornate spesso su questa pagina per scoprire tutte le novità su MacOS Catalina, dalle nuove funzioni agli errori. Se però non potete proprio aspettare, abbiamo una guida su come scaricare e installare MacOS Catalina sul vostro Mac

macOS Catalina compatibilità

Per installare MacOS Catalina avrete bisogno di un Mac compatibile. Se sul vostro computer già funziona macOS Mojave, allora funzionerà anche la nuova versione. A meno che in passato non abbiate già aggirato in qualche modo le restrizioni di Apple. 

Per sicurezza, comunque, di seguito trovate tutti i Mac compatibili con MacOS Catalina.

  • MacBook 12" (2015 e successivi)
  • MacBook Air (2012 e successivi)
  • MacBook Pro (2012 e successivi)
  • Mac mini (2012 e successivi)
  • iMac (2012 e successivi)
  • iMac Pro (2017)
  • Mac Pro (2013 e successivi)
Immagine 1 di 2

macOS Catalina

Apple Music su MacOS Catalina
(Image credit: Apple)
Immagine 2 di 2

macOS Catalina

Apple Podcasts
(Image credit: Apple)

Addio iTunes, benvenuti Apple Music, Podcasts, Books e TV

iTunes è andato in pensione, e dalle sue ceneri sono nate nuove app per MacOS: Apple Music, Apple TV, Apple Podcasts ed Apple Books. Sono versioni più avanzate e complete delle stesse app che troviamo su iOS.

Apple Music dà accesso alla libreria Apple e all'omonimo servizio di streaming. Si possono aggiungere anche i propri file personali, oppure usare l'app per copiare un vecchio CD. O uno nuovo, se siete tra i pochi che ancora li comprano. 

Apple TV è in sostanza il canale televisivo di Apple. Potete comprare o noleggiare oltre 100.000 tra film e serie TV. Molti contenuti sono disponibili in 4K HDR e Dolby Atmos.   Questa applicazione servirà anche per usare Apple TV+, quando sarà disponibile. 

Apple Podcasts, come si può intuire dal nome, permette di ascoltare podcast, iscriversi ai propri preferiti, e scaricarli per l'ascolto offline. Questa versione offre una migliore ricerca, che può trovare episodi cercando per presentatore, ospiti o persino argomento di dibattito. 

Infine, Apple Books serve per comprare libri e audiolibri, e ha un'interfaccia simile alle altre applicazioni. 

La collezione di musica e le playlist esistenti saranno trasferite automaticamente da iTunes alle nuove app, e anche eventuali crediti non ancora spesi. 

Quanto al negozio di contenuti, iTunes Store, in MacOS 10.15 vi si potrà accedere dalla barra laterale di Apple Music. Da qui potrete anche abbonarvi al servizio di streaming. La barra laterale si può nascondere per un'interfaccia più pulita. 

macOS 10.15. gestione iPhone

Finder per sincronizzare i dispositivi

(Image credit: Apple)

iTunes esce di scena, e Finder ne prende il posto per gestire iPhone o iPad collegati al Mac. Da qui potrete fare il backup del dispositivo. Secondo Apple, sarà più semplice trascinare file in entrambe le direzioni. 

macOS 10.15 Sidecar

Apple Sidecar su macOS Catalina. 

(Image credit: Apple)

MacOs Catalina Sidecar, l'iPad come secondo schermo

Questa è forse la novità più interessante in MacOS 10.15. Con il nuovo sistema operativo potrete collegare un iPad al Mac, con o senza cavo, e usarlo come secondo schermo. Molti utenti Mac hanno già un iPad, quindi con questo aggiornamento software guadagnano un secondo schermo gratuitamente, il che non è niente male. 

L'iPad inoltre non è un semplice schermo, e quindi il suo touchscreen potrebbe rivelarsi utile per i designer che potranno sfruttarlo come tavoletta grafica. Diverse app già supportano questa possibilità, come Final Cut Pro X, Adobe Illustrator e iWork.

Al momento non ci sono informazioni ufficiali riguardo a quali iPad saranno compatibili con Sidecar. Possiamo immaginare che saranno i modelli compatibili con iPadOS, che sarà reso pubblico tra poco. 

Stando ad Apple, le applicazioni seguenti sono già compatibili con Sidecar e permettono di usare la Apple Pencil quando l'iPad  è collegato come secondo schermo: 

  • Adobe: After Effects, Illustrator, Premiere Pro
  • Affinity Designer & Affinity Photo
  • Cinema 4D
  • CorelDRAW
  • DaVinci Resolve
  • Final Cut Pro & Motion
  • Maya
  • Painter
  • Principle
  • Sketch
  • Substance Designer & Painter
  • ZBrush

macOS 10.15 screen time

Screen Time per macOS ha la funzione "ancora un minuto"

(Image credit: Apple)

Screen Time arriva su macOS

Tra le novità di iOS 12 una delle più interessanti era Screen Time, un'applicazione che ci permette di sapere per quanto tempo usiamo l'iPhone o l'iPad, e con quali applicazioni. Questa capacità arriva anche su Mac grazie a MacOS Catalina, con una funzione inedita che si chiama One More Minute. Potrete usarla per avere un po' di tempo extra e, per esempio, salvare il lavoro o finire una chiamata. 

Le informazioni saranno sincronizzate tra i vostri vari dispositivi, quindi da ognuno dei vostri schermi potrete sapere quanto tempo avete usato il Mac o il dispositivo iOS, e per fare cose. La funzione include anche i controlli parentali, per gestire l'attività dei figli.

macOS 10.15 Project Catalyst

Twitter torna su macOS was con Project Catalyst.

(Image credit: Apple)

Project Catalyst

Grazie a Project Catalyst macOS 10.15 Catalina presto si arricchirà di moltissime nuove applicazioni, che arrivano direttamente da iOS e iPadOS. Alcune sono disponibili da subito, ma è nel futuro che questa potenzialità potrà esprimersi al massimo. 

Per gli sviluppatori sembra abbastanza semplice. Dovrebbe bastare infatti spuntare una casella nell'applicazione XCode per MacOS 10.15 Catalina, e creare in modo quasi automatico la versione per macOS delle app. L'applicazione di sviluppo si arricchisce a sua volta di molte nuove funzioni, che gli sviluppatori potranno sfruttare a proprio vantaggio. 

Immagine 1 di 4

macOS Catalina

macOS Catalina, nuova scrivania
(Image credit: Apple)
Immagine 2 di 4

macOS Catalina

La nuova app Photos per macOS Catalina.
(Image credit: Apple)
Immagine 3 di 4

macOS Catalina

Pagina iniziale di Safari in macOS Catalina
(Image credit: Apple)
Immagine 4 di 4

macOS Catalina

Nuovo aspetto di Notes in macOS Catalina
(Image credit: Apple)

macOS Catalina, altre novità

Safari. Il browser di Apple ha una nuova pagina iniziale che usa i suggerimenti di Siri per mettere in evidenza pagine e collegamenti utili. 

Mail ora permette di bloccare i messaggi da certi mittenti, silenziare delle conversazioni. Può anche cancellare le iscrizioni alle newsletter, o almeno proverà a farlo. 

Infine, i Promemoria hanno una nuova interfaccia grafica, che dovrebbe rendere più semplice la creazione di nuovi elementi, per non dimenticarsi mai nulla.

  • Il Black Friday e il Cyber Monday si stanno avvicinando. Se volete risparmiare vi consigliamo di leggere le nostre guide per conoscere tutti gli sconti e le offerte alle quali saranno soggetti i prodotti Apple.