Skip to main content

Recensione Apple Watch 6

Il nuovo Apple Watch 6 è un ottimo wearable, ma manca l’effetto “wow”

Apple Watch 6 review
(Image: © TechRadar)

Il nostro verdetto

Apple Watch 6 è un ottimo smartwatch, ma non offre nulla di innovativo (design incluso). Il sensore per la misurazione dell'ossigeno nel sangue (o saturimetro) è un'ottima aggiunta, ma è una specifica di cui consumatori possono fare a meno. Come sempre, l’aumento dell’autonomia e delle dimensioni del display sono ben accette, ma riteniamo che Apple possa fare molto meglio di così.

Pro

  • Tante colorazioni disponibili
  • Monitoraggio del sonno
  • Always-on display

Contro

  • Manca qualcosa di innovativo
  • La durata della batteria non è ancora sufficiente
  • Talvolta Siri si attiva casualmente

Apple Watch 6 (o Apple Watch Series 6) è l'ultimo smartwatch del colosso di Cupertino (sebbene l’azienda abbia introdotto anche l'Apple Watch SE).

La gamma Apple Watch è molto popolare e molti consumatori ne acquistano uno per sfruttare al meglio la sincronia con i propri iPhone. Detto questo, l’utente medio vuole anche sapere se il nuovo dispositivo offre qualcosa di innovativo, in particolare coloro che possiedono già una vecchia iterazione come il Watch 4.

Bene, ecco i punti salienti: i modelli con cassa in alluminio da 40 mm costano 439 euro, è stato implementato un sensore per il monitoraggio dell’ossigeno nel sangue, nuove e accattivanti colorazioni (amiamo la PRODUCT RED) e un processore S6 più efficiente. Dovrebbe anche avere un display più luminoso sotto la luce del sole.

Inoltre, le nuove funzionalità, come il monitoraggio del sonno, il monitoraggio del lavaggio delle mani e i nuovi cinturini senza fibbia, saranno disponibili anche sui vecchi Apple Watch.

Apple Watch 6 vanta lo stesso design dei modelli precedenti: una cassa in alluminio o acciaio inossidabile e un display con angoli curvi e una sottile cornice.

Le nuove colorazioni come PRODUCT RED (rosso) sono accattivanti e la cassa in alluminio si abbina bene anche ai cinturini intrecciati.

Il display, basato sulla tecnologia OLED, è luminoso come sempre: non abbiamo notato alcun picco all'esterno, nonostante le dichiarazioni di Apple, ma non abbiamo mai avuto problemi, grazie ai colori accesi e al buon contrasto.

Come negli ultimi anni, il fitness è l'obiettivo principale del nuovo Apple Watch ed è più importante che mai. Un nuovo sensore (saturimetro) consente di verificare la percentuale di ossigeno nel sangue: è utile e funziona bene.

Tuttavia, Apple ha anche chiarito che non è uno strumento medico e dovrebbe essere usato solo per monitorare la forma fisica e il benessere generale, quindi, sebbene sia affascinante, non si presta a un uso professionale.

Di maggiore interesse è il nuovo servizio Fitness Plus, che consente agli utenti di usufruire di allenamenti dedicati, inoltre ogni nuovo Apple Watch avrà tre mesi di servizio gratuiti.

Come fitness tracker, l'Apple Watch 6 offre incredibili vantaggi: misurazioni precise, notifiche che spronano a una vita attiva e una vasta gamma di attività monitorabili, peccato manchi una modalità “pro” per gli atleti. Apple non sta sfruttando appieno i propri Watch, a nostro avviso.

L’autonomia del nuovo Apple Watch non convince: ancora una volta, abbiamo superato le 18 ore promesse dall’azienda e abbiamo constatato un’autonomia media di 28 ore tra una ricarica e l’altra.

Tuttavia, non è sufficiente per le funzioni offerte dal dispositivo: il monitoraggio del sonno è fondamentale per una vita sana, ma se dimenticherete di collegare il dispositivo alla presa (una ricarica completa richiede 90 minuti) non potrete beneficiare quotidianamente di tale utility.

WatchOS 7 apporta piccoli, ma utili aggiornamenti come il monitoraggio del lavaggio delle mani, che è un'arma utile alla lotta contro la pandemia.

Apple Watch 6 è il meglio che Apple ha da offrire in questo segmento di mercato e, se siete preoccupati della salute del vostro cuore o del sistema respiratorio, le nuove funzionalità vi torneranno utili.

Detto ciò, molti consumatori non necessitano di un always-on display, per cui troveranno nell'Apple Watch SE un prodotto altrettanto affidabile e meno costoso.

Disponibilità e prezzo

Apple Watch 6 review

Potete aggiungere "memoji" personalizzate, direttamente dall'orologio. (Image credit: TechRadar)

Apple Watch 6 è disponibile dal 18 settembre a partire da 439 euro (il prezzo varia a seconda del modello scelto). 

La variante con cassa in alluminio da 40 mm costa 439 euro, mentre quella da 44 mm viene 469 euro. Il modello con cassa in acciaio inossidabile da 40 mm costa 739 euro, mentre quella da 44 mm ha un prezzo di 789 euro. Se opterete per il cinturino in pelle, dovrete sborsare altri 50 euro.

Ricordate: l'Apple Watch 3 costa circa 220 euro, mentre l'Apple Watch 5 si può acquistare a meno di 400 euro durante le promozioni.

Design

  • Nuovi fantastici colori
  • Stesso design dei predecessori
  • Nuovi loop Solo tra cui scegliere

Apple Watch Series 6 vanta lo stesso design del Watch 4 e Watch 5. È disponibile nelle versioni con cassa da 40 mm e 44 mm, rispettivamente per polsi piccoli e grandi. Lo schermo presenta angoli curvi, una corona digitale e il pulsante di accensione che consente di passare da un'app all'altra.

Sul pannello inferiore, c'è un cardiofrequenzimetro che è stato aggiornato più volte e che include nuove funzionalità come il rilevamento dell'ossigeno nel sangue e il monitoraggio dell'elettrocardiogramma (ECG), oltre al controllo della frequenza cardiaca.

Apple Watch 6 review

Ritornano gli stessi bordi curvi. (Image credit: TechRadar)

Apple Watch 6 è anche certificato 5ATM, quindi resiste a una profondità di 50 metri per 10 minuti, per farla breve potete indossarlo in piscina e al mare.

La vera chicca qui è la nuova gamma di colori e la variante che ha attirato la nostra attenzione, la (PRODUCT) RED, lo stesso colore dell'organizzazione che Apple promuove per la cura dall'AIDS, ed è di gran lunga il colore più interessante del gruppo e, fortunatamente, quello che abbiamo revisionato.

Anche gli altri colori (oro, argento, grafite, grigio siderale e blu) hanno un aspetto premium e si adattano perfettamente al dispositivo. Il prezzo è alto, ma si tratta di uno smartwatch premium.

Apple Watch 6 review

I pulsanti trasmettono un ottimo feedback. (Image credit: TechRadar)

È anche leggero: l'edizione da 44 mm pesa solo 36,5 grammi, al punto che talvolta abbiamo dimenticato di averlo al polso.

Come sempre, potete personalizzare il vostro orologio tramite cinturini e la nuova aggiunta del 2020 è il Solo Loop, un cinturino (costoso) privo di fibbia o velcro realizzato in silicone elastico o intrecciato che si infila al polso.

Purtroppo, il Solo Loop che ci è stato inviato a scopo di revisione era troppo grande, pendeva come un braccialetto, ma siamo certi sia adeguato quanto i restanti modelli.

Display

  • Display OLED
  • Il display always-on può essere utile
  • Si attenua di notte durante il monitoraggio del sonno

Il display dell'Apple Watch 6 utilizza la tecnologia OLED e di conseguenza è uno schermo premium. Il contrasto è ottimale e nel complesso non c’è nulla di cui lamentarsi. 

Apple Watch 6

Il display è luminoso (Image credit: Future)

I vecchi Apple Watch (e il nuovo Watch SE) obbligano ad alzare il polso per controllare l’ora o le notifiche, mentre Watch 6 (e Watch 5) consente di avere tali dati sempre disponibili grazie all’always-on display.

A seconda del quadrante selezionato (e ora ce ne sono molti) potrete visualizzare anche informazioni in tempo reale su notizie, statistiche sulla salute o la durata della batteria, senza dover sollevare l'Apple Watch e riattivarlo completamente.

Immagine 1 di 2

Apple Watch 6 review

Il display always-on... (Image credit: TechRadar)
Immagine 2 di 2

Apple Watch 6 review

… e alla luminosità massima (Image credit: TechRadar)

Tuttavia, riteniamo che non sia ancora ben implementato. L’always-on display è utile, ma per lo più serve solo a vedere l'ora. Il problema è che, anche se lo schermo dell'Apple Watch 6 si oscura, è comunque piuttosto luminoso.

Quindi, ogni volta che la luminosità ambientale è bassa, bisogna attivare la modalità teatro/cinema (il che è irritante, poiché bisogna selezionarla nel menu) o avviare il monitoraggio del sonno in modo da attivare la versione monocromatica. Preferiremmo che ci fosse un'opzione per rendere molto luminose solo una serie di informazioni, piuttosto che dover vedere l'intero quadrante.

Monitoraggio dell'ossigeno nel sangue

  • Caratteristica interessante
  • Non progettato per uso medico; ci si può fidare?
  • Richiede avvisi incorporati

L'Apple Watch è progettato per il fitness e Watch 6 è l'apice delle ambizioni in termini di salute e fitness dell'azienda.

Ogni anno, riceviamo nuove funzionalità per tutelare la nostra salute, quindi iniziamo con quella più rilevante: il monitoraggio dell'ossigeno nel sangue.

Apple Watch 6

(Image credit: Future)

In primo luogo, vi ricordiamo che è disponibile anche su altri dispositivi indossabili come Fitbit Charge 4 (e alcuni smartphone, come i Samsung Galaxy) da molto tempo.

Quindi non è una nuova funzionalità, ma la domanda è come Apple l’abbia implementata e se è veramente utile, specialmente quando il mondo sta affrontando una pandemia causa di malattie respiratorie.

Prima di arrivare a questo, chiariamo la funzione di un saturimetro. Attivando il sensore a infrarossi, i diodi sul pannello inferiore dell'Apple Watch 6 rilevano il colore del sangue e calcolano la quantità di ossigeno in esso presente.

In linea di massima, se la concentrazione di O2 nel sangue supera il 95%, la vostra condizione è buona.

Per eseguire un test, è sufficiente rimanere fermi per 15 secondi, ma si può anche attivare la rilevazione continua: abbiamo eseguito entrambi e i risultati sono stati pressoché identici e nella maggior parte dei casi erano al di sopra del 95%.

Secondo l'app Health dello smartphone, che registra tali informazioni, c'è stato un momento in cui il nostro livello di SPO2 è sceso all'88%: è qualcosa di cui preoccuparsi? Abbiamo pensato che, poiché non è stato ripetuto, fosse solo una lettura anomala, ma è stato comunque un po' sconcertante da leggere.

E qui sta il problema: da un lato, può essere confortante vedere il livello di ossigeno nel sangue nella norma, ma dall’altro Apple ha dichiarato che non è un dispositivo medico e dovrebbe essere usato solo per il fitness (la maggior parte dei wearable sul mercato affermano lo stesso).

Che fare di queste informazioni se Apple afferma che non sono valide a uso medico? Possiamo fidarci o dobbiamo ignorarli?

Apple Watch 6

(Image credit: Future)

Ebbene, la risposta è: meglio essere informati. Se doveste notare spesso un calo della SPO2 assieme ad altri effetti negativi, dovreste andare subito dal medico. Se siete in alta quota e improvvisamente il livello di saturazione dell'ossigeno nel sangue scende, forse è meglio tornare indietro.

È strano che Apple Watch 6 non fornisca notifiche relative alla SPO2 durante il sonno (il che può rivelare un problema di apnea notturna) o quando la frequenza cardiaca diventa più bassa o più alta del solito a riposo.

Non comprendiamo per quale motivo il dispositivo non offra tali avvisi e rende difficile affermare che il sensore sia davvero utile. Tuttavia, offre la possibilità di eseguire un ECG e monitorare la frequenza cardiaca, per cui è comunque utile.

Fitness

  • Nuove opzioni di allenamento
  • Manca ancora una modalità fitness "professionale"
  • Il GPS non è sempre preciso

Il nuovo Apple Watch 6 offre diverse funzioni per tenere d'occhio il livello di benessere dell’utente e poter chiudere gli "anelli di attività", la metrica che Apple utilizza per valutare la sedentarietà degli utenti.

Ogni nuova versione dell’Apple Watch introduce nuovi modi per monitorare i vostri sforzi e scoprire quanto siete attivi, nonché incoraggiarvi a provare nuove attività.

Noi apprezziamo fare jogging e indossare un Garmin o un Apple Watch è molto utile. Oltre alla corsa sono valutabili tantissime attività, come la danza e il "defaticamento".

Ma non si tratta solo di muoversi: l'orologio aiuta anche a meditare grazie all'app “Breathe” che innesca piccole vibrazioni per segnalare quando inspirare o espirare.

Apple Watch 6 review

(Image credit: TechRadar)

Watch 6 monitora numerose attività fisiche, la frequenza cardiaca, il consumo calorico e tramite l’app su smartphone si ha un’idea di quanto si è in forma.

Il dispositivo (così come i predecessori) aiutano anche a raggiungere i tipici obiettivi di fitness come il numero di passi giornaliero, suggerendo a volte di fare un po’ di esercizio, il che è piuttosto utile.

Tuttavia, il monitoraggio della forma fisica su Apple Watch ha qualche limite. Abbiamo effettuato una corsa di 20 Km con Watch 6, Watch SE, Watch 5 e Watch 4 scoprendo dati leggermente discordanti.

In primo luogo, l'app Workouts non è ancora perfetta, poiché le misurazioni non sono sempre precise: abbiamo percorso lo stesso tragitto di 10 Km con Watch SE e Watch 6 ed è emersa una differenza di circa 0,5 Km.

Detto ciò, sulle brevi distanze, i dati raccolti erano gli stessi; è plausibile che la potenza del segnale non sia stata ottimale durante tutto il percorso.

C'è anche un cardiofrequenzimetro; il sensore è meno preciso rispetto a una fascia toracica e ci sono state volte in cui l'Apple Watch 6 ha chiaramente faticato a tenere traccia del nostro battito cardiaco durante la corsa.

Ciò non dovrebbe scoraggiare potenziali acquirenti: la rilevazione del battito è comunque buona, solo alcuni modelli da corsa di fascia alta fanno di meglio.

Posizionare l'orologio più in alto sul nostro avambraccio ha migliorato la precisione, ma era scomodo e alla fine è ritornato alla posizione precedente.

Apple Watch 6 review

(Image credit: TechRadar)

L'Apple Watch 6 è uno smartwatch per il fitness indicato per tutti, più per la massa che per i professionisti. E va bene così: chi cerca prodotti professionali, si rivolge ad altre aziende.

Però, Apple potrebbe offrire qualcosa in più: la possibilità di impostare l'allenamento a intervalli, implementare notifiche più grandi e luminose o semplicemente inserire allenamenti più intensi per coloro che partecipano a gare di livello amatoriale.

In questo momento, l’app Workout non è ancora completa e, dopo tutti questi anni, speravamo di vedere una maggiore profondità.

Autonomia

  • Dura facilmente 24 ore e spesso più a lungo
  • La ricarica rapida è una manna dal cielo
  • Il chip S6 consuma meno

L’autonomia di Apple Watch 6 è un'altro aspetto che non ci ha convinto: impedisce alla gamma Apple Watch di fare quel passo decisivo per imporsi sulla concorrenza.

Nella recensione del Watch 5, avevamo dichiarato che l'aggiunta dell’always-on display aveva un impatto non indifferente sulla durata della batteria e, sebbene il nuovo chip S6 sia più efficiente, non ha risolto tale inconveniente.

Cominciamo con uno degli aspetti più strani del marketing Apple: l’azienda dichiara sempre un’autonomia inferiore a quella reale (18 ore per Watch 6, a detta della società).

Bene, durante i test, lo smartwatch è stato sempre collegato allo smartphone o al Wi-Fi e l'abbiamo usato per lo streaming della musica, per il fitness, nonché controllare le notifiche e abbiamo sempre superato le 24 ore di utilizzo, prima di dover prendere il caricabatterie.

Tuttavia, anche se potrebbe sembrare una buona cosa, 24 ore non sono comunque sufficienti, specie quando si attiva il monitoraggio del sonno. E sì, ora WatchOS 7 consente anche di monitorare questo aspetto, per cui l’utente medio ha bisogno di un dispositivo che duri almeno 36 ore, altrimenti si rischia di uscire di casa con una percentuale di energia esigua.

Apple Watch 6 review

(Image credit: TechRadar)

Certo, penserete “basta metterlo a ricaricare non appena suona la sveglia” ma, a meno che non vi svegliate almeno un’ora prima di uscire, siete punto e daccapo.

Tra i lati positivi, il processore S6 è il più efficiente che Apple abbia mai introdotto. La combinazione dell’always-on display e del sensore SPO2 dovrebbe consumare molta di più energia rispetto a Apple Watch SE ma, su una corsa di 20 Km (110 minuti di corsa), abbiamo constatato che Watch 6 consumava meno del modello “lite”, poiché l’azienda ha reso il tracciamento GPS più efficiente; discorso simile anche per la riproduzione musicale.

Watch 6 si ricarica molto più velocemente rispetto ai predecessori: in un confronto con il modello SE, dallo 0% di carica, il primo ha impiegato 75 minuti per portare la batteria al 100%, mentre il secondo ne ha impiegati 100.

Nell'uso “normale“, ovvero con il sensore SPO2 e l’always-on display attivi, Watch 6 durerà il 20% in meno rispetto a Watch SE, anche se tali funzionalità si possono sempre disattivare.

Con tutte le impostazioni disattivate, l’autonomia è paragonabile a quella dell'Apple Watch SE, se non maggiore. E non dimenticate: nella confezione non è incluso il caricabatteria (ma c’è un cavo di ricarica), è una seccatura, ma non è la fine del mondo. 

WatchOS 7 

Apple Watch 6 esegue l'ultima versione del sistema operativo per wearable di Apple, WatchOS 7. Detto ciò, le stesse funzionalità (a eccezione del monitoraggio dell'ossigeno nel sangue) saranno disponibili anche sul nuovo Apple Watch SE e su ogni altro dispositivo da Watch 3 in poi.

Tuttavia, ci interessa testare il rendimento di queste nuove funzionalità su Watch 6, per scoprire quanto sia ottimizzato il dispositivo. Ce ne sono alcune che non abbiamo approfondito, come la danza e il monitoraggio del defaticamento, nuovi modi per personalizzare e condividere il quadrante dell'orologio e il monitoraggio delle uscite in bicicletta. Tutte le informazioni sono disponibili nell’hub dedicato.

Apple Watch 6 review

(Image credit: TechRadar)

Monitoraggio del sonno

La prima cosa che volevamo provare era il monitoraggio del sonno, che è stato finalmente implementato nel sistema operativo.

È una funzionalità molto utile per coloro che indossano l'orologio quando dormono; è anche possibile impostare l'ora in cui si va a dormire per attivare il display monocromatico: ciò serve a resistere alla tentazione di controllare le notifiche, invece che dormire; per sbloccarlo, basta ruotare la corona.

Il monitoraggio del sonno è molto semplice: basta attivare la funzione che ne monitorerà automaticamente la qualità e la durata; i dati vengono inseriti nell'app Salute/Health (consultabile da smartphone).

Non ci sono informazioni sul sonno profondo, sonno leggero o REM, né informazioni relative ai livelli di stress; la concorrenza offre già tali dati, quindi ci aspettavamo di più.

La schermata di attivazione è carina, mostra la quantità di batteria rimasta e il meteo per la giornata; sebbene sia una funzionalità limitata, è ben eseguita.

Monitoraggio del lavaggio delle mani

La funzione di monitoraggio del lavaggio delle mani (apparentemente) non è stata creata in risposta alla pandemia da Covid-19, ma per ricordare all’utente di lavare le mani per 20 secondi, infatti si avvia un conto alla rovescia durante l’azione.

Inizialmente, la rilevazione era irregolare, ma nel giro di pochi giorni è diventata più precisa.

Durante i test, abbiamo indossato sia il Watch SE che il Watch 6 e raramente si attivavano contemporaneamente quando cominciavano a lavare le mani, c'era spesso una differenza di cinque secondi.

La funzione di lavaggio delle mani è puntigliosa: se le mani non si trovano vicino a un rubinetto da cui scorre l’acqua (nonostante le stiate sfregando col sapone), l'orologio metterà in pausa il countdown. Questo sembra ingiusto, ma il risultato è che si finisce per pulire le mani più a lungo per “soddisfare” il dispositivo.

In tutta onestà, non è semplice implementare una funzionalità simile: il dispositivo deve captare il suono dell'acqua corrente che può essere coperto dallo sfregamento delle mani, quindi è impressionante che funzioni così bene.

Traduzioni

L'ultima caratteristica a cui faremo cenno è la capacità di traduzione di Siri, che è piuttosto sensibile su Apple Watch 6 e si attiva più spesso di quanto dovrebbe, anche quando non si pronuncia il comando vocale specifico.

Tuttavia, è sufficiente dire "Traduci, l’auto è rossa in francese" e l'assistente vocale fornirà rapidamente la risposta e con l'accento corretto.

Esiste un'ampia gamma di lingue che Siri può tradurre: mandarino, francese, tedesco, italiano e spagnolo, ma è ancora impossibile conversare, poiché non può ancora tradurre in inglese.

Apple Watch 6 review

Modalità walkie-talkie: l’abbiamo usata meno, ma è comunque eccellente (Image credit: TechRadar)

Altre caratteristiche che abbiamo usato

Come accennato, WatchOS 7 è un sistema con molte funzionalità utili. Quella che abbiamo usato più spesso è il comando gestuale per l’attivazione di Siri: invece che dire "Ehi Siri" o tenere premuto il pulsante, basta alzare il polso e iniziare a parlare.

Quando funziona, è brillante e consente di impostare immediatamente un timer, scoprire quale canzone è in riproduzione, chiamare un amico o spegnere le luci della smart home.

Tuttavia, bisogna eseguire correttamente il gesto e troppo spesso abbiamo constatato che Siri non stava effettivamente ascoltando, il che è frustrante e persino imbarazzante se altre persone vi stanno osservando.

Una cosa che non abbiamo menzionato è l'uso della rete dati. La quantità di volte in cui ne avrete bisogno è limitata: avere la possibilità di usare Siri quando non avete l’iPhone a portata di mano o effettuare una chiamata o ascoltare una playlist di Apple Music è gradevole, ma il costo aggiuntivo è meno allettante.

Parlando di telefonate, abbiamo ricevuto un paio di chiamate sull'Apple Watch quando il nostro iPhone era in un'altra stanza e l'altoparlante è chiaro e nitido.

Apple Watch 6 review

(Image credit: TechRadar)

Una funzione che non abbiamo usato molto è stata la modalità Walkie-Talkie: nell'ultimo anno, abbiamo scoperto che tale funzione non è più usata come un tempo.

Abbiamo utilizzato tale la funzione per parlare con un amico con cui eravamo abituati a comunicare regolarmente, ma sembra di divertente da usare di tanto in tanto, piuttosto che una vera utility.

Infine, dobbiamo spendere qualche parola sul Watch App Store e descrivere come è progredito nell'ultimo anno. Ora, sono disponibili molte più app, ma la schermata principale dell'App Store non è molto curata.

Le app non sono catalogate in categorie, c’è solo un breve elenco di opzioni apparentemente casuali e sebbene apprezziamo l'idea di poter installare una nuova app senza dover usare lo smartphone, non ne vale la pena: il display è troppo piccolo per una navigazione ottimale.

Vale la pena acquistare Apple Watch 6?

Compratelo se...

Volete uno smartwatch future-proof

Se ritenete l’Apple Watch un bene durevole, dovresti sempre scegliere la versione più recente: sarà supportata più a lungo, offrirà una maggiore autonomia e una gamma di funzionalità più ampia.

Vi piace il colore rosso

Sembra superficiale, ma la colorazione PRODUCT RED dell'Apple Watch 6 è davvero affascinante: è la versione che ci piace di più.

Avete problemi di salute

Mettiamo le cose in chiaro: Apple ha già dichiarato che Watch 6 non è un dispositivo medico. Detto ciò, la possibilità di eseguire ECG regolari o avere un monitoraggio dell'ossigeno nel sangue in background, è utile se si hanno problemi di salute; anche gli avvisi sulla frequenza cardiaca sono utili.

Non compratelo se...

Non vi dispiace alzare il polso

L'unico vero motivo per cui possiamo capire perché molte persone vorrebbero il nuovo Watch 6 è che ora è l'unico che potete acquistare da Apple con il display sempre attivo. Se vi va bene fare un "movimento del polso" per vedere l'ora, scegliete Watch 3 o SE e risparmia.

Siete atleti di livello amatoriale

Se usate Apple Watch da un po' e volete passare al livello successivo, Watch 6 non è il candidato ideale: non supporta le ripetizioni a intervalli, il controllo della velocità di corsa o l'aggiunta delle pause durante il nuoto. Apple ha bisogno di un Watch Pro il prima possibile, a nostro avviso.

Volete informazioni complete sul sonno

Scoprire la durata del sonno è utile, ma conoscere la qualità di quel sonno lo è ancora di più e WatchOS 7 non offre tale funzionalità. Se tali dati sono fondamentali per voi, dovreste optare per un modello dedicato come Whoop Strap o Fitbit Sense.